Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it
thorsen82

Reparto Esperienze, Reparto Sperimentazione, Centro Stile: l'Alfa lascia Arese

Recommended Posts

Va bene, concordo.

Ma le varie disfatte dei due gloriosi marchi italiani sono arrivate proprio in concomitanza della chiusura delle due fucine storiche Arese (Alfa) e Chivasso (Lancia) e della "svolta" che i vari capoccioni di fiat paventavano, arrivando poi a una quasi vendita a gm...

Alfa aveva fatto degli errori anche prima ok (Arna ecc..), anche Lancia, o meglio FIAT li ha fatti fare anche a Lancia (Anni 70)..

Ma chiudere gli stabilimenti dove c'era la professionalità, il know-how, la tradizione l'ho vista proprio come una "fiattata", bmw, audi ecc...non gli passa nemmeno per la testa di chiudere musei e accatastare le auto in capannoni..

In più (questo discorso è più per chivasso) si è voluto chiudere non per crisi\scarsa produttività ecc....ma per riorganizzazione aziendale (scriteriata)..e per i vari fondi avuti per produrre in altri posti..

Ma qui bisognava fare un salto di qualità, uscire dalla mentalità "fiattina" e pensare più in grande e come dice Bheta23 fare le macchine invece di fare la new economy, o per lo meno riuscire a cadenzare le due cose con più saggezza..

Naturalmente adesso le nuove generazioni non sapranno nemmeno cosa era arese, chivasso, il portello ecc...

Ma per quanto mi riguarda, e conosco altri che la pensano così (LA MINORANZA FORSE)le alfa di arese e le lancia di chivasso erano un'altra cosa....

Dicevi dell'America...

Ok, forse prima però bisogna sempre fare il solito discorso, facciamo le macchine e poi andiamo in america..

Ricordi alla giornata in Lancia??

Io rimasi sconvolto per un aspetto...Internet, ModaMilano, Caffè Lancia, Layout dei Concessionari, Design, collocamento, impostazione, Gadget.....

.......meccanica?macchine?innovazione???No è....

Non che il resto deve essere del tutto sradicato, ma...

Ciao regaz

BignamsHF

Modificato da ACS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Quotissimo!!! però sai com'è... i BORG arrivano distruggono tutto per imporre la loro supremazia presunta ed infine assimilano quello che non è stato distrutto.

L'arroganza al lingotto è sempre stata il leit motiv nella gestione azioendale. Peccato che abbiano una visione periferica che non va al di la dello Stura...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma chiudere gli stabilimenti dove c'era la professionalità, il know-how, la tradizione l'ho vista proprio come una "fiattata", bmw, audi ecc...non gli passa nemmeno per la testa di chiudere musei e accatastare le auto in capannoni..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cosa c'entrano i musei con il know-how e con il sito produttivo? :?

Il mio paragone era questo, noi chiudiamo gli storici luoghi produttivi in toto, ad altri NON passerebbe nemmeno per la testa di accatastare delle macchine storiche, che fanno parte di tutto il percorso che ha fatto la casa in capannoni.

Tantomeno di abbattere edifici industriali storici.

Ricordo all'ultima visita fatta con il Dott. Masala a BSP, era proprio lui che mi sottolineava che in una visita guidata a un gruppo americano, quest'ultimi rimasero sconvolti quando sentirono che li si RADEVA AL SUOLO, sempre gli americani ribadirono come da loro esistono enti ed istiuti statali che impediscono questo..

Quando Audi (gruppo VW) comprò Lamborghini, la prima cosa che fece fu il museo, noi abbiamo due marchi che hanno una delle visibilità più ampie del mondo e le lancia chissadovesono e le alfa adesso aspettano una nuova collocazione, mi viene da dire che è un pochino assurdo e riduttivo..

Ok che Arese è la sede storica dell'Alfa Romeo, e va bene mantenerci un presidio con il museo.

Ma la produzione, mica se le rifanno ad Arese (o a Chivasso per Lancia, e perchè non Borgo San Paolo?) si ritorna ai fasti rimpianti.

Certo,

sarebbe troppo facile, se bastasse produrre in un posto per essere competitivi.

Ma, guarda caso come dicevo sopra gli orrori i modelli sbagliati, l'inversione di rotta, ecc...è avvenuta proprio con la chiusura dei due stabilimenti.

Poi sono d'accordo, il mercato cambia, si è obbligati a diversificare, cambiare sedi produttive ecc...

Ma se Alfa e Lancia facevano ancora le Alfa e le Lancia di un tempo, sicuramente magari ad Arese e a Chivasso non c'erano le migliaia di operai, ma produzioni altamente qualificate, di nicchia, oppure di segmenti superiori, cosa che per altro altre case hanno fatto...

Mi rendo conto che ci vogliono anche i contenuti..(il discorso di Betha23)

Sono solo due punti sulla cartina geografica............

:-((:-((:-((:-((:-((:(((:(((:(((:(((:(((

Alla faccia delle famiglie che ci vivevano grazie a quegli stabilimenti, e di tutte le automobili li prodotte......

Questa affermazione la vedo un pò riduttiva se permetti, per un lancista o un alfista o un appassionato di automobili credo che Chivasso, Arese, l'autodromo di Monza, il Portello, Mirafiori, Corso Marche, ecc..ecc...sono ben di più che "puntini su di una cartina geografica".....

Ciao

BignamsHF

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non hai afferrato minimamente il senso del discorso (proviamo per una volta leggere le cose a mente razionale e non da bar)

Va bene mantenere il presidio nella sede storica, con museo, centro stile, magari centro R&D (come fanno tutti).

Ma riguardo al mero sito produttivo, non impuntiamoci.

Una 155 fatta ad Arese sarebbe stata più Alfa?

Una Musa fatta a Chivasso più Lancia?

Viceversa, un'Aurelia assemblata a Melfi sarebbe stata meno Lancia? O una Giulia assemblata a Termini?

Ma manco per sogno.

Quello che è mancata e che manca tutt'ora è una "visione" di quel prodotto, e una gestione conseguente.

Due cose che sono molto più importanti del mero luogo sulla cartina in cui vengono ASSEMBLATE le vetture.

Tant'è che anche le "blasonate" tedesche (VAG e BMW in testa) si fanno pochi problemi a produrre in siti non storici.

Audi ha stabilimenti in Ungheria (se non ricordo male le TT le assemblano lì).

VW produce la sua superammiraglia a Dresda (dove si è fatta la fabbrica coi contributi statali).

BMW produce parte delle serie 3 in SudAfrica.

Eppure non mi pare che i modelli che escono da lì siano ritenuti più "sgalfi" e meno in linea con il marchio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì ok ma comunque rimangono le sedi storiche dei gruppi tedeschi, se non sono siti produttivi almeno rimangono la progettazione e le sedi di rappresentanza.

Credete che chi compra una Mercedes od una BMW o un Audi compri un automobile? Se così fosse allora uno sceglierebbe solo in base ai numeri: consumi, prestazioni, capacità di carico, costo assicurazione, ecc.. e prenderebbe una Skoda. Se comprano auto di un certo livello è solo per il marchio.

Il problema in questo caso è che fiat non ha mai avuto un marchio carismatico (anzi...) e non è proprio in grado di gestire adeguatamente marchi così importanti, è proprio assente dal DNA di fiat.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Grazie Jeby..........lo cercavo qualche settimana fa, ma non trovavo nulla.

se vuoi organizziamo una gita! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Non hai afferrato minimamente il senso del discorso (proviamo per una volta leggere le cose a mente razionale e non da bar)

Eccoci qua,

mi spiace che si finisca sempre a insulti, credo per lo meno di non averne fatti io, mi spiace solo che ritieni il mio concetto "da bar", accusandomi anche di non ragionare con razionalità, non pensavo di aver espresso un concetto così basso e urlato...

Ma sai io sono solo un giovane sprovveduto e esaltato, possessore di un mostro divora benzina, dalla mentalità gretta e bigotta, uno che si crede più operaio che dirigente lungimirante, tu invece un affermato ingegnere, per questo rispetto il tuo punto di vista...

Va bene mantenere il presidio nella sede storica, con museo, centro stile, magari centro R&D (come fanno tutti).

Va bene,

cerchiamo per lo meno di mantenere quello, ma personalmente non lo vedo?

Dov'è il cs di Lancia? A chivasso? E il Museo? Il ricerca e sviluppo? A Chivasso?

E Alfa? Quando un esterno arriva al centro stile e vede una struttura fatiscente e scalcinata? Che cosa dovrebbe pensare?

Ma riguardo al mero sito produttivo, non impuntiamoci.

Una 155 fatta ad Arese sarebbe stata più Alfa?

Una Musa fatta a Chivasso più Lancia?

Viceversa, un'Aurelia assemblata a Melfi sarebbe stata meno Lancia? O una Giulia assemblata a Termini?

Ma manco per sogno.

Bè insomma,

magari se avesse retto Chivasso, sicuramente non si sarebbe fatta Musa e trattorini di questo calibro, ma si sarebbe continuato con altro, tutto sommato il sito produttivo non lo vedo poi così esterno al concetto di Marchio ecc...

Ma hai ragione a sottolineare che anche le macchine valide di quel marchio assemblate e costruite in altri posti possono essere validi prodotti, validissimi anche....

Insomma li c'era anche una forza lavoro qualificata, finita poi come carne da macello, quello a me sinceramente sta molto sul piloro, anche perchè nel 70% dei casi, non licenziata per crisi, ma per ristrutturazione aziendale, scriteriata (Chivasso), cioè forse in alcuni casi in tutti gli sforzi che si fanno si dovrebbe valutare anche un pochino di più quello, l'investimento nella forza lavoro e di conseguenza in un prodotto più valorizzato..

Quello che è mancata e che manca tutt'ora è una "visione" di quel prodotto, e una gestione conseguente.

Due cose che sono molto più importanti del mero luogo sulla cartina in cui vengono ASSEMBLATE le vetture.

Bè proprio meri luoghi non li vedevo Chivasso e Arese,

se leggi sopra avevo sottolineato che cambiando il mercato cambieranno anche i siti di produzione, bisognerà adattarsi, facciamo a Chivasso i segmenti più alti, il ricerca e sviluppo, il cs, il museo, gli uffici, e qualcosina d'altro?

La vedo molto diversa dal chiudiamo in toto, facciamo tra ciofeche a Rivalta per un pò e poi via a Cassino...generallizando tutto in un bel pastone di ricarrozzamenti...

E il resto lo facciamo a Melfi\Cassino\Termini ecc...va bene ok.

Tant'è che anche le "blasonate" tedesche (VAG e BMW in testa) si fanno pochi problemi a produrre in siti non storici.

Audi ha stabilimenti in Ungheria (se non ricordo male le TT le assemblano lì).

VW produce la sua superammiraglia a Dresda (dove si è fatta la fabbrica coi contributi statali).

BMW produce parte delle serie 3 in SudAfrica.

Eppure non mi pare che i modelli che escono da lì siano ritenuti più "sgalfi" e meno in linea con il marchio.

Certo,

ma loro hanno il cs a Ingolstad (audi) e non un ufficio con un separeo insieme a quello VW, ci fanno le RS, ci fanno dei motori, c'è il museo, gli uffici...

Idem per la M3, per il palazzone e una nicchia di produzione...per BMW.

Quindi qualcosa in più hanno azzeccato, poi guarda non sono assolutamente un cultore di tedesche, o di giapponesi o di estere, nel mio piccolo e povero garage ci sono state per il 90% italiane, sempre acquistate pensando anche a dove vengono prodotte, a chi ci mangia su, a che operai ci girano la vite, ma ripeto, e poi lo sai benissimo, sono un poveretto, uno da bar.....

Ciao

BignamsHF

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

innanzitutto ciao a tutti...

concordo con BignamsHF, se non difendi e valorizzi la tua identità, la tua manodopera specializzata, le famiglie che traggono dalla tua azienda sostentamento (che molto spesso diventano anche acquirenti ed utilizzatori del tuo prodotto).....e sacrifichi tutto sull'altare del profitto nel breve periodo.........alla fine finirai per avere solo un marchio ...e basta.

Alla fine ti troverai (come sta accadendo ora soprattutto in lancia) a vendere degli oggetti con sopra appicicato un marchio ....e niente più....... ....oggetti che non infondono in chi li guarda nessuna emozione.......perchè nessuno li ha costruiti con passione.

In fiat pensano più alle seghe mentali del marketing, delle strategie, dell'immagine, al risparmio nell'immediato....che al prodotto.

La lybra era stata bocciata pure dai concessionari un paio di volte....ed è stata presentata 3 volte (i concessionari ne avevano piene le scatole di passare le domeniche in autosalone).

appena la fiat rilevò la lancia da pesenti la prima cosa che fece fu risparmiare sui componenti delle auto che venivano costruite....

...ci siamo sempre lamentati della mentalità fiat che prevedeva: se questa vite cosa 100 lire e non è indispensabile...togliamola...per 1.000.000 di auto fa 100.000.000 di risparmio....

..ma adesso è molto peggio, in quanto manca la capacità di creare qualcosa di veramente bello...che si venda da solo.......perchè risparmiano su tutto...e poi spendono una barca di soldi in pubblicità ed in leggi su misura.

Ne avrei ancora da scrivere ma non ho tempo ...a dopo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×