Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Mostra i risultati del/dei TAG ''topic ufficiale'' .



Opzioni Ricerca Avanzate

  • Ricerca via TAG

    I TAG sono delle "parole chiave" che permettono di distinguere l'argomento e ricercarne rapidamente altri di analoghi. Usa la funzione con criterio!
    PS. Usa la virgola per confermare un TAG e separarlo dagli altri.
  • Ricerca secondo Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Autopareri OnTheRoad
    • Emergenze in Strada - SOS Autopareri
  • Il sito Autopareri
  • Mondo Auto
    • Scoop e Anteprime Auto
    • Consigli e Pareri sul mondo dell'Auto
    • Prove Auto e Recensioni
    • Tecnologie ed Innovazioni nell'Auto
    • Mercato, Finanza e Società nell'Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Auto Epoca
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobilità
    • Mobilità e Traffico nelle Città
    • Traffico Autostrade
  • Off Topics on Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • WithCar.it

Blog

  • Autopareri News

Cerca nel...

Cerca risultati che...


Data di creazione

  • Inizio

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Inizio

    End


Filtra per numero di...

Iscritto il

  • Inizio

    End


Gruppo


Marca e Modello Auto


Città


Interessi


Professione


Biografia


Citazioni


Sito Internet


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

Trovato 586 risultati

  1. Aymaro

    Automobili Pininfarina PF0

    https://it.motor1.com/news/239484/automobili-pinifarina-pf0-primi-disegni/ intervista al responsabile del design (che una volta frequentava pure il forum ) https://it.motor1.com/news/239535/automobili-pininfarina-parla-papa-della-pf0/
  2. xtom

    Jeep Compass 2017

    Presentazione ufficiale http://www.lastampa.it/2016/09/27/motori/novita/jeep-compass-svelato-il-nuovo-suv-medio-inizia-la-produzione-in-brasile-0vhGrjnbGR9Ia2XajQXC7L/pagina.html http://www.jeeppress-europe.com/press/article/118170 -------------------------------------------------------------------------------------- Spy: Jeep Compact SUV - New Compass/Patriot (Spy) Modello precedente: Jeep Compass M.Y. 2014 --------------------------------------------------------------------------------------
  3. lukka1982

    Jeep Grand Cherokee M.Y. 2017

    da Omniauto.it ---------------------------------------------------------------------- Discussione Spy: Jeep Grand Cherokee Facelift (Spy) ----------------------------------------------------------------------
  4. dannymonster

    McLaren Senna 2018

    PRESS RELEASE pensavo ad una scimmiottata cinese...invece è tutto vero. Mai visto niente di più sgraziato, pasticciato, neanche il peggior sbarro.
  5. Pandino

    Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio 2017

    Messaggio Aggiornato Fonte: http://www.alfaromeopress.com/press/article/anteprima-mondiale-alfa-romeo-stelvio Presentazione a Los Angeles 2016: Spot: ------------------------------------------------------------------------------- Spy: Alfa Romeo Stelvio - Progetto 949 (Spy) Versione normale: Alfa Romeo Stelvio 2017 -------------------------------------------------------------------------------
  6. Pandino

    [BRA] Fiat Argo 2017

    Autossegredos Prime immagini della Argo, qui in versione HGT equipaggiata da un 1.8 E.torQ. Con le giuste modifiche (in primis un logo decente al posteriore) potrebbe dire la sua anche qui da noi Spy: http://www.autopareri.com/forums/topic/38591-bra-fiat-argo-2017-spy/
  7. AndreaB

    McLaren P1 LM e 570S Sprint

    McLaren P1 LM e 570S Sprint, il bolide da 1.000 CV e la piccola da pista Hanno debuttato al Festival of Speed di Goodwood le ultime due creazioni della Casa inglese Goodwood Festival of Speed: poteva esserci un’occasione migliore per McLaren per presentare i suoi ultimi bolidi? Stiamo parlando di P1 LM (nella foto in basso) e 570S Sprint (in alto). La prima è la massima espressione tecnologica del costruttore inglese in merito di sportive stradali: deriva direttamente dalla P1 GTR - progettata esclusivamente per l’utilizzo in pista - e sarà prodotta in appena 6 esemplari, costruiti con la collaborazione di Lanzante, società inglese specializzata nell’allestimento di auto da competizione. I numeri della P1 LM, il cui nome è un omaggio alla McLaren F1 LM degli anni novanta, sono a dir poco incredibili: pesa appena 1.285 kg a vuoto – 60 kg in meno rispetto alla GTR, grazie anche all’adozione di un uovo scarico in titanio e di finestrini in policarbonato – e il suo motore ibrido, composto da un V8 3.8 biturbo e da un motore elettrico, eroga ben 1.000 CV di potenza massima. Il prezzo è ovviamente da nababbi: 3,83 milioni di euro (tasse escluse!), giustificati solo in parte dall’adozione di rivestimenti in oro per alcune parti del vano motore ai fini di dissipare meglio il calore. Se non altro il costo della vettura include un modellino della stessa in scala 1:8. Meno esclusiva ma comunque desiderabilissima la 570S Sprint, versione per l’uso in pista della vettura entry-level della gamma McLaren. Condivide con la P1 LM la base telaistica in fibra di carbonio ed è spinta da una versione depotenziata dal sopracitato V8 3.8 biturbo (che però qui non è abbinato a un motore elettrico), collegata ad un cambio automatico a doppia frizione. Completamente rivista a livello aerodinamico, la Sprint potrà essere ordinata con l’air jack system, un dispositivo pneumatico di sollevamento da terra della vettura particolarmente comodo per il cambio gomme. All’interno spiccano invece “dettagli da corsa” come roll-bar, estintore e sedile di guida in fibra di carbonio con cinture di sicurezza a sei punti. Il prezzo di questo giocattolo è di circa 193.000 euro, a cui vanno aggiunte le tasse. Da http://www.lastampa.it/2016/06/27/motori/novita/mclaren-p-lm-e-s-sprint-il-bolide-da-cv-e-la-piccola-da-pista-KxCPfVNxh5a0epwPL0dzIK/pagina.html
  8. Beckervdo

    Polestar 1 2018

    Messaggio Aggiornato Polestar 1 sarà una sorta di faro per il futuro brand Polestar. Polestar 1 è una Grand Tourer Coupé due porte, 2 posti più 2, spinta da un propulsore Electric Performance Hybrid. In pratica un’auto elettrica supportata da un motore a combustione interna capace di un’autonomia di 150 km in puro utilizzo elettrico – la più estesa autonomia in full electric rispetto a qualsiasi altro ibrido oggi sul mercato. La sua potenza di 600 CV e la coppia pari a 1000 Nm la collocano di diritto – e saldamente – nel segmento delle vetture ad alte prestazioni. Polestar 1 è basata sulla Scalable Platform Architecture (SPA) di Volvo, ma circa il 50% dell’auto è inedito e realizzato specificamente dagli ingegneri di Polestar. Per rendere ancora più efficaci le sue caratteristiche dinamiche, Polestar 1 trae beneficio da una serie di nuove tecnologie mirate a renderla una vera auto tutta da guidare. Polestar 1 è la prima auto al mondo a essere equipaggiata con la sofisticata tecnologia applicata al telaio resa possibile dalle nuovissime sospensioni elettroniche a controllo continuo della Öhlins – Continuously Controlled Electronic Suspension (CESi). Il telaio in fibra di carbonio riduce il peso e aumenta la rigidità torsionale del 45%, contribuendo nel frattempo ad abbassare il baricentro dell’auto. In aggiunta, Polestar 1 utilizza un doppio motore elettrico sull’asse posteriore che permette una distribuzione ottimale della coppia motrice a ciascuna ruota. Questo dà a chi guida un’accelerazione precisa ed efficiente che permette di mantenere aderenza e velocità di percorrenza in curva. Polestar 1 verrà prodotta nel Centro di Produzione specifico di Polestar in via di realizzazione a Chengdu, in Cina. Un impianto all’avanguardia tecnologica che verrà completato per la metà del 2018. Inoltre, Polestar si staccherà dal tradizionale modello di proprietà dell’auto che conosciamo oggi. Le auto verranno ordinate al 100% on line e offerte sulla base di abbonamenti di due o tre anni. La formula, che non prevede alcun apporto o deposito iniziale e sarà del tipo all-inclusive, prevede servizi quali ritiro e riconsegna dell’auto a casa in caso di manutenzione e la possibilità di utilizzare un altro modello della gamma Polestar, il tutto compreso nella rata mensile. L’abbonamento con rata fissa significa che avere una Polestar diventa un’esperienza priva di problemi per il cliente. Ulteriormente facilitata dalla tecnologia Phone-As-Key, che consente al proprietario dell’auto di condividere una chiave virtuale – e quindi l’utilizzo dell’auto – con altre persone di sua scelta e di accedere a una serie di servizi on-demand. Tali servizi di concierge semplificano l’esperienza di utilizzo del cliente, che si può concentrare esclusivamente sul piacere di guida. Tutte le future Polestar avranno motorizzazioni completamente elettriche. Polestar 2 inizierà a essere prodotta sempre nel 2019 e sarà la prima battery-electric vehicle (BEV) di Volvo Car Group. Sarà una BEV mid-size ed entrerà in competizione con prodotti come Tesla Model 3; di conseguenza, avrà volumi di produzione più elevati rispetto a Polestar 1. La fase iniziale della proposta di prodotti Polestar si completerà quindi con il successivo arrivo di Polestar 3, un ulteriore BEV in stile SUV di maggiori dimensioni, che definirà una moderna espressione di prestazioni elettriche e dinamica di guida. Gli ordini e la configurazione delle auto Polestar avverrà on line attraverso una app Polestar o un portale dedicato. Tuttavia, Polestar non è insensibile al fatto che i clienti vogliono ancora venire a contatto con un brand e con i suoi prodotti. Per questo, Polestar aprirà una rete di Spazi Polestar in tutto il mondo. Sono questi i luoghi nei quali i futuri clienti Polestar potranno interagire con il brand e con i suoi prodotti. I Polestar Spaces saranno strutture indipendenti e non collegate a concessionari Volvo. Gli ordini della nuova Polestar 1 si aprono nella giornata di oggi 17 ottobre 2017. Polestar sarà quindi in grado di valutare immediatamente il livello di interesse dei potenziali clienti. Volvo Cars ha creato una joint venture con due aziende all’interno dell’azienda madre, Zhejiang Geely Holding. Tale JV capitalizzata con 640 milioni di Euro di capitale sociale per supportare lo sviluppo di Polestar. Polestar rimane una sussidiaria di Volvo Car Group e sarà interamente consolidate all’interno di Volvo Car Group. Si prevede che oltre il 40% delle vendite globali di auto entro 20 anni sarà dato da veicoli elettrici. Via VolvoCars Spy: http://www.autopareri.com/forums/topic/63851-polestar-volvo-coupé-spy
  9. KimKardashian

    Lancia Ypsilon M.Y. 2018

    Dopo tante camuffature ecco svelata la Ypsilon 2018. Le modifiche? Nuova radio digitale che affianca l Uconnect 5 pollici gia disponibile, gamma in tre versioni (Elefantino Blu, Gold e Platinum), nuovi rivestimenti interni. Nulla di piu. Possiamo consacrarla come l’auto delle fashion blogger o meglio il marchio delle fashion blogger. Immagini prese dal sito in costruzione, configuratore disponibile. Motori 1,2 benzina 69 cv benzina e bifuel GPL 0.9 turbo Natural Power metano 1.3 Multijet da 95 cv, la versione 80cv per neopatentati non l ho trovata nel configuratore se notate bandelle o calandre verniciate inedite erano disponibili da anni nel catalogo Mopar Radio Connect DAB con presa USB, forse un po troppo in alto Dotazione base, ora sono 4 airbag ovvero frontali e per la testa (prima erano 2), a pagamento quelli laterali. Clima manuale, radio e comandi al volante. Direi sufficiente, gli optional sono molti ma non molto costosi. Topic Spy:
  10. giorgio

    Fiat Tipo S-Design 2017

    Fiat Tipo 5 porte S-Design Il nuovo colore dovrebbe essere simile al "Grigio Stromboli" Alfa Romeo.
  11. calatrava

    Jeep Wrangler 2018

    THE FUTURE OF FREEDOM ON NOVEMBER 29, A NEW ERA OF ADVENTURE BEGINS. Da Jeep.com Spy: http://www.autopareri.com/forums/topic/55201-jeep-wrangler-iv-spy
  12. MotorPassion

    BMW M2 Competition 2018

    La BMW M2 Competition sostituisce la precedente BMW M2 in toto. Sotto al cofano il 6 cilindri TwinTurbo della BMW M3 e BMW M4 depotenziato a 410 CV e 550 Nm di coppia Estetica affinata e trazione esclusivamente posteriore attraverso il cambio manuale a 6 rapporti o DCT a sette marce La BMW M2 rappresenta attualmente la vettura BMW M purosangue del 21° secolo e con la nuova BMW M2 Competition – presentata al Salone dell’Auto di Pechino – provvede a spostare più in alto il limite. Sotto al cofano il 6 cilindri in linea da 3.0 litri con doppio turbocompressore della BMW M3 e BMW M4. In versione depotenziata – of course – per non ledere la noblesse delle “sorelle” maggiori. Dai 431 CV si è scesi ad appena 410 CV costanti tra 5’250 e 7’000 rpm. Mentre la coppia motrice rimane stabile a 550 Nm costante tra 2’350 a 5’230 rpm. Un risultato che comunque garantisce circa 40 CV e 100 Nm in più rispetto alla M2 di serie, che con il precedente N55 si ferma a 370 CV e 465 Nm di coppia (500 in overboost). Questo le consente di limitare di un decimo di secondo lo scatto da fermo a 100 km/h, che scende a 4.2 secondi (4.4 con il manuale a 6 rapporti). La velocità massima è limitata a 250 km/h che sale a 280 km/h (sempre limitati) con l’adozione del BMW M Driver’s Package. Il sei cilindri delle M3 ed M4, ma rivisto completamente Il 6 cilindri 3.0 litri BMW M TwinPower Turbo S55 che equipaggia le BMW M3 e BMW M4 non è stato trapiantato “tout-court” all’interno del vano motore della BMW M2, ma ha subito alcuni affinamenti importanti. Prima di tutto abbiamo una linea di scarico specifica, progettata ex-novo che utilizza sempre il sistema di controllo delle valvole “anti-rumore” per cambiare timbro quando è necessario. Una diversa logica di gestione della ECU si associa all’adozione di un Filtro Anti Particolato che BMW chiama Otto Particulate Filter (OPF) in grado di garantire le normative Euro6d-Temp per la BMW M2 Competition. Il sistema di lubrificazione è stato ripreso dalle BMW M impegnate nel Motorsport con il medesimo propulsore, mentre il sistema di raffreddamento è mutuato integralmente dalla BMW M4 con Competition Package. Quindi la BMW M2 Competition utilizza sistemi di raffreddamento e lubrificazione “pronto corsa” derivate dall’esperienza BMW Motorsport. Ad esempio, una paratia supplementare della coppa dell’olio aiuta a limitare il movimento dei lubrificanti quando l’auto cambia improvvisamente direzione. Sotto estrema accelerazione e decelerazione longitudinale, una pompa di estrazione dell’olio ed un sofisticato sistema di ritorno dell’olio situati vicino al turbocompressore contribuiscono anche a mantenere una circolazione dell’olio ininterrotta. Pertanto, l’olio viene fornito continuamente a tutti i componenti del motore in tutte le situazioni di guida, sia durante la guida quotidiana o durante la guida impegnativa in pista. Se la BMW M2 Competition è equipaggiata con la trasmissione doppia frizione a 7 rapporti, è previsto un ulteriore radiatore dell’olio per la trasmissione. Estetica che segue la funzione L’utilizzo di un doppio rene maggiorato – e dall’estetica completamente rinnovata – provvede a far incamerare una maggior quantità d’aria al propulsore. Questo vale anche per i flap laterali sulle feritorie anteriori che hanno una maggior sezione e finitura in Dark Shadow. Nella stessa finitura è il quadruplo scarico, tipico delle BMW M. Il badge M Competition abbellisce la parte posteriore dell’auto. Il design dei nuovi specchietti laterali a doppio braccio migliora l’aerodinamica e sono caratteristici della nuova BMW M2 Competition. Gli ingegneri della BMW M hanno anche adattato le dinamiche di guida della BMW M2 Competition per tenere conto delle maggiori prestazioni. Il telaio sopra-motore realizzato in CFRP della BMW M3 / M4 (dalla massa di 1.5 kg) è immediatamente visibile nel vano motore. Ciò migliora la rigidità della sezione anteriore ed aumenta la precisione dello sterzo. Anche le curve caratteristiche del servosterzo elettromeccanico, il differenziale Active M e il sistema Dynamic Steering Control (DSC) sono state regolate. Telaio completamente rivisto Il telaio è stato completamente stravolto. Si sono presi i due telaietti anteriori e posteriori – in alluminio – della BMW M3 e BMW M4. Per garantire una precisione di guida senza paragoni, vengono utilizzati giunti a sfera senza giochi in accoppiamento. Le forze longitudinali che passano attraverso il telaio vengono trasmesse direttamente nei montanti di torsione tramite speciali cuscinetti in elastomero, che offrono contemporaneamente il comfort di rotolamento desiderato. Tutti i bracci sospensivi e di tenuta dell’asse posteriore a cinque bracci sono realizzati in alluminio forgiato. Inoltre, una connessione rigida derivata dalle corse, con boccole in gomma, viene utilizzata per fissare il sottotelaio dell’assale posteriore a griglia in acciaio leggero al corpo vettura. Questo migliora ulteriormente la posizione della ruota e la stabilità del tracciamento. Gli ingegneri della BMW M hanno adattato le curve caratteristiche del servosterzo elettromeccanico per migliorare le prestazioni ed aumentare la rigidità della sezione anteriore. La funzione Servotronic integrata con caratteristiche specifiche M controlla il livello dell’assistenza dello sterzo elettronicamente in base alla velocità dell’auto e alle impostazioni effettuate con Drivelogic, che consentono ai conducenti di regolare l’assistenza del servosterzo in qualsiasi momento secondo le proprie preferenze. Una M2 personalizzabile a piacimento La BMW M2 Comeptition è il primo modello ad essere dotato di selettori sulla consolle centrale che consentono il controllo istantaneo delle caratteristiche e delle impostazioni per le funzioni motore, sterzo e Drivelogic, se equipaggiata con la trasmissione M DCT. Le varie configurazioni possono essere combinate tra loro in qualsiasi modo il guidatore preferisca; inoltre possono esser memorizzate per un facile accesso utilizzando i pulsanti M1 e M2 sul volante. La gamma standard di equipaggiamenti include ora il pulsante rosso di Star Engine, i fari adattivi a LED e il Park Distance Control (PDC) anteriore. Interni completamente rinnovati ed accessori unici I nuovi sedili M Sport (optional) sono il primo colpo d’occhio che si osserva all’interno dell’abitacolo della nuova BMW M2 Competition. La forma avvolgente è di chiara ispirazione Motorsport ed offre ai guidatori un supporto ottimale, mentre ipoggiatesta sono integrati nello schienale del sedile. Lo schienale presenta anche un logo M2 illuminato all’altezza delle spalle. Il rivestimento in pelle nera presenta perforazioni di design nella seduta e nello schienale, disponibile in blu o arancione. I sedili sportivi standard sono disponibili anche con rivestimento in pelle nera, con cuciture a contrasto in blu o arancio. Impianto frenante con dischi “monstre” I numerosi anni di esperienza nel motorsport della BMW M GmbH si riflettono nella disponibilità dei nuovi freni sportivi M, che offrono le massime prestazioni dei freni grazie ai dischi dei freni più grandi (asse anteriore: diametro 400 mm, asse posteriore: diametro 380 mm) e pinze dei freni verniciato grigio (asse anteriore: pinza fissa a 6 pistoncini, asse posteriore: pinza fissa a 4 pistoncini). I cerchi in lega forgiati da 19 pollici (asse anteriore: 9J x 19, asse posteriore: 10J x 19) sono disponibili anche con il nuovo design Y-Spoke. Inoltre, un nuovo colore della vernice metallizzata è ora disponibile esclusivamente per la BMW M2 Competition: Hockenheim Silver. Differenziale a controllo attivo – Active M – di serie Il differenziale a controllo attivo – Active M – è un differenziale a slittamento limitato a più piastre controllato elettronicamente che porta la trazione e la stabilità ad un nuovo livello di precisione e velocità. L’effetto di bloccaggio può variare tra 0 e 100 percento, in base alla situazione di guida, e reagisce all’angolo di sterzata della vettura, alla posizione dell’acceleratore, alla pressione del freno, alla coppia del motore, alla velocità della ruota e alla velocità d’imbardata. L’unità di controllo utilizza questa analisi della situazione di guida per rilevare la minaccia di perdita di trazione su un lato della vettura e calcola l’effetto di blocco richiesto, che è impegnato da un motore elettrico. La piena capacità di chiusura di 2.500 Nm è disponibile entro 150 millisecondi. Ciò consente al sistema di impedire a una ruota di girare in condizioni estreme su superfici stradali scivolose o quando le due ruote posteriori presentano differenze significative nel coefficiente di attrito. In determinate situazioni, Active M Differential funziona anche in modo proattivo. Quando si viaggia su superfici scivolose, il bloccaggio viene chiuso di una percentuale definita ancor prima che una ruota possa iniziare a pattinare, per assicurare che entrambe le ruote si muovano all’unisono. Il bloccaggio è anche chiuso della percentuale richiesta attraverso gli angoli di imbardata, in base ai livelli di accelerazione laterale e di guida. Questo impedisce alla bassa trazione all’interno della ruota di iniziare a girare troppo velocemente. Questo controllo attivo del differenziale permanente e infinitamente variabile aumenta anche l’agilità, evita il sottosterzo e migliora la stabilità direzionale in frenata e cambi di carico. MDM – M Dynamic Mode per ogni situazione del sistema DSC M Dynamic Mode (MDM) è una sottofunzione del Dynamic Stability Control (DSC) che può essere attivata automaticamente in modalità SPORT + o attivata manualmente. In determinate situazioni, ad es. guida sportiva e dinamica in pista: consente un maggior grado di pattinamento delle ruote. Le misure di stabilizzazione familiari dalla modalità DSC ora intervengono in ritardo, aumentando la libertà a disposizione dei conducenti al limite dinamico. Lo slittamento extra della ruota migliora la trazione e quindi la prontezza. Sono possibili sovrasterzo e sottosterzo più significativi, così come sbandate moderate e controllate, ma gli ausili di sicurezza attiva del controllo dinamico della stabilità possono ancora essere considerati affidabili in situazioni critiche. Dati tecnici completi Cartella stampa completa Via BMWNews Topic Spy -> http://www.autopareri.com/forums/topic/64384-bmw-m2-competition-prj-f87m-spy
  13. Sarrus

    Audi A1 2018

    ecco le prime immagini ufficiali forse ci vorrà tempo per gradirla, ma mi pare molto massiccia, con così tante linee https://www.carscoops.com/2018/06/2019-audi-a1-first-official-images-new-plush-hatch/ TOPIC SPY
  14. Pandino

    Ford Fiesta 2017

    Cochespias Debutta la settima generazione della Fiesta. Non mi convince, per ora. ------------------------------------------------------------------------------------------- Versione performante: Ford Fiesta ST (2017) Topic Spy: Ford Fiesta VIII - Prj. B500 (Spy) MY 2015: Ford Fiesta M.Y. 2015 Facelift: Ford Fiesta Facelift 2013 Modello precedente: Ford Fiesta (Topic Ufficiale - 2008) -------------------------------------------------------------------------------------------
  15. 4200blu

    New STRATOS 2018

    La societa "New Stratos GbR" (di Strocek) e la MAT Manifattura Automobili Torino hanno fatto un accordo per la produzione di una serie limitata di 25 uniti della New Stratos https://www.auto-motor-und-sport.de/fahrberichte/new-stratos-2018-kleinserie-fahrbericht-daten-preis-vom-lacia-stratos-erben-3378893.html
  16. A.Masera

    Tesla Model 3 2017

    Presentata Autonomia: 215 miglia, quindi 345 km. Abilitazione ai Supercharger Autopilot 0-100 km/h in circa 6 secondi Tetto panoramico prezzo 35.000 $ t E sui sistemi di sicurezza Spy: http://www.autopareri.com/forums/topic/53275-tesla-model-3-mid-size-sedan-notizie
  17. Pandino

    Alfa Romeo Stelvio 2017

    Messaggio Aggiornato il 25/02/17 Fonte: http://www.alfaromeopress.com/press/article/alfa-romeo-stelvio Listino - Scheda Tecnica Fonte: http://www.fiatpress.com/press/article/al-via-gli-ordini-di-alfa-romeo-stelvio-first-edition ------------------------------------------------------------------------ Spy: Alfa Romeo Stelvio - Progetto 949 (Spy) Quadrifoglio: Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio 2017 ------------------------------------------------------------------------
  18. superkappa125

    Jaguar XE SV Project 8 2017

    PRESS RELEASE 600 CV, edizione limitata curata dal reparto veicoli speciali. Fantastica. I passaruota tagliati sono splendidi.
  19. Auditore

    Skoda Fabia Facelift 2018

    Foto LIVE Autobild.de Foto Live Ginevra 2018 Spy: http://www.autopareri.com/forums/topic/64353-škoda-fabia-facelift-spy
  20. Pandino

    Citroen C3 Aircross 2017

    Messaggio Aggiornato il 13/06/2017 Concept: http://www.autopareri.com/forums/topic/62633-citroen-c-aircross-concept-2017/ Opel sulla medesima meccanica: http://www.autopareri.com/forums/topic/62546-opel-crossland-x-2017/
  21. Beckervdo

    Porsche 911 GT3 RS M.Y. 2019

    Nuovo paraurti anteriore, ispirato alla Porsche 911 GT3 CUP. La massa complessiva è stata ulteriormente ridotta (anche se non sappiamo quanto) grazie all'utilizzo di nuovi particolari in fibra di carbonio, quali la cover del propulsore, nuovo guscio dei sedili e rimozione ormai completa dei materiali fono-assorbenti. Il 4.0 litri flat-six, sale a 520 CV ed urla fino a 9000 rpm. 0-100 km/h in 3.2 secondi mediante il 7 marce PDK e le ruote posteriori. La velocità massima è di 312 km/h. Il sistema di sterzata dell'asse posteriore è stato ulteriormente migliorato ed un nuovo set di cerchi da 20 e 21 pollici, accolgono rispettivamente pneumatici 265/35 e 325/30. Presentazione ufficiale il 6 Marzo 2018 al Salone dell'Auto di Ginevra. Aggiunta - Pacchetto Weissach e Clubsport Se la GT3 RS è troppo poco, gli acquirenti possono scegliere il pacchetto Weissach opzionale che sostituisce vari componenti in carbonio per l'interno, l'esterno ed il telaio. Inoltre, aggiunge ruote in magnesio, così che la nuova Porsche 911 GT3 RS ferma l'ago della bilancia a 1.430 chilogrammi. Per coloro che desiderano una GT3 RS pronta per la pista, il pacchetto Clubsport è un'opzione gratuita che aggiunge un roll bar, un estintore, la preparazione necessaria per installare un interruttore di scollegamento della batteria e cinture a sei punti. Porsche afferma che la 911 GT3 RS è già ordinale da oggi, con un lancio programmato che si terrà questo aprile in Germania. I prezzi partono da € 195.137 ($ 240,658) ma con le voci che questa potrebbe essere l'ultima 911 GT3 naturalmente aspirata di tutti i tempi, non saremmo sorpresi se quei numeri aumentassero rapidamente mentre le auto passano in mani private.
×