Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

AI di Google per Sostenibilità Ambientale


Recommended Posts

 

 

Notare l'assillante ricorso a termini come sostenibilità ed uguaglianza, nuovo mantra della nuova Crisi mondiale (quella Ambientale) ...oltre ai prati verdi...

PS Passo successivo è la guida automatica ed autonoma . In pratica l'auto sarà un ELETTRODOMESTICO carissimo (e quindi noleggiato e/o condiviso). 

WEF , Schwab: "...non possederete niente (VOI) , ma sarete felici " . E , un bel giorno, se non sarete COMPLIANT col Credit Score, non avrete accesso a nulla , in quanto non ne sarete proprietari , ma solo ute(o)nti

  • Haha! 1
Link to comment
Share on other sites

Complottismo ne abbiamo?

  • I Like! 3
  • Confused... 1
  • Haha! 2

La teoria è quando si conosce il funzionamento di qualcosa ma quel qualcosa non funziona.

La pratica è quando tutto funziona ma non si sa come.

Spesso si finisce con il coniugare la teoria con la pratica: non funziona niente e non si sa il perché.

Link to comment
Share on other sites

il problema delle esagerazioni è che finiscono per aggiungere un sacco di rumore di fondo a questioni serie. In questo caso è la solita solfa delle città "intelligenti", che altro non sono che sistemi avanzati di gestione basati su feedback di sensori e modelli predittivi.
Problema 1: che le gestisca Google in modo completamente proprietario.
Problema 2: che costino un botto di soldi e che solo giganti tipo Google o Amazon e pochi altri abbiano le risorse (--> circolo vizioso).
Problema 3: non risolvono i problemi alla radice, sono solo costosi cerotti per curare una frattura.

  • I Like! 6
Link to comment
Share on other sites

Grazie V13 per aver ben compreso il concetto ed aver ulteriormente "centrato" il tema della discussione.

PS Ammettiamo ad esempio che vi sia un incidente legato a questo " Sistema" di regolazione del Traffico (proprietario). Voglio proprio vedere se Google, o chi x esso, darà gli stessi dati liberamente a TUTTI.

Mi ricorda i casi di Iphone Apple

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
On 7/10/2021 at 09:24, superkappa125 scrive:

Complottismo ne abbiamo?

Per quale motivo ogni volta che si affrontano certi temi si sente il bisogno di nascondersi dietro la foglia di fico del "complottismo"? 1happydream ha citato una notizia della Reuters e il programma presentato da Schwab: cosa c'é di "complottismo" qui?

Link to comment
Share on other sites

On 10/17/2021 at 1:02 PM, Demax said:

Per quale motivo ogni volta che si affrontano certi temi si sente il bisogno di nascondersi dietro la foglia di fico del "complottismo"? 1happydream ha citato una notizia della Reuters e il programma presentato da Schwab: cosa c'é di "complottismo" qui?

 

Prima di tutto perché il presunto quote dell'utente non è un quote, ma una frase estrapolata da una previsione fatta dell'econimista danese Ida Auken ed è uno dei possibili scenari economici di cui è stato discusso all'interno del WEF nel 2016, quindi sostenere che ci sia un ordine mondiale che ci vuole togliere la proprietà è puro complottismo.

 

(Fonte: https://www.reuters.com/article/uk-factcheck-wef-idUSKBN2AP2T0

https://twitter.com/wef/status/849459333486317568?ref_src=twsrc^tfw|twcamp^tweetembed|twterm^849459333486317568|twgr^|twcon^s1_&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.autopareri.com%2Findex.php%3Fapp%3Dcoremodule%3Dsystemcontroller%3Dembedurl%3Dhttps%3A%2F%2Ftwitter.com%2Fwef%2Fstatus%2F849459333486317568

https://www.weforum.org/agenda/2016/11/8-predictions-for-the-world-in-2030/ )

 

Seconda di poi perché gli stessi toni usati nel descrivere il problema del cambiamento climatico e la rivoluzione delle nostre economie in atto al momento lasciano intendere che ci sia un forte scetticismo sulla veridicità della stessa.

 

Personalmente vedo tantissime criticità nell'appaltare ad una multinazionale for-profit qualsiasi attività che dovrebbe essere di gestione statale (e questo include il controllo del traffico), ma niente di tutto ciò ha a che fare con l'ordine mondiale o i cattivoni del WEF che vogliono renderci utonti su auto autonome.

  • I Like! 2

La teoria è quando si conosce il funzionamento di qualcosa ma quel qualcosa non funziona.

La pratica è quando tutto funziona ma non si sa come.

Spesso si finisce con il coniugare la teoria con la pratica: non funziona niente e non si sa il perché.

Link to comment
Share on other sites

23 ore fa, superkappa125 scrive:

 

Prima di tutto perché il presunto quote dell'utente non è un quote, ma una frase estrapolata da una previsione fatta dell'econimista danese Ida Auken ed è uno dei possibili scenari economici di cui è stato discusso all'interno del WEF nel 2016, quindi sostenere che ci sia un ordine mondiale che ci vuole togliere la proprietà è puro complottismo.

 

(Fonte: https://www.reuters.com/article/uk-factcheck-wef-idUSKBN2AP2T0

https://twitter.com/wef/status/849459333486317568?ref_src=twsrc^tfw|twcamp^tweetembed|twterm^849459333486317568|twgr^|twcon^s1_&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.autopareri.com%2Findex.php%3Fapp%3Dcoremodule%3Dsystemcontroller%3Dembedurl%3Dhttps%3A%2F%2Ftwitter.com%2Fwef%2Fstatus%2F849459333486317568

https://www.weforum.org/agenda/2016/11/8-predictions-for-the-world-in-2030/ )

 

Seconda di poi perché gli stessi toni usati nel descrivere il problema del cambiamento climatico e la rivoluzione delle nostre economie in atto al momento lasciano intendere che ci sia un forte scetticismo sulla veridicità della stessa.

 

Personalmente vedo tantissime criticità nell'appaltare ad una multinazionale for-profit qualsiasi attività che dovrebbe essere di gestione statale (e questo include il controllo del traffico), ma niente di tutto ciò ha a che fare con l'ordine mondiale o i cattivoni del WEF che vogliono renderci utonti su auto autonome.

Ciao Superkappa!

 

Non mi sembra che l'esistenza di scetticismo riguardo a problemi come cambiamento climatico e rivoluzione delle economie siano validi motivi per affermare "é tutto complottismo". Il dubbio dovrebbe generare domande e ricerche, non il chiudersi a riccio. Forse dovremmo cominciare a chiederci per quale motivo lo Stato abdica di un suo dovere/diritto come la gestione del traffico, appaltandolo ad una multinazionale for-profit, come giustamente sottolinei.

 

Lasciando da parte i complottismi (che, ripeto, secondo me dovrebbero essere intesi come punto di partenza e non come zone off limits), non é difficile vedere in questa abdicazione le pressioni di una delle maggiori multinazionali mondiali, senza dubbio mossa dalla ricerca del profitto. Tuttavia ció che interessa a noi consumatori e automobilisti non sono tanto le intenzioni quanto i risultati pratici: magari, come dici tu, "non saranno i cattivoni del WEF che vogliono renderci tonti su auto autonome" ma il risultato sará esattamente quello. Allora mi chiedo: ha senso etichettare i pareri altrui come "complottisti", tentare ridicolizzarli e rifiutasi una analisi circa quelle che saranno le reali conseguenza delle scelte che stiamo/stanno facendo?

 

Questo é um forum per automobilisti e qui stiamo parlando della fine dell'automobilismo cosí come é stato inteso fino ad oggi. Perché sedersi dietro ad un volante per leggere il giornale o vedere un film mentre il veicolo fa tutto da solo non credo si possa definire "automobilismo", al massimo "mobilità". Che sia per complotto del WEF o per profitto di Google, poco muta la realtá.

 

Ciao e grazie per la risposta!

 

 

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

42 minutes ago, Demax said:

Ciao Superkappa!

 

Non mi sembra che l'esistenza di scetticismo riguardo a problemi come cambiamento climatico e rivoluzione delle economie siano validi motivi per affermare "é tutto complottismo". Il dubbio dovrebbe generare domande e ricerche, non il chiudersi a riccio. Forse dovremmo cominciare a chiederci per quale motivo lo Stato abdica di un suo dovere/diritto come la gestione del traffico, appaltandolo ad una multinazionale for-profit, come giustamente sottolinei.

 

Lasciando da parte i complottismi (che, ripeto, secondo me dovrebbero essere intesi come punto di partenza e non come zone off limits), non é difficile vedere in questa abdicazione le pressioni di una delle maggiori multinazionali mondiali, senza dubbio mossa dalla ricerca del profitto. Tuttavia ció che interessa a noi consumatori e automobilisti non sono tanto le intenzioni quanto i risultati pratici: magari, come dici tu, "non saranno i cattivoni del WEF che vogliono renderci tonti su auto autonome" ma il risultato sará esattamente quello. Allora mi chiedo: ha senso etichettare i pareri altrui come "complottisti", tentare ridicolizzarli e rifiutasi una analisi circa quelle che saranno le reali conseguenza delle scelte che stiamo/stanno facendo?

 

Questo é um forum per automobilisti e qui stiamo parlando della fine dell'automobilismo cosí come é stato inteso fino ad oggi. Perché sedersi dietro ad un volante per leggere il giornale o vedere un film mentre il veicolo fa tutto da solo non credo si possa definire "automobilismo", al massimo "mobilità". Che sia per complotto del WEF o per profitto di Google, poco muta la realtá.

 

Ciao e grazie per la risposta!

 

Ciao Demax,

 

Tralasciando per un attimo che questo é un forum in cui, per suo stesso regolamento, si dovrebbero lasciare fuori le questioni politiche, da parte mia non ci vuole essere nessuna chiusura al dialogo su temi di pressante attualità. Tuttavia, visti i limiti imposti dal mezzo di comunicazione, trovo importante nell'esprimere le proprie opinioni l'argomentazione e l'uso di toni consoni agli argomenti trattati.

Il mio "complottismo ne abbiamo" non vuole necessariamente chiudere la discussione (per quanto, ribadisco, sia un argomento ai limiti del regolamento), ma semplicemente far riflettere l'utente sul tono e sulla citazione riportata, che é inesatta. L'enormità degli argomenti che si vorrebbe trattare non si confà ad un'analisi spicciola che tira in ballo presunte falsità raccontateci da poteri superiori ed una caratterizzazione da cattivi di James Bond appioppata agli economisti del WEF.

 

Spero che così il mio punto di vista sia più chiaro.

Edited by superkappa125

La teoria è quando si conosce il funzionamento di qualcosa ma quel qualcosa non funziona.

La pratica è quando tutto funziona ma non si sa come.

Spesso si finisce con il coniugare la teoria con la pratica: non funziona niente e non si sa il perché.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.