Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
Sign in to follow this  
mariola

La gioventù d'oggi non vuole più il motorino

Recommended Posts

Io ho un figlio di 18 anni e uno di quasi 16.

Non hanno mai insistito seriamente per il motorino (men che meno per il 125), il grande, maggiorenne da quasi tre mesi, non ha ancora il foglio rosa (anche se ci sta pensando adesso), di macchine, moto e motori non ci capiscono una beata fava (e non li scarrozzo io, sia chiaro!).

Però per loro avere un buon PC a casa è una priorità!!

E gli importa più di avere uno smartphone (anche scrauso) che un mezzo di locomozione a motore.

boh...sarà che io non vedevo l'ora di guidare e "essere" libero...ho accelerato al massimo i tempi frequentando la scuola ben prima dei 18 anni e presa pochissimo dopo.

Senza offesa per i figli "moderni" ma...non mi piace questo andazzo. E' vero che un pc power da gusto averlo (videogiocavo e videogioco pure io),ma, almeno nel mio paesino la macchina ci vuole...anche solo per andare dalla fidanzata (stesso dicasi del motorino :D)

- - - - - - - - - - AGGIUNTA al messaggio già esistente - - - - - - - - - -

e te credo.....a furia di limitazioni e di normative son diventati eccitanti come queste:

moto-a-batteria-per-bimbi-super-gp-rb-b_3.jpg

Io avevo un 50cm3 che solo togliendo i blocchi prendeva i 90 di tachimetro senza problemi.

Ed era poi un fiorire di marmitte, carburatori, scarenature, variatori per prendere quei 2-3km/h in più o avere più accelerazione.

Oggi? Tolta la Vespa ancora ancora....è diventata più roba da fighettine che da tamarri....

i 50ini per legge non camminavano nemmeno all'età nostra eh (poi ti arrivavano già stamponati di fabbrica :D) e sono in pratica gli stessi (plastica più plastica meno) di 15 e oltre anni fa :D

- - - - - - - - - - AGGIUNTA al messaggio già esistente - - - - - - - - - -

oggi ci sono molte più cose interessanti per un ragazzino che una scampagnata col cinquantino (a 50 all'ora)

immagino che avendo come patrimonio e bagaglio di guida al massimo quello di uno scuter col variatore (o neppure quello) non c'è da stupirsi se poi al momento di passare alla auto finisci col non saper cogliere davvero la dinamica di un veicolo e ti ritrovi a scegliere la macchina più in base alle dimensioni del touchscreen o alla multimedialità che alle qualità intrinseche della stessa.

sarà vera gloria?...ai postini l'ardua sentenza

esatto....guidare un cinquantino a 14 anni ti fa prendere già consapevolezza delle dinamiche del traffico...cosa che con una bicicletta avviene in modo molto minore.

Comunque i cinquantini li hanno ammazzati col patentino obbligatorio prima...e con la crisi poi.

Patentino che trovo giustissimo eh

- - - - - - - - - - AGGIUNTA al messaggio già esistente - - - - - - - - - -

Ho un collega che si ostina a mettere la 5à già a 45km/h nelle rampe di accelerazione. Auto Fiat Punto 1,2 @gpl....e 4 persone a bordo!

immagino felici le macchine che seguono

Share this post


Link to post
Share on other sites

No Lucio, non sono uguali. C'è una sostanziale differenza

2T a carburatore vs. 4T iniezione.

La "passione" è anche frutto del potere sporcarsi le mani. Prendere, aprire, smontare, rimontare, pacioccare, fare le prove, le cagate, misurarsi il pisello...e ma la marmitta LeoVinci, no la Polini, quale carburatore, quali masse, le luci, il pistone montato al contrario, e il monoruota scuola-casa....

Con il secondo motore, è tutto molto più difficile e costoso a livello di prezzo e competenze richieste.

E se togli la componente ludica, rimane una lavatrice. Più sicura, meno inquinante, ma sempre lavatrice. La compri se ti serve, e ci spendi il minimo sindacale

Anche gli stessi smartphone e PC, se non fossero "smanettabili" come hardware e software attirerebbero molto meno interesse....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Discorso calzante anche per il mondo dell'automobile ahimè, tolto qualche raro caso.

tutti studentessi...:happy:

Share this post


Link to post
Share on other sites
No Lucio, non sono uguali. C'è una sostanziale differenza

2T a carburatore vs. 4T iniezione.

La "passione" è anche frutto del potere sporcarsi le mani. Prendere, aprire, smontare, rimontare, pacioccare, fare le prove, le cagate, misurarsi il pisello...e ma la marmitta LeoVinci, no la Polini, quale carburatore, quali masse, le luci, il pistone montato al contrario, e il monoruota scuola-casa....

Con il secondo motore, è tutto molto più difficile e costoso a livello di prezzo e competenze richieste.

E se togli la componente ludica, rimane una lavatrice. Più sicura, meno inquinante, ma sempre lavatrice. La compri se ti serve, e ci spendi il minimo sindacale

Anche gli stessi smartphone e PC, se non fossero "smanettabili" come hardware e software attirerebbero molto meno interesse....

Si ma quando è iniziata la crisi dei 50ini i 50 2tempi si contavano sulle dita di una mano. E parecchi non ci mettevano nemmeno le mani opra...lo tenevano stamponato e via.

comunque siamo andati OT.

Siamo tutti d'accordo però che le curve con la frizione premutanon si fanno e sono pericolose

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest EC2277

Lo ripeto: la crisi dei cinquantini è cominciata molto prima dell'avvento dei ciclomotori a 4 tempi o ad iniezione. È cominciata quando le varie normative (il patentino, il casco, l'assicurazione, la targa…) hanno fatto perdere al motorino quell'aura di "mezzo per dimostrare che faccio quello che mi pare e nessuno può impedirmelo" e l'ha persa perché non era più possibile fare quello che ci pareva, senza che nessuno ce lo impedisse.

I legislatori hanno (giustamente) riportato i ciclomotori ad essere quello che erano: mezzi di trasporto e lo hanno fatto dopo aver contato i morti per le strade.

P.S. Lucio, immagino che tu volessi scrivere: «Quando è cominciata la crisi, i cinquantini a 4 tempi si contavano sulle dita di una mano.»

;)

Edited by EC2277

Share this post


Link to post
Share on other sites

Casco-targa-assicurazione sono tutte cose che comunque risalgono a metà anni '90. E allora se ne vendevano a pacchi...secondo l'ancma 139.000 nel 1999 e 184.000 nel 2000.

Bisogna risalire ai primi anni '80 per vederne tanti.

Anche il patentino del 2004 ha influito poco...c'è stato di nuovo un picco oltre i 100.000 nel 2009.

Il fatto è che gli ostacoli sono superabili nella misura in cui l'oggetto poi ti dia soddisfazione.

A permettersela, non credo che qualcuno rinunci alla macchina dei sogni perchè "c'è il bollo, c'è la patente, c'è l'assicurazione, c'è la cintura".

Rinunci a tutto lo sbattimento se poi devi farlo per una cosa che NON ti dà soddisfazione.

Che è un concetto ampiamente ignorato dai legislatori e spesso anche dalle case. Che secondo loro si spende a prescindere dalle mutate condizioni (salvo poi sorprendersi che così non è), basta che ce lo dicano loro che dobbiamo farlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest EC2277

Se nel 2000 venivano venduti 184.000 ciclomotori e nel 2009 c'è stato un picco di oltre 100.000, significa che nel frattempo si è persa metà della produzione.

Comunque non si può fare una valutazione sui singoli anni, ma occorre valutare l'andamento in tutto il periodo dal 1980 ad oggi.

Io non ho tali dati, ma posso dire quello che dicevano alla Piaggio quando ci lavoravo: «Con tutte queste norme hanno ucciso il mercato dei cinquantini ed andrà sempre peggio»; era il 1999. Lo dicevano, poiché era già evidente un'inversione di tendenza nelle vendite e ritenevano che tale inversione fosse irreversibile; come è stato.

Edited by EC2277

Share this post


Link to post
Share on other sites

il dato anomalo è quello del 2000.

Perchè già nel 2001 si dimezzò a 90.000. Scese fino al 2004, RISALI' gli anni dopo (nonostante il patentino) e poi è crollato ai minimi nel 2013-2014.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io con lo scooter ci vado in giro ancora adesso, e non mi capacito di come mai quasi nessuno ce l'abbia. Penso non esista nulla di piu' comodo per le commissioni veloci.

Pero' per dire, a casa mia mia fratello avrebbe dovuto fare il patentino. E a quel punto preferi' aspettare i 16 anni e prendere direttamente la patente A, anche perche' i ragazzi della sua cumpa non avevano lo scooter nemmeno loro, e averlo da solo viene comodo fino a un certo punto.

Io con i miei compari invece di fatto ci siamo cresciuti sullo sputer, con una certa disaffezione quando e' arrivata l'auto, ma per andare in spiaggia nei mesi belli non c'era altro mezzo che lo scooter.

Ogni tanto mi chiedo come facciano i ragazzi di ora ad andare in spiaggia.. col treno? :pen:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bei tempi quelli con lo Zip con il blocco motore del Runner 180 :b9

Ed ero maggiorenne.

E ora ho il T-Max.

Tristezza :muro:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.