Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it
Blu Pitti

è vero che la corsa fa male....

Recommended Posts

Blu Pitti    103

alle ginocchia ??!!! Vi spiego; in palestra (oltre a tre quarti d'ora in sala pesi), corro tra i 20 e 30 minuti al giorno (escluso il fine settimana) a 12 km/h con una pendenza del 2%. Un "collega" (cinquantenne) che fa solo aerobica, mi dice che la corsa fa male alle ginocchia, e siccome sento qualcosa in questi giorni alle ginocchia, non vorrei che avesse ragione... Qualcuno ne sà qualcosa ???

Grazie a chi mi potrà rispondere....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
J-Gian    3428

Beh se non sei abituato a correre è probabile che tu senta qualche fastidio, ma non ti preoccupare... i maratoneti dovrebbero essere tutti in sedia a rotelle altrimenti? icon_wink.gif

Usa scarpe buone e se ti accorgi che non è solo una sensazione ed il fastidio è vero, parlane all'istruttore ed eventualmente sostitutisci il tappettino con un'altra macchina aerobica... la bici va benissimo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roby    110

Anch'io vado in palestra e mi sono posto lo stesso problema perchè correre mi piace tantissimo, quindi mi sono un pò documentato.

La corsa è una disciplina che fa benissimo, prima di tutto perchè estrememente completa e poi perchè rafforza il sistema cardio vascolare oltre che quello muscolare.

L'unico problema è che nel momento in cui si appoggia il piede a terra, per un istante gran parte del tuo peso grava sull'articolazione del ginocchio, e secondo qualcuno, a lungo , ma lungo andare, l'articolazione ne potrebbe soffrire.

Non che sia una frottola, ma bisogna fare i dovuti distinguo:

Innanzitutto un tapis roulant in gomma e leggermente ammortizzato assorbe meglio gli urti che l'asfalto.

Secondo punto : sono IMPORTANTISSIME le scarpe. Per correre una scarpa NON vale l'altra. Scegliere una buona scarpa da running sicuramente aiuta a evitare problemi.

In ultimo, io non so quanti anni hai, ma si suppone che intorno ai 20-30 anni, le articolazioni siano ancora abbastanza solide, a meno di non aver subito traumi importanti.

Probabilmente quel signore cinquantenne che ti ha parlato di questo problema si riferiva a questo.

Non che i cinquantenni non siano in forma, tutt'altro, anzi in palestra ce ne sono a volte anche di più in forma di me. Forse però, dopo i 50, è più prudente pedalare che correre, perchè si svolge quasi la stessa attività , con un impatto a terra azzerato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Blu Pitti    103

vi ringrazio molto !

Per Roby, ti vedo informato. In effetti sono giovane e non ho problemi particolari...

Queste sono le scarpe che ho comprato da poco, e non c'è dubbio che rispetto alle vecchie scarpe di prima, ora mi sembra letteralmente volare....!!! Come saranno ??

Hai perfettamente ragione nel dire che è "meglio" correre sul tapis roulant rispetto all'asfalto...

http://www.diadora.it/webapp.diadora.it/webapp.prodotti/fe/running/scheda.do?pid=192

foto_prodotto_192_it.jpg

Grazie ancora ! ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gas Panic!    120

Come scarpe io ti consiglio vivamente le New Balace sono quasi tutti modelli per il running e il plus è che hanno la soletta interna estraibile e modellata (questo è il suo punto forte) costano un pò.... ma sono moto tecniche

Ho provato delle Reebok e mi sono trovato bene ma la durata non è stata molta.

Io attualmente corro con dei plantari specifici per riaddrizzare la mia schiena.

Le scarpe le riconosci perchè anno molto spessore nella suola soprattutto la parte del tallone.

Quelle sopra possono andare bene vedendole così!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
coupè    205
vi ringrazio molto !

Per Roby, ti vedo informato. In effetti sono giovane e non ho problemi particolari...

Queste sono le scarpe che ho comprato da poco, e non c'è dubbio che rispetto alle vecchie scarpe di prima, ora mi sembra letteralmente volare....!!! Come saranno ??

Hai perfettamente ragione nel dire che è "meglio" correre sul tapis roulant rispetto all'asfalto...

http://www.diadora.it/webapp.diadora.it/webapp.prodotti/fe/running/scheda.do?pid=192

foto_prodotto_192_it.jpg

Grazie ancora ! ciao

mi spiace contraddirvi , ma è meglio correre su asfalto che sul runner! oddio meglio ancora sarebbe l'erba. Il runner fa fare un movimento innaturale al piede, il quale si trova ogni volta a subire microtraumi all'altezza del ginocchio, quando la pianta del piede tocca il suolo.

Ora, il dolore che tu senti, può essere semplicemente legato ad un affaticamento dell'articolazione: personalmente mi è capitato che tra i 50 minuti di corsa sul runner, 500 km in moto come primo giro di stagione ( sui passi appenninici),70 minuti di spinning e un'ora di corsa su pista ciclabile, il tutto nell'arco di una settimana , di provare un fastidioso dolore all'altezza del corno del menisco. Mi ero pure preoccupato, ho fatto una risonanza e menisco con legamenti perfetti, ma c'eran 2 piccoli versamenti dovuti ad affaticamento. X cui magari hai un po' esagerato, oppure hai fatto qualche movimento balordo con la pressa o con il carling. in tal caso una settimana di riposo et voilà

ah , le scarpe? certo son importanti: io ho le nike shocks 2 e mi trovo da dio .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roby    110
mi spiace contraddirvi , ma è meglio correre su asfalto che sul runner! oddio meglio ancora sarebbe l'erba. Il runner fa fare un movimento innaturale al piede, il quale si trova ogni volta a subire microtraumi all'altezza del ginocchio, quando la pianta del piede tocca il suolo.

Che sia meglio dal punto di vista fisico, siamo d'accordo. Il tapis roulant è un simulatore, e come tutti i similatori, per quanto si avvicini alla realtà, non può essere identico.

Dico, "dal punto di vista fisico" perchè, mentre sul tapis roulant devi praticamente mantenere il ritmo del tappeto, quando corri su terra devi anche applicare una forza ,tale da spostare il tuo peso in avanti.

per quanto riguarda i micro traumi, come dicevo, è in parte vero, ma non sono diversi da quelli che si verificano su asfalto.

ciao ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vespino    110

dipende se il macchinario è ok,le scarpe ok e ti fanno fare tutti gli esercizi giousti....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
copco    110

Traumi e microtraumi possono verificarsi con qualsiasi atività, ma la corsa sul tapis ruolant è a mio avviso più pericolosa perchè le articolazioni sono soggette allo stesso tipo di sollecitazioni in maniera ripetitiva e troppo prolungata. Non ci sono curve, salite, dicsese o disomogeneità del terreno, quindi non c'è neanche una variazione del tipo di sollecitazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paco    280
mi spiace contraddirvi , ma è meglio correre su asfalto che sul runner! oddio meglio ancora sarebbe l'erba.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Risposte

    • Premetto, è la mia prima recensione, quindi siate benevoli.   Appena tornato da viaggetto nell'amata terra iberica, più precisamente comunità valenciana, atterrato ad Alicante ho noleggiato una clio dci 90 cv limited nera, ad occhio e croce con non più di 4 mesi di vita (10.000 km).   L'estetica in generale ormai la si conosce, auto carina che in questo allestimento spagnolo limited offre di serie cerchi da 16 (195/55/16 gommati conti eco), vetri oscurati, battitacco con scritta limited abbastanza pacchiani, cruise classico Renault non adattivo, infotainment tipo tablet comprensivo di navigatore, clima manuale bello potente, nota dolente, vetri elettrici solo anteriori e senza automatismo (la skoda fabia prima serie, nata 17 anni fa, li aveva automatici sia salita che discesa). A mio avviso il nero non le dona molto, la seconda che mi hanno dato (causa rottura vetro a Valencia per tentato furto) era identica ma grigio piombo e a me pareva molto più figosa.   Veniamo agli interni, cioè, la parte più criticata di questa serie della piccola renault, premettendo che ho avuto per quasi 15 anni una skoda fabia sostituita l'anno scorso con una megane terza serie e negli ultimi 5 anni avrò noleggiato una quindicina di auto seg. b-c, bhè, non mi sono parsi poi così scandalosi per il tipo di auto, le plastiche sono dure però piacevoli alla vista, comandi tutti al posto giusto, sedili abbastanza comodi, niente dolori anche dopo 400 km di fila (dannato ladro), abitabilità buona per 4 con il plus per gli spilungoni della graandissima escursione del sedile guida, ovviamente, se la si sfrutta tutta, dietro resta pochissimo spazio per le gambe, bagagliaio nella media, noi eravamo in 3 e ci abbiamo infilato una valigia da stiva da 80 litri più 3 trolley da cabina.   La guida è piacevole, l'auto è bella incollata, sterzo preciso, rolla poco ma assorbe abbastanza bene le pochissime buche delle ottime strade spagnole (TOMBINO A LIVELLO griderebbe ogni 10 secondi il buon lambre), in 1400 km non mi ha mai dato brutte sensazioni, tolta la visibilità dietro scarsa per il resto anche in mezzo al traffico dell'ora di punta in centro a Valencia non ho avuto il minimo problema, s-s puntuale, ma non lo vorrei mai sulla mia auto. Il motore è tutt'altro che sportivo, avendo una megane sportour 110 cv, mi sarei aspettato qualcosina in più visto i 250 kg di differenza, ma comunque si muove bene, il cambio è abbastanza preciso, la rapportatura delle sole 5 marce è piuttosto lunga (110 kmh di gps corrispondono a 2000 giri spaccati in quinta) e aiuta i consumi, ma anche qui, pensavo meglio, i conti della serva (non precisissimi perché non si sa mai se il cliente precedente ha riempito a tappo oppure gli è venuto il braccino) parlano di circa 22 km litro su 1400 km fatti per il 90% su extraurbano-superstrada scorrevole con velocità comprese tra gli 80 ed i 120.   Sempre per quanto riguarda il motore, un piccolo raffronto tra 1.5 dci 110 cv anno 2012 euro 5 con all'attivo 93000 km e questo 1.5 dci 90 cv euro 6 con circa 10000 km, pare assurdo, ma i 2 motori non sembrano neanche lontani parenti, innanzitutto il 90 cv sembra più ruvido (si dovrà ancora rodare bene?) mentre il 110 fila via più liscio con molto meno freno motore, rumorosità completamente differente e qui l'hanno migliorata parecchio eliminando il fastidioso rumoraccio di valvole che fa il vecchio 110 intorno ai 1600 giri (parlo di rumore a finestrini aperti, a finestrini chiusi la megane terza serie è 2 se non 3 spanne sopra come confort), erogazione, ma qui ci stà, completamente diversa, il piccolino è decisamente più consistente ai bassissimi giri, ma poi gli manca un po' di cattiveria e dopo i 3000 la festa è belle che terminata (turbina a geometria fissa?), il 110 invece è praticamente assente sotto i 1500 ma poi si sveglia e va via senza grosse murate fin oltre i 4000.   In definitiva, la comprerei? Ni, per tutta la settimana che l'ho usata mi è piaciuta parecchio, le prestazioni mi andrebbero più che bene, i consumi sono buoni, esteticamente è bellina, però poi quando a Malpensa ho ripreso la mia vecchietta e mi sono sparato 200 km fino a casa mi sono ricordato il motivo per cui sono passato dal segmento b al c, innanzitutto il comfort e poi la sensazione generale di avere sotto al sedere qualcosa di più sostanzioso, più macchina, diciamo.    
    •   Gli mca cosa sono?
      Altri 3 anni senza modelli non sono pochi.. Praticamente nel 2020 Giulia e Stelvio saranno già a metà della loro vita, Giulietta avrà 10 anni e MiTo 12 (!).   P.s. Si parlava anche di un'Alfa per sostituire la produzione della Panda a Pomigliano. Nulla anche lì?
    •     Vorrei sapere quanto ha consumato in 3 km e che temperatura hanno raggiunto i freni
    • L'unico particolare di rilievo è il tubo di scappamento destro che ha una forma inusuale e diversa da quello sinistro che mi fa pensare al 350 Cv.... o versione ibrida?  Molto difficile dirlo. Sarebbe utile sapere se la foto è stata scattata nei dintorni di Orbassano o dove altro...
    •   Vero eh...sicuramente la motorizzazione 1.5 L3 abbasserà sensibilmente il prezzo. Detto ciò, non mi pare che l'allestimento Momentum offra chissà quali mirabolanti optional di serie...se escludiamo i cerchi da 18 (che comunque su un SUV sono quasi un entry level) e la pelle dei sedili, il resto è tutto da mettere....manca il clima bizona, mancano tutti gli assistenti alla guida, mancano i fari full-led, manca il navigatore, manca la radio dab, mancano svariati altri pacchetti. Buona parte degli optional, su un allestimento top di gamma, potrebbero anche essere di serie.

      in sostanza, senza mettere proprio tutte le cazzate disponibili, arrivare da 43 a 50k è davvero un attimo. e con 50k euro, si può davvero pensare anche ad altro genere di vetture. Siamo sul segmento C e i prezzi rispecchiano ormai quelli del segmento D di una generazione fa 0.o! lo trovo fenomeno preoccupante e ai limiti dello scandaloso... (e non voglio nemmeno pensare a SUV di segmento B che arrivano molto molto vicini alla zona 50k.)
  • Discussioni

×