Jump to content

Ferrari 348


Koogar
 Share

Recommended Posts

Ciao Lanciaboxer, onestamente non sapevo che Modena, partia della Ferrari, fosse una delle città Italiane dove si vendono più Porsche.

Premesso questo, effettivamente il paragone con la 208 GTB può essere plausibile. Infatti quella versione con "appena" 155 CV di potenza massima ed un peso non proprio piuma (quasi 1.300 kg) non facevano di questa vettura quella che può essere definita una scheggia. Oltretuto i dati sullo 0-100 parlano chiaro: Ferrari 348 = 5,6 secondi, Golf GTI = 8,5 sec. Come può essere possibile essere superati in partenza da fermo da una macchina che impiega ben tre secondi in più ad acellerare????

Ti confermo che "la battuta" a Modena esiste da tanti anni e la confermo anche perchè un caro amico vecchio collezionista di Fulvia HF mi diceva che con una delle sue preparate 1.6 HF stava tranquillamente davanti in accelerazione al 208 di un amico tanti anni fa ai semafori della città facendogli fare pessime figure... la cosa quindi non è impossibile anche per le vecchie Golf Gti.

Riguardo alla città... che dire.. gia mio padre mi raccontava come almeno dai primi anni 70 il tipico fighetto modenese industrialotto o professionista arrivato puntava a comprarsi "il Porsche" e per lui Ferrari o Maserati che fossero erano sostanziali "bidoni" che ti lasciavano a piedi e fatte male, da denigrare e da lasciare a chi viveva in officina: la cosa naturalmente si scontrava nettamente e ovviamente con un'altra parte degli appassionati dell'auto della città che invece era (ed in parte lo è ancora.. anche se molto meno) malata delle sportive modenesi (e allora italiane in genere visto che spesso per strada a quell'epoca per star davanti ad una Porsche su strade di montagna o per tecnologia poteva bastare avere in casa una buona Lancia o Alfa...).

Cio' non toglie che poi in tempi piu recenti, nonostante anche il posizionamento della Ferrari si sia anche innalzato, ci sia da parte di molti benestanti qui una sorta di quasi non considerazione alle sportive di case (spesso definite "bah.. delle Fiat") e una sorta di supervalutazione delle Porsche: poi chiaro, oggi una Ferrari la desiderano anche loro.. ma piu come oggetto di lusso e ostentazione.. non certo per passione automobilistica che invece sulle Porsche spesso fanno notare. Faccio anche presente infatti che anni fa vidi una statistica dove Modena figurava la citta con piu Porsche in rapporto agli abitanti... Insomma per quel che è mia opinione in generale il mito e l'amore che il mondo ha per la Ferrari (e in parte Maserati) qui a Modena sono molto meno evidenti di quanto uno si immagina da fuori o di quanto ci si aspetterebbe, ben diverso insomma da come sarebbe se le stesse case fossero di una qualsiasi citta francese, tedesca o americana nei confronti delle loro popolazioni locali.

Edited by Lanciaboxer
Link to comment
Share on other sites

Dalla mia esperienza la Ferrari 348 è un'auto che mi da emozioni che la Porsche 911 non mi da.

Non voglio sminuire la 911 ma la 348 è cosa molto diversa.

In molti esiste una sorta di conflitto fra le due marche ma per me si tratta solo di due auto diverse che regalano emozioni diverse.

L'emozione che regala una 911 è senz'altro grande

L'emozione che regala un 348 è ugualmente grande ma oltre alle prestazioni, ti da il vantaggio di guidare un mito.

Il vantaggio della Ferrari, lo trovo nella sua storia, oltre ad essere fantastica e irripetibile, rimane irraggiungibile.

Marco

Link to comment
Share on other sites

Lanciaboxer...cosa risponderti......evidentemente la locuzione latina "nemo propheta in patria est" in questo caso ci stà tutta.

Io so solo una cosa riallacciandomi anche alle considerazioni di Marco348: Anche la Ferrari più scarsa, più vecchia, più brutta (ammesso che ve ne siano) rappresenta sempre un'auto, una scuderia, un sogno, un mito, una leggenda tra le leggende, una divinità: è l'automobile per definizione. In tutto il mondo, persino negli angoli più sperduti, una grande ammirazione avvolge i prodotti della casa di Maranello. Sono i fatti a parlare della sua immensa grandezza diventata mito. Nessuno può resistervi o affermare il contrario. La Ferrari è un sogno che unisce tutti sull’onda di un’emozione che inebria il cuore. Nobili e capitalisti, operai e professionisti, arabi e americani sono stretti sotto un’unica bandiera di passione al ritmo di un rombo che si erge a melodia meccanica. Questo grazie all’apporto di uomini cresciuti a pane e motori, ma soprattutto alla determinazione e all’intelligenza del fondatore: Enzo Ferrari.

Non c'è campionato o gara prestigiosa in cui la Ferrari non abbia corso, vinto o perso: F.1, F.2, Europeo della Montagna, Mondiale Marche, Le Mans, Daytona, Sebring, Mille Miglia, Targa Florio, Giro di Sicilia, IMSA, Carrera Panamericana, ecc. ecc. ecc. Mentre tutti gli altri costruttori sono arrivati, hanno dominato per qualche stagione e poi si sono ritirati soddisfatti, la Casa di Maranello è sempre stata attiva ad ogni stagione a partire dalla sua fondazione.

Sia che la Ferrari vinca o perda, gli autodromi saranno sempre pieni di bandiere col cavallino rampante sventolate da uomini di tutte le nazioni. Questo è il grande miracolo della Ferrari e non lo dico da "Ferrarista" convinto ma da italiano orgoglioso di essere nato nella terra patria della Ferrari. Purtroppo per gli altri la Ferrari è unica, e con tutto il rispetto per le altre scuderie o case automoibilistiche noi siamo la storia, il mito e la leggenda.....gli altri sono una cosa comune. W la Ferrari e W l'Italia.

Edited by brancati66
Link to comment
Share on other sites

Argomento sostituzione della cinghia distribuzione.

Mi hanno detto, ma non sono riuscito ancora a verificarlo, che alcuni meccanici (forse uno vicino a Roma) riuscirebbero a cambiare le cinghie della 348 senza "tirare giù" il motore.

Per quanto ho potuto capire si tratterebbe però di togliere il serbatoio (penso quello del carburante). La sostituzione effettuata in questo modo chiaramente costerebbe molto meno.

Sapete se è effettivamente possibile intervenire in tale maniera?

Saluti.

Link to comment
Share on other sites

Ti confermo che "la battuta" a Modena esiste da tanti anni e la confermo anche perchè un caro amico vecchio collezionista di Fulvia HF mi diceva che con una delle sue preparate 1.6 HF stava tranquillamente davanti in accelerazione al 208 di un amico tanti anni fa ai semafori della città facendogli fare pessime figure... la cosa quindi non è impossibile anche per le vecchie Golf Gti.

Battue che lasciano il tempo che trovano, secondo me.

L'aneddoto raccontato da Montezuma è, secondo me, riferibile al fatto che le Ferrari pre-elettronica non erano alla portata di tutti, per cui in una partenza da fermo, se ti incartavi col cambio o con la frizione potevi spegnerla, pattinare o cmq non sfruttare bene la potenza. Infatti dall 355 (prima auto dell'era Montezuma) è stato disponibile l'elettroattuato...

Capitolo 208. Quella era una Ferrari pensata per pagare l'Iva al 20%. Sostanzialmente era il motore della 308 con cilindrata ridotta. Era quindi un 2.0L V8 da 155CV. E in effetti l'auto era un po' pigrotta. Infatti poco dopo uscì la 208 Turbo, 240CV e tutta un'altra storia.

Cmq è innegabile che la da Maranello siano uscite anche auto imperfette, ma da lì a dire che sono degli scassoni ne corre.

il mio blog www.autocritico.com

Link to comment
Share on other sites

Argomento sostituzione della cinghia distribuzione.

Mi hanno detto, ma non sono riuscito ancora a verificarlo, che alcuni meccanici (forse uno vicino a Roma) riuscirebbero a cambiare le cinghie della 348 senza "tirare giù" il motore.

Per quanto ho potuto capire si tratterebbe però di togliere il serbatoio (penso quello del carburante). La sostituzione effettuata in questo modo chiaramente costerebbe molto meno.

Sapete se è effettivamente possibile intervenire in tale maniera?

Saluti.

Non so dirte se sia possibile, cmq dal mio meccanico (ex officina Ferrari) ho visto smontato motore sia per la 348 che per la 355 di suoi clienti; essendo questo su telaietto non mi è sembrata una operazione cosi impossibile e lui stesso mi diceva che cosi lavora bene.. forse quindi non è impossibile farlo da montato ma credo che lavorandoci su cinghie e tendicinghie presumibilmente da cambiare, sia ben meglio averlo "a banco".. (per info chiesi quanto costava un tagliando del genere e mi disse cifre attorno alla metà di quello che chiedeva una rete ufficiale, cioè sui 2500eu)

Link to comment
Share on other sites

Argomento sostituzione della cinghia distribuzione.

Mi hanno detto, ma non sono riuscito ancora a verificarlo, che alcuni meccanici (forse uno vicino a Roma) riuscirebbero a cambiare le cinghie della 348 senza "tirare giù" il motore.

Per quanto ho potuto capire si tratterebbe però di togliere il serbatoio (penso quello del carburante). La sostituzione effettuata in questo modo chiaramente costerebbe molto meno.

Sapete se è effettivamente possibile intervenire in tale maniera?

Saluti.

Secondo me chi ti ha detto una cosa simile ti ha detto una balla per sentito dire (e siamo sempre alle solite....).

Link to comment
Share on other sites

Battue che lasciano il tempo che trovano, secondo me.

L'aneddoto raccontato da Montezuma è, secondo me, riferibile al fatto che le Ferrari pre-elettronica non erano alla portata di tutti, per cui in una partenza da fermo, se ti incartavi col cambio o con la frizione potevi spegnerla, pattinare o cmq non sfruttare bene la potenza. Infatti dall 355 (prima auto dell'era Montezuma) è stato disponibile l'elettroattuato...

Capitolo 208. Quella era una Ferrari pensata per pagare l'Iva al 20%. Sostanzialmente era il motore della 308 con cilindrata ridotta. Era quindi un 2.0L V8 da 155CV. E in effetti l'auto era un po' pigrotta. Infatti poco dopo uscì la 208 Turbo, 240CV e tutta un'altra storia.

Cmq è innegabile che la da Maranello siano uscite anche auto imperfette, ma da lì a dire che sono degli scassoni ne corre.

Quella della GTi con la 348 è una cavolata. La 348 ha una capacità di muoversi con partenza da fermo ben superiore a quella della Golf.

Se riesci a fare tutto quello che serve per ottenere un buon tempo, con la 348 raggiungi i 400 mt fa fermo in un tempo poco superiore ai 13 sec..

partendo male vai sui 14, 14,5.... la Golf GTi ricordo, a quel tempo avevo una 16v, per fare i 16s dovevi essere perfezionista nello stacco della frizione quanto quello del 13s con la 348. La GTi 16v usciva dal km a circa 180 km/h, quando la 348 viaggiava sui 170 km/h già sui 400 mt. Con la 348, per perdere da una GTi devi essere un "ringronchito".

Edited by F40 LeMans
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.