Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
Sign in to follow this  
AleMcGir

F1 Anticipazioni 2015

Recommended Posts

In realtà è facilissimo: basta inserire gran parte delle spese relative allo sviluppo del motore, dell'aerodinamica, dei materiali, dell'elettronica, sotto la voce "ricerca e sviluppo". Ufficialmente i lavori svolti da tale reparto non avrebbero collegamenti con il reparto corse, ma casualmente quest'ultimo potrebbe avvantaggiarsene.

Ben detto ! Difatti questo è il giochino messo in piedi da Merc. con la sede di Brixworth che non ha alcuna connessione giuridica con Brackley ma ce l'ha con Daimler. Per inciso, il giochino è stato copiato pari pari da Ferrari quest'anno con Magneti Marelli e CRF :lol:.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ben detto ! Difatti questo è il giochino messo in piedi da Merc. con la sede di Brixworth che non ha alcuna connessione giuridica con Brackley ma ce l'ha con Daimler. Per inciso, il giochino è stato copiato pari pari da Ferrari quest'anno con Magneti Marelli e CRF .

Chi è Crf?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Formula 1 semplicemente non esiste più, è una vergogna. Deve morire, decidete voi chi o cosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

leggevo che adesso hanno fatto una proposta per rendere disponibili a chi le vuole acquistare 2 vetture a stagione a 21 milioni di euro, con motori renault e cosworth, ovvio sarebbe ancora tutto da fare..

ma anche così ci sarebbe una F1A e una F1B, l'unica sarebbe mettere qualche tipo di limitatore a tutti i motori per avere una potenza max uguale per tutti

sicuramente non è più possibile conciliare una formula di ricerca tecnica con uno sport-spettacolo anche televisivo, è evidente che le due strade si sono separate per sempre e non possono più essere tenute assieme, o una o l'altra

attualmente l'unica forma di motorsport che ancora funziona come spettacolo è la nascar, che infatti rinuncia del tutto alla ricerca tecnica, e anche così c'è da considerare che ormai tutti gli sport calcio compreso non hanno più l'importanza e l'audience di una volta

Share this post


Link to post
Share on other sites
La colpa è anche dei Team che lo lasciano proseguire per questa strada.

Per il momento tutti stanno zitti perché tutto sommato un gran premio in meno in una stagione che tutti definivano troppo lunga (tranne per me... io fare 52 gare l'anno.. :lol:) non preoccuperà nessuno.

La sensazione è che lui sappia di essere bene arrivato al capolinea della sua era, e che quindi stia spremendo lo spremibile per il solo gusto di farlo, fregandosene del fatto che la F1 dovrà sopravvivergli. Ammesso e non concesso che lui voglia che la F1 sopravviva.

Rimpiango sempre più spesso la proposta del nazista.

"parli del diavolo, spuntanto le corna"

Mosley giudica iniqua la ripartizione dei premi in Formula 1

26 marzo 2015 – Max Mosley, ex presidente della FIA, ha espresso il suo parere negativo sul sistema di ridistribuzione del premi attualmente vigente in Formula 1.

Delle undici scuderie iscritte al Campionato Mondiale 2014 di Formula 1 due sono fallite, Caterham e Marussia (quest’ultima iscritta come Manor al campionato in corso ma ancora incapace di scendere in pista) e almeno altre tre versano in condizioni economicamente instabili: Sauber, Lotus e Force India.

Il “montepremi” della Formula 1 è aumentato quest’anno del 6,1% toccando la quota record di 657 milioni di Euro, ma ciò nonostante i team sopra citati hanno bisogno di attingere anche alle risorse dei pay driver per sopravvivere. Questo perché – secondo Mosley – la ripartizione è iniqua, visto che da soli i tre top team Ferrari, McLaren e Red Bull vantano il 46% della torta, lasciando agli altri sette la ripartizione del restante 54%.

Assumendo che è di circa 200 milioni, euro più euro meno, il quantitativo necessario per sopravvivere a una stagione di Formula 1, basta fare due semplici calcoli per capire come la torta non sazi nessuno. ”La FIA potrebbe intervenire sulla questione solo se la competizione risultasse falsata” – ha dichiarato l’ex presidente (fino al 2009) della stessa Federazione al City A.M. – “Ovviamente la FIA interverrebbe se un team montasse un motore più grande di un altro, come specificato dal regolamento. Ma in realtà gli effetti dell’avere un portafoglio maggiore sono esattamente gli stessi del montare un motore più grande“.

I team hanno sperso troppo e i costruttori chiedono troppo per i loro motori”, ha aggiunto al Times, criticando anche la gestione operata dal lato team. “Ora sembra che un team dominerà per i prossimi due o tre anni e non c’è nulla che si può fare senza che loro concordino. E questo non succederà”.

Chiamato in causa da Helmut Marko quale esempio di quel potere forte che servirebbe avere a capo della FIA, Max Mosley non ha nascosto le sue perplessità circa la possibilità che i team trovino un accordo per cambiare l’attuale regime di motorizzazione: “Ho forti dubbi che si metteranno d’accordo”, ha dichiarato ancora al Times. “Hanno aderito a questo e devono conviverci”. Non parla nello specifico della Red Bull, ma l’ex presidente FIA critica l’atteggiamento di quelle squadre che rivendicano in equilibrio delle forze in campo solo quando non sono loro in vantaggio: “Non si lamentano mai del dominio di un team quando stanno dominando, lo fanno solo quando sono dalla parte sbagliata di quello che sta succedendo. Il dominio fa parte della natura dello sport, e andiamo indietro fino a metà anni 50, quando la Mercedes dominava”.

Mosley giudica iniqua la ripartizione dei premi in Formula 1

Edited by AleMcGir

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sfogliando un libro fotografico sulla F1 del 1984... "solamente" una trentina di anni fa.

Brabham, Tyrrel, WILLIAMS, MCLAREN, Ram, LOTUS, Ats, Renault, Arrows, Toleman, Spirit, Euro (motorizzata Alfa :lol:), Osella, Ligier, FERRARI.

La F1 era fatta per lo più di garagisti... che poi sono diventati famosi (Williams/McLaren) o addirittura costruttori (Ferrari). Quindi la posta in gioco da vincere era sicuramente ben diversa da quella attuale, in cui le scuderie sono formate da grandi produttori e/o ex garagisti con interessi economici fuori scala.

Riportare la F1 indietro di 30 anni significherebbe attirare sicuramente dei "nuovi" garagisti, dei team creati ad hoc da sponsor importanti (anni fa si era parlato di un fantomatico/fantasioso team "Coca Cola"...e comunque siamo stati dominati dalla Red Bull, per dire... ;)), ma inevitabilmente si perderebbero i grandi costruttori come Mercedes, Ferrari e compagnia bella.

La verità è che al giorno d'oggi si vorrebbe la botte piena e la moglie ubriaca... vedere Mercedes e Ferrari che se la danno di santa ragione con team minori, il che è ovviamente impossibile dato che gli stessi costruttori non accetterebbero mai delle regole in grado di rendere competitivi team minori.

In soldoni, o accettiamo la F1 così com'è, o comunque con modifiche talmente blande da non rivoluzionare la situazione.... o accettiamo l'idea di una F1 in cui non ci sono grandi nomi ed il titolo se lo giocano team sconosciuti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono d'accordo, ma Ferrari non è mai stata una garagista*, in quanto ha debuttato con una vettura ed un motore/cambio di progettazione propria.

* Esclusi forse gli anni in cui usò le monoposto Lancia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest EC2277

l'unica sarebbe mettere qualche tipo di limitatore a tutti i motori per avere una potenza max uguale per tutti

Ottima idea!

Potrebbero imporre ad esempio una limitazione al consumo istantaneo di benzina.

Oops, esiste già e la Formula 1 non è divisa in serie A e B, ma in serie A, B e C…

Edited by EC2277

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.