Jump to content

F1 2024-2025 - Spy, Notizie, Ecc.


Sarrus

Recommended Posts

F1 | Aboliti i copri cerchio con i LED per le info in gara

Nella riunione dell'ultima F1 Commission è stato abrogato dal regolamento 2024 l'Articolo 8.18 che autorizzava il montaggio di un sistema LED sui quattro copri ruota al fine di fornire informazioni visive agli spettatori. La bocciatura non sembra dovuta a motivi tecnici, quanto all'aumento di peso che ai tecnici delle squadra non sarebbe piaciuto. L'idea, quindi, torna nei cassetti del promotore.

...

Ma la F1 Commission in materia di LED ha deciso di fare un deciso passo indietro. L’introduzione di questo curioso sistema di comunicazione è stato cancellato dal regolamento di F1 2024 con l’abolizione dell’Articolo 8.18 che recitava: “A seconda della disponibilità della tecnologia necessaria e al fine di fornire informazioni visive agli spettatori, la FIA può richiedere che ciascuno dei quattro copriruota descritti nell'Articolo 3.13.7 sia dotato di un Pannello di visualizzazione a LED”.

Lo stop non è scattato per carenze di natura tecnica, gli esperimenti ulteriori hanno dato esiti positivi, quanto per per problemi di peso. Le attuali monoposto hanno una massa minima di 798 kg che è già considerata eccessiva. Con l’introduzione delle F1 a effetto suolo dotate di ruote da 18 pollici c’era già stato un sensibile aumento di peso nella parte non sospesa delle vetture (i cerchi anteriori sono 2,5 kg in più, mentre quelli posteriori arrivano a 3 kg in più).

Siccome la corsa all’alleggerimento delle F1 è stato uno dei temi tecnici di questo 2023, le squadre hanno sottolineato di non voler investire altre risorse per arrivare sotto il limite di peso, preferendo rinunciare alla comunicazione via LED sui copri cerchio.

...

https://it.motorsport.com/f1/news/f1-aboliti-i-copri-cerchio-con-i-led-per-le-info-in-gara/10460663/?fbclid=IwAR0htEh7FVLT9hTN-Xc0-oE4Q3EsV_T3YK2097LUTbALY4ZDb3aRNcrELBY

 

Link to comment
Share on other sites

Annunciata la nuova struttura dirigenziale

Con l’obiettivo di garantire stabilità a lungo termine e continuità, Scuderia AlphaTauri annuncia oggi che sarà istituita una nuova struttura organizzativa a livello manageriale all’interno Team.

 

L’ex dirigente della FIA Peter Bayer entrerà a far parte del team come amministratore delegato entro la fine dell’anno, mentre Franz Tost lascerà il ruolo di Team Principal alla fine della stagione 2023. Laurent Mekies, attuale Direttore Sportivo della Ferrari, si unirà alla Scuderia AlphaTauri come nuovo Team Principal in data da confermare.

Figura chiave nello sviluppo sia della Scuderia AlphaTauri che della precedente Scuderia Toro Rosso, Franz Tost è entrato a far parte della squadra di Faenza come Team Principal sin dalla sua creazione nel 2005 e ha portato la Toro Rosso alla sua prima vittoria, in casa, al Gran Premio d’Italia 2008. Dopo il rebranding in Scuderia AlphaTauri, Franz ha nuovamente portato il Team alla vittoria nel 2020, vincendo a Monza per la seconda volta.

Con il Team incaricato anche dello sviluppo di giovani piloti per il futuro successo in F1, durante il suo periodo con la scuderia Franz ha anche aiutato a far progredire una generazione di vincitori di gran premi e campioni, tra cui il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel, il due volte campione del mondo Max Verstappen e i vincitori di gare Daniel Ricciardo, Pierre Gasly e Carlos Sainz.

Ricevendo in tal modo il giusto riconoscimento al suo contributo di lunga data al Team e ai suoi piloti, Franz continuerà a lavorare con la Scuderia AlphaTauri in un ruolo di consulenza nel 2024.

Peter Bayer entra a far parte della Scuderia AlphaTauri come CEO dopo aver recentemente operato come Direttore Esecutivo di F1 e Segretario Generale per lo Sport presso la FIA. Peter supervisionerà la direzione strategica del team nell’ambito delle sue sedi a Faenza e nel Regno Unito.

La nomina di Laurent Mekies a Team Principal della Scuderia AlphaTauri riporta l’attuale Direttore Sportivo della Ferrari nel team con cui ha ottenuto molti dei suoi primi successi, prima come ingegnere di pista e infine come ingegnere capo e responsabile delle prestazioni del veicolo. Dopo il suo primo periodo a Faenza, Laurent ha trascorso quattro anni alla FIA come Direttore della Sicurezza e Vice Direttore di Gara, prima di entrare in Ferrari nel 2018.

Con Laurent responsabile delle operazioni quotidiane del team, comprese le operazioni tecniche, di produzione, di supporto e del team di gara e in combinazione con il ruolo strategicamente focalizzato di Peter, creeranno un nuovo e dinamico team di leadership con pari responsabilità.

 

...

https://scuderia.alphatauri.com/it/team-announcement-aprile/

 

 

Link to comment
Share on other sites

Il parere sull’addio di Mekies

Chi invece lascerà ufficialmente la Ferrari, anche se a Baku sarà regolarmente presente al muretto box della Rossa, è il Direttore Sportivo Laurent Mekies, che subentrerà a Franz Tost in qualità di nuovo Team Principal dell’AlphaTauri. A questo proposito, Leclerc ha voluto esprimere il suo commento: “Abbiamo un ottimo rapporto con Laurent, ma tutti noi nel team capiamo che questa opportunità sia giusta da cogliere perché è un’ottima occasione per lui – ha aggiunto – è così, ma la squadra è più di una sola persona, e sono molto fiducioso per il futuro con quello che Vasseur ha in mente. Credo che sia stato molto chiaro su ciò che vuole ottenere e come vuole ottenerlo. Questo mi dà fiducia, probabilmente più che mai. Quindi sì, per quanto sia ovviamente sia tutto in corso d’opera, sono ottimista per il futuro”.

Il progetto ‘anti-Red Bull’

Soffermandosi infine sul difficile momento della Ferrari, Leclerc ha nuovamente sottolineato il suo ottimismo per i risultati che potranno arrivare, frutto del duro lavoro in corso in quel di Maranello: “Le prime tre gare per me sono state un disastro – prosegue – ma queste tre settimane credo siano state utili per resettare un po’ gli aspetti utili per poter ottimizzare il pacchetto che abbiamo, e ci stiamo lavorando. Siamo onesti: le prestazioni non sono quelle che vorremmo. Il passo da fare è davvero grande se vogliamo battere la Red Bull, ma ne siamo completamente consapevoli, a cominciare dal sottoscritto, ma se devo scegliere una squadra che può farlo, questa è la Ferrari. So cosa sta succedendo all’interno del team e cosa stiamo cercando di raggiungere, e ribadisco la mia fiducia.  La macchina si è comportata esattamente come ci aspettavamo, quindi non è che abbiamo fatto un cattivo lavoro,  solo che non abbiamo raggiunto le nostre aspettative. Purtroppo la Red Bull ha fatto un passo doppio rispetto a noi. La cosa più importante è sapere dove abbiamo fissato i nostri obiettivi: ci sono alcune cose che abbiamo realizzato, e altre ancora che devono essere migliorate. Il divario con la Red Bull è significativo, ma sono fiducioso. Non voglio dare una tempistica, ma lavoreremo il più possibile per ridurre il gap quanto prima”.

 

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/leclerc-scaccia-fantasmi-amo-ferrari-sempre-stata-sogno

 

---

Addio Mekies, Vasseur: “Non poteva rifiutare. Futuro? Potremmo dividere quel ruolo in due”

Rivoluzione interna

L’addio di Mekies si inserisce in un ampio percorso di rivoluzione interna attuato dal team principal della Ferrari, Frederic Vasseur. Tuttavia la partenza del d.s. non era prevista, almeno nel brevissimo periodo. A confermarlo indirettamente è stato lo stesso Vasseur, in una conferenza stampa organizzata dalla Ferrari e nella quale si è toccato, in apertura di chiacchierata, proprio la situazione della gestione del management della Scuderia. “Per Laurent questa è una grande opportunità – ha commentato Vasseur – non l’avrei di certo bloccato”.

 

Il boss della Ferrari, tuttavia, non ha nascosto un certo fastidio per l’eccessiva fretta dell’AlphaTauri nell’annunciare un trasferimento che, comunque, non sembra destinato ad avvenire prima della fine di questa stagione: “Timeline? La Toro Rosso (Vasseur la chiama proprio così, facendo riferimento alla vecchia denominazione) è stata un po’ aggressiva con il comunicato stampa, dovremo discutere dei dettagli. Quando Laurent è venuto a parlarne da me? Non discuterò con voi i minimi dettagli di questo, ma sicuramente io e Laurent abbiamo avuto una discussione molto aperta – ha spiegato l’ex boss della Sauber – conosco Laurent da tanti anni e sono consapevole che sia difficile rifiutare questo tipo di opportunità per lui“.

Nel recente passato, a ridosso del weekend di Gedda, Vasseur aveva garantito che Mekies non avrebbe lasciato la Scuderia nel breve periodo. Evidentemente, però, qualcosa è cambiato: “Credo che la proposta non fosse la stessa – ha commentato con un filo di ironia il manager d’oltralpe – penso che sia un’offerta pressoché impossibile da rifiutare, quando sei in questo ambiente, quella di diventare team principal. Adesso il mio compito è quello di proteggere gli interessi della Ferrari. La Ferrari viene prima di tutto. Se Mekies starà con Ferrari tutta la stagione? Dipenderà dai termini che concorderemo. Abbiamo un contratto a lungo termine con lui e dovremo trovare la soluzione migliore per la Ferrari. Il rapporto tra noi resta molto buono. Il sostituto? Farà parte del percorso di riorganizzazione della squadra. Potremmo dividere quel ruolo in due posizioni diverse, come fanno altri team.

 

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/addio-mekies-vasseur-non-poteva-rifiutare-futuro-potremmo-dividere-quel-ruolo-in-due

 

 

Link to comment
Share on other sites

Chi è Enrico Balbo, l’aerodinamico Red Bull nel mirino della Ferrari

Nell’edizione domenicale del Corriere dello Sport, il giornalista Fulvio Solms ha fatto emergere il primo nome, rimbalzato all’interno del paddock: “Uno potrebbe essere Enrico Balbo, capo dell’aerodinamica a Milton Keynes e, dunque, uno bravo bravo, che quando ce l’hai può fare la differenza“. L’ingegnere italiano sarebbe il tecnico numero 3 a livello d’importanza tra gli aerodinamici del team anglo-austriaco, dopo Adrian Newey e il direttore tecnico Pierre Waché.

 

Anche da parte di Sky Germania sono state riferite voci provenienti dal paddock secondo le quali Frederic Vasseur, team principal Ferrari, starebbe cercando di mettere sotto contratto importanti ingegneri di casa Red Bull. Nella mattinata di domenica, Christian Horner è stato visto uscire dall’hospitality del Cavallino Rampante, probabilmente per parlare con il suo omologo francese, come documentato su Instagram dal noto fotografo Mark Sutton. Dall’immagine si può notare la felicità del manager britannico per essere stato ‘pizzicato’ dagli storici rivali.

 

Spoiler

image.png.7a99d36047d8af801b98aee307c9b3fd.png

 

Chi è Enrico Balbo 

43 anni, italiano, Enrico Balbo ricopre attualmente il ruolo di responsabile dell’aerodinamica presso Red Bull Racing e Red Bull Technology dal luglio 2021. In azienda dal gennaio 2018, è stato per 19 mesi a capo dello sviluppo aerodinamico e prima ancora per 25 mesi principal dell’aerodinamica. Dal gennaio 2014 al dicembre 2017 è stato impiegato in Mercedes, come leader del gruppo dell’aerodinamica che lavorava sulle monoposto future. Prima dell’esperienza a Brackley c’è da registrare anche una militanza di 7 anni alla Williams, dal giugno 2006 al dicembre 2013 in diversi ruoli, prima aerodinamico semplice, poi aerodinamico di pista ed infine leader del team dell’aerodinamica. Balbo si è formato in Italia, con una laurea quinquennale in ingegneria aerospaziale conseguita al Politecnico di Torino nel 2004.

 

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/chi-e-enrico-balbo-laerodinamico-red-bull-nel-mirino-della-ferrari

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

Leclerc: “Vasseur ci riporterà in alto”

Le parole di Leclerc

Fred ha una buona visione a medio e lungo termine per la squadra. Non ho dubbi che sia lui a poter riportare la Ferrari ai vertici“, queste le sue parole a Bild. “Ha dimostrato nei suoi precedenti incarichi di sapere quali siano le mosse da fare per avere successo. Ha un buon occhio per capire cosa potrebbe funzionare ancora meglio nei singoli reparti. Analizza costantemente le cose e le mette alla prova“.

La pressione

Il monegasco ha poi parlato della poca pressione che sente guidando la Ferrari: “Grazie al motorismo, ci sono abituato. Ho bisogno di una certa pressione prima di salire in macchina. Ma quando indosso il casco, questa pressione scompare. Non è che sia sempre super rilassato, voglio sempre essere il più veloce. Ecco perché a volte non sono così bravo nei test pre-stagionali: ho bisogno della competizione, della pressione, per tirare fuori le ultime risorse dalla macchina“, ha proseguito Leclerc. “C’è sempre pressione in F1, soprattutto alla Ferrari. È una squadra speciale con tifosi molto speciali. Hanno una passione infinita per la squadra. La sensazione di vittoria, l’amore che ricevi dai tifosi, è incredibile. Nei momenti difficili, la pressione non può essere una scusa, dobbiamo essere in grado di affrontarla. Anche Michael Schumacher e Jean Todt hanno avuto una pressione immensa, ma hanno comunque vinto cinque Mondiali di fila, dunque non possiamo lamentarci“.

 

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/leclerc-vasseur-ferrari-riportera-alto

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

Dall’Inghilterra: Alpine F1, ceduto il 25% agli americani di AutoNation

L’accordo con AutoNation

Nella giornata di ieri, martedì 2 maggio, l’Alpine ha annunciato una partnership ‘per il GP di Miami’ con l’azienda americana AutoNation. Leggendo il comunicato diffuso dalla società statunitense – operante nel campo della vendita di auto -, si apprende che l’accordo è più profondo e duraturo, dato che l’amministratore delegato Mike Manley (ex CEO di Fiat Chrysler Automobiles) ha parlato sì della sponsorizzazione e di alcuni eventi legati alla corsa di Miami, ma anche “dell’avvio di un dialogo sulle opportunità future che coinvolgono il mercato automobilistico americano della vendita al dettaglio“, dettaglio confermato anche da Laurent Rossi, CEO di Alpine: “AutoNation oltre ad essere leader nel suo settore, è un partner di lungo corso delle gare motoristiche, dalla 500 Miglia di Indianapolis alla NTT IndyCar Series: parliamo di una partnership fantastica in uno dei mercati più entusiasmanti del mondo”. 

 

Dall’Inghilterra: AutoNation ha acquistato il 25% di Alpine F1

Il noto giornalista britannico Joe Saward ha fornito poi un aggiornamento molto puntuale sui legami che potrebbero instaurarsi proprio tra i due marchi: “Ho sentito che Alpine avrebbe venduto il 25% delle azioni (e la percentuale potrebbe salire al 40%) ad un investitore americano. Si sussurrava ci una cifra pari a 212 milioni di dollari, che indicherebbe una valutazione complessiva del team di 850 milioni. Il denaro verrà utilizzato per finanziare la crescita del team e per assicurarsi che non debba essere Renault a spendere. Si tratta della catena di vendita al dettaglio AutoNation, che da un po’ di tempo si vocifera che venderà le auto Alpine sul mercato statunitense. AutoNation è già attiva nel motorsport, con Alexander Rossi in passato e Kyle Kirkwood attualmente, nuova stella nascente dell’IndyCar che guida per Andretti Motorsport”. 

 

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/dallinghilterra-alpine-f1-ceduto-il-25-agli-americani-di-autonation

 

---

Marko su Perez: “Prima era un messicano che si godeva la vita, ora lavora”

“Prima era un pilota messicano che si godeva la vita”

Dopo quattro gare del mondiale 2023, Sergio Perez, classifica alla mano, sembra essere l’unico rivale di Max Verstappen per il titolo piloti. I due compagni di squadra hanno conquistato due successi a testa e sono separati da appena sei punti. Interpellato sulla crescita del 33enne pilota di Guadalajara, Marko si è lasciato ancora andare ad una valutazione poco lusinghiera verso il paese dell’America del Nord: “Quanto sta facendo Sergio non è da sottovalutare. Da quando è arrivato da noi ha iniziato a lavorare. Non mi prendo il merito del suo successo, ma prima era un pilota messicano che si stava godendo la vita. Lo fa ancora, ma ora fa il lavoro necessario. Lo scorso anno guardava a quanti GP avevano vinto i fratelli Rodriguez, mentre ora è lui il pilota messicano di maggior successo. Hanno una lunga storia di buoni piloti”, ha affermato al podcast F1 Nation.

 

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/marko-su-perez-prima-era-un-messicano-che-si-godeva-la-vita-ora-lavora

 

Edited by AleMcGir
Link to comment
Share on other sites

Oggi alcuni giornali (fra cui AMuS) dicono che i due pezzi grossi di RB, Balbo e Waché, avrebbero cortesemente declinato l’invito a Maranello. Ormai per la Ferrari assumere ingegneri è come invitare gli hobbit a fare una scampagnata a Mordor. 

Schermata 2021-05-22 alle 10.10.43.png

Link to comment
Share on other sites

Doppiette Red Bull, Horner: “Dove sono Ferrari e Mercedes?”

Horner e le ‘colpe’ di Ferrari e Mercedes

La Red Bull ha lavorato in maniera eccezionale con l’avvento di questo ciclo regolamentare e i risultati sono sotto gli occhi di tutti, ma allo stesso modo sia Ferrari che Mercedes hanno sbagliato più di qualcosa tra il 2022 e il 2023 nel confermare progetti che evidentemente non sono al livello di quello Red Bull ripreso da diverse concorrenti. “Cinque gare, cinque vittorie più la Sprint e quattro doppiette: non abbiamo mai avuto un inizio così e ci chiediamo ‘dove sono gli altri?’ – le parole di Christian Horner ai microfoni di Sky Sports Ukdurante l’inverno abbiamo avuto un incremento di prestazioni che definirei normale, ci chiediamo piuttosto dove siano finite Ferrari e Mercedes“.

Entrambe le avversarie della Red Bull hanno in programma aggiornamenti importanti a Imola, anche solo per cercare di rispondere ad una Aston Martin che con Fernando Alonso sta mettendo in imbarazzo in gara le blasonate rivali con lo spagnolo che anche ieri a Miami è risultato imprendibile per Russell, Sainz, Hamilton e Leclerc. Sono sicuro che stanno lavorando a grandi aggiornamenti per l’Europa e con la penalità che abbiamo per sviluppare la macchina più avanti nell’anno, è importante che ci sia più aria fresca possibile tra noi e gli avversari in questa fase”, ha aggiunto Horner che continua a sottolineare l’importanza di mettere fieno in cascina in questo inizio di stagione. Attualmente, però, è più credibile quanto detto da George Russell in Bahrain, ovvero che la Red Bull nel 2023 vincerà tutte e 23 le gare in programma.

 

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/doppiette-red-bull-horner-dove-sono-ferrari-e-mercedes

  • Haha! 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.