Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori

Search the Community

Showing results for tags 'citroën'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Autopareri Answers
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
    • Consigli per l'Acquisto dell'Automobile
    • Riparazione e Manutenzione dell'Automobile
    • Assicurazioni RCA - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Rumors and Spies Cars
    • Funzionamento della sezione Novità ed Anteprime
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
  • Mobility
  • Off Topic on Autopareri
  • Venditori Convenzionati
  • Il sito Autopareri
  • Autopareri Answers Copia

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Interessi


Professione


Biografia


Quotes


Website URL


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

Found 143 results

  1. Source EST Républicain - extrait article Françoise Jeanparis
  2. https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2019/02/26/gruppo_psa_aumenta_i_profitti_e_punta_all_america.html Il margine operativo è quindi salito dal 6,4% al 7,7% (8,4% per la divisione PCD e 4,7% per la Opel) La divisione automobilistica PCD, responsabile dei marchi Peugeot, Citroën e DS, ha visto il fatturato salire del 5,6% a 43,03 miliardi mentre la Opel è passata dai 7,24 miliardi degli ultimi cinque mesi del 2017 a 18,3 miliardi. A ulteriore riprova degli effetti positivi della "cura Tavares" interviene anche un ulteriore fattore: la Opel ha generato cassa per 1,36 miliardi spingendo a 3,5 miliardi il dato complessivo del gruppo. Crescita all'estero e Peugeot torna in Usa. La Citroën sbarcherà in India e la Opel tornerà in Russia, mentre sarà Peugeot la marca prescelta per il ritorno sul mercato nordamericano dopo 28 anni di assenza e a un anno circa dal lancio statunitense del servizio di car-sharing Free2Move. L'espansione internazionale sarà sostenuta anche da un'ampia offensiva di prodotto con il lancio di 116 modelli, tra nuovi e restyling, entro il 2021 e la conseguente riduzione dell'età media della gamma a 3,5 anni, nonché l'ingresso in nuovi sementi di mercato. 116 lanci??????????????????????????????????????? ??? Ora questi con la metà del fatturato di FCA fanno questo? margine in Europa a 8,4%????? Prima cosa sono sotto shock....Dopo questi fatti mi rifiuto di discutere di piani FCA che prevedono 1 modello ogni 3 anni per Alfa Romeo. Diamo al massimo 2 anni a Mike Manley.... poi consiglio (come piccolo azionista) di prendere Tavares a qualsiasi prezzo.
  3. Un’altra news di giornata riguarda la recentemente presentata Citroën C4. Voci volevano l’esistenza di un progetto per un’eventuale SUV, C4 Aircross, ma vi dico subito che non sarà così poiché andrebbe a calpestare i piedi del futuro C3 Aircross che crescerà in dimensioni proprio come accaduto con Peugeot 2008. Certa è invece l’analisi fattibilità di due varianti della vettura presentata: una station wagon ed una berlina. Soltanto una ce l’ha fatta, ed è proprio la Citroën C4 Sedan, dato il trend calante della carrozzeria familiare. Inizialmente non prevista in Europa, Citroën avrebbe cambiato idea di recente per favorire i posti di lavoro nella fabbrica di Madrid e per dare una degna sostituta alla C-Elysée, vettura sulla quale non hanno mai creduto più di tanto a causa degli scarsi contenuti e dello scarso family feeling. Le dimensioni si attesterano sui 4,60m e lo stile viene definito migliore rispetto alla hatchback con cui condividerà comunque tutto il corpo vettura, portiere posteriori incluse. Il portellone avrà un’apertura in stile Xantia. Il modello dovrebbe debuttare tra primo e secondo quadrimestre del prossimo anno!
  4. WRC tribute 2017 WRC 2018 Calendario rally 2018 25-28 Gennaio Rally Monte Carlo 15-18 Febbraio Rally Svezia 08-11 Marzo Rally Messico 05-08 Aprile Tour de Corse 26-29 Aprile Rally Argentina 17-20 Maggio Rally Portogallo 07-10 Giugno Rally Italia-Sardegna 26-29 Luglio Rally Finlandia 16-19 Agosto Rally Germania 13-16 Settembre Rally Turchia 04-07 Ottobre Rally Galles GB 25-28 Ottobre Rally Spagna-Catalunya 15-18 Novembre Rally Australia Fuori la Polonia dentro la Turchia. Vetture: Piloti: Ford: Ogier - Evans Citroen: Meeke - Breen (10 gare ) - Loeb (3 gare) Hyundai: Neuville - Mikkelsen - Paddon / Sordo (a rotazione sulla terza auto) Toyota: Latvala - Lappi - Tanak
  5. Ecco un nuovo frutto della Stellantis, dopo il successo della Chrysler 200 su base Peugeot si appresta a tornare la nuovissima C1 Presto ci saranno anche le altre sorelline
  6. Messaggio Aggiornato il 13/06/2017 Concept: http://www.autopareri.com/forums/topic/62633-citroen-c-aircross-concept-2017/ Opel sulla medesima meccanica: http://www.autopareri.com/forums/topic/62546-opel-crossland-x-2017/
  7. Quattoruote Leggero aggiornamento estetico per la C3.
  8. Ecco la nuova Citroen C4 e la sua variante elettrica e-C4. Via Citroen via Citroën FOTO LIVE ———————————————————————————————————— SPY TOPIC Clicca qui! ————————————————————————————————————
  9. Nell'essere anonima sicuramente.
  10. http://www.punchpowertrain.com/en/news/58/groupe-psa-and-punch-powertrain-expand-strategic-partnership-in-electrification
  11. Buongiorno a tutti, dopo un’epopea decisionale di qualche mese di cui vi risparmio i dettagli (ma che se volete andare a leggere si trova QUI) in questi giorni ho finalmente acquistato una C4 Picasso 1.6 BlueHDi 120 cv EAT6 Intensive del 2015 con 63.000 km circa. Provenendo da una precedente C4 Picasso 1.6 Hdi 110 cv CMP6 Elegance (2008) con 233.000 km utilizzata negli ultimi 10 anni (presa usata pure quella) ovviamente i miei confronti andranno spesso a quest’ultima auto. Ho ripreso una Picasso perché gira e rigira la C4P è l’auto che più di tutte si avvicinava a quello che cercavo, come l’altra volta. Cercavo un’auto alta, capiente, comoda, con cambio automatico, piena di gadget il più possibile e un chilometraggio non esagerato ma con un budget limitato a 12.500€ (cifra che alla fine ho speso… fino all’ultimo cent ?). Seguirò un po’ lo schema delle recensioni fatte da altri, in quanto non sono un esperto, dico solo la mia. Armatevi di pazienza perché essere conciso non è una mia qualità! ? Cominciamo: ESTERNO: 10 Ok che è soggettivo ma io la trovo una bellissima auto ?, il fatto che abbiano abbassato di 5 cm il tetto (168->163 cm) rispetto alla vecchia la fa sembrare molto più filante, tanto che quelli che la vedono dicono che pare più lunga della precedente anche se in realtà è 4 cm più corta (447->443). L’ho presa di questo colore blu in quanto mi piaceva molto, rispetto ai soliti grigi o bianchi che si trovano in giro, ce n’erano altri che mi piacevano ma questo mi aveva colpito molto. Per cercare di renderla un po’ più rigidina volevo i cerchi almeno da 17” (come quelli in foto) e devo dire che per adesso mi soddisfano. L’unica alternativa seria era una C-max ma che per vari motivi alla fine ho scartato. Specifico che ho preso questa versione anche se c’è un restyling successivo (C4 Space Tourer) perché il muso della nuova non mi piace molto anche se probabilmente sarei riuscito ad accaparrarmi qualche gadget in più (tipo i sedili massaggianti) ma non ho rimpianti. INTERNO ed ABITACOLO: 10 C’e’ spazio a volontà dietro e anche davanti, io sono 185 cm e sto comodissimo, dietro mio figlio di 10 anni passa da un sedile all’altro con facilità. Abitacolo meglio rifinito della vecchia con tanti materiali morbidi al tatto e che non dovrebbero consumarsi tanto facilmente. Si vede bene in ogni direzione. Il mega parabrezza anteriore è fantastico quando non c’è sole forte, molto immersivo (difficile prendere altro una volta abituati). Dietro i vetri oscurati non sono esageratamente neri ma vedremo quest’estate se ci vorranno delle tendine o meno, per ora sembrano azzeccati. Sedili posteriori che scorrono singolarmente e con schienale inclinabile. Sedile ant dx che si ripiega a tavolino (FINALMENTE , ma non è di serie) per trasporto di oggetti lunghi o lounge chair per chi sta dietro ?. Se si abbattono i sedili si forma uno spazio enorme privo di scalini e regolare. Vani un po’ dappertutto, sotto entrambi i sedili ant (x guanti e documenti) e botole ai piedi dietro. Io ho anche il cassetto anteriore dx refrigerato (ero abituato bene con l’altra) che contiene comodamente una bottiglia da 1.5 litri e oltre. Nota bene: il contenitore tra i due sedili ant è enorme e puo’ contenere 2 bottiglie di vino in piedi ?? (che non sapevo mai dove mettere in occasione di cene o altro) e puo’ essere tolto in 2 secondi. Dietro 2 bocchette per l’aria ai lati e presa 12 volt al centro in basso. Pavimento piatto. Tavolini dietro i sedili (per tablet o altro). Presa 12V dietro a sx di fianco alla cappelliera per alimentare frighetti in baule o altri tablet/cellulari. 2 braccioli singoli per i posti anteriori. Un salotto, praticamente c’è tutto. PLANCIA e COMANDI: 9 Al centro c’è lo schermo da 7” (che hanno tutte) che comanda tutto, touch resistivo discreto ma non come un cellulare e schermo da 12” HD in alto che fa da cruscotto (che hanno in poche). Esteticamente mooolto belli. Ma perfettibili. Nel senso che avrei voluto fossero MOLTO più personalizzabili in quanto a gestione. Spiego. Ovviamente avendola da pochi giorni devo ancora abituarmici bene ma io che sono smanettone avrei preferito una plancia comandi clima separata, sulla vecchia era a sinistra, qui poteva anche esserci una fila di bottoncini con rimandi allo schermone in alto (sul quale in basso a dx c’e’ gia’ temperatura impostata, metterci altro era un attimo) invece se vuoi usare la radio, o usare il clima o usare il navigatore devi ogni volta andare sullo schermo da 7” che non è immediatissimo. Una plancia per il clima era meglio senza dover entrare e uscire dai menù. Ma comunque il sistema funziona bene e il clima fa il suo dovere. E’ regolabile nella potenza, se lo si vuole soffiante e rumoroso o leggero e discreto. Poi, come hanno detto nelle recensioni quando imposti il navi, si puo’ vedere sul 7” e sul 12” insieme, ma se usi al volo il clima, appunto l’immagine sparisce (temporaneamente) sul 12” per poi tornare una volta regolata la temp... e quando spegni il 7” (tipo di notte) non puoi decidere di lasciare il 12” tutto acceso… te ne spegne 2/3 lasciando solo il tachimetro… bah… scelte discutibili, soprattutto se come me avete gente che dorme in auto spesso alla sera e vorreste meno luce in giro pur avendo i servizi che servono (se spegni tutto come minchia lo uso il navi! ??)… Volante con parecchi comandi, forse troppi. Io prima ne avevo altrettanti ma avevo il panetto centrale fisso e corona che girava, fantastico! Sapevi sempre dov’erano i tasti, ora invece ruota tutto col volante e se vuoi cambiare il volume o altro devi aspettare di essere dritto per non cliccare a caso. ? Fortunatamente almeno le palette al volante sono fisse, se giravano pure quelle era un disastro (come oltretutto mi aveva fatto notare un conoscente. Fisse is better!). Tutte cose a cui ci si può abituare ma essendo SIMILE ma DIVERSA da prima forse mi ci vorrà più tempo rispetto a gente completamente digiuna. POSTO GUIDA: 9 Ottimo che vi devo dire. Vedi bene ovunque, il cambio è comodo in alto (secondo me perfetto con le palette) e si guida sempre con 2 mani. Braccioli regolabili. Volante e sedili regolabili che puoi scegliere se stare come su un furgone o allungato. Non do 10 per due motivi: la regolazione lombare dovrebbe essere di serie su tutte, anche solo manuale. Gli schienali dei sedili non trattengono moltissimo, un po’ troppo piatti. Ok non si fanno le corse ma sentirsi avvolti è una sensazione più piacevole. Vedremo se d’estate sarà meglio così (io soffro il caldo). BAULE: 10 Enorme, regolare e finalmente con la ruota di scorta dentro e non esterna. Io ho il ruotino e quindi si possono sfruttare molto bene gli spazi vuoti che restano… per il triangolo, per una copertina da pic-nic, per un paio di cacciaviti, qualche bicchiere in plastica, la carta igienica… solite cose. E il pianale resta praticamente tutto libero. Metterò a breve una copertura sagomata in gomma che si trova su amazon per un 40 euro scarsi. Doppia luce di cui una tipo torcia estraibile, identica al modello di 10 anni fa. Puo’ essere utile. Se si abbattono i sedili diventa un furgone, e io posso abbattere anche quello ant dx. Finalmente hanno tolto la cappelliera in 2 parti che era una rottura da smontare, anche se qualche vantaggio pratico c’era. Dietro ci sono state comodamente le altre 4 gomme estive che c’erano in dotazione senza dover fare nulla. Tanto per darvi un’idea. Unica pecca, manca un gancetto per tenerlo aperto il fondo in occasione del pieno Adblue, penso andra' rimosso... vedremo. MATERIALI E ASSEMBLAGGIO: 9 Qualcosa ho già detto prima. Al momento non sento scricchiolare nulla sui dossi, ottimo. Le varie parti che si possono “palpare” sono di buona qualità… maniglie, braccioli, tessuti. Sembra tutto abbastanza robusto ma non spartano. La mia vecchia mostrava parecchi segnetti sulle maniglie, qui sembrano meglio. Le porte hanno un bel suono in chiusura. La macchina dà una bella sensazione di compostezza e ben fatto. CAMBIO e MOTORE: 8 e 9 Il cambio è un vero automatico con ripartitore di coppia. Prima avevo un robotizzato che non era certo un fulmine ma in 233.000 km non ha mai dato noie (solo un paio di sfollate) spero che questo si comporti altrettanto bene negli anni. Capisco chi non ama questi cambi per quell’iniziale slittamento, non è il più veloce dei sistemi ma è fluido e una volta caldo le cambiate praticamente non si sentono. E’ insonorizzato tutto bene e anche il motore si sente poco… per cui sembra molto “monomarcia” tipo CVT quando e’ in temperatura. Devo ancora provarlo bene con le palette ma mentre con il CMP6 le usavo spessissimo (prima delle rotonde, all’uscita da uno stop etc.etc.) ora invece lascio fare di più perché è più reattivo. Devo abituarmi a due cose: ora devo aspettare che l’auto sia completamente ferma per passare da R a D (prima invece anche no) e mettere in P ad ogni arresto (prima no). Il motore invece sembra un’ottima unità come prevedevo. Visti i 300 nm di coppia e i 120 cv su un’auto da 1380 kg (contro i 240/110/1450 di prima) ho pensato che non era necessario un 150 cv e per adesso sono contento. Unità votata come taratura al souplesse ma se premi spinge parecchio, complice anche un cambio reattivo (più di prima) a scalare e ti trovi a velocità esagerate in fretta. C’è solo da premere un po’ di più rispetto a prima. Spero che il cambio sia “adattivo” come per il CMP6 e che un po’ alla volta prenda il mio stile di guida. Per i consumi non mi pronuncio in quanto ora la tengo spesso accesa da ferma per le varie impostazioni e prove. DOTAZIONE: 9 Ho cercato l’auto che mi piacesse e più dotata che il budget permettesse: clima aut bizona, doppio schermo HD, cambio automatico, sensori davanti e dietro + telecamera, keyless, navigatore, juke box (c’è un sd credo, da 8 gb compresa nell’auto), 2 prese usb più varie prese 12V, vetri post oscurati, cerchi lega da 17”, cruise, sensore angolo cieco, specchietti elettrici e richiudibili, sedile ant dx che si piega a tavolino, console centrale, vano refrigerato, oltre a fendinebbia e svariati airbag sono tutte cose presenti. Se fossi stato fortunato l’avrei trovata con xeno, sedili massaggianti e cruise adattivo. Di questi ultimi solo gli xeno erano importanti del resto si può fare a meno. (Una così l’avevo trovata ma distante, più cara e più kilometrata). I fari standard non vanno male ma cercherò le lampadine più potenti che posso montare. L’impianto audio si sente molto bene, potente il giusto e molto pulito. Personalizzabile. Mi soddisfa (e di musica un po’ ne capisco). SU STRADA/ASSETTO: 8,5 Alla fine va simile all’altra, un po’ meglio (ovviamente) visto la differenza kilometrica e i 17” contro i 16”. Non l’ho ancora spremuta, ma beccheggia e oscilla un po’ meno. Nella guida normale ottima, bisogna vedere nei miei 5 minuti di follia come si comporta. Cosa che non posso fare ora in quanto non conoscendola bene per adesso non posso esagerare. Provata in autostrada è comodissima, e anche in città scivola via bene. Complice la precedente ho ben presente le misure, passo ovunque e lo sterzo è ottimo. Ora ho pure i sensori. E’ comunque più stretta di quello che sembra. Sembra un po’ galleggiare sulle sospensioni ma (come l’altra) non dà la sensazione mai di perdere l’assetto. Avevo puntato la C-max anche per prendere un monovolume più piantato a terra, ma poi c’erano altre cose che me l’hanno fatta eliminare. Al momento le cose che mi piacciono di più: lo spazio interno, l’ottima frenata e lo sterzo, i piccoli accorgimenti (luci di cortesia int/ext, finiture), bracciolo centrale portabottiglie! Le cose che mi piacciono di meno: devo imparare ad usare il cambio come si deve (ho ancora il piede sull’altro) e gli anabbaglianti hanno una luce poco più che discreta, si poteva fare meglio. Appena ci faccio un po’ di strada come si deve aggiornerò su consumi e viaggi con più persone a bordo. Per ora soddisfatto dell’acquisto. Se avete domande sono qui.?
  12. Si tratta della versione berlina/SUV della Citroën C3-XR, un suv prodotto solo per la Cina. La C3 L ha la coda della C-Elysee. Lunga 4,56 metri ha motori 1.2 Turbo da 120 cavalli e 1.6 aspirati da 118 cavalli. La Citroen C3 XR
  13. via Citroën 2 posti, quadriciclo leggero, guidabile dai 14 anni e con un costo di noleggio a partire da 19.99 Euro al mese: questa è la Citroen AMI, la rivale della Renault Twizy. Citroen la descrive come una soluzione di micro-mobilità che è rispettosa dell'ambiente, più sicura e più utilizzabile rispetto ai soliti scooter, biciclette e ciclomotori che si vedono nei centri urbani. 2.40 metri di lunghezza per un diametro di svolta di 7.2 metri, praticamente si gira in un fazzoletto. Ha un'autonomia di circa 70 km secondo ciclo WLTP grazie ad una batteria agli ioni di Litio da 5.5 kWh, alloggiata sotto al pavimento. La velocità massima è di 45 km/h. Formule di Noleggio e Sharing. Si parte con un costo mensile di 19.99 Euro per 48 mesi (anticipo di 2640 Euro). Altrimenti Car-Sharing, dove si paga una tariffa fissa mensile di 9.99 Euro ed hai un costo di 0.26 centesimi di euro al minuto di noleggio. Vuoi comprarla? 6000 Euro ed è tua.
  14. via DS Automibilies ———————————————————————————————————— SPY TOPIC CLICCA QUI! ————————————————————————————————————
  15. WS Dalla Cina, la prima immagine dell'ammiraglia DS, presumibilmente su base 508. Non è dato sapere se arriverà anche in Europa.
  16. In arrivo per la primavera 2020 il facelift della C3. Ecco la prima ricostruzione della rivista francese “L’autojournal” parsa nel num. 1046 del 21.11.2019 :
  17. ykdg1984

    DS3 Crossback 2019

    DS Automobilies schiera la pedina più importante della sua giovane storia. Infatti, la DS 3 Crossback è la seconda delle sei auto totalmente inedite che il marchio presenterà entro il 2024, ma è la prima che rispetta la promessa di proporre una versione ibrida plug-in o una full-electric. È, quindi, con questo modello che DS inizia a proporre uno dei frutti del suo ruolo di leader dell’innovazione all’interno del gruppo PSA: l’elettrificazione. Missione strategica. Di conseguenza, le caratteristiche più scontate della DS 3 Crossback sono la corporatura da Suv e la taglia compatta, dovuta alla lunghezza di 4,12 m. Il loro intreccio la collocano in uno dei settori accreditati di maggiore crescita nei prossimi anni e nel quale, in ossequio alle ambizioni premium del marchio, si propone come alternativa a modelli come l’Audi Q2 e la Mini Countryman. Parallelamente questa nuova Suv compatta accompagna in pensione la DS 3. Si proietta nel futuro, ma non tradisce il passato. Svolge questi compiti indossando vesti nelle quali s’intersecano stilemi evoluti dalla vettura che sostituirà con altri del tutto inediti. Si tratta, per esempio, della palpebra che sormonta i fari anteriori e degli elaborati scudi paraurti. Abbinandosi a tratti caratterizzanti come le “pinne di squalo” laterali ereditate dalla DS 3, le fiancate muscolose che insieme all’andamento orizzontale della coda tendono a esaltare l’autorevolezza della corporatura e l’altezza da terra rialzata originano un aspetto che non passa inosservato. Poi, la DS 3 Crossback sfoggia anche soluzioni raffinate come le maniglie delle porte retrattili, tipo quelle della Tesla e della Range Rover Velar. Inoltre, anteriormente inalbera accanto alla grande calandra DS dei gruppi ottici Matrix Led Vision Beam. Punta al'elettrico... Quella dei fari è una tecnologia inusuale su una vettura compatta, ma non è quella di maggiore spicco. Infatti, la DS 3 Crossback porta al debutto alcune importanti primizie. È questo il caso dell’architettura CMP (Common Modular Platform) studiata per ottimizzare la volumetria interna, soprattutto, in presenza della propulsione elettrica. Quest’ultima dà origine alla versione E-Tense ed è affidata a un’unità con una potenza di 136 CV e una coppia di 260 Nm, gestibile anche con le modalità Eco e Sport. È alimentata da una batteria agli ioni di litio da 50 kWh ricaricabile completamente in 5 ore tramite wallbox e all’80% in 30 minuti utilizzando una colonnina rapida. Secondo la Casa è in grado di spingere la vettura a una velocità di 150 all’ora e sino a 100 orari in 8,7 secondi, con un’autonomia superiore ai 300 chilometri, secondo il ciclo Wltp. Ma questo valore, al momento, non è ancora stato omologato. …pur non ripudiando benzina e gasolio. Ma le novità non mancano anche nello schieramento dei motori termici. Tra quelli a benzina PureTech, tra l’altro tutti con filtro antiparticolato, debutta il tre cilindri turbo di 1.2 litri con 155 CV, abbinato al cambio automatico a otto marce, al quale si affiancano quelli di analoga cilindrata da 100 e 130 CV. Il capitolo dei turbodiesel BlueHDi, invece, è composto dai recentissimi motori di 1.5 litri con potenze di 100 e 130 CV. Per le unità da 130 e 155 CV è previsto solo il cambio automatico a otto marce, mentre le meno potenti sono equipaggiate con il manuale a sei marce. L’artigianalità incontra l’hi-tech. All'interno si ritrovano le lavorazioni complesse che vogliono esaltare la ricercatezza del marchio e anche gli allestimenti Montmartre, Bastille, Rivoli e Opera, ai quali si aggiungono la sportiva Performance Line e quella in tiratura limitata La Première, che rimandano ad ambientazioni parigine. Ma questa Crossback è diversa dalle altre DS. L’arredamento, infatti, è il punto d’incontro tra materiali e lavorazioni che vogliono richiamare l’artigianalità e la sartorialità e soluzioni hi-tech come la strumentazione digitale, l’head-up display e il touch screen da 10,3” del sistema d’infotainment. Adas, connettività e servizi dedicati. La nuova Crossback porta con sé, di serie o a richiesta, il sistema di guida autonoma di livello 2 della più grossa DS 7, avanzati dispositivi di sicurezza, una connettività che permette di dialogare con la vettura anche solo con il Bluetooth e molte app dedicate. Tra queste, c’è anche quella che consente di assegnare l'auto, anche solo per periodi ben definiti, ad altri utenti. Infine, tra i molti pacchetti va segnalato DS Mobility. È destinato a chi acquista la E-Tense, perché offre la possibilità di utilizzare una DS 3 con motore termico quando non si è così certi di trovare facilmente punti di ricarica per la Crossback elettrica. Quattroruote.it TOPIC SPY
  18. Tanto a mio modesto avviso Citroën nei prossimi 5/10 anni si accomoda in panchina a far compagnia a Lancia e Co.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.