Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Search the Community

Showing results for tags 'test'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Autopareri Answers
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
    • Consigli per l'Acquisto dell'Automobile
    • Riparazione e Manutenzione dell'Automobile
    • Assicurazioni RCA - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Rumors and Spies Cars
    • Funzionamento della sezione Novità ed Anteprime
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobility
    • Mobility and Traffic in the City
    • Traffic on Highways
  • Off Topic on Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • Vuoi farti pubblicità su Autopareri?
  • Il sito Autopareri

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Professione


Interessi


Biografia


Quotes


Website URL


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

  1. Buongiorno ecco la mia nuova auto da lavoro /svago. Ritirata 1 mese fa circa, una km zero bianca, 5 porte cambio a 6 rapporti manuale. km percorsi ad oggi 4450. consumo medio rilevato da ccb 22.9 consumo presunto e reale da prove alla pompa. 21.6 km litro di media. Sono alla mia 4 seat ibiza nel complesso e 7° Seat, le compro perchè apprezzo come si guidano ed i motori in genere tra i migliori della categoria nel rapporto prestazioni/consumi, sono delle vag con solo dei fronzoli in meno che permettono di risparmiare molti soldi. fatta questa premessa ecco cosa ne penso ESTERNI 9.5 A mio parere una delle più belle segmento b degli ultimi 20 anni, con allestimento Fr quasi perfetta, scarichi plasticosi a parte... alla mia ho fatto verniciare in una tinta antracite scura i bei cerchi da 17 pollici, di serie sulla versione FR. INTERNI 7.5 A prima visti molto belli, classici vw, peccato per le plastiche non di qualità al tatto, in alcuni punti della plancia. Non male i sedili, se possibile ordinatela con alcantara, cambia davvero tutto. mi manca solo il bracciolo, ma provvederò al suo montaggio a brevissimo. POSTO GUIDA 8.5 Spazioso, comodo con ogni regolazione, tutto a portata di mano, nulla da dire,. PLANCIA E COMANDI 8 Strumentazione buona ma non perfetta, . ottimo il volante ed i suoi comandi. Come detto peccato per le plastiche usate nella parte alta, compensate dal rivestimento in similpelle con cuciture rosse della parte centrale. Bello il volante sportivo, avrei voluto il virtual cockpit ma niente da fare sulla vettura acquistata non era di serie. ABITABILITA' 8.5 molto buona, comoda anche in 5, ci si sta comodi nulla da dire. dietro spazio davvero abbondante complice il telaio con un buon passo. BAGAGLIAIO 8 nella norma per forma e ed altezza apertura, va più che bene per una famiglia normale. 355 / 1.100dm3 i dati dichiarati. non male per il tipo di vettura. ACCESSORI 8 già di serie le fr sono ottimamente dotate, indispensabili i fanali full led , molto validi e belli, qualche mancanza da colmare con opzioni, dai vetri posteriori manuali ad altre piccole cose. virtual cockpit sarebbe da rendere di serie tanto è bello comodo e valido. peccato per la mancanza di serie dei vetri elettrici posteriori. COMFORT 7.5 nonostante allestimento Fr, non è rigida, assetto ben studiato ., le buche si sentono, soprattutto quelle secche ma non da rendere la guida fastidiosa. Motore un po troppo presente come rumore in abitacolo, si poteva fare di meglio. MOTORE 9 Adoro i tdi e questo 1.6 4 cilindri è quasi perfetto, prende giri con estrema facilità e mostra un allungo deciso e quasi sportivo fino al meno a 4300 giri. Complice il cambio a 6 rapporti regala buone prestazioni. passa ampiamente ove possibile i 200km orari... non male assolutamente, e raggiunge i 100 km orari in meno di 10 s. se usato con calma ti permette di muoverti con estrema elasticità e velocemente anche con un filo di gas. Consumo 9.5 In assoluto la vettura che ho provato con i consumi più bassi reali in quasi tutte le condizioni, se si guida con calma e con attenzione si fanno anche i 27 km litro veri, se si esagera difficile scendere sotto i 17...in media i 21-22 reali sono alla portata di tutti, e se rapportati alle buone prestazioni il risultato è sicuramente ottimo. si può consumare meno si, ma non andando, volendo cosi forte. RIPRESA 8 Si ci sono sei rapporti, ma sempre abbastanza lunghi, se eccessivamente sottocoppia meglio scalare e poi cambia tutta la musica. CAMBIO 8.5 rapporti studiati per il contenimento dei consumi, 6 marce tutte molto lunghe. ben fatto e bello da usare anche in velocità, la terza marcia per i miei gusti un filo troppo lunga. STERZO 9 preciso e diretto , lo usi ed in pochi km ti rendi conto della bontà e della precisione, sarà anche merito dell'ottimo tealaio mqb, ma è realmente ben fatto e piacevole, sia in manovra che nel misto, dove forse, avrei gradito un filo di durezza in modalità sport. FRENI 8 Dotata di 4 dischi e di dimensioni adeguate, la piccola seat si ferma anche da alta velocità con buona prontezza e senza dare segni di affaticamento, abbastanza piatta, permette frenate con una discreta modularità senza mai scomporsi. TENUTA DI STRADA/STABILITA’ 9 sicura e precisa, nonostante le gomme pirelli p7 risulta divertente e precisa, abbastanza sportiveggiante in questo allestimento fr ribassato e con regolazione specifica degli ammortizzatori . bel lavoro Seat. IN CONCLUSIONE 8.5 complice un telaio molto valido, ed un peso contenuto attorno ai 1230kg veri, questa versione dotata dell'ottimo tdi 1.600cc con 115cv e 250nm di coppia risulta molto piacevole da guidare e regala consumi davvero bassi. qualche difetto per la mancanza di alcuni dettagli tipo luci e maniglie al tetto nei posti posteriori, è nel complesso una vettura bella e riuscita, a mio parere. seguirà piu avanti recensione sul mio blog e video.
  2. Buona sera, dopo due anni e mezzo di Clio Trophy per utilizzo pista e svago sono ritornato sul mio primo amore. una Seat Leon 5f Questa volta , Seat Leon Cupra 2019 dsg 7 marce. nei prossimi giorni vi metterò qualche impressione in più, e come di consueto, riporterò ogni modifica, ogni fase della lunga prova della mia nuova macchina. Motore l'apprezzato 2 litri del gruppo vag, qua in una delle sue migliori varianti per potenza e dotazioni, praticamente inesauribile. 290cv ed una montagna di coppia sempre pronta. Ottimo dsg 7 marce nuovo, differenziale autobloccante a controllo elettronico, spettacolare. Già pronti pezzi per migliorare resa dei freni in pista , un set di cerchi da 18 pollici uso pista. A presto, per ora posso dirvi che va come un missile e l'ottimo telaio mqb del gruppo vag è perfettamente intonato con cambio e motore. si può guidarla in modalità normal tutta morbida, comprese le sospensioni DCC a controllo elettronico, talmente confortevole che sembra di guidare la 1.6 tdi ahahahah.
  3. Vettura nuova, con 1250 km percorsi al momento della prova. km percorsi durante il test 350 km. Modello 1.0 tce 100cv manuale, alimentato a benzina, allestimento Intens. ESTERNO - 9.0 Dire quanto sia bella o riuscita, esteticamente una vettura nuova è soggettivo, nel caso di new Captur devo dire che è difficile trovare qualcosa nella sua linea di poco riuscito. allungata e più massiccia sfoggia nuovi fanali davanti e dietro ed una linea nel complesso muscolosa e riuscita secondo me. La coda con i nuovi fanali è la parte che trovo migliore. Hanno ripreso la linea della serie precedente migliorandola in ogni settore, brava Renault. POSTO GUIDA - 8.0 Comodo ben realizzato, ci si trova subito bene, forse i pedali con inclinazione leggermente strana, sedili molto comodi visuale perfetta nonostante il lunotto piccolo. tutto a portata di mano, solo il comando dei vetri elettrici mi pare troppo arretrato e a volte scomodo ,almeno per una persona della mia stazza. ottimo l'appoggio per il ginocchio e comodo il sedile e poggiatesta dalla forma sinuosa. FINITURA – 8.0 Era il punto dolente della serie precedente, sono intervenuti pesantemente, completamente nuova la plancia i sedili, i fianchetti porta, i materiali morbidi al tatto, e nel complesso inalzato non di poco, il livello generale della qualità percepita e reale. Qualche plastica meno bella nella parte bassa delle portiere, ma nel complesso, trattandosi di un suv segmento b, direi ottimo lavoro. consolle del cambio con qualche leggero rumorino ABITABILITA’ – 8.5 Comoda per 4 senza problemi, a parte la linea del tetto che costringe a volte a piegare un po troppo la testa per entrare sia davanti che dietro, le aumentate dimensioni del corpo vettura e del passo si sentono e vedono tutte. capacità di carico notevole , ampliabile grazie alla furbata del comodo sedile posteriore scorrevole, che può garantire ulteriore spazio in più per i bagagli. DOTAZIONE DI SERIE – 8.0 Dotazioni di sicurezza ADAS, di buon livello su ogni versione partendo dalla base,. tutte già dotate di full led davanti e dietro, lista degli accessori infinita, sia come opzioni tecniche, sia come configurazioni cromatiche, dentro e fuori, a partire dal tetto e dalle parti di plastica dell'abitacolo che si posso scegliere di diversi colori. facile farsi prendere la mano e cosi il prezzo , di partenza concorrenziale può lievitare molto e velocemente. al passo con i tempi sicuramente non gli manca nulla tra dotazioni di serie o in opzione. INFOTAINMENT – 8.0 La versione in prova, montava la versione da 7 pollici ben fatta e veloce nell'utilizzo, dotata di grafica chiara e dal funzionamento semplice ed immediato, si può optare per un tablet in plancia ancora più grosso o per la strumentazione digitale del cruscotto. Impianto di navigazione in opzione presente sulla vettura pare funzionare bene, Impianto audio dalal resa sonora buona già con l'impianto di serie sulla Intens. è possibile connettere tutti gli smartphone grazie alla compatibilità completa con android e Ios. Cruscotto digitale configurabile a piacere. MOTORE – 7.5 Nuovo motore, 1000cc, 100cv 160 nm di coppia, permette alla captur di muoversi senza impaccio, insonorizzato molto bene, visto il segmento di appartenenza, permette di riprendere anche da basso numero di giri senza scalare marcia. da riprovare a pieno carico in salita, ma non mi è dispiaciuto per nulla, e permette percorrenze degne di nota, tranquillamente , si superano i 16 km litro di media, stando mediamente attenti. vibra come tutti i motori con questa architettura ma meno di altri provati. COMPORTAMENTO DINAMICO – 7.5 Vettura votata al confort, alla morbidezza, risulta sicura nelle curve e nei cambi di direzione. Controlli di sicurezza sempre attivi e subito presenti quando si alza il ritmo. nel complesso adeguata alla tipologia d'auto ed al suo utilizzo classico. altezza da terra e gomme da 17 pollici filtrano bene le asperità senza renderla troppo cedevole in curva. Solo lo sterzo trovato troppo leggero per i miei gusti, lo avrei preferito più duro , come precisione e demoltiplicazione non mi è parso male. Impianto Frenante 7.0 se mi fossi basato solo sulle sensazioni alla guida avrei potuto dare anche qualcosa in più, ma non posso sopportare la presenza dei tamburi al posteriore. avrei gradito almeno la possibilità di richiederli in opzione. Andando oltre a questa cosa, la vettura frena bene e senza scomporsi. CONFORT – 8,5 Davvero comoda e ben insonorizzata, uno dei punti di forza della piccola suv renault Principali pregi Linea piacevole, confort di buon livello ed interni ben riusciti. Difetti. almeno nell'esemplare in prova, freni a disco solo sull'avantreno, e qualche plastica da sistemare nella parte centrale del tunnel vicino al cambio. IN CONCLUSIONE: Il mercato spinge forte sui suv medio piccoli, e Renault rilancia con la nuova Captur, il pubblico vuole questo tipo di vetture, sia segmento b che segmento c. tutti maggiori produttori sono presenti. Indubbiamente sono vetture comode e furbe da utilizzare in città o per portarci in giro la famiglia. Io preferisco ancora le vetture classiche, ma non posso fare a meno di apprezzare, come in questo caso, quando una vettura sembra realizzata molto bene. qua di seguito qualche video del test in corso. saluti. Marcolino
  4. https://www.oasport.it/2019/01/calendario-test-f1-2019-date-programma-orari-e-tv/ ------ https://it.motorsport.com/f1/news/pirelli-ecco-come-saranno-indicate-le-cinque-mescole-nei-test-di-barcellona/4328240/?fbclid=IwAR05GLIRuBzL8zcVjTMHtWvRxdvsMkTFLcuk-EkkHYqPrup5DU1hOCwKgLI
  5. http://www.formulapassion.it/2017/02/f1-test-barcellona-day-1-sfida-bottas-vettel-ricciardo-live/ Twitter Twitter #f1 https://twitter.com/hashtag/F1?src=hash
  6. Buonasera Sono nuovo del forum, mi chiamo lorenzo, e possiedo una golf iv mk4(del 1999) 1900cc tdi 90cv alla quale tengo tantissimo, soprattutto perché adoro i suoi bassi consumi e la sua natura scorbutica fin dai bassissimi regimi(dati principalmente dai rapporti corti e al motore a pompa rotativa). Sono un perito meccanico e me né intendo molto anche di elettrotecnica e automazione, lavoro in una grande azienda come gestore della manutenzione. Amo viaggiare, guidare e leggere. Siccome è il mio primo post, vi racconto un po delle auto della mia famiglia motivo per il quale ho molte esperienze di guida su diverse auto. Mio padre possiede una L200 2500cc del 2009 da 135 cv, mia zia e mio nonno possiedono entrambi una punto 1300cc multiget 90cv, l'altra mia zia una grande punto 1300cc multijet 95 cv, mio zio una 147 da 110 cv, e mia cugina una pejout 208 da 75 cv. Abito in una zona in cui ci sono estraurbane non troppo “dritte” e moltissime strade e stradine strette e tortuose, ogni weekend faccio 100 km per prendere e portare a casa la mia ragazza, passando per l'appunto in una di queste tortuosissime maledette strade(che poi in verità amo follemente percorrere) Oggi per cominciare volevo parlare un po della grande punto 95 cv siccome questa settimana la mia golf è rimasta ferma perché sto ripulendo l'impianto d'aspirazione dai residui della valvola egr. Guidabilità: Il 1300 multijet è un propulsore molto premiato per i parchi consumi e osannato per la comodità, posso confermare il primo punto, ma non il secondo, il turbolag è enorme(nonostante avessero promesso grandi miglioramenti rispetto alla versione precedente) e se si è abituati ad avere abbondante coppia fin dai bassi regimi risulta scomodo, inoltre la sovralimentazione è “esplosiva” e avviene da un momento all'altro, portando il guidatore a dover frenare. Il cambio è a sei rapporti molto corti, ben sfruttabili tranne la sesta in quanto il motore tende subito a “morire” al minimo falsopiano, l'assetto è abbastanza morbido forse un po troppo e va a compromettere la tenuta di strada, l'elettrosterzo fa bene il suo dovere ed è molto comodo anche se ha tratti l'ho trovato un po poco comunicativo. L'auto in se è ottima per i brevi spostamenti è per la città, poco adatta però ai sorpassi e a una guida “allegra”, non ho gradito molto il motore piccolo è poco dinamico, la modernità è bella, ma la cilindrata è anche meglio. Comfrort: I numerosi pulsanti sul volante sono molto comodi, è sufficientemente spaziosa per quattro persone, i sedili non sono molto contenitivi. Interni: Non troppo curati qua e la si vedono delle plastiche un po economiche e gli assemblaggi non sono perfetti, ma il tutto ha un effetto molto moderno e gradevole. Conclusioni: Ho gradito le numerose chicche comprese nel pacchetto di base. Siccome era un auto che avevo preso in considerazione per un lontano futuro, questa esperienza mi ha dissuaso dall'acquistarla, non nè sono rimasto molto colpito, soprattutto lo trovata poco reattiva durante la guida e senza sprint, ma questo è un mio problema nonostante questo per brevi e medi spostamenti con molto urbano sarebbe una buona auto, grazie ai parchi consumi. So che non condividerete le mie teorie, ma questo è ciò che ho provato IO alla guida di quest'auto che tra l'altro mi piaceva molto.
  7. Come saprete, in Italia le reti televisive non propongono praticamente nulla per soddisfare la voglia di auto che può avere un appassionato come quelli che scrivono in questo forum, ma anche la persona "comune" semplicemente interessata a vedere qualcosa di diverso (tipo top gear). D'altra parte i siti internet delle riviste automobilistiche nostrane non hanno contenuti granchè entusiasmanti. Non resta quindi che affidarsi ai video che si trovano in rete, in particolare su Youtube. L'intenzione di questa discussione è quella di riunire i canali (non singoli video!) più interessanti riguardanti il mondo-auto (anche sportivo, non mi dispiacerebbe se qualcuno conoscesse qualche canale che segua per esempio i rally, la Dakar e altro). Intanto vi riporto due canali scoperti quest'anno che ho trovato molto ben fatti: MOTOR TREND Motor Trend - YouTube Hanno iniziato a "trasmettere" proprio quest'anno e se il buongiorno si vede dal mattino non si può che essere fiduciosi. Tante rubriche: - IGNITION: primissime prove - THE DOWNSHIFT: rubrica dedicata al "diverso" con video curati da personaggi di riviste associate. Si va dal video del monster truck, alla ibrida, dal processo di produzione di cerchi in lega, al lowrider. Di tutto e di più! - ON TWO WHEELS: il nome dice tutto! - WIDE OPEN THROTTLE: eventi vari come saloni, prove di gruppo organizzate dalla rivista - EPIC DRIVES: una specie di easydriver, solo con auto interessanti! - HEAD 2 HEAD: anche qui, non c'è bisogno di spiegazioni! - HOT ROD UNLIMITED: cavalli americani, sostanzialmente! - ROADKILL: David e Mike cercano di arrivare alla loro destinazione con i veicoli più disparati. Da non perdere! CAR AND DRIVER CAR and DRIVER - YouTube Rubriche: - ABROAD: i video visti anche qui sul sito parlano da soli... - SUPERCARS - TESTED: prove delle novità automobilistiche - DRIVEN: uno sguardo alle migliori auto (mix tra Abroad, Supercars e Classic and vintage cars) - COMPARAISON TESTS - CLASSIC AND VINTAGE CARS - TRUCKS SUV AND CROSSOVERS - MOTORSPORT - REHAB: su segnalazione degli utenti, prendono i peggio guidatori e cercano di "redimerli" - EVO: prove, viaggi e testa a testa della famosa rivista anglosassone. Bene, avanti! Se avete scovato canali interessanti è ora di condividerli con il resto del mondo!
  8. Dopo tante soluzioni intermedie, micro ibridi, start and stop evoluti è finalmente pronto al debutto su strada il vero primo diesel ibrido al mondo che sarà montato sulla 3008 Hybrid4. Sono stati infatti i francesi di Peugeot a tagliare per primi il traguardo e noi siamo venuti fino a Dinard in Bretagna per testarlo in anteprima. Per la prova completa e le Foto vai su: Autoappassionati.it - Test Peugeot 3008 HYbrid4
  9. da F1, news Formula 1, ultime notizie di F1 - F1GrandPrix.it
  10. Scrivo un pò di righe per descrivere le mie impressioni sull'Alfa Romeo Mi.To - Posizione di guida: davvero sportiva, molto bassa, i sedili sono ben profilati e trattengono molto bene il guidatore. Il cambio è perfettamente raggiungibile ma il top lo si ha impugnando il volante. Conformazione perfetta, sensazione di controllo totale anche da ferma. Davvero appagante. - Motore: Li conosciamo già ma su Mi.To tirano fuori il meglio di se, accoppiati ad un corpo vettura molto leggero. Il 1.4 è per i neopatentati, non lo guidico neanche. E' una versione entry level, non va male, per carità, assolutamente, ma avere la dinamica della Mi.To con un simile motore è un calcio nelle palle. Scusatemi solo il termine. 1.4T 155cv: Turbolag praticamente inesistente, risponde subito fin dai primissimi giri e ha una bellissima coppia fino attorno ai 5000 giri. Poi la verve sembra calare leggermente ma si distende comunque fino ai 6500 giri indicati. La mappatura è la stessa della Grande Punto Abarth, ma qui il motore sembra rispondere con ancora maggiore cattiveria e distendersi meglio in allungo. Probabilmente l'effetto combinato della riduzione di peso più Cx si fa sentire, specie alle alte velocità, dove sembra raggiungere i 200 km/h molto rapidamente, per poi rallentare la sua progressione e arrestarsi a quota 230 km/h indicati, con il motore a 5500 giri minuto. La ripresa è notevole in qualunque rapporto inserito e aumenta in maniera significativa spostando il selettore in modalità Dynamic. Con la modalità Dynamic inserita viene attivato anche l'overboost e il motore eroga 230 Nm di coppia. 1.6 JTDm 120cv: Una piacevolissima sorpresa. Molto fluido, privo di vibrazioni e, soprattutto, un abisso avanti al 1.3 Mjet. Anche qui, la spinta comincia a farsi bella viva già a partire dai 1500 giri minuto e continua costante, senza picchi o variazioni, fino a circa 4000 giri indicati. Poi sembra calare un pochino ma, volendo insistere con l'allungo, si arriva attorno ai 4500 giri in maniera più che soddisfacente. La spinta, nell'arco tra i 2000 e i 3000 giri è veramente notevole, ad impressione sembra spingere addirittura più di una 147 JTDm 150cv. In ripresa poi, va davvero benissimo e fino in quinta si può riprendere con molto brio anche a bassissimo numero di giri. In sesta perde qualcosina, ma ha una sesta davvero lunga, da 2300 giri a 130 km/h indicati. In modalità Dynamic le prestazioni restano invariate in quanto l'overboost è presente solo sulla versione turbo benzina. Entrambi i motori regalano belle soddisfazioni per le rispettive destinazioni d'uso. - Guida su strada: E' il pezzo forte della macchina. Descrivere il comportamento stradale qui in due righe è veramente riduttivo nonchè difficile. Posso solo dire che un simile divertimento di guida e bilanciamento è difficile riscontrarlo in questa categoria. Vettura reattivissima ai comandi dello sterzo, rollio molto contenuto, frenata di altissimo livello, il divertimento, specialmente nei tratti misti con curve da seconda e terza è decisamente notevole. Allo stesso tempo resta molto stabile anche alle alte velocità e il posteriore scarta dalla traiettoria impostata molto raramente. Fatemi pure altre domande, facciamo prima....
  11. Oggi ho avuto per gentile concessione della concessionaria per tutto il giorno la mini carro funebre....emh.....la Clubman. Cooper S ovviamente, visto che mi interessava il motore. La linea è quella che oramai tutti conoscono, e che non riesco a farmi andare giù. Argento poi....almeno non era nera con la croce cromata sul tetto. Cmq....solita pagellina. Posto Guida: Ottimo, ampie regolazioni, seduta bassa (alleluja! basta sgabelli!!), impostazione sportiva. Sedili rivestiti tutti in pelle, ma sintetica, quindi dura al tatto. non vale la spesa Plancia e Comandi: si è sacrificato tutto al design, quindi alcuni comandi, come le levettine, sono poco pratici da trovare, l'insieme è comunque d'effetto. Cruscotto: diviso in due parti. Parte inutile (tachimetro e livello benzina) centrale, grossi come una padella. Parte utile (contagiri) davanti al guidatore. La velocità è comunque riportata in modo digitale nel display nel contagiri. Peccato manchi qualsiasi forma di termometro acqua...... Climatizzatore: Impianto automatico, mantiene bene la temperatura impostata ed è silenzioso, anche se tende a mandare un pò più aria del necessario Finiture e assemblaggio: coesistono due anime. parti in cui non si sono sforzati un minimo per la decenza e chicche esagerate....come i led nella targhetta "airbag" a tendina Abitabilità: in 4 ci si sta. Molto comodi e spaziosi gli anteriori. Discreto lo spazio posteriore. A scapito della apparenze molto comoda la porticina, che garantisce un'ottima accessibilità ai posti posteriori Bagagliaio: non è che lo spazio si sprechi....come volumetria siamo a livello di un C, forse un filo meno. Carino e utile il doppiofondo. Una rottura le due porticine stile fiorino Visibilità: davanti si vede molto bene, dietro un cavolo. Lo specchietto interno è inutile, perchè ci si trovano i montanti della porticine nel mezzo. Motore: è il vero masterpiece dell'auto. Motoristi tedeschi e francesi si sono uniti tirando fuori una roba fuori dal mondo. Attacca a tirare a 1000 giri e cresce senza sosta, affanni, e anzi, trovando nuovo vigore oltre i 4000 come se entrasse un boost......si stacca poco sotto i 7000 indicati. Sound adrenalico, tra fischio della turbina e ritorni di fiamma in rilascio. Con il tasto sport inserito la reattività all'acceleratore è persino imbarazzante. Accelerazione: ovviamente, con 175cv turbo su 1200kg scarsi di auto......è un aereo. la lancetta del tachimetro sale con veemenza anche alle alte velocità...e la progressione scema solo oltre i 200..... Ripresa: uguale all'accelerazione, non importa il rapporto inserito, mettetene uno a caso, riprenderà velocità in un amen sempre. In 6a, è più rapida di molti turbodiesel di serie...e di un bel pò anche rimappati. E il bello, che oltre i 4000 il vigore riaumenta...altro che scemare! Sterzo: diretto, preciso, sensibilissimo....anche troppo. vietato guidare tenendolo solo con due dita, finite nel fosso. Segue ogni avallamento stradale, e poi ci pensa l'LSD a dare begli strattoni Freni: potenti e ben modulabili, impianto che pare anche essere ben dimensionato per scongiurare il fading Cambio: innesti secchi e precisi, non sono ammessi tentennamenti e indecisioni. Rapporti ben spaziati, frizione dura il giusto. peccato che fosse già un pò affaticata quella dell'esemplare in prova.... Handling: altro punto MOLTO forte della vettura. La definizione di Kart è azzeccatissima. Dura il giusto, gira piatta, non rolla, non beccheggia. Possiede un avantreno preciso come un bisturi, che grazie all'LSD non conosce la parola sottosterzo. Anche aprendo tutto in curva tiene la linea, anzi la chiude persino un pochetto, si mettono giù tutti i cv e si schizza via. Retrotreno molto agile che aiuta gli inserimenti. Come contropartita, nel veloce bisogna avere qualcosa in mezzo alle orecchie.....il passo corto non perdona. niente di grave, per carità, ma le cazzate si pagano care. Confort: mi ha stupito in positivo. Assorbe sufficientemente le buche e anche il rumore non è esagerato. Un viaggio lungo, anche a velocità sostenuta, non è un incubo Consumi: altra sorpresa positiva. Contando che tre quarti della prova sono stati svolti in modalità "cazzo, ho una A/B con 175cv turbo" una media di 8.6L/km direi che è un risultato eccellente. Non so quanto influisca l'Efficient Dynamics, spegnendo l'auto ai semafori Costo e Dotazione: la dotazione della Chili è molto buona (17", clima automatico, sedili misto pelle, xeno e via)..il prezzo....vabbè.....tacciamo! Conclusioni. Linea a parte. Mi sono divertito come un pazzo. Ha tutto...aderenza, motore, sterzo.....è un giocattolo per adulti di una goduria unica. Per avere lo stesso divertimento con altre auto bisogna spendere un bel pò di soldini in più (sola Mx.5 a parte forse).......e poi ancora. Chi dice che è solo un'auto da fighetti....bah.....forse è meglio che ci faccia un giro serio. Conclusione delle conclusioni. Ultimi dubbi fugati, si ordina mercoledì, rigorosamente 3 porte però.....
  12. Oggi sono riuscito di straforo a fare un giretto sulla nuova Z4, col 3.0 biturbo e cambio a doppia frizione. Un pò di impressioni. Dal vivo devo dire che mi piace di più che in foto, ben proporzionata che nasconde l'aumento delle dimensioni. Aumento delle dimensioni che si ripercuote in bene anche negli spazi interni. Anche persone di corporatura non mignon trovano l'assetto di guida ideale senza essere sacrificati. Baule con buona volumetria, specie da chiusa. Da aperta è solo ostico infilarci dentro qualcosa..... Plancia in netto miglioramento, la preferisco nettamente a quella della mia 3, dà meno l'impressione da barbone (specie negli allestimenti più curati). Passiamo alla guida. La visibilità non è granchè...necessitano i sensori di parcheggio....si, ma davanti! cofano lunghissimo:shock: dal posto guida non si vede dove finisce Sterzo di alto livello, preciso, sufficientemente pesante (opzione sport....). Freni all'altezza (non ho fatto staccate però...) Eccellente anche il cambio, dolce in modalità normale, secco in sport e velocissimo. Bella la doppietta in scalata. Un pò cervellotiche le levette sul volante (fanno la stessa cosa entrambe...non te lo aspetti all'inizio). Handling: niente curve allo spasimo, però per quel poco che ho visto ce ne è. Assetto consistente, la macchina non si scompone sulle giunzioni e non ha reazioni strane (che sarebbero tarpate ovviamente e giustamente dal DSC). Mi piacerebbe provarla nel misto stretto, per vedere l'agilità e la cattiveria nell'andare a corda rispetto alla mia;) Vi chiederete del motore....il famoso 3.0 biturbo.....lo dico in francese... PORCA PUTTANA...è una roba da URLO. Attacca a tirare fortissimo già a bassissimo regime, e molla solo a 7000, dove arriva velocemente e con un sound pazzesco (scoppietta pure nei cambi marcia ...una goduria!). E come prestazioni siamo a livelli di 911, un aereo! Mi è piaciuta un sacco, ma credo che le 60 cucuzze richieste per averla così, e il fatto che mi sa che mi farei molto male con un'oggetto del genere (bruciare ogni limite, sia del c.d.s. che del buonsenso è un attimo) mi riportano con i piedi per terra, al mio appagante barattolo
  13. Altro giro, altra macchina sostitutiva (questa volta di BMW Italia....) Una Focus "padre di famiglia edition" SW 1.6 TdCi 110cv, allestimento "+" colore Blu oceano (che non è affatto male!) Posto guida: decisamente buono, si trova la sistemazione migliore grazie alle ampie regolazioni. Sedili (sportivi: optional) contenitivi ma decisamente comodi. Non affaticano Plancia: I comandi principali sono tutti ok, la radio CD (con telefono) ha tasti decisamente troppo piccoli, bisogna distogliere lo sguardo. La rifinitura argentata fa decisamente povero, preferivo la versione precedente. Cruscotto: 4 classici indicatori + un completo c.d.b. Anche qua vale il discorso della plancia. Binocoli e finiture argentate non mi vanno proprio giù. Preferivo la banalità del primo cruscotto. Climatizzazione: Impianto manuale, buona la potenza, e anche la stabilità una volta che si è riscaldato il motore. Visibilità: Più che buona, nonostante i 4.47m non l'ho ancora grattata, pur standoci al pelo in garage Finiture e assemblaggi: sembrano robusti, se non ci fosse la famosa plastica argento, sarebbe meglio, sarebbe più sensazione di qualità (sarei curioso di vedere la plancia premiummm che ho visto sul catalogo...) Abitabilità: Davanti ce ne è in abbondanza...presumo anche dietro (nonh o provato...) Baule: uno dei bei punti di forza. Bello grosso, regolare, soglia di carico senza scalini. Per una famiglia è l'ideale........ Dotazione: Tutti i sistemi di sicurezza (ESP incluso), radio CD, climatizzatore. Quello che è necessario. Motore: è il conosciuto 1.6 PSA/Ford, qua in versione 110cv con FAP. E' il suo motore, potente il giusto. Muove col giusto brio questa SW, sopporta bene di viaggiare con le marce alte con un filo di gas (ma non chiedete la luna sotto i 1750-2000, riprenderà, ma con calma). Offre una buona spinta tra i 2000 e i 3500, regime oltre il quali si affievolisce un pò, arrivando senza grossi problemi però a 4000, regime oltre il quali conviene cambiare. Rumorosità da diesel evidente in accelerazione.... Accelerazione: la casa dichiara 11.1s nello 0-100 (a memoria). Ed è un dato veritiero, ce ne è abbastanza per girare senza patemi sempre. Ripresa: La V non eccessivamente lunga aiuta nelle riprese, che sono anche qua adeguate a potenza, massa, aspettative della vettura. Sotto i 1750 giri conviene però scalare.... Cambio: 5 rapporti ottimamente scalati. La leva presenta una manovrabilità buona, anche se a volte i due scatti in inserimento possono dare fastidio. Frizione per fortuna non troppo pesante e modulabile. Freni: Modulabilità discreta, manca un pò di mordente nella prima parte della corsa. Potenza adeguata. Sterzo: eh..qua parliamo del riferimento della categoria e dell'intera industria automobilistica :lol: Scherzi a parte. Come comando in sè è buono, è come quello di una Golf (solo un pò più pesante in manovra....). Buona precisione e prontezza, progressività discreta. Dal c.d.b. sembra che si possa settare su 3 modalità (sportiva-comfort-normale). Anche se onestamente non ho notato differenze...... Handling: anche qua, Lotus attente! :lol: Improntata alla sicurezza. Quindi segue le traiettorie senza indugi, ma anche senza particolare cattiveria.....stabilità tanta, agilità così così. Qualche movimento di cassa di troppo dopo gli avvallamenti. Qua la mia ex Golf, con assetto sportivo, era meglio....... Comfort: buono. Assorbe bene le sconnessioni brevi, un pò meno quelle lunghe. Il comfort acustico è buono a regime costante, rumorosità aerodinamica e di rotolamento contenute Consumi: Per adesso, con il mio utilizzo (50% città 50% autostrada) assolutamente da persona normale (ovvero, non sono sempre a 4000 giri, ma non faccio manco da intralcio al traffico per consumare poco...) sto sui 6.5L/100km. Vedremo a fine prova come sarà. Conclusioni: E' una perfetta auto "moglie". Di quelle che magari non accendono passioni e pruriti particolari, ma ti accompagnano sempre e fedelmente ovunque tu andrai, senza lamentarsi troppo (si spera). Perfetta per il tran tran quotidiano senza spendere cifre esagerate, e magari destinare gli altri soldini a un'auto insana
  14. La piccola giapponese offre tanta sostanza, un prezzo allettante e la variante GPL: un osso duro per Fiat Panda, Chevrolet Matiz e tutte le altre regine della città Nissan Pixo - Test Drive. Parigi. Nei pressi della capitale francese si è svolto il primo contatto tra la stampa internazionale e la nuova Nissan Pixo. SImpatica e solare, la piccola citycar giapponese può contare su un formidabile rapporto qualità / prezzo. Grazie all’economia dei consumi e a valori di CO2 tra i più bassi del mercato, PIXO si presenta con un ottimo biglietto da visita. Consideriamo anche il prezzo e l’ago della bilancia pende indiscutibilmente in suo favore. PIXO si confronterà con altre piccole city car, ma con un cartellino del prezzo che mette le sue credenziali ecologiche alla portata di una clientela ancora più vasta. Oltre a dimensioni compatte, bassi costi di esercizio e rispetto per l’ambiente, PIXO regala tranquillità d’animo ai suoi acquirenti, perché non dà grattacapi. La filosofia di PIXO è incentrata sui concetti di semplicità e convenienza. Gli schemi di allestimento sono facili da capire – nessuna concessione al superfluo, nessuna sorpresa. Oltre la metà delle vetture vendute in questo segmento ha una potenza compresa fra 60 e 70 CV. PIXO eroga 68 CV, situandosi perfettamente nella media del settore. Per la stragrande maggioranza, si tratta di auto con cambio manuale – ma più per scarsità dell’offerta di automatiche che per debolezza della domanda.Proponendo l’opzione di una “vera” trasmissione automatica con convertitore di coppia, PIXO si prepara a dominare una nicchia di mercato potenzialmente molto redditizia. Sarà una delle automatiche più economiche d’Europa. Fabbricata in uno stabilimento d’avanguardia a Delhi, in India, PIXO è una quattro posti totalmente nuova che scende in campo nell’ultracompetitivo segmento A. A differenza di alcune immediate rivali, però, Pixo non è una minicar. Ha quattro porte laterali che facilitano la salita a bordo anche ai passeggeri di coda, ma è abbastanza compatta per assicurare agilità e scatto nella guida in città. La Pixo è lunga 3565 mm, alta 1470 mm e larga 1600 mm. Il passo è di 2360 mm. Grazie al design innovativo e a moderne tecniche di costruzione, pesa circa 855 kg (in base a versione e allestimento) ed è quindi una delle vetture più leggere della categoria – con tutti i vantaggi che ne derivano sul piano di performance, consumi ed emissioni. Gli spazi interni sono sufficienti ad alloggiare comodamente quattro adulti e il loro bagaglio. Con i sedili posteriori installati, il volume di carico è di 129 litri, che salgono a 367 abbattendo la seconda fila. Questi dati mettono in luce la grande versatilità degli interni. Su strada Il motivo conduttore del progetto Pixo è l'abbinamento tra semplicità e qualità costruttiva nonchè dei materiali. Pixo viene offerta con un solo motore, un tre cilindri compatto a benzina da 1 litro, interamente in lega, 12 valvole, che sviluppa 68 CV (50 kW) a 6000 giri e 90 Nm a 3400 giri. Questa unità ultraleggera, conforme alla normativa Euro 5, vanta caratteristiche di basso attrito per ottimizzare prestazioni ed efficienza. Di particolare interesse per gli acquirenti europei sono i consumi, eccezionalmente bassi, e il ridotto inquinamento. La versione manuale a cinque marce percorre 100 km con 4,4 l di carburante nel ciclo combinato, 3,8 l nel ciclo extraurbano e solo 5,5 l nel ciclo urbano. Le emissioni di CO2 sono di appena 103 g/km. Il cambio di serie è manuale a cinque rapporti, particolarmente fluido; ma PIXO è disponibile anche con trasmissione completamente automatica a quattro velocità – una cosa insolita nella categoria – per evidenziare il suo carattere di briosa “cittadina”. Su strada la piccola citycar giapponese è docile e prevedibile, confortevole anche sul pavè più sconnesso di Parigi pur senza omettere una certa precisione nell'impostare le traiettorie in curva. Chi si orienta verso questa vettura non cerca certo una guida sportiva, eppure i 68 cavalli del suo tre cilindri garantiscono spunti e progressioni dignitosi, al prezzo di una certa rombosità avvertibile nell'abitacolo. La frenata è soddisfacente, anche quando si richiedono alla vettura gli arresti più bruschi. Il cambio manuale è facile da manovrare,il peso della frizione praticamente nullo. Le marce non sono troppo lunghe, in modo da garantire quando necessario, ad esempio durante un sorpasso, la grinta necessaria. Grazie agli incentivi statali sommati alla rottamazione, la Nissan Pixo può essere acquistata a soli 5980 Euro. Una cifra appetibile, che consente di mettersi al volante di una vettura moderna, fresca e sicura, senza incorrere nelle mille incognite celate dietro l'acquisto di un usato. fotogallery fonte: Nissan Pixo - Test Drive - Infomotori.com
  15. In occasione del tagliando....e del fatto che la macchina me la terrann due giorni causa supporto motore kaputt....sono stato "omaggiato" (o fregato...spero mi facciano pagare solo oggi) con questo "simpatico" veicolo sostitutivo Trattasi di X3 2.0d allestimento Futura farcito di optional (navi, 18", pelle). Vediamo i tratti più salienti Posto guida - Le regolazioni sono come la serie 3, però stai in alto. Decisamente salire dalla Mini a questo, per me è stato spiazzante. Abitabilità - come spazio effettivo siamo ai livelli della berlina da cui deriva. C'è più sensazione di ariosità per il parabrezza più verticale e l'ampia superficie vetrata. Bagagliaio - bello grosso e regolare. Ma il portellone pesa uno sproposito Dotazione - bella ricca con gli optional.....che lo portano pericolosamente vicino ai 50.000€ Motore - il conosciuto 2.0 diesel da 177cv. Molto regolare, maschera le su potenzialità (anche sotto la ciccia della vettura), allunga bene. Un pò rumoroso e vibrazioni MOLTO nette sulla leva cambio (che al minimo vibra visibilmente) Accelerazione - adeguata al peso, non ci si trova mai in difficoltà. Però io ho un parametri sfalsati perchè mi sembra un chiodo Ripresa - regolare...per il resto vedi sopra Cambio - spazitura ok, innesti contrastati il giusto. Corsa della leva lunghetta. Frizione per fortuna non troppo pesante Sterzo - boh...se lo saranno dimenticato. Leggerissimo (pure troppo) ma completamente evanescente. Più che ordini, dà suggerimenti. Poco diretto.... Freni - adeguati Handling - Ecco, la prossima volta che sento la pubblicità o una rivista che afferma "che si guida come una berlina" li lancio un molotov. Nonostante assetto e cerchi da 18", la sensazione di guida è più vicina al Ducato che alla serie 3 "X", sei in alto, non ti fidi, non senti la macchina.....incita tutto a meno che alla guida sportiva Comfort -acustico discreto, sulle sconnessioni sufficiente. Trasmesse molto alla schiena. Consumi - per adesso, usandola come la mini....sto consumando come la mini siamo poco oltre i 10km/l...... Conclusioni. Esiste la 320xd? se si, prendete quella....perchè ilSUV,a parte l'ariosità dell'abitacolo, ha solo dei minus da offrire
  16. Visto che tra non molto inizieremo a disquisire della nuova stagione, dei risultati dei primi test, di come e quanto Rossi sia finito e marziano, Stoner sia un missile con 3 secondi nel polso ma sensibile alla pressione, di quanto sia scarso Melandri che infatti ha costretto la Kawasaki al ritiro piuttosto che correre con lui in sella e chi più ne ha più ne metta...* Direi che sia appropriato allestire un bel Topic pre-stagione con la prima, risaputissima, ma ancora mancante di ufficilità sui dettagli, notizia della stagione:
  17. Quando deve testare la nuova moto Stoner , non era oggi ??
  18. Noleggiata giovedì per andare a Trento. Posto guida: anche qua sedile e volante regolabili ampiamente. La seduta rimane un pò alta. Sedile poco contenitivo e con una, almeno inizialemente, fastidiosa gobba a livello lombare Plancia e comandi: Plancia molto razionale, con un tocco "estroso" nella fascia simili alluminio spazzolato. I comandi in ogni caso sono tutti al posto giusto e si trovano facilmente Strumentazione: i 4 classici strumenti (che stanno diventando rari, facciamo i gamberi) + computer di bordo. Tachimetro esagerato, va bene la standarizzazione, ma 230 è esagerato per tutte le GPunto non Abarth....... Climatizzazione: Impianto manuale di buone qualità, soprattutto come potenza. E non richiede troppi aggiustamenti di temperatura Finitura: Meglio della mia in quasi tutto. Metto il quasi perchè c'era qualcosa che sbatacchiava sotto il sedile guidatore che non siamo riusciti a capire. Visibilità: dietro e di fianco bene, davanti la linea a monovolumotto dà fastidio Dotazioni: c'è tutto il necessario Abitabilità: 4m non sono sprecati....c'è spazio per 4 persone anche se non sono fantini Baule: ce ne è per una breve vacanza in 2 o un w-e in 4. Nota negativa l'assenza della maniglia....è fastidiosa! Motore: Ha coppia per fortuna in basso e sale di giri bene, ma è rumoroso....... Accelerazione: i 65cv fanno quel che possono, cioè poco. Meno male almeno che 1a-2a sono corte, così in città non resti troppo impiccato. ma appena metti la terza cala la palpreba.... Ripresa: non pervenuta. in 5a non gliela fa, schiacci tutto e leggi il giornale mentre il tachimetro pigramente sale...se c'è una salita poi, ti danno paste anche i TIR....... Freni: molto potenti, anche se non molto ben modulabili nella prima parte di corsa. Cambio: la spaziatura è corretta, la manovrabilità è "gommosa". Frizione di burro. Sterzo: molto buono come precisione e come feeling. Leggerissimo in manovra. Handling: il percorso non mi ha permesso di forzare più di tanto, ma a pelle è convincente, con un avantreno preciso e un retrotreno stabile nei curvoni a "alta" velocità. Consumi: non così bassi come si potrebbe pensare.......soprattutto in autostrada, 12km/l....pochini pochini. Conclusioni: il 1.2 va bene solo se ti sposti in un paese piccolo e pianeggiante. Per tutti gli altri, meglio spendere 800€ e prendere il 1.4, che pare essere molto più adatto alla mole della GPunto, più godibile.
  19. Non è certamente un'auto attuale, essendo da tempo uscita di produzione, ma ho avuto l'occasione di guidarla per un centinaio di km, e quindi posto la prova di questa stranissima auto, molto più vicina a un veicolo commerciale che ad una monovolume. Posto Guida: da veicolo commerciale. Posizione di guida alta, c'è bisogno di una gru per issarsi sul sedile; volante verticale. Poichè il motore era in basso sul pianale, c'è un fastidiosissimo rigonfiamento che prosegue oltre il sedile di guida e che costringe a tenere le gambe un po' sollevate. Stancante nei lunghi viaggi. Sedile regolabile solo in profondità, volante fisso. La pedaliera è disposta oscenamente, in particolare il pedale della frizione, troppo alto rispetto al pianale. Voto 4. Plancia e comandi: ovviamente invecchiata e con brutte finiture. Il quadro strumenti è imho quello della Micra, e si salva abbastanza. I pochi comandi fondamentali sono abbastanza ben disposti, anche se tutto l'insieme è molto povero, ad es i comandi a leva dell'impianto di aerazione e riscaldamento (non c'era l'aria condizionata). Autoradio integrata ovviamente non prevista. Finiture pessime. Voto 5. Strumentazione: ci sono i 4 strumenti fondamentali e contakm totale e parziale (entrambi analogici ). Fine. Nessun display lcd, neppure piccolissimo, e niente trip computer. Voto 5,5. Climatizzazione: niente A/C, livello molto basso. Voto 4. Finiture e assemblaggi: Assemblaggi ok, a 390.000 km non si avvertivano grossi scricchiolii (anche perchè coperti dal rumore del motore). Finiture e rivestimenti, però, assolutamente inadeguati. Plastiche dure ed economicissime ovunque, inoltre di un colore marroncino davvero osceno. Almeno fosse plastica nera. Livello generale inferiore a quello della coeva Micra (quindi la 1° serie, da cui riprende il quadro strumenti e le bocchette dell'aria). Voto 5 (alzato dalla mancanza di scricchiolii, notevole per un'auto di 12 anni di vita e quasi 400 k km). Visibilità: Dietro e di lato buona. Davanti non si vede il muso come su tutti i monovolume. Montante ant. sx piccolo e non fastidioso (siamo ancora in era pre-EuroNCAP). Voto 7. Abitabilità: Il punto forte dell'auto. In 7 è possibile viaggiare bene, anche chi occupa l'ultima fila è abbastanza comodo. Voto 9. Baule: piccolo con 7 persone a bordo, togliendo i sedili è enorme, come al solito sulle monovolume. Voto 8,5. Motore: un vecchissimo diesel senza turbo. Credo che sia anche a precamera. Nonostante la cubatura, i cv sono appena 75. Davvero lento, obsoleto e rumorosissimo, assolutamente inadeguato se consideriamo l'auto una monovolume e non un veicolo commerciale. Beve anche parecchio. Voto 3. Accelerazione: molto lenta, anche se lo scatto iniziale, seppure non fulmineo, è sufficiente. Più o meno si va come in una Gpunto 1.2 8V. Voto 5,5, considerando la stazza. Ripresa: come sopra. Voto 5,5. Cambio: la rapportatura è adeguata e la frizione leggera, ma la manovrabilità è pessima: movimenti lunghissimi della leva (tra l'altro disassata a dx rispetto al centro dell'abitacolo: per inserire la 5° bisogna sempre staccare la schiena dallo schienale) e innesti poco guidati. Da veicolo commerciale. Voto 4,5. Sterzo: anche questo da veicolo commerciale, molto lento, demoltiplicato e vuoto al centro. Voto 4,5. Freni: davvero poco potenti, ma abbastanza modulabili. Non oso immaginarli in una frenata di emergenza. Voto 4. Handling: è un veicolo commerciale, chiariamolo subito, e dietro c'è un bel ponte rigido, ma per la categoria meglio del previsto. Rolla meno della C3 di cui ho riportato il test, e anche sul bagnato (diluviava mentre la guidavo) tiene abbastanza bene. Fondamentale però star lontani dal limite: credo che giunti lì o nelle manovre di emergenza sia però molto difficile da riprendere. Voto 5. Comfort: l'assorbimento delle sospensioni è buono, e anche l'abitabilità e l'ariosità dell'abitacolo fanno stare bene. Peccato che a rovinare tutto ci pensi il motore, rumorosissimo e assolutamente non insonorizzato. Parlare in auto con i passeggeri è difficile già a bassa velocità, e ad alta è quasi impossibile. Voto 5 (media fra 7 per assorbimento e abitabilità, e 3 per la rumorosità). Consumi: niente trip, e non ho fatto io benzina. Comunque mi è stato detto che è molto elevato. Voto 4,5. Conclusioni: è una finta monovolume: in realtà è molto più un veicolo commerciale di quanto all'epoca fossero auto come la Ulysse e le sorellastre PSA. Secondo me all'epoca non c'era nessuna ragione valida per preferirla all'Ulysse (e derivate Lancia-PSA) o alle classiche Espace o Voyager. Forse solo il prezzo la favoriva (ma non ricordo quanto costasse, quindi potrei sbagliare). Non l'avrei comprata mai.
  20. Messaggio Aggiornato al 03/10/2010 Veyron Veyron Blue Centenaire
  21. Messaggio Aggiornato al 24/01/2011 Coupé Cabrio (Fuori Produzione) : M6 Coupé : M6 Cabrio (Fuori Produzione) : Prezzi : -------------------------------
  22. Torno ora a casa dopo aver provato l'm3 coupè con cambio a doppia frizione per circa mezz'ora in un tracciato misto città-strade di scorrimento veloce a tre corsie. La trasmissione è molto dolce in auto dove non ci accorge delle 6 cambiate con cui si arriva nel traffico ai 50 all'ora. Ho avuto la possibilità di svariate partenze da fermo con lunghi rettilinei vuoti davanti: nella modalità manuale più sportiva il cambio è efficacissimo anche se, portando il motore al limitatore, nelle prime marce l'effetto è molto simile all'f1 ferrari, con interruzione o comunque calo della spinta e conseguente "calcio" all'innesto del rapporto superiore, penso dovuto al fatto che occorre comunque un lasso di tempo affinchè il motore scenda di giri per innestare il rapporto successivo. In sintesi non si ha la sensazione, anche a livello acustico, che si percepisce ascoltando il suono n°2 sul sito della California. In ogni caso stupisce per la capacità di passare con la sola pressione del tasto m da un settaggio straordinariamente confortevole (D) a quello più sportivo. Sempre molto emozionante l'allungo del propulsore, con l'aggiunta in questo caso delle "shift ligths" che si accendono in sequenza. A livello globale rispetto al cambio manuale la nuova trasmissione secondo me rappresenta un passo avanti abissale in termini di comfort e facilità di guida.
  23. Oggi sono passato dal concessionario peugeot della mia città e come prevedevo una peugeot 308 era già esposta, anche se ancora con gli interni incelofanati e comunque da preparare per l'esposizione. Il giudizio estetico è assolutamente positivo: è una bella macchina di sostanza. Gli interni sono la cosa più riuscita: la strumentazione è molto bella, la console centrale con le tre bocchette circolari di più, belli i comandi del clima, anche se un po' bassi...sembra che sia una moda. A mio modesto parere gli interni mi sembrano molto ben fatti: la plancia è piacevole da toccare e da vedere, il tessuto dei sedili mi pare ottimo. L'unica cosa che non mi è piaciuta degli interni sono i comandi al volante della radio, integrati in un terzo satellite, ma forse è solo questione di farci l'abitudine. Il test drive è stato quasi un imprevisto: ero andato là per farmi fare un preventivo e il gentilissimo venditore mi ha convinto a provarla. Ho provato il 1.6 benzina da 120 cavalli, con cambio manuale a 5 marce. Premetto che il test drive non è stato molto approffondito, ma le impressioni sono state decisamente buone. Innanzitutto mi ha colpito la silenziosità: il venditore ha fatto manovra con l'auto per spostarla dal salone alla strada, poi si è seduto al posto del passeggero e mi ha invitato a salire. Io sono montato al posto guida (veramente comodo imho), ho fatto per accendere l'auto...solo che la macchina era già accesa! Ho guidato l'auto nelle stradine secondarie dietro al concessionario e sono rimasto favorevolmente stupito dalle prestazioni: il 1.6 da 120 cavalli spinge benissimo, anche senza tirarlo troppo. Comfort ottimo. Passiamo ai prezzi: mi sono fatto fare un preventivo per un 1.6 THP (quindi la versione da 150 cavalli) nell'allestimento Feline+navigatore satellitare*+fari allo xeno+impianto hi-fi JBL+vernice metallizata+cerchi da 18: totale 25.700 euro che scontati (niente permuta, pagamento in contanti) diventano 23.400 euro che, secondo la mia modesta opinione, è un ottimo prezzo. Secondo la mia modesta opinione la 308 è destinata a un buon successo; direi che il rapporto prezzo/dotationi è ottimo. Un plauso alla gentilezza del venditore che mi ha fatto provare un'auto non ancora ufficialmente lanciata, senza nemmeno chiederlo... *: l'impianto satellitare rt4 è favoloso. Disco rigido da 30 gb, mappe installate sul disco rigido, lettore cd rippa cd per archiviazione sul disco rigido, comandi vocali, schermo grande e reclinabile, caricatore cd, telefono gsm. Perchè il gruppozzo non si decide a montare sulle sue auto un impianto decente? Ne basta UNO messo su tutta la gamma con qualche lieve ritocco grafico a seconda delle versioni...
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.