Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 01/28/2020 in all areas

  1. 33 points
    Avvistata zona Modena, Alfa Giulia Blu Misano pellicolata/camuffata fino alla linea di cintura... carreggiata allargata e parafanghi bombati
  2. 31 points
    Whatsapp dal concessionario, finalmente arrivata! Primissima foto al volo della mia Stelvio Veloce My2020. Ora bisogna pazientare ancora un pò per l'immatricolazione. Si, lo so, il mio concessionario non è molto pratico con le foto.
  3. 29 points
    Vi presento la mia superchilometrata...... Partiamo con ordine, la macchina è stata ordinata nuova a maggio 1997 (ero ancora alle medie!!!!!) esterno nero cosmoschwartz, interni in pelle Montana col. Sandbeige, cambio manuale. Come da tradizione, mio padre l'ha allestita davvero bene....essendo il primo di tutta la provincia di treviso ad aver ordinato i freschi di omologazione fari allo xenon, disponibili solo su E39 ed E38 da appena dieci giorni dopo essere stati omologati in Italia con non poche vicissitudini all’epoca (prima non erano nemmeno disponibili, potevi prenderla solo con gli alogeni). Fanno da corredo, display multifunzione esteso dietro il volante, volante multifunzione, radio professional, caricatore CD, supporto lombare elettrico, tettuccio apribile (in metallo....non in vetro) shadow line nero opaco, cerchi in lega da 16 a raggi styl 33, credo che una su due fosse stata venduta con quei cerchi quell'anno, assetto M, sensore pioggia, ugelli lavavetro e lavafari riscaldati, bracciolo scorrevole ecc. L'abbiamo portata a casa il 9 luglio 1997 e ricordo ancora benissimo (davvero ho delle immagini vivide di quella sera durante il ritiro) quando andammo a prenderla alla concessionaria BMW Marazzato di Castelfranco (ora è diventata Ceccato Motors). Era in centro allo showroom, splendente....bellissima tutta nera, l'unica dello showroom in quella colorazione, con i suoi interni panna e quel bellissimo profumo di pelle vera che oggi non si sente più in nessuna auto....o quasi dai. Fu la prima BMW della nostra famiglia, ma prima di proseguire....è doveroso che vi dica da dove nasce la passione della mia famiglia per le BMW. E' tramandata da mio padre, quando ancora ventenne, negli anni'70, lavorava prima di mettersi in proprio in un'azienda di scarponi da montagna della nostra zona. Essendo lui il capo modellista, seppur giovane, doveva andare avanti e indietro dal Canavese in Piemonte, ma visto che in azienda l'unica auto aziendale era una Innocenti Mini 1000 che ogni 50 km buttava fuori l'acqua dal radiatore, era "costretto" ad usare una delle due auto dei due fratelli titolari. Uno girava con una GTV....e non la mollava mai...l'altro invece era da sempre BMWista...e girava con una 1602 rosso bordeaux. Auto che veniva data in dotazione a mio padre per girare lungo la A4. Quindi la passione di famiglia per il marchio bavarese ha radici cinquantennali. Quando mio padre si mise in proprio si fece una promessa e si promise di riuscire a prendersi entro la fine del secolo una BMW serie 5 nuova e tutta sua, con le sue mani. Come mai la serie 5? Poiché negli anni '70 uno dei due titolari si portò a casa una E12 per sostituire la GTV, la prima 5er, e mio padre ne rimase folgorato. Si promise quindi di comprarsene una, prima o poi! Tornando alla nostra E39, è stata in regolare servizio fino al 2012 come auto personale di mio padre, arrivando a circa 390mila km. Con mio padre ha girato in lungo ed in largo l'Europa, ed i Balcani, per lavoro e per diletto. E' stata una fida compagna della nostra famiglia, tant'è che anche io personalmente ho dei ricordi importantissimi e bellissimi su quella macchina......mi ha accompagnato all'esame di terza media, al primo giorno delle superiori.....mi ha accompagnato a scuola qualche sabato, quando ancora diciottenne.....riuscivo da neo patentato a "rubarla" dal garage quando mio padre era all'estero in fiera e mia madre in azienda presto la mattina (ah…che tempi……da pappone )....... mi ha anche accompagnato a fare l'esame di maturità....e ricordo ancora molto bene quando guidando verso scuola....avevo il sedile di destra tutto pieno di libri (e bigliettini...ammetto). Ma non solo.....mi ha accompagnato a tante "prime" di eventi significativi della mia vita. Mi ha accompagnato a qualche serata con le ragazze..... (ma li cercavo di fare il figo davvero con la M5 v8 di mio fratello......anche se era mooooolto più difficile farsela sganciare poiché a gnocche ci andava giustamente anche lui....). Ci ha accompagnati alla conquista del Sud Italia nell'estate del 1998, quando abbiamo fatto in due settimane, Campania, Basilicata, Puglia, e poi Calabria e una capatina in Sicilia......o l’Estate del 1999…quando corremmo in Austria a Salisburgo per vedere (e ci riuscimmo) l’Eclissi totale di sole di quell’anno. Ma non solo cose belle.......considero quelli appena detti come i ricordi più dolci........ma i ricordi più importanti e che mi hanno legato profondamente a questa macchina, sono quelli più tristi, se vogliamo, anche se nella sfortuna ci è andata comunque bene, poiché quello che vado a dirvi ora non solo ragazze, vacanze e vento in poppa….. Lei era l'auto di servizio per trasportare prima mia madre e poi a qualche anno di distanza mia sorella in ospedale quando furono entrambe operate di cancro tra il 2000 ed il 2006, ma sempre in quegli anni, la mia serie 5 è stata testimone degli anni più bui della nostra famiglia a livello economico. L'azienda andava malissimo, purtroppo fummo davvero per ben tre volte ad un passo da dichiarare fallimento tra il 1999 ed il 2008. Quei nove anni, furono i peggiori che ricordo....in famiglia mancava la salute....e pure il lavoro, tant’è che mio fratello decise di ritornare in azienda dicendo di fatto fine alla sua avventura personale, pe raiutarci vendette pure la sua M5. Da 31 dipendenti fummo costretti a passare a 10, pensate a come eravamo messi, e vi dico che in quegli anni ho capito davvero cosa vuol dire raspare il fondo e non potersi permettere, il più delle volte, neanche la pizza o uscire con gli amici anche a bere un semplice caffè. I 21 dipendenti che se ne andarono, se ne andarono non perché li licenziammo, poiché non abbiamo mai licenziato nessuno, ma solo perché purtroppo la cassa integrazione e l'incertezza...non fanno bene al morale di qualsiasi dipendente, specie quando ci sono mutui da pagare o figli da mandare a scuola, per cui alcuni di loro preferirono andare, giustamente, altrove in cerca di più stabilità. Ricordo come mio padre mi ripeteva sempre, quando appunto a vent'anni sei appassionato e parlando con tuo padre dici: "sai papà, un giorno vorrei potermi comprare questa, piuttosto che quella macchina", e ti senti rispondere "ale, ti auguro tutto questo....ma ricorda che la vita ed il lavoro sono come un elettrocardiogramma, a volte ci sono degli alti e a volte dei bassi....ma questa è la vita. se è tutto piatto vuol dire che sei morto. L'importante è gestire ed affrontare i bassi come un gladiatore, e gestire ed affrontare gli alti con occulatezza e piedi saldi a terra. Anche il "cinque" (l'ha sempre chiamata lui) è un lusso che non potremo più permetterci a breve se non cambiano le cose, poiché la macchina è vecchia e pagata...ma è troppo costosa da mantenere se il lavoro non si riprenderà più e saremo costretti a chiudere". Ricordo che era sempre lei che ci accompagnava in giro per l'europa in cerca di clienti.....a cercare di recuperare i soldi di chi, puntualmente, ti mandava le RiBa insolute, diciamo che lei è stata testimone di tutte le cose successe in quel decennio 1999-2009, che ripeto, non furono solo brutte! Come sopra, ho comunque avuto la fortuna di vivere momenti bellissimi......e il "cinque" o "la cinque" come la chiamo io...poiché per me è una signora, era sempre lì, con noi, a condividere gioie e dolori. Quel periodo traballante mi ha indissolubilmente legato a quella macchina....e quando mio padre la cedette ad un concessionario della mia zona per prendersi una più modesta citroen usata nel 2012 in attesa dell’arrivo della nuova 530d F10, ci rimasi davvero molto male, dopo averne passate tantissime assieme, di belle e di brutte. Passarono altri mesi, e la macchina non la vidi più alla citroen dove l’aveva portata. Ma poi, un giorno di ottobre, passo davanti e scorgo un musetto da sotto le piante a fianco di un deposito usato. Mi giro, torno indietro ed entro. E’ lei! Coperta di polvere, guano, gomme sgonfie. Le guarnizioni stanno saltando via….poveretta chissà come se la sarà passata tutta l’estate, probabilmente al sole cocente…all’aperto….e l’odore di “auto al sole” che emana mi rattrista. Bè, non ci penso due minuti, entro e me la ricompro, anche perché magicamente non aveva neanche percorso trecento metri da quando l’avevamo venduta! L’avevano solo spostata con un carro attrezzi poiché la pompa aveva dichiarato forfait quando mio padre la rientrò…..(era arrabbiata poiché la stava tradendo per un’altra probabilmente, dico davvero, sarà anche una coincidenza…ma….). Nessuno la volle in quei mesi che rimase lì a cucinarsi al sole, alla grandine e alle intemperie estive, neanche i commercianti di auto usate o di ricambi, poiché troppo vecchia, per cui era destino che ritornasse da me! Dopo due o tre giorni la riporto a casa ed inizia un mini restauro conservativo. La faccio sistemare all’officina citroen + multimarca dietro casa dove compriamo i mezzi aziendali, facendole cambiare l’alternatore, facendole fare un bel tagliando, le faccio cambiare i carter freni anteriori che erano rotti e vibravano, faccio revisionare e ricostruire la pompa del gasolio che si era semi bloccata e i pneumatici che erano completamente andati, restando fermi e sgonfi erano da buttare. Non ultimo il tetto apribile. Il sole aveva fatto dilatare e deteriorato talmente tanto le plastiche e le guarnizioni che si era rotto tutto il meccanismo, ed il tetto era pure inclinato collassando verso l’interno, quindi abbiamo dovuto ripristinare tutto il sistema originale, ricostruendo i pezzi che si erano rotti. Io sono maniaco dell’originalità dell’auto avendo avuto tre cinquecento degli anni ’60…..si cambiano i pezzi solo se è strettamente necessario. Poi passa in carrozzeria e la faccio sistemare un pochino ritoccando qua e là la vernice. E poi dopo qualche migliaio di Euro ben spesi tra manutenzione, gomme, passaggio di proprietà, carrozzeria ecc, la riporto a casa, in azienda. Mio padre quando la vide disse: “ ma che cavolo hai combinato??????? Ancora qua è tornata??????” però aveva gli occhi lucidi. Da allora è sempre con me, a periodi alterni di utilizzo più intenso e più blando. E’stata la mia unica auto per quasi 8 mesi quando ho venduto la MINI nel 2013, poi l’ho principalmente utilizzata per lavoro fino al 2017, quando la misi in magazzino coperta e al calduccio, con 499.128km al conta km. Le ho solo fatto girare il motore ogni tanto, accendendo fari, clima, ecc. Fino a circa tre settimane fa….quando ho deciso che era ora di riutilizzarla un po’. La porto su, olio e filtro di rito, la assicuro e via. Tre anni ferma….e funziona tutto come se non fosse stata ferma neanche un’ora. Che macchina, davvero……che macchina eccezionale. Brava BMW. In neanche due settimane le ho fatto mille km, culminati domenica con il traguardo del mezzo milione. Se avessi continuato ad usarla, senza comprare la A1 TDI e la S1, o la 120d E87 nel 2014, probabilmente avrebbe circa 800mila km adesso. Domenica, decidiamo di raggiungere mio suocero per una sciata in Val Gardena, non è molta strada da me che abito in provincia di Treviso, ma sono comunque 400km. Sacca portasci infilata dietro i sedili anteriori) non ho il dispositivo di carico passante dal bagagliaio purtroppo), bagagliaio pieno di sacche e via! L’auto è lenta in ripresa, ma a me sembra di essere tornato a quando avevo 14 anni. E’ stata davvero una gioia portarla a spasso, e devo dire….faceva la sua porca figura in parcheggio…..accanto ad una F10 e a d una G30 che ho poi trovato la sera nel parcheggio dell’Alpe di Siusi (vi metto la foto qui sotto). Detto questo, per me è probabilmente l’unica auto che non venderei mai, neanche se mi offrissero 100mila euro. Certi ricordi di famiglia, certe avventure, occasioni, serate….per quanto mi riguarda non varrebbero tutto l’oro del mondo. La mia ragazza la adora…la preferisce sia alla M140, sia alla S1…poiché è una macchina più semplice e perché corre meno, ma soprattutto, le piace tanto poiché dice che è comodissima e ci si dorme benone reclinando un poco il sedile durante le trasferte autostradali. Ma la cosa certa è che non la venderò mai, neanche quando i diesel non potranno più circolare. Il suo posto è con me, nel mio garage. Ora dorme in azienda…..spero di riuscire a farmi una casetta prima o poi…che abbia un garage che riesca ad accoglierla assieme alle altre. Ora ho un dubbio, vorrei tanto farla rifare da cima a fondo. Tra carrozzeria, interni, tappezzeria, pixel del quadro che vanno e vengono ecc, dovrei mettere in prevenetivo circa 10 mila euro + manodopera. Però….è anche vero che l’aria un po’ vissuta le dona, sono come le rughe attorno gli occhi, che vengono definite (la mappa della vita di ognuno di noi). Sono fautore dell’originalità….mi piacerebbe riportarla a nuovo di fabbrica…ma al contempo non vorrei “perdere” quell’aria di esperienze e vissuto, a testimonianza di tante cose fatte assieme. Alla fine…ci sono voluti ventitre anni per plasmarla! Voi che fareste?????????? Il mio progetto ora è di portarla a Monaco di Baviera, voglio visitare il Welt e poi portarla a Dingolfing, dove è stata prodotta…a farle respirare di nuovo un po’ l’aria di casa quest’estate. Ora come vedete qui sotto, troneggia in parcheggio (la location non è il massimo poiché stiamo facendo dei lavori…ed è sporchetta dopo la trasferta di domenica………) assieme alla 530d di mio fratello e alla mia M140. Un giorno farò una bella foto di famiglia…anche assieme alla Ghibli. Per me lei è un pilastro, c’è sempre stata (alla fine due terzi esatti della mia vita li ho passati con lei) e sono contento di averle evitato una fine ingloriosa, magari in mano a qualche commerciante di ricambi dell’est Europa. Per me lei è semplicemente la “cinque”, “la cinquona” o “il cinque” come la chiama ancora mio padre. Lei è una 525tds che non fa altro che sottolineare il tempo in cui la BMW sapeva davvero fare grandi auto, nate per durare sia qualitativamente, sia meccanicamente, sia esteticamente. Per me la E39, ma anche la E38, la E46 e la Z3…. sono ad oggi, le migliori di sempre, pur con alcuni difetti. Non sono le migliori per prestazioni, ma sono le migliori per l’aria di “ben fatto” e di “qualità” che trasudano ancora oggi. BMW oggi è qualcosa di diverso, al passo con il mercato, e ne sono un fan e aficionados poiché ho avuto la fortuna di poter crescere assieme ad una delle loro più belle berline. Per cui…..ben tornata nuovamente per strada mitica “cinque”. Se domenica qualcuno di voi passa per la Val di Fassa tra il San Pellegrino e Moena….e becca una 525tds nero interni beige targa AT-FV con una sacca portasci (dell’Audi ) che sbuca dai sedili posteriori….. saprà che sono io ! Le foto qui sotto dimostrano come si presenta oggi (e su una foto potete scorgere anche la 530d di mio fratello), lo stato del volante…o del cielo dell’abitacolo la dicono lunga……ma per me, è bellissima anche così…..vedremo tra un po’ se riportarla a nuovo…..magari aspetto anche i vostri commenti in merito. Ora però…..che vi siete presi tutto questo pistolotto…..attendo di leggere le storie delle VOSTRE chilometrate. Non importa se sono delle Panda o se sono delle purosangue di Maranello. Poiché fanno tutte parte della nostra comune passione….e delle nostre rispettive famiglie e vite. Forza…..tocca a Voi!
  4. 27 points
    Cari amici forumisti, come avevo parzialmente anticipato, dopo 9 anni di onoratissimo servizio, senza problemi di rilievo (ma approfondiro') ho deciso di cambiare la mia auto. Vi tediero' con un bel post lungo e me ne scuso in anticipo Come alcuni di voi sapranno, avendola spesso citata, avevo una Scirocco 1.4 TSI 160 cv del 2011, di uno sgargiante Viper Green, comprata nuova quando avevo cominciato a lavorare da un annetto. La vettura e' stata mia fedele compagna per 9 anni, accompagnandomi nel mio percorso di vita e di crescita, tra l'altro anche al mio matrimonio. Nonostante la famigerata nomea del 1.4 TSI Twincharger, ho raggiunto i 117.000 km senza cambiare motore, con consumi di olio sempre contenutissimi. Fatto solo manutenzione regolare (i tagliandi biannuali VW), cambiato le lampadine anabbaglianti (funzionanti) una volta, una luce di posizione anteriore fulminata pochi mesi fa, i pistoncini di plastica che sollevano il cofano bagagliaio una volta (rotti uno dopo l'altro a distanza di pochi mesi intorno al quarto anno), le pastiglie una volta, le gomme ne ho usate 3 set (le originali Pirelli Cinturato, un set di invernali e un set di estive Bridgestone S001). Problemini avuti: rumorosita' portellone posteriore, risolta regolando la lunghezza dei pistoncini (quelli che poi si sono rotti) rumorosita' dal finestrino/pannello porta lato guida....problema comune per quelle vetture, mai risolto....non ho mai voluto smontare la porta per sistemarlo. Adesso da qualche mese cominciavo a sentire un po' di vibrazioni soprattutto al minimo, seppure il minino non oscillasse (ma era molto basso, meno di 700 rpm). E in prima accelerando a frizione premuta sentivo come un fruscio, come qualcosa che sfregasse, non ho capito se era la frizione del volumetrico o gli ingranaggi della prima stessa. Comunque la vettura mi ha soddisfatto quasi completamente, mi ha pianto il cuore a darla via, avessi potuto l'avrei tenuta. Le dedico qualche foto commemorativa scattata negli ultimi giorni. Ci ho lasciato un pezzettino del mio cuore. Considerando il timore di eventuali manutenzioni estensive, e la voglia di cambiare dopo 9 anni, stavo da un annetto guardandomi intorno. Non sono ancora per il suv o la berlina. Volevo qualcosa a due/tre porte e possibilmente migliorativo. Avessero dato un'erede alla Scirocco, penso che l'avrei presa. Purtroppo la scelta e' sempre piu' ristretta, soprattutto a 2/3 porte. Ho quindi guardato alle hot hatches, ma nessuna mi ha scaldato il cuore completamente. In particolare mi piaceva la Mercedes A35 AMG che ho preventivato. Come soluzione piu' economica stavo tenendo d'occhio la Focus ST ma sotto alcuni aspetti (solo manuale, dashboard identico alla Fiesta) non mi convinceva. Speravo nella Golf 8 GTI, ma mi ha del tutto deluso. Ero davvero interessato alla Ford Mustang, auto alla mia portata, iconica e dalla linea distintiva, almeno qui in Italia. Avevo fatto preventivo e test drive, purtroppo Ford ha deciso di cassare la Ecoboost automatica, e di ridurre di altri 20cv la potenza del motore (gia' scesa da 313 a 291cv col GPF). Infine la valutazione della permuta era simbolica. Girovagando in rete alla ricerca di alternative, mi ero imbattuto in una rete di concessionarie del nord Italia (non faccio nomi per non fare pubblicita') che prometteva BMW M2 nuove da immatricolare a 58.500 euro. Trattando al telefono e con la permuta mi avevano proposto una M2 Competition nuova a 56.500 euro. Era un prezzo interessante, ma leggermente al di sopra del mio budget, e in piu' c'era la mazzata del superbollo, cosi' avevo promesso che ci saremmo riaggiornati dopo le feste. Continuando a guardare video relativi alla vettura, leggere prove, ecc, in realta' la M4 pur prossima alla sostituzione mi piaceva di piu' come estetica e per il maggiore tiro in alto. Mi sono cosi' imbattuto in un annuncio di un usato (normalmente mi piacciono le auto nuove). Una M4 Competition Package immatricolata a dicembre 2017, con 4600km soltanto. Venduta nuova da loro stessi (o meglio era in leasing), prezzo su strada da nuova da fattura, 107mila euro. Richiesta 58.500 piu' passaggio di proprieta', e disponibilita' alla permuta. Li contatto, l'auto sembra come nuova in foto, gli dico della mia Scirocco, si propongono di valutarmela. Dopo un paio di giorni vengono fuori con la loro proposta: prenendo la Scirocco, si chiude a 50 piu' 2k di passaggio di proprieta'. Includono tagliando da eseguire pre consegna. Da documentazione fornita, l'auto ha bollo e superbollo pagati fino ad agosto 2020. Tanto basta a convincermi, sbrighiamo le varie formalita' e il 23 gennaio vado a ritirarla lasciando la mia amata Scirocchina. Ve la presento qui di seguito: L'auto e' meravigliosa sia fuori che dentro, potendo l'avrei voluta Sakhir Orange o Yas Marina Blue, ma e' usata e quindi tant'e'. Causa lavoro all'estero, ho fatto a tempo a prenderla e portarla a casa. Un paio di trasferimenti autostradali per ora. Adesso torno a lavorare, ma dopo vi posto le prime impressioni.
  5. 26 points
    Ho fatto invadere il sistema di videosorveglianza del comune. Ecco quello che ne è emerso.
  6. 24 points
    Poggiabraccio lilla su carrozza blu! No ma dico, si sono bevuti il cervello? Solita Alfiat.
  7. 24 points
    *viene avvistata la prima Giulia GTA* Server di Autopareri:
  8. 24 points
    Ragazzi, perdonate la mia ignoranza ma non seguo le vicende dei singoli siti produttivi, non riesco ad appassionarmici, anche se so quanto siano importanti per tante famiglie... Quindi state dicendo che nello stesso stabilimento si produrranno 500e e Maserati Levante? Quindi se qualche operaio si distrae un attimo, potrebbe uscirne fuori una roba del genere?
  9. 23 points
    Da oggi c'è anche la mia L'auto migliore del mondo
  10. 22 points
    Che la plancia possa avere un andamento simile? Ho aggiunto una versione colorata Mi sono impegnato 10 minuti in più
  11. 21 points
    Questa macchina sta invecchiando D I V I N A M E N T E. Non fosse per la componentistica interna che per buona parte arriva direttamente dalla precedente Panda o dalla Punto 199 (cosa che peraltro 90% degli utenti ignora) non sembra minimamente un'auto presentata 13 anni fa.
  12. 21 points
    Minchia non hanno ancora nemmneo annunciato che annunceranno qualcosa ed e' gia' una merda fotonica. ANNAMO BENE.
  13. 20 points
    Un po' di nuove foto URBAN
  14. 19 points
    Ragazzi siete fantastici!!! Avete già decretato che è un cesso da una foto sfuocata di un auto bianca... vi voglio troppo bene
  15. 19 points
    mah le foto dei muli sponsorizzati che dici tu, quelle finite sulle riviste per intenderci, di solito sono ufficiali. Nel senso che se le fanno gli uffici stampa delle case e poi le girano alle riviste/siti con le cartelle stampa. Ho un conoscente che ogni tanto fa ste menate. questa è una foto sgranata presa da qualcuno che passava. In più mi pare che nel gruppo di foto ce ne siano anche attaccate bene. Detto questo, machissenefotte veramente dai.. stiamo parlando di un pezzo di adesivo su un muletto pieno di altri pezzi di adesivi Un po’ di tempo fa sulla gravellona toce mi son beccato i soliti muli del gruppo e un tester che pisciava. I soliti tester dilettanti che non verificano a priori lo stato della propria prostata
  16. 19 points
  17. 19 points
    Sono l’unico a cui piace la plastica dentro? La trovo un’idea originale e alleggerisce molto il disegno del posteriore
  18. 18 points
    La cosa positiva di questa seconda sessione è che siamo finalmente davanti alla williams. Se nel 1993 qualcuno mi avesse detto che un giorno la ferrari sarebbe stata davanti alla williams lo avrei preso per pazzo
  19. 18 points
    E' l'ultima versione della Giulia prima che chiudono Grazie a Tutti Arrivederci/Addio
  20. 18 points
    Stanno adottando la stessa filosofia vincente di Porsche con 911, di Mercedes con G Wagen , VW con Golf e di Jeep con Wrangler, dove si cambia tutto per non cambiare niente! Aspetterei di vedere il risultato finale comunque...
  21. 18 points
  22. 17 points
    Alcuni fermoimmagine della Tonale presi da un nuovo video de La Repubblica postato su YouTube riguardante la Plant Academy di Pomigliano.
  23. 17 points
    O MIO DIO E' nella storia su canale ufficiale IG, c'è anche rombo del v6
  24. 17 points
    non mi è mai capitato di trovare metodi diversi in qualsiasi campo, almeno negli ultimi 10 anni
  25. 17 points
  26. 17 points
    Alla Mille Miglia correrà anche la Giulietta del 2010 perché rientra nella categoria!
  27. 16 points
    Lei non mi è sul pezzo. 462 pollici cubici (7 litri) un compressore volumetrico da 3.0 litri e una potenza di 1000 CV. Fanculo l'elettrico
  28. 16 points
    Mi sento chiamato in causa. Con la mia precedente Alfa 147 ho percorso, da settembre 2002 a novembre 2018, la ragguardevole distanza di 584084 km. L'ho presa a luglio 2002. Avevo in mente di prenderla già da un po', ma i prezzi erano alti e gli sconti minimi. A fine luglio mi è capitata un'offerta imperdibile: finanziamento sul 50% a interessi zero da parte di Alfa Romeo, in scadenza, e concessionario lontano da casa (Giulianova, adesso vende Peugeot... almeno tra un po' torna in casa ) che mi ha fatto quello che allora era uno sconto irripetibile (2000€ sul listino). Allestimento Connect, cioè la Progression con in più navigatore e pomello cambio e volante in pelle, stesso prezzo della Distinctive. Accessori solo antifurto e metallizzato, grigio Africa, lattoni da 15". Prezzo finale circa 21800€ se ricordo bene. Di storia non ce n'è granché, anche se l'ho presa da celibe e l'ho cambiata dopo 13 anni di matrimonio... Alla fine la maggior parte del suo servizio l'ha fatta sul percorso casa-lavoro. Mi ricordo che appena presa avevo l'abbonamento ai tamponamenti, per fortuna sempre con ragione, uno addirittura in retromarcia. Dopo 5 anni avevo cambiato 3 paraurti e 2 parabrezza, mi pare. Uno solo, per stanchezza, l'ho causato io tornando dal lavoro non avendo visto la fila che si era fermata. Devo dire che anche se andavo molto piano ho fatto un bel danno, ho sbattuto l'auto davanti a me (una Yaris mi pare) addosso a quella ancora davanti. Ovviamente nessuno si è fatto niente. Il grosso del casino l'ho combinato dopo: ho preso il GRA con la tamponata che, a mia insaputa, aveva fatto rientrare il gancio di sicurezza del cofano che in velocità si è sganciato sbattendo il cofano su parabrezza e tetto. Una piccola toccata, in questo modo, si è trasformata in 3000 euro di danni, che poi sono riemersi in futuro perché la parte riparata (cofano e parte anteriore del tetto) ha cominciato a perdere il trasparente e ad arrugginire. Il bello è che ho fatto il resto del percorso fino alla carrozzeria guardando sotto la fessura del cofano che era rimasto spalmato sul parabrezza. In tutto questo ho cambiato 3 volte la frizione: la prima volta per rottura credo dello spingidisco, in garanzia; la seconda dopo 250000 km; la terza dopo circa 130000 ma per errore, perché slittava ma la colpa era del circuito di controllo che aveva una bolla d'aria a causa del cedimento della pompa. Altri interventi, turbina e pompa alta pressione ricondizionate nel 2017; ammortizzatori sostituiti una volta intorno ai 190000 perché ne avevo piegato uno sul marciapiede, la seconda volta a 500000 passati con i Bilstein B4, infatti l'ho data via con quei 4 ammo nuovi... più che altro perché tutti mi dicevano di cambiarla, se fosse stato per me avrei sostituito il motore e sistemato la carrozzeria nei punti dove era stata riparata male. Le foto sono del 2017, prima che iniziasse a rovinarsi la vernice su cofano e tetto, in uno dei rari momenti in cui era pulita (appena lavata). I cerchi in foto, con le estive, li ho presi dopo a uno sfascio da una 156 Sportwagon Selespeed azzurro nuvola. Notare il grip da racchette sul volante a causa della pelle sbriciolata. Ho tolto le targhe perché è tuttora immatricolata.
  29. 16 points
  30. 16 points
    Avete potenziato i server? @J-Gian
  31. 15 points
  32. 15 points
  33. 15 points
    guarda, non discuto le strategie in termini di prodotto. il mercato dell'auto attraversa una fase caotica e difficile e chi ci azzecca è bravo. però. un nome è un nome e un nome come Panda è un patrimonio. io ho a che fare quotidianamente con aziende che lottano coltello tra i denti per farsi un nome. che quello da solo vale mezzo successo sul mercato. se hai un nome come Panda e decidi di cassarlo solo perché il prossimo prodotto sarà un po' diverso scusa ma non hai capito un cavolo. perché Panda la ricollochi, la fai più grande, la fai elettrica, la fai grossa il doppio... ma il nome Panda lo tieni, lo riusi, lo ricicli. altroché. (anche l'attuale 500 ha nulla a che far con la vecchia, ma è un marchio che ti fa vendere tre modelli per svariate centinaia di migliaia di pezzi/anno).
  34. 15 points
    La smettete di posizionare Peugeot alla pari di Alfa Romeo e Maserati, per favore? Non sapete che c'è gente sensibile in questo forum?
  35. 15 points
    Sono perplessissimo. Ma credo venderà senza tanti problemi. A mio gusto, avrei introdotto questo stile
  36. 15 points
    E poi il portatarga e i fari ricoperti di scotch nero non si possono vedere, io non so a cosa pensano quelli di FCA quando disegnano le auto e come fanno a mandarle in giro in questo modo! E' una vergogna!
  37. 14 points
  38. 14 points
  39. 14 points
    In realtà il bello è proprio quello, ovvero lo stacco con il particolare che risalta. Poi per carità, sono gusti.
  40. 13 points
  41. 13 points
    Io aspetto con ansia il commento di Pawel72
  42. 13 points
  43. 13 points
    L'hanno nascosto troppo bene mi sa. Sono stati tutta la mattinata a cercarlo dentro al cofano motore.
  44. 13 points
  45. 13 points
    Sono a posto con le cotture o taroccano pure quelle?
  46. 12 points
    Non ci vedo niente di bello. I francesi sono convinti che il barocco estremo li consacri come re del car design. Non capiscono una sega.
  47. 12 points
    Secondo me il discorso non è tanto se la gta sarà a al solone di Ginevra, quanto se il salone di Ginevra sarà a Ginevra
  48. 12 points
  49. 12 points
    Per chiudere/fermare lo stabilimento Serbo secondo me aspettavano solo la scusa buona..............
  50. 12 points
    Alfisti dopo avere letto 1532 pagine sul futuro dell’Alfa Romeo.
This leaderboard is set to Rome/GMT+01:00
  • Newsletter

    Want to keep up to date with all our latest news and information?
    Sign Up
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.