Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it
LucioFire

Circolazione moto 125

Recommended Posts

LucioFire    2591

Allora...pur essendo vecchio,ho deciso che è giunto il momento di avvicinarmi alle 2 ruote. Sono la mia passione assieme alle 4, ma per un motivo o l'altro che non sto qui a spiegare solo ora mi si è presentata la possibilità di realizzare questo mio sogno.

 

Allora sono in procinto di acquistare un 125 stradale. 

Avevo letto che erano state fatte proposte di legge per farli andare in superstrada come avviene in Europa.

Proposta prima passata ma poi credo bocciata. 

Voi ne sapete di più?

Mi è venuto in mente perché si potrebbero creare situazioni particolari o strane viaggiando.

Vi spiego...nella superstrada e45 falle mie parti c'è un tratto percorribile pure da 125 e 50.

Da quello che so all'ingresso di quel tratto non ci sono i divieti classici.

Ma purtroppo non c'è nemmeno un segnale che appunto segnali che bisogna uscire una volta finito il tratto.

Praticamente uno si ritroverebbe a viaggiare su una strada in cui per legge non può stare.

Da qui è nata una discussione con un mio amico.

Io so che se ti beccano in superstrada col 125 ti fanno 40 euro di multa e ti tolgono punti sulla patente. Ma io di scooter 125 ne vedo tanti lo stesso. 

A livello assicurativo cosa succede?  Io penso che se fai un incidente in superstrada e tu non dovevi essere li,l'assicurazione non paga. Il mio amico dice il contrario.  C'è una cena in ballo :D

Però poi mi è venuto in mente...se io mi trovassi inconsapevolmente in superstrada (o tratto in inganno o per errore mio) che succede se capita un incidente?

No perché finché circolerò sulle strade limitrofe non ci sono problemi perché le conosco...ma se vado a fare qualche giro ad ampio raggio?

C'è un modo per essere coperti in ogni situazione?

Ed esiste una mappa che fa vedere tutti i tratti di superstrada percorribili anche dai 125?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Nicola_P    954

Cioè da te ci sono strade extraurbane principali non segnalate da questo:

 

2000px-Italian_traffic_signs_-_Inizio_st

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
LucioFire    2591

Un pezzetto di alcuni km dell'e45 consente (o consentiva ora non sono più informato) di accedere alla superstrada fino ad arrivare a Sansepolcro. I ragazzini infatti ci andavano a tirare i cinquantini.

Il limite passava da 110 a 90.

Però non c'è mai stato alcun cartello che intimasse di uscire a Sansepolcro una volta imboccata la strada. 

Teoricamente tu potevi accedere alla superstrada da San Giustino e se seguivi alla lettera i cartelli, in teoria arrivavi a Cesena :D

Se uno abita fa quelle parti lo sa che tocca uscire a Sansepolcro, ma se uno vien da fuori?

Per questo mi chiedevo cosa succede, dando per scontato che non credo sia l'unico caso in Italia no?

1 ora fa, Nicola_P dice:

Cioè da te ci sono strade extraurbane principali non segnalate da questo:

 

2000px-Italian_traffic_signs_-_Inizio_st

 

L'unica spiegazione che mi viene in mente è che per 5km la e45 cessi di essere superstrada per poi tornare superstrada.

Da quello che ricordo l'avevano fatto per evitare i molteplici incidenti che si verificavano lungo la via interna... Così mi hanno detto almeno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bik    845

Io ti consiglio una moto/scooter di almeno 150cc per circolare tranquillamente nelle superstrade, considera il 125cc solo se l'uso è prettamente cittadino o a breve raggio.

Uno scooter 150cc paga meno assicurazione rispetto al 125cc, e in qualche anno hai ripreso i soldi spesi per l'esame di guida per la patente A.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mariola    462
52 minuti fa, bik dice:

Io ti consiglio una moto/scooter di almeno 150cc per circolare tranquillamente nelle superstrade, considera il 125cc solo se l'uso è prettamente cittadino o a breve raggio.

Uno scooter 150cc paga meno assicurazione rispetto al 125cc, e in qualche anno hai ripreso i soldi spesi per l'esame di guida per la patente A.

Se deve farli, non so l'età di Lucio, ma chi ha preso la patente B prima di una certa data (che mi pare cada nell'anno 1987) ha di diritto anche la patente A illimitata.

Per me per esempio è così (ma io avevo per giunta anche preso la patente A, che allora era unica, a 16 anni). 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bik    845
Inviato (modificato)

Con patente B si possono guidare:

 

- Se la patente B è conseguita prima del 1/1/1986 tutte le moto, anche all'estero.

- Se la patente B è conseguita dal 1/1/1986 al 25/4/1988 tutte le moto in Italia, per l'estero occorre un esame di guida per la A.

- Se la patente B è conseguita dal 26/4/1988 al 30/9/1993 moto fino a 125cc solo in Italia.

- Se la patente B è conseguita dopo il 30/9/1993 nessuna moto è guidabile, solo ciclomotori.

 

http://www.moto.it/patenti-normative/quale-moto-posso-guidare-con-mia-patente.html

Modificato da bik

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
LucioFire    2591
2 ore fa, bik dice:

Io ti consiglio una moto/scooter di almeno 150cc per circolare tranquillamente nelle superstrade, considera il 125cc solo se l'uso è prettamente cittadino o a breve raggio.

Uno scooter 150cc paga meno assicurazione rispetto al 125cc, e in qualche anno hai ripreso i soldi spesi per l'esame di guida per la patente A.

Purtroppo o per fortuna sono più giovane. 

32 anni.

Scooter proprio no. Vorrei la cosa più simile a una moto vera.

Considerate che non ci devo lavorare, è uno sfizio... Ma non mi sento pronto a prendere la patente e una moto grossa.

L'unica possibilità è un 125 a marce. 

Per i dubbi di cui sopra, che mi dite?

 

In un articolo del sole 24 ore dicono che i 125 possono andare in superstrada di già, in autostrada no.

Ma i cartelli che vedo io dicono il contrario.

Come ho detto questa discussione con il mio amico mi ha fatto venire questi dubbi. 

Se io per sbaglio (di sicuro non volontariamente)  mi ritrovo in una strada che non posso percorrere,  cosa succede a livello assicurativo?

C'è una polizza che copre sempre e comunque? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bik    845
Inviato (modificato)
31 minuti fa, LucioFire dice:

Purtroppo o per fortuna sono più giovane.

32 anni.

Scooter proprio no. Vorrei la cosa più simile a una moto vera.

Considerate che non ci devo lavorare, è uno sfizio... Ma non mi sento pronto a prendere la patente e una moto grossa.

L'unica possibilità è un 125 a marce.

Per i dubbi di cui sopra, che mi dite?

 

In un articolo del sole 24 ore dicono che i 125 possono andare in superstrada di già, in autostrada no.

Ma i cartelli che vedo io dicono il contrario.

Come ho detto questa discussione con il mio amico mi ha fatto venire questi dubbi.

Se io per sbaglio (di sicuro non volontariamente)  mi ritrovo in una strada che non posso percorrere,  cosa succede a livello assicurativo?

C'è una polizza che copre sempre e comunque?

 

Per la guida dei 125 hai verificato in motorizzazione che puoi guidarli? Le patenti B che possono guidare motocicli fino a 125cc sono quelle rilasciate prima del 30/09/1993.

Riguardo alla circolazione in autostrada e tangenziale la proposta di legge non è passata, quindi non si può circolare.

 

http://heavyrider.corriere.it/2015/03/12/le-moto-125-in-autostrada-un-sognosallontana-il-nuovo-codice-della-strada/

 

Riguardo alla copertura in caso di incidente con 125 in autostrada/tangenziale, premesso che, in caso di incidente in moto in autostrada, la copertura assicurativa passa MOOOOLTO in secondo piano rispetto a quello che potrebbe succederti in quelle condizioni, per le assicurazioni normalmente viene considerata come una violazione al codice della strada, in pratica come un mancato rispetto della precedenza, ma, se la moto è in regola per la circolazione, la copertura è valida, ovviamente salvo gravi colpe della controparte la violazione comporta la colpa del sinistro, ma la rivalsa non viene esercitata, come nelle condizioni in cui non è consentita la circolazione (patente non valida, revisione scaduta da molto tempo, guida in stato di ebrezza), comunque sarebbe meglio approfondiere la cosa con la tua assicurazione.

Modificato da bik

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Risposte

    • Guarda, ti dico come ragionerei se stessi scegliendo per me. Date le basse percorrenze e l'uso moderato non escluderei in tronco il 1.0; però alla fine non mi convince perché stiamo parlando di una macchina comunque di un certo peso. Non è esageratamente cicciona ma resta comunque una segmento C moderna. Fosse una Up o una Polo magari mi metterei più l'anima in pace, ma una Golf me la vedo molto meglio con un motore meno strozzato, e quindi andrei sul 1.4 senza pensieri. Non per fare le corse ma per la piacevolezza della guida di tutti i giorni. E la volta che devi andare in autostrada la differenza si sente tutta.
    • Francamente mi puzza parecchio la motivazione "filtro antiparticolato" per la rottura di un motore, per giunta utilizzato correttamente da diesel.
      Strano anche che dopo la rottura non ti sia apparso almeno un messaggio di pressione olio insufficiente (la classica spia rossa per capirci). Per i 2,5 litri di olio, potrebbe essere un consumo quasi accettabile in rodaggio 1,25litri ogni 10.000km. Ho visto auto fare ben peggio e non in rodaggio (1.4TSI spinti e 2 litri TFSI Audi ad esempio).
      Sarebbe stato molto piu professionale da parte del capoofficina invitarti a controllare/passare in officina per controllare l'olio, ed anche gli altri liquidi piu frequentemente nel primo periodo di rodaggio del nuovo motore. Dubito comunque sia quella la causa della successiva rottura. Le quantità in gioco non sono talmente alte da far pensare subito a problemi di quel tipo. Potrebbero essere anche quantità "fisiologiche del primo periodo". Anche qui, strano non ti sia apparso un messaggio di livello olio insufficiente (messaggio diverso da quello che ho messo sopra) con praticamente quasi mezza coppa vuota. Potrebbe esserci anche qualche problema di sensori.
      A parte questo tu la riparazione l'hai pagata, quindi hai diritto alla garanzia di 2 anni sul nuovo motore e le altre componenti sostituite. L'unico problema di ciò è che dovresti portare l'auto al concessionario che ti ha sostituito il motore. Se hai tutti gli incartamenti necessari, rivolgendoti a un legale non dovresti avere problemi a vederti riconosciuta la garanzia su un motore di 20.000km e 7 mesi a quanto ho capito. Resta da capire cosa faccia rompere il motore. Probabilmente qualche componente che si è rotta la prima volta e non è stata sostituita. Mi vengono in mente swirl e simili, ma è talmente banale che l'officina ci avrà sicuramente guardato.
      Il comportamento di LR è tipico da chi se ne sbatte una volta terminata la garanzia, e legalmente la cosa è purtroppo inappuntabile. Le riparazioni in cui contribuiscono specie se non sono problemi endemici (es. BMW con le sue catene di distribuzione) sono a loro totale discrezione. Sono in buona compagnia comunque. Sempre per il gruppo JLR ricordo non molto tempo fa un alto utente avere problemi simili di assistenza su jaguar. Non che con altri marchi sia diverso.

      Condivido quanto detto dagli altri sopra. Se l'aspetto affidabilità e perdita di tempo prevalgono sul lato economico conviene, se si predilige la proprietà tenere l'auto fino che non scade la garanzia (eventualmente facendo garanzia estesa) poi sostituirla cosi ogni 3/4 anni si cambia auto con ancora un valore residuo accettabile e non ci smazza troppo. In alternativa un NLT. In questo modo l'auto è un mero servizio a tua disposizione, e se si guasta gliela lasci li e tu ne pretendi un'altra funzionante.
       
    • Really ? Something's changed ? Redriderbob told 2019 and Cassino in the same sentence if I recall correctly. It turns out I'm wrong I guess 
    • Or as Allpar says... Dodge Journey will be RWD on Giorgio produced in Canada together to other bigger Dodge models on Giorgio. Nothing sooner than calendar year 2020. So MY2021.

      IMO, I would not like model on compact platform in Europe.  IMO, not just because of price. Also weight, space inefficiency due to V6 engine... 
      Also there is no Compact platform plant in South America and Mexico. So a car on a Compact platform would be to expensive in Brazil.
    • Mi son perso più o meno a metà discorso... 😅😂
  • Discussioni

×