Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 12/13/2018 in all areas

  1. 11 points
    Si però in Fiat certe cose se le chiamano. Guardavo la Y, invece di fare lo sforzone di adeguarsi visto che già non brillava, sulla elefantino blu hanno messo i poggiatesta posteriori optional e airbag laterali non disponibili. Bisogna salire per poterli avere. Se gliela ritestano a quella danno -1 stella e farebbero bene perchè invece di progredire, tolgono pezzi (esattamente come con punto). A voglia a fare complottismi su euroncap... Neanche da dire che è perchè oramai va via a peso. Primo perchè non è vero, secondo nessun altro costruttore è mai arrivato a tale livello di pezzentismo.
  2. 10 points
    Il problema è : 6 anni fa, panda era una delle auto più sicure in commercio 4 stelle euroncap. Oggi a test cambiato, una bara ambulante. Chiaro che, al di là delle reali mancanze, qualche dubbio venga. P.s. Io giro con un'auto che 10 anni fa aveva 5 stelle, oggi, per euroncap immagino sia sicura come una passeggiata sul Piave nel 1918 .?
  3. 9 points
    La Panda non è una bara ambulante e, se FIAT volesse, ci sarebbero pure gli estremi per diffamazione.
  4. 8 points
    Infatti la Panda vende in Italia il triplo della Ypsilon, stessa auto (più o meno) con il marchio Fiat.... A parte questo, le ultime pagine sono riassumibili con "l'euro NCAP odia Fiat, i tedeschi sono raccomandati, i francesi sono raccomandati, Clio e Corsa stanno lì con le 5 stelle del 2012, gombloddo" Ora in questo argomento c'è sicuramente una buona parte di verità, ma resta vittimismo, non si va da nessuna parte con questa mentalità, è il ragionamento del 4 preso a scuola per il compito in classe che "tanto è andato male a tutti". Come a voler dire che i francesi sono fortunati a poter fare auto che si smontano mentre povera Fiat che è costretta a fare auto buone per avere riconoscimenti... Nel frattempo Panda 2012 che all'epoca aveva sfruttato un cavillo legislativo (stesso nome della 2003) per non mettere l'ESP di serie che era già obbligatorio per le nuove auto (costo per il produttore 100€), rimasta così fino all'ultimo mese utile Punto impoverita fino alla vergogna (no seat belt reminder e altra roba che non ricordo, unica auto europea a uscire con solo 2 airbag) Ypsilon che ha preso fuoco durante il crash test (successo anche a un utente del forum, coincidenza?) Poggiatesta posteriori optional (esistono altri produttori che lo fanno? Non lo so, comunque quanto costa un poggiatesta?) Anzianità generale del listino che si commenta da sola Pure io se gestissi un ente che valuta la sicurezza delle auto mi accanirei con un produttore così... quando si sono messi a fare buone auto (Giulia) il 98 per la protezione adulti gliel'hanno dato, non l'hanno penalizzato a 88 perché doveva essere inferiore all'Audi A4 che ha preso 89.
  5. 8 points
    Se confermato, significherebbe che è stata l’ACI a proporre la faccenda. Veramente dei geni. In Germania scoppia il merdone del dieselgate e tutte le istituzioni fanno quadrato per salvare l’industria. Noi facciamo a gara a chi glielo butta più in culo. Tafazzi è un fine stratega al confronto.
  6. 7 points
    Purtroppo il grado di consapevolezza della sicurezza del singolo nel nostro paese è da terzo mondo di questo ne dobbiamo prendere atto e cercare di elevare questa consapevolezza. Fornire informazioni fuorvianti, quali ad esempio indicare modelli Up e Clio con elevati punteggi senza riferirsi al fatto che si tratta del vecchio test mi sembra una pagliuzza bella grossa. Tra parentesi, non ho mai detto di girarsi dall'altro lato nel guardare la trave di FCA che deve essere debitamente giustamente pungolata in ottica di elevare la consapevolezza della sicurezza del singolo.
  7. 7 points
    non ha praticamente più un pezzo in comune con quella vecchia a forza di rimaneggiarla. Sarebbe come dire che il q3 che è stato appena sostituito aveva la piattaforma che risaliva a quella del caddy/touran del 2003. Ah no, quello è vero
  8. 6 points
  9. 5 points
    Ma secondo te, non sarebbe loro interesse e piacere venderle così? Ma non ti sorge il dubbio che quelle allestite come dici, le han pur fatte, ma dovute vendere, e non oggi ma 5-6 anni fa, a km 0 a 12mila € che nessuno se le cagava di striscio superaccessoriate? Che, oggi più di altri giorni, sembra scrivano tanti Diogene che han trovato l'uomo.
  10. 5 points
    ...ah beh... se lo dicono loro..............................................................
  11. 5 points
  12. 5 points
  13. 4 points
    Azz, stavolta corrono....? Mazda Motor Italia dà il via alla prevendita della Nuova Mazda3, recentemente presentata al Salone di Los Angeles, riservando ai primi clienti il Celebration Pack, un pacchetto esclusivo di servizi incluso nel prezzo dell’auto, per celebrare coloro che guideranno per primi il nuovo modello che rappresenta per la Casa giapponese l’inizio di una nuova era. Completamente ridisegnata, la Nuova Mazda3 adotta una versione evoluta del design KODO, la cui eleganza si ispira alla filosofia stilistica giapponese, che ne contraddistingue ogni particolare con estrema raffinatezza. La Nuova Mazda3 è dotata della nuova tecnologia SKYACTIV VEHICLE ARCHITECTURE che, insieme ai più moderni sistemi di assistenza alla guida i-ACTIVSENSE, garantisce quello che in Mazda viene definita Jinba Ittai, la perfetta armonia tra uomo e macchina, in estrema sintesi, il vero piacere di guida. La Nuova Mazda3, le cui prime 350 unità saranno disponibili nelle concessionarie a partire da marzo 2019, sarà equipaggiata sin da subito con due motorizzazioni entrambe omologate secondo la normativa EURO 6d-TEMP: 2.0L benzina SKYACTIV-G M HYBRID da 122 CV 1.8L diesel SKYACTIV-D da 116 CV L’unità benzina si distingue per essere la prima motorizzazione Mazda dotata di tecnologia M HYBRID, un sistema mild hybrid con caratteristiche esclusive Mazda. Infatti il propulsore benzina è supportato da un motore elettrico e da una batteria agli ioni di litio da 24V che, unite all’esclusivo sistema di rigenerazione dell’energia in frenata, garantisce elevate prestazioni migliorando il piacere di guida ai bassi regimi e, allo stesso tempo, un’elevata efficienza soprattutto nella guida urbana. Oltre al sistema M Hybrid, il motore è dotato del sistema di disattivazione dei cilindri che, disattivando due dei quattro cilindri, aumenta ulteriormente l’efficienza del motore quando non si richiede un’elevata coppia motrice. Per chi percorre molti chilometri, la Nuova Mazda3 è disponibile anche con il propulsore diesel SKYACTIV-D 1.8L da 116 CV che, grazie all’utilizzo di iniettori piezoelettrici ad alta pressione, a una turbina a geometria variabile e a un rapporto di compressione di 14,8:1, consuma in media solo 4.1 l/100 Km di gasolio con un valore di emissioni di 107 g/Km, pur non necessitando di alcun sistema di riduzione degli ossidi di azoto allo scarico (SCR). Quattro gli allestimenti disponibili, tutti caratterizzati dalla presenza di serie dei più moderni sistemi di assistenza alla guida i-ACTIVSENSE tra cui la frenata automatica con riconoscimento dei pedoni e dei ciclisti, il sistema di mantenimento della carreggiata, il Cruise Control Adattivo con controllo della distanza di sicurezza, i fari anteriori Full LED con controllo automatico degli abbaglianti, il sistema di monitoraggio posteriore del veicolo, il riconoscimento della stanchezza del guidatore e, unico del segmento, l’head-up display, che proietta sul parabrezza le principali informazioni di guida e comprende il sistema di riconoscimento dei segnali stradali. L’allestimento Evolve si caratterizza per i cerchi in lega da 16”, climatizzatore automatico bi-zona, i sensori di parcheggio posteriori e il nuovo sistema di infotainment con display a colori da 8,8” completo di HMI Commander, integrazione per Apple Carplay® e Android Auto®, navigatore e impianto audio Mazda Real Stage con 8 altoparlanti. Di serie anche il nuovo sistema di controllo dinamico dell’auto G-Vectoring Plus che agisce sullo sterzo, sulla coppia del motore e sui freni per ottimizzare la dinamica del veicolo e la sicurezza in ogni condizione di guida. La più ricca versione Executive aggiunge i cerchi in lega da 18”, i vetri posteriori scuri, i sensori di parcheggio e la Smart Key. La successiva versione Exceed comprende i sistemi di assistenza alla guida i-ACTIVSENSE e si arricchisce, quindi, del nuovo sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore, dotato di telecamera e LED a infrarossi per monitorare le espressioni del viso del guidatore, dell’avviso di pericolo anteriore in uscita dagli incroci, della frenata automatica posteriore e della funzione Traffic Jam (Cruise & Traffic System) per il Cruise Control Adattivo, che provvede ad agire autonomamente su acceleratore, freni e sterzo nella guida in colonna. Il sistema arriva a fermare la vettura e poi farla ripartire in modo autonomo nei modelli con cambio automatico. Oltre a questi sistemi, la versione Exceed è equipaggiata di fari a LED a matrice dotati di 20 blocchi indipendenti e delle finiture esterne dei montanti di colore nero lucido. La versione Exclusive è la top di gamma e, rispetto alla versione Exceed, presenta rivestimenti in pelle, sedile di guida regolabile elettricamente, memoria per sedili, head-up display e retrovisori esterni e impianto audio Bose®da 12 altoparlanti e amplificatore digitale. Il 13 dicembre 2018 inizia la prevendita e Mazda vuole celebrare i primi clienti che acquisteranno la Nuova Mazda3 entro il 28 febbraio 2019 con l’esclusivo Celebration Pack. A loro, infatti, sarà riservato un pacchetto esclusivo di servizi incluso nel prezzo dell’auto e del valore di oltre 2.000 Euro: il programma di servizi integrati Mazda Best5 - che estende la copertura dai guasti imprevisti della vettura fino a 5 anni e 200.000 Km - completo anche del ServicePlus Essence che include i primi 5 tagliandi di manutenzione programmata. A tutto ciò si aggiungerà un’esclusiva personalizzazione dedicata ai primi clienti che inaugureranno la nuova era Mazda. Da oggi sono disponibili il listino e la scheda tecnica completa della motorizzazione 1.8L SKYACTIV-D da 116 CV: 1.8L SKYACTIV-D 116 CV EVOLVE 6MT: 25.400 Euro 1.8L SKYACTIV-D 116 CV EXECUTIVE 6MT: 26.100 Euro 1.8L SKYACTIV-D 116 CV EXCEED 6MT: 27.700 Euro 1.8L SKYACTIV-D 116 CV EXCLUSIVE 6MT: 29.350 Euro La versione ibrida 2.0L SKYACTIV-G M HYBRID costerà 2.200 Euro in meno rispetto alla versione turbodiesel e il listino con i dati tecnici omologativi finali saranno disponibili da gennaio 2019 partendo quindi dai 23.200 Euro per la versione Evolve A giugno 2019 è previsto l’arrivo presso le concessionarie dei primi esemplari della Nuova Mazda3 dotata del rivoluzionario propulsore 2.0L SKYACTIV-X, l’unico motore a benzina al mondo in grado di funzionare per buona parte del suo campo di impiego con accensione a compressione tipica del motore a gasolio, sommando i vantaggi di un motore diesel a quelli di un benzina: una superiore risposta dell’acceleratore, consumi contenuti e un motore lineare, silenzioso e dalle basse emissioni grazie all’esclusiva tecnologia Mazda SPCCI (Spark Plug Controlled Compression Ignition). Il listino e i dati tecnici della Mazda3 equipaggiata con la motorizzazione SKYACTIV-X saranno disponibili a primavera 2019.
  14. 4 points
    Non mi stupirebbe. C'è un odio assurdo intorno a FIAT e FCA in genere. Pensala come vuoi. A casa mia è diffamazione. Poi non dare la colpa a FIAT se si rimangia gli investimenti programmati qua in Italia, eh...
  15. 4 points
    Un paese che: cresce pochissimo da oltre 18 anni e in recessione nell'ultimo decennio, con un debito pubblico pronto ad esplodere, dai redditi centro africani, con i giovani disoccupati, con le nascite a zero, un mercato dell'auto del 25% sotto i livelli 2007, una tassazione elevatissima e, ciliegina sulla torta, un governo profeta della decrescita felice. Un luogo ideale per investire.
  16. 4 points
    <IRONIC_MODE>Se FCA chiude baracca o si sposta altrove, sicuramente rimarrà spazio per altri produttori stranieri, che arriveranno in gran numero visto il terreno fertile all'industria, in particolar modo a quella automobilistica. </IRONIC_MODE>
  17. 4 points
  18. 3 points
    Clio si è fatta tutti i 7 anni di carriera senza ADAS e con gli airbag laterali e per la testa integrati in un pezzo unico, per risparmiare, ma i passeggeri posteriori ovviamente così sono privi di protezione. Panda offre entrambe le cose dal 2011. Ora, non voglio difendere Fiat, primo perché non me ne frega una mazza, non ho azioni, secondo perché io per primo ho detto che non offrire certe dotazioni di serie è una poveracciata, che magari ti fa risparmiare 10 euro al momento ma ti causa un danno d'immagine forse anche superiore a lungo andare, mi preme però sottolineare che non è tutto oro quello che luccica, e le magagne sono più diffuse di quanto pensiamo.
  19. 3 points
  20. 3 points
    La curva del tabaccaio si riuscirà a fare solo con due manovre
  21. 3 points
    tra l'altro con l'ala anteriore così larga voglio vedere che fine farà Verstappen con le sue ruotate, sfascerà un ala a gp o si darà una calmata?
  22. 3 points
    almeno la Beta non aveva motore a sbalzo PS: esteticamente mi ricorda molto più questa
  23. 3 points
    Ma cos'è, il loft di Renato Pozzetto?
  24. 3 points
    Ok ma non li aveva neppure 6 anni fa, quando prese 4 stelle. Ps le psa toyota li avevano, tolti col restyling. Fermo restando che dovrebbero esserci.
  25. 3 points
    pulisci la ringhiera dalla polvere. applichi uno sverniciatore potente per metallo. passi la spazzola metallica collegata ad un trapano e la spazzola a mano. usi il dremel per gli angoli e le decorazioni. pulisci il tutto. applichi un fondo antiruggine. vernici la ringhiera.
  26. 3 points
    Sportività due barconi da 495 cm e 505 cm... sono due incrociatori, forse granturismo
  27. 3 points
    Ma un ente indipendente non dovrebbe fare scelte politiche. E qualora le facesse dovrebbero per trasparenza essere ESPLICITE in prima pagina, non spiegate a richiesta, in privato. Che sostanzialmente tra le righe che se Fiat (nemmeno FCA, Fiat) presentasse un modello ogni 2 anni per loro potrebbero pure fare ancora la Seicento....che non la ritesterrebbero mica. Malignamente vien da pensare che i modelli nuovi gli piacciano perchè vengono forniti gratis, mentre i re-test si comprano i 4 esemplari necessari. Sicurezza si, ma dei loro bilanci.
  28. 3 points
  29. 2 points
    Il fatto è che qui non c'è evoluzione tecnologica che tenga, puoi avere le batterie più avanzate del mondo, piccole, leggere, economiche, che si ricaricano in un secondo, ma sempre di tanta energia necessitano per essere ricaricate in poco tempo. A meno di non fare una pila al plutonio come in Ritorno al futuro, l'energia elettrica che deve immagazzinare gliela devi portare in qualche modo. È come il rifornimento che facevano in F1, serviva un grosso tubo ed un'alta pressione per riempire il serbatoio in pochi secondi, non si fanno miracoli in termodinamica, ma neanche in elettrotecnica.
  30. 2 points
    questa cosa è abbastanza indecente. Con quella cabina ci alimenti un ospedale nemmeno piccolo, invece si gioca a caricare i macchinoni elettrici in un quarto d’ora. Credevo che l’auto elettrica fosse nata per essere ecologicamente più compatibile di una tradizionale
  31. 2 points
    Non serve educare il mercato, perchè già lo è. Occorre educare solo fiat, che è l'unica che offre quelle dotazioni inaccettabili.
  32. 2 points
    Negli ultimi due giorni mi e' capitato di parlare con due persone che in passato o attualmente sono stati proprietari di Mclaren. Tra i vari gioielli che hanno a disposizione, uno e' proprietario di una 812 SF e di una AM Vanquish Volante, l' altro di una F12 TDF (appena messa in vendita) ed e' in attesa di una AMG Project one. Tra le varie riflessioni venute fuori a riguardo della esperienza come proprietari di Mclaren, una cosa comune, oltre alla affidabilità' non propriamente a prova di bomba, e' stato il deprezzamento che purtroppo queste auto subiscono, cosa che tocca molto meno (anche se il mercato sta cambiando) le Ferrari. Una considerazione interessante e' stata quella che queste auto moderne, futuristiche e tecnologicamente molto avanzate, hanno un appeal tecnologico ma non un appeal "classico". Da molti vengono viste come un iPhone delle supercar, bello appena esce, ma poi diventa subito vecchio non appena esce la nuova versione. Riflettevamo su questo confrontando una 650S o MPC12 con la 720S e confrontando poi una 458 o anche una F430 con la 488. Le Ferrari hanno tutte un fascino indipendentemente dall' eta', cosa che alle Mclaren ancora non riesce. Chissa' se con la 720S (e con questa stupenda versione spider) riusciranno a superare questo "problema".
  33. 2 points
    Hai ragione, mi ero dimenticato del kers, scusate...dandolo forse per scontato, mi sono espresso molto male e di fretta: volevo dire che ha puntato ad un pacchetto ibrido più semplificato e ad una installazione che lasciasse mano libera alla più spinta ricerca aerodinamica, quello che sarà a mio modo di vedere punto di forza prestazionale della vettura. Lo si nota chiaramente in queste viste, dove si nota che la parte inferiore della vettura è completamente 'vuota' (non vi sono elementi del sistema di raffreddamento, al contrario delle altre hypercar) per incanalare la maggior portata di flusso possibile sotto la vettura (massimizzare è una brutta parola), che finisce poi per alimentare il diffusore posteriore, e di conseguenza il carico aerodinamico. Al contrario la AMG One nella zona piazza un pacchetto di elementi radianti piuttosto imponenete in quella zona, difficile immaginare possa generare altrettanto carico aerodinamico con un 'ingresso' del flusso così limitato. Anche viste da dietro la differenza è rimarcabile: Nessun elemento della meccanica fuoriesce a disturbare il flusso in uscita, con uno sfogo che arriva a superare in quota l'asse della ruota posteriore. Ben diversa la situazione della AMG One, dove anche alcuni elementi inferiori della sospensione posteriore sono 'bagnati' dal flusso in uscita sotto l'estrattore. Sembrano auto di due categorie diverse, probabilmente per le scelte concettuali a monte: non sarei sorpreso se la Valkyrie avesso prestazioni in pista (marcatamente) superiori.
  34. 2 points
    la più bella serie della 190 con questa VW fece il compitino di svecchiare la Golf 2. Risultato così così (sia dentro che fuori), anche se devo dire che la peggiore Golf per me rimane la 5.
  35. 2 points
    Lo stabilimento principale credo sia quello di Brema in Germania, poi c'è quello finlandese, che credo sia una joint venture, dove la produzione è iniziata da poco per far fronte alla richiesta, e poi dovrebbero esserci degli stabilimenti per la produzione locale in Cina, India e non ricordo dove altro. Insomma, non credo che i tempi lunghi per i ricambi dipendano dallo stabilimento.
  36. 2 points
    MB 190 E, già versione post-restyling: VW Golf III 1.4 GL, in buono stato, paraurti posteriore a parte: Mitsubishi Space Wagon II 1.8 GLX: Ford Fiesta MK3 1.3 Newport: Chiudo con una incredibile BMW 502, in questo color crema e in condizioni pazzesche:
  37. 2 points
    Quindi la Panda, che nel 2011, con la vecchia metodologia di prove, ha ottenuto 4 stelle e nell'ultimo test, con metodologia cambiata, 1 stella è una bara ambulante? ? E saresti più sicuro su una Renault Clio? Che ha ottenuto 5 stelle nel 2012, con la vecchia metodologia, e non è più stata testata, ma in compenso ha tolto delle dotazioni di sicurezza? Contento tu. Che la Fiat abbia lesinato sulle piccole cavolate di sicurezza e viene penalizzata per questo ci sta, ma mi piacerebbe sapere anche le altre come sono messe come sicurezza, perché se vado sul sito Euroncap e vedo che la Clio ha 5 stelle e la Panda 1 da sprovveduto posso pensare quello che dici, ma, se cerco di approfondire, la verità è diversa.
  38. 2 points
    Che colpo che ha fatto Hyundai: https://www.rally.it/2018/12/torna-loeb-nel-wrc-rivoluzione-in-hyundai Il Monte2019 sarà decisamente interessante
  39. 2 points
    Le poveracciate FCA sulla sicurezza sono ingiustificabili, penso che su questo si sia tutti d'accordo, ma parlare di "bara ambulante" secondo me è inesatto. Le zero stelle derivano dall'assenza di ADAS e da mancanze che, seppur io stesso ho definito poveracciate, non sono purtroppo tipiche solo di FCA. Per questo io auspicavo retest anche di altri modelli, perché altrimenti sembra che solo il gruppo italiano badi all'economia su certi aspetti.
  40. 2 points
    Giustissimo. Al sud ormai è la regola ma anche qui al nord vedo mamme con bambini in braccio sul sedile passeggero. Allucinante. La mentalità fatalistica del "devo fare poca strada" "tanto cosa vuoi che succeda" va proprio debellata. Gli errori stanno da ambo le parti però è vero che FCA c'ha marciato su alla grande. Hai ragione. Dovevo scrivere "bara deambulante". Ma se lo dico della Fiat Uno turbo invece possono denunciarmi lo stesso? Stiamo parlando di pretensionatiori mancanti e limitatori di carico assenti nei posti posteriori. Quanto gli costava? Dai su...
  41. 2 points
    e degli interni che ne dite meraviogliosi scozzesi
  42. 2 points
    Rispondono semplicemente a quello che l'utenza di quel mercato vuole in questo caso prezzo basso, risparmio alla pompa col GPL e che non sia una Fiat. Non vedo più nessun gruppo insistere sul marketing nostrano con cose del tipo tutta la gamma 5 stelle EuroNCap come succedeva per un certo gruppo appena un decennio fà.
  43. 2 points
    Traducibile con: macchine fatte all'italiana per italiani... bel modo di intendere un prodotto. Comunque le priorità della clientela cambiano, complice anche il marketing di "certa" concorrenza.
  44. 2 points
    Ah ho capito, mi sa che me lo ricordo: era disponibile solo sulle primissime (logo a rombi) e comunque raro. Mi sa che era questo:
  45. 2 points
    Se non è a peso poco ci manca... https://www.autoscout24.it/lst/lancia/ypsilon?sort=standard&amp;desc=0&amp;offer=N&amp;ustate=N%2CU&amp;size=20&amp;page=1&amp;cy=I&amp;priceto=10000&amp;pricefrom=5000&amp;fregfrom=2018&amp;atype=C&amp; Comunque ricordiamo sempre che è un modello venduto in un SOLO mercato dove l'attenzione per la sicurezza passiva non è tra le principali priorità.
  46. 2 points
    Se non fosse per il cruscotto digitale e la manopolona sembrerebbe un interno di una ammiraglia degli anni '90
  47. 2 points
    Senza Giulietta mca a tener su le vendite prima dell'arrivo del C suv, nel 2019 Alfa farà fatica a raggiungere le 100,000 vendite. Anche perché l'ibridazione arriverà solo a fine anno. Si vede ora la conseguenza del blocco degli investimenti per gli ultimi 2 anni della gestione marchionne.
  48. 2 points
    L'appalto per le vetture di rappresentanza blindate attualmente è in mano a FCA Fleet & Tenders, che sta fornendo delle Giulia 2.0 280cv a trazione posteriore con livello di blindatura B4.
  49. 2 points
    lasciando stare i complotti, mi pare evidente che se si va a vedere il sito Euroncap le informazioni sono quantomeno nebulose. prendiamo Up e Panda, entrambe testate nel 2011: Up prende 5 stelle e Panda 4 (sostanzialmente per la mancanza di serie dell'ESP). ovvero due buone auto, sostanzialmente equiparabili in termini di sicurezza. per entrambe il rating risulta "expired" nel 2018: tradotto significa che quella valutazione oggi non ha più valore. se cerco però la scheda della Up mi escono le 5 stelle, e per capire che sono "scadute" devo andare a curiosare nel menù in basso: a un primo sguardo 5 stelle sono e 5 stelle rimangono. Panda invece è ri-testata e con i criteri attuali si becca 0 stelle. ok, ci sta. però. se apro la scheda della Panda mi esce solo il test del 2018, senza nessun riferimento ai testi precedenti. zero stelle e amen. per trovare il test del 2011 devo fare una ricerca, per scoprire che l'hanno testata già tre volte. ma questo sottintende che io già sappia che quei test sono stati fatti, diversamente mi fermo al primo che vedo. ovvero: se sono un utente "ignaro" vedo 0 stelle contro 5, e ne traggo delle ovvie (mo forse non del tutto esatte) conclusioni.
  50. 2 points
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00


  • Newsletter

    Want to keep up to date with all our latest news and information?
    Sign Up
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.