Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

Quanto ti piace la Jaguar E-Pace 2017?  

61 voti

  1. 1. Quanto ti piace la Jaguar E-Pace 2017?

    • Molto
      21
    • Abbastanza
      22
    • Poco
      9
    • Per niente
      9


Recommended Posts

YouDude    317

Molto gradevole, abbastanza originale per essere un SUV

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lukka1982    2381
1 minuto fa, YouDude dice:

Segmento C, quindi se si cerca una rivale in casa BMW si deve guardare la X1

 

Imho più la futura X2... 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MotorPassion    612

Mi piace l'ispirazione ad F-Type per gli esterni ed interni.

 

  • Like! 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lukka1982    2381

Novità

pubblicato il 13 luglio 2017

Jaguar E-Pace, cucciolo di crossover sportivo [VIDEO]

Lungo 4,40 metri, ha la trazione anteriore o integrale e motori fino a 300 CV

0

192

Una Jaguar lunga solo 4,40 metri è per forza diversa e nel suo piccolo speciale. Del resto la casa inglese realizza solo vetture molto possenti ed è conosciuta per le sue berline, compresa l'ammiraglia XJ da oltre 5,10 metri, quindi una compatta rappresenta sicuramente una novità e apre nuove prospettive a livello di vendite: l'auto da 4,40 metri è infatti un crossover e ha le carte in regole per sfondare, complice lo stile molto accattivante e il grande successo di questi modelli in tutto il mondo. Non è un caso infatti che Jaguar abbia utilizzato gli effetti speciali per mostrare la E-Pace, il modello più corto e compatto del suo listino, simile per dimensioni alla Jeep Compassma più rifinito e ordinabile con motori di cilindrata superiore: a disposizione ci saranno tecnologie come lo schermo nella plancia da 12,3 pollici e benzina fino a 300 CV. La Jaguar E-Pace sarà in vendita nel nostro Paese dall'inverno 2017 e costerà a partire da 36.800 euro.

Compatta fuori, grande dentro

Le dimensioni contenute della E-Pace non incidono però sull'abitabilità interna, visto che il passo sfiora i 2,70 metri ed è ampio a sufficienza per ricavare un abitacolo molto spazioso: la casa inglese dichiara 892 mm per le ginocchia dei passeggeri posteriori e almeno 577 litri nel bagagliaio. I tecnici della casa inglese hanno ottenuto questi risultati sviluppando un nuovo telaio, specifico per l'auto, disegnando sospensioni posteriori compatte e utilizzando alluminio per molti componenti delle stesse. La trazione è anteriore o integrale. Il sistema a quattro ruote motrici si chiama Active Driveline AWD ed è intelligente, perché distribuisce la potenza in base alle condizioni del terreno: in frangenti normali viene trasferita sulle ruote anteriori, così da migliorare l'efficienza, mentre in caso opposto è dirottata su quelle posteriori e fa aumentare la stabilità in caso di terreno sdrucciolevole.

Ha il regolatore di velocità per il fuoristrada

L'Active Driveline AWD comprende anche la funzione Torque Vectoring, che simula l'effetto di un vero differenziale (attraverso i freni) ed evita le perdite di aderenza in curva. La Jaguar E-Pace si avvale inoltre del sistema All Surface Progress Control, un regolatore di velocità in fuoristrada attivo fino a 30 km/h che mantiene la velocità in caso di salita o discesa e terreno scivoloso. Il sistema è abbinato però al solo cambio automatico. Gli stilisti della casa inglese hanno saputo mantenere la carrozzeria sportiva e accattivante, al pari delle ultime Jaguar, per effetto delle luci anteriori molto rastremate (optional quelle a led) e della griglia anteriore ispirata alla F-Type. La Jaguar E-Pace si può ordinare con il tetto a contrasto, ruote fino a 21 pollici e in allestimento R-Dynamic, dove le prese d'aria sono cromate ad effetto satinato. Il cofano, il tetto e il portellone sono in alluminio: insieme pesano 31 chili in meno rispetto a particolari analoghi in acciaio.

Per tutte il cambio automatico a 9 marce

All'interno si ritrova la cura per il dettaglio tipica delle Jaguar, a partire dai rivestimenti in legno fino alle manopole nella parte bassa del cruscotto ispirate ai comandi delle macchine fotografiche Leica. Il quadro strumenti analogico può essere sostituito da un pannello digitale ampio 12,3 pollici, lo schermo del sistema multimediale è grande 10 pollici e non manca il selettore del JaguarDrive Control, tecnologia che permette al guidatore di scegliere fra quattro modalità di guida: Normal, Dynamic Eco e Rain/Ice/Snow. A richiesta si possono ordinare anche le sospensioni a controllo elettronico. La Jaguar E-Pace è disponibile solo con motori 2.0 turbo in alluminio, da 150 CV a 300 CV: a benzina sono da 249 CV o 300 CV, a gasolio da 150 CV, 180 CV o 240 CV. Il cambio è l'automatico a 9 marce. In materia di sicurezza è presente il rinnovato sistema Blind Spot Assist, che corregge la traiettoria se rivela uno scontro imminente con un'auto presente nell'angolo cieco.

 

da OmniAuto.it 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gengis26    295

Sono OT
Ma penso che il nuovo corso Jaguar stia lavorando veramente bene (station a parte)

Certo ha perso un po' di British, ma sono veramente bei prodotti (esteticamente parlando)

☏ Redmi 4 ☏

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MotorPassion    612

 

 

Bella l'introduzione del verso del giaguaro a fine spot quando compare il logo Jaguar, visto che ogni casa automobilistica ha un suo jingle (vedi Audi, Bmw, Mercedes, ...).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
reckoner00    1012

 

Quote

 

There also a wit and sense of humour about the design, which we’ve seen before from Callum on the original XF, where the glovebox proximity switch was an RAF roundel. So in the screen printing at the edge of the windscreen is the image of a Jaguar and her cub (E-Pace was informally known as The Cub in the design department).

 

 

Windscreen Cub
 
 

That mother and cub image is repeated in the down-light illumination in the cubby hole where the centre console meets the bottom of the dash – known as ‘the fireplace’ in Jaguar's design department.

In less assured hands such details could rapidly turn into kitsch, but Whelan’s team has walked a fine path with confidence and wit. Particularly nice are the tiny embroidered seat tags.


 

 

http://cardesignnews.com/articles/first-sight/2017/07/jaguar-e-pace

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MotorPassion    612
Inviato (modificato)

@reckoner00Vanno di moda gli easter eggs anche sulle vetture, vedi per esempio Jeep, ...

Modificato da MotorPassion

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4200blu    1599
26 minuti fa, Gengis26 dice:

Carino, nulla da dire! Ma questo sarebbe il segmento di X3?

☏ Redmi 4 ☏
 

Piu X2, GLA e Evoque.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Risposte

    • Premetto, è la mia prima recensione, quindi siate benevoli.   Appena tornato da viaggetto nell'amata terra iberica, più precisamente comunità valenciana, atterrato ad Alicante ho noleggiato una clio dci 90 cv limited nera, ad occhio e croce con non più di 4 mesi di vita (10.000 km).   L'estetica in generale ormai la si conosce, auto carina che in questo allestimento spagnolo limited offre di serie cerchi da 16 (195/55/16 gommati conti eco), vetri oscurati, battitacco con scritta limited abbastanza pacchiani, cruise classico Renault non adattivo, infotainment tipo tablet comprensivo di navigatore, clima manuale bello potente, nota dolente, vetri elettrici solo anteriori e senza automatismo (la skoda fabia prima serie, nata 17 anni fa, li aveva automatici sia salita che discesa). A mio avviso il nero non le dona molto, la seconda che mi hanno dato (causa rottura vetro a Valencia per tentato furto) era identica ma grigio piombo e a me pareva molto più figosa.   Veniamo agli interni, cioè, la parte più criticata di questa serie della piccola renault, premettendo che ho avuto per quasi 15 anni una skoda fabia sostituita l'anno scorso con una megane terza serie e negli ultimi 5 anni avrò noleggiato una quindicina di auto seg. b-c, bhè, non mi sono parsi poi così scandalosi per il tipo di auto, le plastiche sono dure però piacevoli alla vista, comandi tutti al posto giusto, sedili abbastanza comodi, niente dolori anche dopo 400 km di fila (dannato ladro), abitabilità buona per 4 con il plus per gli spilungoni della graandissima escursione del sedile guida, ovviamente, se la si sfrutta tutta, dietro resta pochissimo spazio per le gambe, bagagliaio nella media, noi eravamo in 3 e ci abbiamo infilato una valigia da stiva da 80 litri più 3 trolley da cabina.   La guida è piacevole, l'auto è bella incollata, sterzo preciso, rolla poco ma assorbe abbastanza bene le pochissime buche delle ottime strade spagnole (TOMBINO A LIVELLO griderebbe ogni 10 secondi il buon lambre), in 1400 km non mi ha mai dato brutte sensazioni, tolta la visibilità dietro scarsa per il resto anche in mezzo al traffico dell'ora di punta in centro a Valencia non ho avuto il minimo problema, s-s puntuale, ma non lo vorrei mai sulla mia auto. Il motore è tutt'altro che sportivo, avendo una megane sportour 110 cv, mi sarei aspettato qualcosina in più visto i 250 kg di differenza, ma comunque si muove bene, il cambio è abbastanza preciso, la rapportatura delle sole 5 marce è piuttosto lunga (110 kmh di gps corrispondono a 2000 giri spaccati in quinta) e aiuta i consumi, ma anche qui, pensavo meglio, i conti della serva (non precisissimi perché non si sa mai se il cliente precedente ha riempito a tappo oppure gli è venuto il braccino) parlano di circa 22 km litro su 1400 km fatti per il 90% su extraurbano-superstrada scorrevole con velocità comprese tra gli 80 ed i 120.   Sempre per quanto riguarda il motore, un piccolo raffronto tra 1.5 dci 110 cv anno 2012 euro 5 con all'attivo 93000 km e questo 1.5 dci 90 cv euro 6 con circa 10000 km, pare assurdo, ma i 2 motori non sembrano neanche lontani parenti, innanzitutto il 90 cv sembra più ruvido (si dovrà ancora rodare bene?) mentre il 110 fila via più liscio con molto meno freno motore, rumorosità completamente differente e qui l'hanno migliorata parecchio eliminando il fastidioso rumoraccio di valvole che fa il vecchio 110 intorno ai 1600 giri (parlo di rumore a finestrini aperti, a finestrini chiusi la megane terza serie è 2 se non 3 spanne sopra come confort), erogazione, ma qui ci stà, completamente diversa, il piccolino è decisamente più consistente ai bassissimi giri, ma poi gli manca un po' di cattiveria e dopo i 3000 la festa è belle che terminata (turbina a geometria fissa?), il 110 invece è praticamente assente sotto i 1500 ma poi si sveglia e va via senza grosse murate fin oltre i 4000.   In definitiva, la comprerei? Ni, per tutta la settimana che l'ho usata mi è piaciuta parecchio, le prestazioni mi andrebbero più che bene, i consumi sono buoni, esteticamente è bellina, però poi quando a Malpensa ho ripreso la mia vecchietta e mi sono sparato 200 km fino a casa mi sono ricordato il motivo per cui sono passato dal segmento b al c, innanzitutto il comfort e poi la sensazione generale di avere sotto al sedere qualcosa di più sostanzioso, più macchina, diciamo.    
    •   Gli mca cosa sono?
      Altri 3 anni senza modelli non sono pochi.. Praticamente nel 2020 Giulia e Stelvio saranno già a metà della loro vita, Giulietta avrà 10 anni e MiTo 12 (!).   P.s. Si parlava anche di un'Alfa per sostituire la produzione della Panda a Pomigliano. Nulla anche lì?
    •     Vorrei sapere quanto ha consumato in 3 km e che temperatura hanno raggiunto i freni
    • L'unico particolare di rilievo è il tubo di scappamento destro che ha una forma inusuale e diversa da quello sinistro che mi fa pensare al 350 Cv.... o versione ibrida?  Molto difficile dirlo. Sarebbe utile sapere se la foto è stata scattata nei dintorni di Orbassano o dove altro...
    •   Vero eh...sicuramente la motorizzazione 1.5 L3 abbasserà sensibilmente il prezzo. Detto ciò, non mi pare che l'allestimento Momentum offra chissà quali mirabolanti optional di serie...se escludiamo i cerchi da 18 (che comunque su un SUV sono quasi un entry level) e la pelle dei sedili, il resto è tutto da mettere....manca il clima bizona, mancano tutti gli assistenti alla guida, mancano i fari full-led, manca il navigatore, manca la radio dab, mancano svariati altri pacchetti. Buona parte degli optional, su un allestimento top di gamma, potrebbero anche essere di serie.

      in sostanza, senza mettere proprio tutte le cazzate disponibili, arrivare da 43 a 50k è davvero un attimo. e con 50k euro, si può davvero pensare anche ad altro genere di vetture. Siamo sul segmento C e i prezzi rispecchiano ormai quelli del segmento D di una generazione fa 0.o! lo trovo fenomeno preoccupante e ai limiti dello scandaloso... (e non voglio nemmeno pensare a SUV di segmento B che arrivano molto molto vicini alla zona 50k.)
  • Discussioni

×