Vai al contenuto
Maggio80

Carri funebri d'epoca (insoliti)

Messaggi Raccomandati

In tema di Porsche autofunebri (anche se non d’epoca, ma certamente insoliti) c’è la Panamera prima serie, realizzata dalla Alea:

3639e214e1cbd92d724518ff0f0d87d8.jpg

35cfaa226e0521db30e72973ef33fed2.jpg

8535357846142a5fce5381c7da5e1978.jpg

È stata presentata a Tanexpo 2016: personalmente, al pari della vettura da cui deriva, non convince per nulla: di certo è qualcosa di curioso e particolare, almeno quanto la RR Phantom BSP.

I fari posteriori sono un carryover degli originali, anche se ruotati in verticale: per il resto la trovo poco armoniosa nel suo insieme.

 

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
Inviato (modificato)

Parte posteriore della fiancata decisamente troppo tormentata, così come la terza luce è palesemente incoerente col resto. Tutto questo al netto del senso che può avere una Porsche, più incline agli aspetti piacevoli della vita, rispetto alla sobrietà e alla serietà che le circostanze per cui dovrebbe essere impiegata imporrebbero. Ma vabbè...

Modificato da Mazinga76
  • Like! 3

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
4 ore fa, MarcoGT scrive:

3639e214e1cbd92d724518ff0f0d87d8.jpg

 

Alla faccia del buon gusto e della sobrietà :disp2: 

  • Like! 3

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
Parte posteriore della fiancata decisamente troppo tormentata, così come la terza luce è palesemente incoerente col resto. Tutto questo al netto del senso che può avere una Porsche, più incline agli aspetti piacevoli della vita, rispetto alla sobrietà e alla serietà che le circostanze per cui dovrebbe essere impiegata imporrebbero. Ma vabbè...

Concordo in pieno: sobrietà, eleganza e discrezione dovrebbero essere presenti per mezzi particolari come questi, come lo sono le loro occasioni d’uso.
Tra l’altro dopo il montante C, dove inizia il vano feretro, si vede che non è omogenea nella sua totalità: la rientranza (se così si può chiamare) posta sotto il cristallo del vano è un pugno in un occhio, secondo me piuttosto posticcio è messo lì un po’ a caso.
 
Alla faccia del buon gusto e della sobrietà :disp2: 

Purtroppo sì

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Ieri in tangenziale a torino ho visto una maserati carro funebre vuota e mi son detto ai starà andando in svizzera

 

però di maserati carri funebri qualcuna ce n'è in effetti

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
4 minuti fa, giopisca scrive:

però di maserati carri funebri qualcuna ce n'è in effetti

 

Molte.

Qui da me stanno pian piano sostituendo quelli su base Mercedes W211 :) 

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Anche da queste parti, di Maserati adibite all'estremo scopo ce n'è ormai in quantità. 

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

E non ditemi che anche la maserati Levante è stata adibita allo scopo, perché credo di averne vista una qui a Belluno, ora!

☏ X5pro ☏

  • Wow! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Non volendo, perdonate la pessima ironia, “lasciar morire” il topic vi posto una creazione by Pilato che ebbe una certa diffusione tra negli anni ‘80, ossia l’auto funebre elaborata sulla base della 740, col noto (e fumoso) Diesel di origine VW:

e0b1ca4a46bb4a9232fb4bc2e662a6eb.jpg

(Bellissimi i cerchi e i caratteristici tergifari)

La medesima azienda realizzava, come già ricordato tempo fa, un carro funebre su base Volvo Serie 200: la curiosità è legata al fatto che, durante l’arco produttivo, si sono utilizzati diverse fanalerie per la parte posteriore, tra cui quelle della Lancia Thema ma anche delle coeve BMW Serie 7 e Ford Granada (di cui però non ho trovato foto), quest’ultima altra base di allestimento.

Diciamo che mix, condivisioni e commistioni, o meglio carryover, erano tutt’altro che rare al tempo.

55e2448b13ec7fd5638074a2027d2118.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×