Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Codici progetto Fiat Lancia Alfa: chi li conosce?


Maggio80
 Share

Recommended Posts

Scusate la domanda strana.... ma mi girava per la testa proprio l'altro giorno.

A cavallo tra gli anni '60 e '70 FIAT decide che i suoi modelli di serie debbano mantenere come nome il n° di progetto interno. A questo punto partendo dalla mitica 124 e le sue derivate sportive scorriamo un attimo l'elenco: ci sono la 125, 126, 127, 128, 130, 131 e 132 Da quel punto in poi tornano in uso i nomi in quel di Torino.... Per certo sappiamo che c'è stata la 133 che uscì solo come SEAT in Spagna, ma la 129?!?! Pare non sia mai esistita come modello di serie, ma il progetto ci sarà stato?!? E se si che genere di auto era?!?

Chiedo lumi agli 007 del forum, chissà gente come PaoloGTC qualcosa nei suoi archivi potrebbe avere... :)))

--------------------------------------------------------------------------------

'90 Fiat Tempra 1.4 ('99 - '00) - '96 Fiat Coupé 1.8 16v ('00 - '01)

'92 BMW 316i ('01 - '05) - '03 BMW 318Ci 2.0 16v ('05 - '15)

'09 BMW 320d xDrive ('15 - now)

-------------------------------------------------------------------------------

bike: special su base Ducati Monster 800S i.e.

Link to comment
Share on other sites

ma x1/9 non era di suo la sigla iniziale del progetto durante lo sviluppo? Può essere che 129 era il nome preposto a lei ma che alla fine è stato scartato?

X1/1 = FIAT 128

X1/2 = Autobianchi A112

X1/3 = FIAT 130

X1/4 = FIAT 127

X1/8 = Redeveloped as X1/20

X1/9 = FIAT X1/9

X1/20 = Lancia Montecarlo

X1/38 = Fiat Ritmo

Da qui:

The Fiat Bertone X1/9 Story

Link to comment
Share on other sites

E aggiungo per completezza che X1 in Fiat era abbinato ai progetti riguardanti automobili, mentre X2 era utilizzato per i veicoli commerciali. Con Ritmo abbiamo il cambiamento, non più un numero ma un nome a identificare una vettura di grande diffusione. Nei mesi antecedenti il suo arrivo, si parlava spesso e volentieri di 138.

"... guarda la libidine sarebbe per il si, ma il pilota dopo il gran premio ha bisogno il suo descanso... e poi è scattata la regola numero due: perlustrazione del pueblo e ricerca de los amigos... ah Ivana, mi raccomando il panta nell'armadio, il pantalone bello diritto. E un po' d'ordine in stanza... see you later!" (Il Dogui, Vacanze di Natale)

Link to comment
Share on other sites

Mah io penso si possa parlare di corsi e ricorsi, voglia di cambiare o di mostrare un cambiamento epocale.

Nello specifico Ritmo nasceva con l'intenzione di mostrare il futuro, staccandosi nettamente (come forma e costruzione più che altro, perchè sappiamo bene che meccanicamente non è che ci fosse chissà che cambiamento da 128... anzi potremmo dire che non c'era..) e forse fu il momento giusto per aggiungere il cambio di tipologia di denominazione.

Lasciare i numeri per passare ai nomi, credo aumentasse ancor di più l'effetto novità; se pensiamo alla Ritmo presentata come "la nuova Fiat 138", forse l'effetto non sarebbe lo stesso.

Da lì in poi, beh, la storia la conosciamo. Mentre presentano la Ritmo stanno lavorando alla Zero che diventerà poi Panda (con un po' di screzi con il WWF a dire il vero); Zero che era il punto di partenza della gamma di progetti correnti e futuri, seguito dal progetto Uno che rimase Uno, dal Tipo Due che rimase Tipo (anche se c'era chi sosteneva fosse possibilissimo l'utilizzo di Due... molte maquettes in fondo lo riportavano questo nome sul portellone), Tipo Tre (Tempra che anche lei veniva indicata spesso come Tre), e Tipo Quattro che vabbè lo sappiamo divenne prima Chroma (per par condicio :D con Thema) e poi perse la H proprio nelle ultime fasi.

Stesso discorso di voglia di cambiare lo abbiamo col passaggio da 132 ad Argenta.... anche qui come con Ritmo (anzi, meno ancora) l'auto cambiava ma non tanto quanto il nome, ergo il plus del nome nuovo (anzi, della nuova tipologia di denominazione) era un valore aggiunto su cui secondo me si puntava non poco.

Questo succede anche oggi... vedi Opel che fa una Vectra A nel 1988 che vende 2,5 milioni di auto (e parlo di una D), la sostituisce nel 95 con un'altra generazione di successo pure lei (anche se un po' meno), e mantiene il nome perchè è consolidato ormai.

Nel 2000 decide di fare un carro armato che distrugge quel relativo tot di immagine che aveva nel D generalista, e poi, oh che combinazione, arriva una berlina bella che potremmo definire della risurrezione e.. ma dai? ha un nome nuovo.

"Eh volevam cambiare per sottolineare che volevam cambiare".

Ehm.... (imho) no. Con Corsa e con Astra non cambiate mai... il fatto è che il nome di prima l'avete ammazzato con un carciofo :D (detta terra terra).

Comunque, riguardo l'arrivo dei nomi in Fiat, ritengo fosse voglia di comunicare l'arrivo di una nuova era.

Personalmente, ho preferito e preferisco... non mi piacciono molto i numeri, come nomi per le auto, e non apprezzo molto nemmeno le sigle.

(vedi Citroen... C1, C2, C3, C4, C5, C6, C8.... viva la fantasia. Cavoli mancava C7 e poi era colpito e affondato :D)

"... guarda la libidine sarebbe per il si, ma il pilota dopo il gran premio ha bisogno il suo descanso... e poi è scattata la regola numero due: perlustrazione del pueblo e ricerca de los amigos... ah Ivana, mi raccomando il panta nell'armadio, il pantalone bello diritto. E un po' d'ordine in stanza... see you later!" (Il Dogui, Vacanze di Natale)

Link to comment
Share on other sites

...

Lasciare i numeri per passare ai nomi, credo aumentasse ancor di più l'effetto novità; se pensiamo alla Ritmo presentata come "la nuova Fiat 138", forse l'effetto non sarebbe lo stesso.....

Decisamente no...e tra l'altro, non si può escludere che per un po' di tempo non avessero pensato di chiamarla proprio "138" :shock:

Avevo visto su un 4R del '78, una pubblicità di accessori aftermarket (allora il mercato era molto florido)...per la "nuova Fiat 138" :roll:

Non ricordo quale fosse il produttore, dovrei andare a ricontrollare. Ma questa cosa mi ha fatto pensare che "forse" avevano creduto si sarebbe chiamata 138...

--------------------------

Link to comment
Share on other sites

In effetti erano proprio poche le case che all'epoca usavano i nomi: Lancia, VW e Alfa, che però ha fatto poi il percorso inverso con la 33... :D

C'è da dire che il nome genera affezione e può consolidarsi, o anche la sigla (come per BMW, Mercedes, Audi), il numero semplice se ci fate caso non viene mai mantenuto. Lo faceva solo l'Audi, ma anche lì sembrava più una "classe". Alfa o Peugeot, parlando di storia recente, hanno sempre avanzato nella numerazione, sennò il cambimanento non viene percepito dal pubblico, almeno secondo me.

Concordate?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.