Jump to content

Lapo a proposito di Fiat e "sistema Italia"


Recommended Posts

Da repubblica.it

Lapo: "In Fiat non c'è posto per uno con le mie idee" - Persone - Repubblica.it

apo: "In Fiat non c'è posto

per uno con le mie idee"

In un'intervista a Jovanotti per GQ racconta anche la sua insofferenza per l'immobilismo italiano: "Nei luoghi di potere ci sono sempre i soliti". Poi ammette: "La mia fortuna è essere stato il nipote di mio nonno. Non suo figlio"

<b>Lapo: "In Fiat non c'è posto<br/>per uno con le mie idee"</b>

Lapo Elkann

ROMA - La domanda è la seguente: come mai non sei il presidente della Fiat? Ecco la risposta: "Dovrebbero cambiare troppe cose perché ci siano le condizioni che permettano a uno con le mie idee di essere in quel posto. Però devo dire che in Fiat ho lavorato con un bel gruppo di persone e insieme abbiamo fatto dei cambiamenti, la 500 è figlia di quel gruppo, come lo è la sponsorizzazione del team campione del mondo in MotoGp, tutte cose che hanno rinnovato l'immagine del marchio". E' questo il passaggio forse più interessante dell'intervista a Lapo Elkann realizzata da Lorenzo Jovanotti, per il mensile GQ.

Un faccia a faccia a tutto campo, quello tra l'esponente della famiglia Agnelli e il cantante (nel ruolo di intervistatore). In cui Lapo non esita ad ammettere rapporti non certo idilliaci col management della Fiat. E spiega che nel nostro Paese ci sarebbe bisogno di "un ricambio generazionale nei luoghi di potere" e di un cambio di mentalità perché "abbiamo un grande problema, la disonestà. I bambini crescono pensando che fregare gli altri sia il modo per avanzare, che il merito non conti nulla e i potenti non fanno niente per cambiare questo stato di cose. In Italia nei luoghi di potere ci sono i soliti di sempre, quelli che non lasciano venire fuori le cose positive perché hanno paura di perdere la loro capacità di controllo".

Dunque un Lapo battagliero. Che parla anche di religione: rispondendo alla domanda su perché si sia tatuato sul braccio la stella di Davide, dice di averlo "fatto poco tempo fa" perché desidera "essere ebreo". "Io sono ebreo per parte di padre - ricorda - quindi per la tradizione giudaica devo fare un percorso di conversione, che ho appena cominciato, se voglio esserlo totalmente". Sull'origine di questa riscoperta delle radici giudaiche, spiega: "Quando ho avuto delle difficoltà, alcuni rabbini mi hanno aiutato senza addossarmi sensi di colpa, ed è stato un vero aiuto. Ultimamente sto scoprendo la bellezza delle tradizioni religiose e voglio approfondire quella alla quale mi sento istintivamente più vicino".

Quanto alla vita privata Lapo spiega che avrà un figlio "solo quando sarò sicuro di poter essere un buon padre, non uno di quei padri che hanno carriere pazzesche e costruiscono imperi però non si sanno far amare dai loro figli e finiscono per sbagliare tutto. Quando Edoardo è morto, mio nonno Gianni è invecchiato di colpo di vent'anni. Mio nonno è stato un uomo eccezionale, con un talento senza pari, con me è stato fantastico e di grande ispirazione, ma la mia fortuna è stata essere suo nipote e non suo figlio".

Nell'intervista, invece, non c'è nessun acccenno - almeno nelle anticipazioni fornite alla stampa prima dell'uscita del numero di GQ in edicola, domani - alla questione del "tesoretto" dell'Avvocato e alle controversie giudiziarie che dividono la famiglia Agnelli. Con Margherita, madre di Lapo nonché figlia di Gianni, contro gli altri per questioni legate all'eredità.

(24 agosto 2009)

A voi i commenti. Suppongo che Lapo non abbia aggiunto nulla di nuovo, rispetto a ciò che sappiamo già.

--------------------------

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 46
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

avrebbe ragione su tanti punti (ha "centrato il pezzo" in varie cose) il problema è che parlando lui semplicemente non ha credibilità.

ti quottoooooo !!!!!!!!!

...dovrebe sucedere una volta :lol::mrgreen:

"The trouble with the world is that the stupid are cocksure and the intelligent are full of doubt." -Bertrand Russell

Link to comment
Share on other sites

Da repubblica.it

Lapo: "In Fiat non c'è posto per uno con le mie idee" - Persone - Repubblica.it

A voi i commenti. Suppongo che Lapo non abbia aggiunto nulla di nuovo, rispetto a ciò che sappiamo già.

Vado forse OT ma non ritengo un granchè opportuno commentare una simile intervista... Non voglio giudicare Lapo per quel che ha fatto o fa, ma venire a dire "Italian Indipendent la sto tirando su io senza il capitale di famiglia".............

Ma vai a prenderlo sotto la coda Lapo, la stai tirando su te coi tuoi soldini?

Beh, credo il tuo conto in banca presenti alcuni zeri in più del mio per "nascita" e non perchè tu ti sia ammazzato di lavoro in gioventù; se ti puoi permettere di "creare" una simile realtà dal nulla è grazie al tuo nome, ai tuoi soldi e alla pubblicità (anche gratuita) fornita sempre dai primi due.

Niente di male in ciò, nascere ricchi e famosi non è di certo una colpa, ma che non venga a fare l'eroe imprenditore adesso.............:?

Se proprio vogliamo mantenere il paragone almeno Jovanotti e Valentino Rossi sono quel che sono per meriti quasi totalmente loro.;)

Sul discorso Fiat non mi esprimo perchè non saprei che dire...

<<Scarface>>

Non esiste peggior ignorante di quello convinto di sapere...

Link to comment
Share on other sites

... ci sarebbe bisogno di "un ricambio generazionale nei luoghi di potere" e di un cambio di mentalità perché "abbiamo un grande problema, la disonestà. I bambini crescono pensando che fregare gli altri sia il modo per avanzare, che il merito non conti nulla e i potenti non fanno niente per cambiare questo stato di cose. In Italia nei luoghi di potere ci sono i soliti di sempre, quelli che non lasciano venire fuori le cose positive perché hanno paura di perdere la loro capacità di controllo...

Suppongo che Lapo non abbia aggiunto nulla di nuovo, rispetto a ciò che sappiamo già.

Infatti. Sono discorsi che da sempre chi e' fuori dai giochi del potere fa nei confronti dei vecchi che siedono nella stanza dei bottoni dove si decide.

Che poi ci sia un fondo ampio di verita' e' sotto gli occhi di tutti, sia nella gestione del capitalismo sia nella gestione della politica e della religione.

Riferendoci a fiat, bisogna comunque vedere se nel periodo buio, quando eravamo ad un passo dal fallimento, sarebbe servito piu' un lapo o un sergio.

Link to comment
Share on other sites

Senza Lapo probabilmente non avremmo avuto la 5oo, anche se poi alla fine credo ci sia lo zampone di Sergio, per il reperimento dei fondi per farla (vedi accordo con Ford).

In teoria sarebbero stati complementari, ma avendo entrambi voglia di comandare uno dei due era di troppo e dubito che i vari "parrucconi" che popolano la Fiat, avrebbero mai appoggiato uno sbarbatello "sveglio" seppur appartenente alla real casa.

Link to comment
Share on other sites

non si dimentichi che lui e' stato "fatto fuori", come in maniera ben piu' grave fu fatto fuori il povero Edoardo.

Chcche' se ne dica, in Fiat non comandi neanche se sei il padrone.

Lo hanno "obbligato" ad andare a trans e sniffare....eh, certo....:lol::lol::lol:

A me non sembra nemmeno particolarmente sveglio , visto da Fazio mi pareva già un "bruciato" (capite cosa intendo).

Link to comment
Share on other sites

Lo hanno "obbligato" ad andare a trans e sniffare....eh, certo....

Lo faceva anche il nonno...e nessuno lo ha mai sgamato.

E' altresi' noto che esiste un numero telefonico privato ( e noto a tutti chi di dovere ) da chiamare se un rampollo si sente male.

E questo l'hanno portato al Pronto soccorso come un borgataro qualsiasi ? :)

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.