Jump to content
News Ticker
Benvenuti su Autopareri!
  • 0

Mantenitori di carica


Question

Mi pareva esistesse una discussione su questo, anzi mi pareva di averla aperta io, ma non la trovo da nessuna parte :pz

Vabbé: sto per tornare a casa e dovrò rimettere in azione la Y, a cui ad agosto tolsi la batteria che era arrivata alla frutta.

E' molto probabile che una delle cause di scarica (il GPS dell'assicurazione) sarà eliminata, ma sono previsti comunque periodi di fermo prolungato (anche un mese alla volta).

Nel frattempo pare che l'esperimento condotto sul camper abbia avuto successo: il suo caricatore interno 220 > 12 ha tenuto perfettamente sane entrambe le batterie, nonostante sia fermo da mesi (a saperlo prima avremmo evitato 21 anni di batterie buttate via :disp:).

Long story short: dovendo comprare la batteria nuova alla Y, vorrei quindi prendere un mantenitore di carica che sia in grado di preservarne la salute nel tempo nonostante l'inattività (mi interessa la salute, più che l'essere pronta a partire, anche se le due cose facilmente andranno a braccetto).

Non ho la minima idea dei tipi e modelli in commercio, quindi ascolto consigli.

Nell'ordine delle decine di euro si trova qualcosa che funzioni e che non mi mandi a fuoco il garage?

There's no replacement for displacement.

5967677fbce20_autohabenbahnfahren.jpg.4606d45af194e6808929d7c2a9023828.jpg

Anche tu ti ecciti palpeggiando pezzi di plastica? Perché stare qui a discutere con chi non ti può capire? Esprimi la tua vera passione passando a questo sito!

Link to post
Share on other sites

Recommended Posts

  • 0

anche io ho un cteck non so cosa preso su Amazon, range di prezzi dai 40 agli 80. Io mi ci trovo bene, carica, mantiene e fa tutti quei cicli strani di rigenerazione e cazzate varie. L'ho preso perché ho scaricato a terra per 2 volte la batteria e dopo un paio d'anni se lasciata più di una settimana in box (mi capita) aveva difficoltà a ripartire, quindi ora ogni tanto la attacco.

Mazda MX-5 20th anniversary "barbone edition" - Tutto quello che scrivo è IMHO

k21x8z.png

Link to post
Share on other sites
  • 0

Preso anche io un ctek mx5.0 su amazon.

Finora l'ho usato solo per ricaricare.

Il caricatore della MiTo EVO™, a parte l'etichetta e il connettore personalizzati, è un CTEK XS 3.3, e finora non ha dato problemi. Dovrebbe trovarsi in vendita a un'ottantina di Euro.

in pratica si puó lasciare in funzione 24 ore al giorno, tutto l'anno?

Link to post
Share on other sites
  • 0

Ti dico una strunzata, che e' come ho fatto io che non ho la corrente in box.

Prendi una batteria nuova (se la paghi 50euro la paghi cara), e quando fermi l'auto stacchi i morsetti.

38 giorni di sosta post-balocco, ho riattaccato i morsetti, girato chiave, aspettato si spegnessero le spie, avviata senza intoppi.

Di questi ne vendono a secchiate.

Vedrete.

[scritto in data 18 Luglio 2013 - Riferito a Jeep Cherokee]

Link to post
Share on other sites
  • 0

Lo stacca batteria rapido, se la macchina non ha centraline che soffrono la mancanza di corrente, dovrebbe essere una conditio sine qua non

[sIGPIC][/sIGPIC]

Some critics have complained that the 4C lacks luxury. To me, complaining about lack of luxury in a sports car is akin to complaining that a supermodel lacks a mustache.

Link to post
Share on other sites
  • 0
Lo stacca batteria rapido, se la macchina non ha centraline che soffrono la mancanza di corrente, dovrebbe essere una conditio sine qua non

Messo sulla Punto che resta ferma a lungo.

Ma, come dici tu, sulle macchine piú recenti, piene di centraline il mantenitore (box permettendo) sarebbero l'ideale

Link to post
Share on other sites
  • 0

Il Ctek è davvero il miglior prodotto in circolazione ed è utilizzato da quasi tutti i marchi automobilistici: non costa poco (anche 90-100€) ,ma è un aggeggio di qualità infinitesimamente superiore rispetto ai giocattoli di 25€ in vendita da alcuni ipermercati...

MXS%205.0_0.jpg

[sIGPIC][/sIGPIC]

Link to post
Share on other sites
  • 0

Scusate l'ignoranza, ma questi apparecchi servono ad impedire che la batteria dell'auto non si scarichi se l'auto viene lasciata ferma per molto tempo?

Come funzionano?

Al conformismo l'ironia fa più paura d'ogni argomentato ragionamento.

Link to post
Share on other sites
  • 0

Tutte le batteria, indipendentemente dalla loro composizione, soffrono di un problema detto "autoscarica".

In pratica col passare del tempo il livello di carica della batteria diminuisce anche se questa non ha un carico allacciato.

L'autoscarica si misura in % su mese. Significa che se ho un autoscarica del 10% nel giro di 10 mesi mi fotto la batteria....

Si può eliminare utilizzando un mantenitore di carica. Grossomodo è un caricabatteria. Esso fa il suo lavoro di caricare la batteria normalmente.

Ma appena la batteria raggiunge il 100% della sua capacità un mantenitore di carica è in grado di erogare una piccolissima corrente ad impulsi che va a compensare l'autoscarica.

Così si mantiene inalterata la capacità della batteria nel tempo.

I grandi gruppi di continuità industriali e navali hanno tutti i mantenitori di carica. Non è altro che un modulo accessorio del caricabatteria.

Attenzione però. Pur mantenendo al 100% la capacità della batteria esso non è in grado di fermare il logoramento dovuto all'utilizzo edlla batteria ed ai vari cicli di carica e scarica

Link to post
Share on other sites
  • 0
in pratica si puó lasciare in funzione 24 ore al giorno, tutto l'anno?

Esatto, io lo uso proprio così. Quando parcheggio, attacco il mantenitore (la 8C ha una presa dedicata - con connettore proprietario - sotto al sedile guida), e rimane sempre attaccato fino al successivo utilizzo dell'auto. Può starci anche mesi senza alcun problema: con il CTEK non c'è pericolo di sovraccarica. Monitora costantemente il voltaggio della batteria, e quando scende sotto una determinata di soglia la "rabbocca", fermandosi automaticamente quando è completamente carica.

FirmaBarcode.gif
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Answer this question...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Similar Content

    • By elucevanlestelle
      Cari amici,
      siccome mi piacerebbe comprare una Prius usata,mi sono interessato presso un concessionario Toyota
      per sentire se ne avessero in casa qualcuna.
      Alla mia domanda riguardo la durata della batteria Prius mi veniva risposto che,per quanto ne sapevano mai ne avevano cambiata una.
      Altra domanda:"Nella remota eventualità dovessi cambiare la batteria quanto mi costerebbe?"
      Il venditore ha cambiato discorso.
      C'è qualcuno tra voi con il quale approfondire questo argomento?
      Grazie
       
    • By Kocciacus
      Salve, sono un neopatentato e per far fronte ai molti soldi richiesti per fare l'assicurazione abbiamo deciso di installare la scatola nera. 
      Ciò che mi spaventa di più, oltre alla totale assenza di privacy, è il consumo della batteria. Ho sentito dire che la scatola nera consuma anche a motore spento e quindi mi chiedevo quanto possa durare un a batteria prima di essere prosciugata completamente dalla scatola nera. 
      Ci tengo a precisare che in alcune occasioni l'auto potrebbe restare ferma anche per un paio di settimane, rischio che quando torno per usarla nemmeno si accenda? 
    • By Ario_
      Negli ultimi 2 giorni circola sui social questo articolo:
      http://www.difesaonline.it/evidenza/lettere-al-direttore/la-morte-viaggia-su-auto-elettrica-le-verità-scomode-delle-auto
       
      Al di là del titolo da clickbait, le obiezioni avanzate riguardo la sicurezza delle auto elettriche mi sembrano tutte piuttosto sensate e ruotano attorno ad una questione principale:
      Cosa succede se una batteria ad alta tensione (si intende sopra i 60V DC) viene danneggiata in un incidente?
      Non ci sono odori o liquidi che possano mettere in allarme i passeggeri, i soccorritori o chi dovesse avvicinarsi al mezzo. Eventualmente ci si potrebbe accorgere di cavi alimentati scoperti ma il pericolo potrebbe venire anche dai moduli della batteria in corto circuito con la carrozzeria.
      Oltretutto le batterie sono spesso altamente infiammabili, e non si tratta di un incendio facile da spegnere: occorrerebbe un estintore a CO2, che però richiede di avvicinarsi per avere efficacia.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.