Vai al contenuto
Autopareri news
  • Benvenuti sul nuovo tema grafico! Scegli il tuo tema preferito in fondo alla pagina: chiaro (light) o scuro (dark).

Messaggi Raccomandati

2 ore fa, Maxwell61 scrive:

l' Epa ha testato la M3 DPERF coi 18 e ha dato il rating 500 km . Ma la puoi comprare solo con i 20" a 433km di autonomia, 15% meno causa ruote.  La gente continua a non capire i danni delle ruote. .... 

 

..posso confermare il effetto anche per una macchina youngtimer ICE: La mia Deltona con le ruote 205/45-16 consuma 15l/100km, invece con le 205/50-15 solo 14,5l/100km 😂😂

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

[...] in media, per ricaricare energia sufficiente per percorrere 100 km servirà spendere, oltre al canone mensile, da 10,17 a 11,79 euro nelle colonnine da 22 kW e da 12,43 ai 14,41 euro nei punti di ricarica fino a 50 kW. Nelle colonnine della rete Ionity il prezzo salirà leggermente e sarà compreso tra 15,46 e 16,65 euro. Per fare un teorico pieno alla batteria da 95 kWh si potrebbe così arrivare a spendere fino a 52,25 euro.

 

https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2019/02/04/audi_e_tron_costi_di_ricarica_per_l_italia.html?wtk14=amc146192860632549

 

Un'auto per ricchi, in tutto e per tutto 😉

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
5 ore fa, J-Gian scrive:

[...] in media, per ricaricare energia sufficiente per percorrere 100 km servirà spendere, oltre al canone mensile, da 10,17 a 11,79 euro nelle colonnine da 22 kW e da 12,43 ai 14,41 euro nei punti di ricarica fino a 50 kW. Nelle colonnine della rete Ionity il prezzo salirà leggermente e sarà compreso tra 15,46 e 16,65 euro. Per fare un teorico pieno alla batteria da 95 kWh si potrebbe così arrivare a spendere fino a 52,25 euro.

 

https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2019/02/04/audi_e_tron_costi_di_ricarica_per_l_italia.html?wtk14=amc146192860632549

 

Un'auto per ricchi, in tutto e per tutto 😉

Praticamente spendo meno a girare a benzina con la mia 500 Abarth :-D

 

che buffonata

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

È uno scherzo???

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
16 ore fa, J-Gian scrive:

Per fare un teorico pieno alla batteria da 95 kWh si potrebbe così arrivare a spendere fino a 52,25 euro.

 

..ma questa mi sembra molto economico. Hai gia fatto una volta un pieno ad una X3 M40i. Sono tranquillamente 120-130.-€ con Super98, cosi piu del doppio.

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Contenuti simili

    • Da Beckervdo
      5 cilindri da 2.5 litri ed oltre 400 CV
       

    • Da J-Gian
      Un tempo, il metodo di calcolo dei consumi nel ciclo NEDC per un auto ibrida plug-in, era frutto di una formula matematica che teneva conto del presunto utilizzo medio, quindi una buona parte in modalità elettrica ed una piccola parte in modo ibrido. 
       
      La formula era questa: C = (De·C1 + Dav·C2)/(De + Dav)
       
      Dove:
      C = consumo di carburante in l/100 km  
      De = autonomia rilevata in modalità elettrica
      C1 = consumo carburante rilevato con la batteria carica (perché in certe condizioni del ciclo prova potrebbe accendersi il termico)
      C2 = consumo carburante rilevato con la batteria scarica (modalità ibrida)
      Dav = 25 km, presunto utilizzo medio in modalità ibrida, su percorrenze di 100 km
       
       
      Ad esempio, una Prius ibrida plug-in del 2009, il calcolo era questo 2,1 = (25 x 0,5 + 25 x 3,7) / (25+25)
      2,1 l/100 km, corrispondono a 49 g/km di CO2: questo bastava per stare sotto i 50 g/km ed ottenere certe agevolazione in alcuni paesi. Ecco che a quel punto non aveva nemmeno senso eccedere nella taglia della batteria, sarebbero stati solamente costi e peso che poteva incidere su C2.
       
      La fonte di quanto sopra è questa: km77.com - Va de consumos, perdón, emisiones
       
       
       
       
      Con il ciclo WLTP le cose sono cambiate, non a caso alcuni costruttori hanno anche temporaneamente bloccato la produzione di alcune plug-in, perché ritenute non più convenienti, in quanto con il nuovo ciclo avrebbero sforato la soglia utile per godere di certi incentivi e benefici in termini di tassazione.
       
      Riguardo al nuovo metodo di calcolo, non ho ancora trovato informazioni dettagliate. 
      Il ciclo WLTP per una ibrida plug-in comunque prevede questo (fonte: How are plug-in hybrids and electric cars measured? )
       
      inizio ciclo di omologazione WLTP a batteria completamente carica; si tratta delle medesime nuove prove sui rulli che fanno le auto a motore termico, o le elettriche con il nuovo iter;
        ripetere il ciclo fino alla scarica completa della batteria di trazione, misurando costantemente le emissioni di CO2 (quindi complementarmente, i consumi di carburante); 
        notare che durante i test, il motore termico potrebbe accendersi autonomamente per svariate esigenze, dipende dall'auto in oggetto; soprattutto il suo apporto diverrà via via predominante man mano che ci si avvicinerà alla scarica totale; il tutto viene misurato, come detto in precedenza e contribuisce al calcolo finale delle emissioni di CO2;
        a batteria  di trazione totalmente scarica, si effettua un ulteriore ciclo WLTP in modalità totalmente ibrida (termico+frenate rigenerative);
        a questo punto il test si dichiara concluso; si calcolano le emissioni di CO2, pesando il contributo dell'elettrico con la sua autonomia rilevata, ed il contributo del sistema ibrido e l'autonomia teorica consentita con i consumi rilevati durante i cicli di cui sopra. Qui probabilmente la formula dev'essere un po' più complessa rispetto a quanto fatto intuire a parole, infatti non viene riportata. La difficoltà nel restituire un dato realistico con questa tipologia di auto, sta nel valutare quale sia poi l'effettivo uso medio dell'utente, ovvero quanto la utilizzerà effettivamente come elettrica, quanto come ibrida.   
      Sicuramente quindi, i nuovi cicli di omologazione hanno messo un po' a soqquadro i piani delle case che puntavano sulle ibride plug-in come artifizio per farla franca. Tuttavia, una volta trovati i nuovi parametri per far rientrare il conteggio entro la soglia desiderata, le case hanno rapidamente adeguato accumulatori e/o sono ricorse a termici più efficienti, per raggiungere nuovamente un risultato che potrebbe non essere lo specchio reale dei consumi ed emissioni.
       
       
       
    • Da MotorPassion
      Fonte: Audi Media
       
      Per ora ancora poche info.
×

INFORMAZIONE IMPORTANTE

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Termini e condizioni di utilizzo.