Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!
  • 0

Cambio automatico e disabilità temporanea


antamaga
 Share

Question

Buongiorno,

 

avendo perso temporaneamente l'uso della gamba sx (ingessata) e avendo una auto automatica vorrei capire se posso guidarla. La Circolare Ministeriale - Ministero dei Trasporti Direzione Generale della Motorizzazione Civile e dei Trasporti in concessione - 30 ottobre 1991, n. 148, che riguarda le modifiche alle auto per infermità permanenti indica che nella mia situazione il cambio automatico sarebbe sufficiente. MA la mia domanda è: posso guidare o devo passare sotto una commisisone medica o comunque non posso guidare? Grazie

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

10 answers to this question

Recommended Posts

  • 0
4 ore fa, antamaga scrive:

avendo perso temporaneamente l'uso della gamba sx (ingessata) e avendo una auto automatica vorrei capire se posso guidarla. 

 

Ciao, circa l'argomento non vi è chiarezza, il CdS lascia parecchi spiragli. L'interpretazione più comune è che se il piede non costituisce un impedimento ai movimenti (hai un'automatica, il sinistro non ti serve) e se la tua forma psico-fisica è a posto, in teoria non dovresti aver incorrere in guai.

 

Suppongo inoltre, che i medici abbiano l'obbligo di comunicare alle autorità l'eventuale sopraggiungimento di condizioni di non idoneità alla guida, temporanee o permanenti. Nel tuo caso suppongo non abbiano ritenuto di dover dare comunicazione alcuna. 

 

Esistono poi dei requisiti per il conseguimento della patente, ma non mi pari menzionino le inabilità temporanee: http://www.aci.it/i-servizi/normative/codice-della-strada/titolo-iv-guida-dei-veicoli-e-conduzione-degli-animali/art-119-requisiti-fisici-e-psichici-per-il-conseguimento-della-patente-di-guida.html

 

 

La cosa che dovresti fare, a mio avviso, è sentire la tua compagnia assicurativa e verificare che nel contratto stipulato non vi siano delle clausole che impediscano la conduzione dell'auto nelle tue condizioni. Perché in caso di guai, fanno più fede le loro condizioni che non il CdS  ;) 

 

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

  • 0

Dico anche io di chiedere all'assicurazione. E se la risposta è no, che ti riportino la parte di contratto che lo specifica, che altrimenti siamo sempre nel "Non ne ho idea, quindi no".

 

Comunque la cosa più importante è che tu ti senta davvero in grado di mantenere salda la posizione di guida nonostante l'impedimento del gesso. Anche se i pedali vengono usati dal piede destro, col sinistro bisogna ogni tanto appoggiarsi al pavimento ;)

  • I Like! 2

There's no replacement for displacement.

5967677fbce20_autohabenbahnfahren.jpg.4606d45af194e6808929d7c2a9023828.jpg

Anche tu ti ecciti palpeggiando pezzi di plastica? Perché stare qui a discutere con chi non ti può capire? Esprimi la tua vera passione passando a questo sito!

Link to comment
Share on other sites

  • 0
19 ore fa, antamaga scrive:

il gesso non mi crea nessun impedimento xk apparte la caviglia che risulta bloccata muovo tutto perfettamente

 

Se ti può essere utile, oggi ho parlato con un vigile della polizia locale a riguardo, confermandomi che se il tutore non ti crea impedimenti, non c'è nulla nel CdS che t'impedisca di guidare. 

Tuttavia non mi è venuto incontro parlando di articoli specifici che regolamentino queste cose...

 

Poiché mi capita spesso di averci a che fare, appena avrò occasione sentirò la versione di un altro suo collega.

Link to comment
Share on other sites

  • 0

Da Sicurauto. 

 

Art. 115 c.d.s.
"sono da ritenersi causa di non idoneità fisica alla guida, anche se muniti di patente, tutte quelle alterazioni anatomiche e funzionali, di carattere patologico, fisiologico od occasionale, che influiscono sull'attitudine del conducente a fronteggiare situazioni che richiedano prontezza di riflessi e facilità di movimenti ed in particolare, ad es., le seguenti:

-gli impedimenti causati da ingessature o fasciature strette.

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

  • 0
15 ore fa, Damynavy scrive:

Da Sicurauto. 

 

Art. 115 c.d.s.
"sono da ritenersi causa di non idoneità fisica alla guida, anche se muniti di patente, tutte quelle alterazioni anatomiche e funzionali, di carattere patologico, fisiologico od occasionale, che influiscono sull'attitudine del conducente a fronteggiare situazioni che richiedano prontezza di riflessi e facilità di movimenti ed in particolare, ad es., le seguenti:

-gli impedimenti causati da ingessature o fasciature strette.

 

ma chi lo stabilisce se le alterazioni "influiscono sull'attitudine del conducente a fronteggiare situazioni che richiedano prontezza di riflessi e facilità di movimenti"?

 

perchè la caviglia sx ingessata con un' auto automatica non crea nessun impedimento ma siamo in un paese in cui se investi un ciclista che ha bruciato uno stop ti becchi una condanna per omicidio stradale...

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

  • 0
19 ore fa, itr83 scrive:

 

ma chi lo stabilisce se le alterazioni "influiscono sull'attitudine del conducente a fronteggiare situazioni che richiedano prontezza di riflessi e facilità di movimenti"?

 

 

Penso che sia riferito (anche) alla propria sicurezza.

(in caso di pericolo)

 

Scendere da un'auto incidentata, con una gamba ingessata potrebbe creare più di un problema.

 

P.s.

 

Un paio di anni fa, mi sono fratturato il calcagno destro.

 

Mia moglie, "ha risolto", nascondendomi le chiavi dell"auto?

Edited by Damynavy
Link to comment
Share on other sites

  • 0
19 ore fa, Damynavy scrive:

Da Sicurauto. 

 

Art. 115 c.d.s.
"sono da ritenersi causa di non idoneità fisica alla guida, anche se muniti di patente, tutte quelle alterazioni anatomiche e funzionali, di carattere patologico, fisiologico od occasionale, che influiscono sull'attitudine del conducente a fronteggiare situazioni che richiedano prontezza di riflessi e facilità di movimenti ed in particolare, ad es., le seguenti:

-gli impedimenti causati da ingessature o fasciature strette.

 

Ma questo in realtà non è l'articolo 115, ma una sorta di prontuario d'aiuto all'interpretazione :pen:

 

Poi bisogna valutare quanto questo gesso costituisca impedimento in questo caso. Poi, ok, può non essere il top in caso sia necessario mettersi in salvo evacuando il mezzo o una zona pericolosa.

 

Ma visto il cambio automatico, non dovrebbe influire sulla prontezza alla guida. Molto peggio uno che guida con la mano sul cambio, oppure occupata da una sigaretta.

Link to comment
Share on other sites

  • 0
15 ore fa, J-Gian scrive:

 

Ma questo in realtà non è l'articolo 115...

 

 

 

In effetti...

Art.115

 

http://www.aci.it/i-servizi/normative/codice-della-strada/titolo-iv-guida-dei-veicoli-e-conduzione-degli-animali/art-115-requisiti-per-la-guida-dei-veicoli-e-la-conduzione-di-animali.html

 

 

1. Fatte salve le disposizioni specifiche in materia di carta di qualificazione del conducente, chi guida veicoli o conduce animali deve essere idoneo per requisiti fisici e psichici.

 

Un arto ingessato, inficia un requisito fisico? (anche in presenza di cambio automatico)

 

 

 

https://www.poliziamunicipale.it/forum/discussione/3443/guidare-macchina-con-cambio-automatico-e-gesso-gambaletto-sul-piede-sinistro

 

(riporto, come avevo riportato da "sicurauto".)

 

 

 

 

Qui, si fa riferimento al polso.

 

Citano l'Art.115 

https://www.assinews.it/07/2013/guida-in-sicurezza-del-veicolo/440000376/

 

Potrebbero applicarlo anche a una gamba?

 

Edited by Damynavy
  • I Like! 2
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Answer this question...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Similar Content

    • By J-Gian
      In Europa la notizia è passata un po' in sordina visto che la novità è stata presentata sul modello americano Acura TLX 2015, ma si tratta di un interessante innovazione nell'ambito delle trasmissioni automatiche. Parliamo di un cambio adatto a modelli con motore trasversale, dotato di ben 8 rapporti selettivamente selezionati da 2 frizioni (DCT) ed un "extra" particolare, almeno per questa configurazione: il convertitore di coppia.
       
      Il convertitore di coppia è un elemento tutt'altro che nuovo nel mondo degli automatici. Si tratta di un organo idraulico che ha un ruolo fondamentale durante le partenze ed i cambi di marcia, in quanto permette di modulare il flusso di coppia tra motore e trasmissione in modo più dolce e continuativo, oltre che efficace (effetto "moltiplicatore di coppia") rispetto a quanto può fare una frizione.
      Non è quindi un caso se lo ritroviamo pressoché nella totalità dei cambi automatici con rotismi epicicloidali (la tipologia più diffusa) ed in buona parte delle trasmissioni CVT, spesso utilizzate in vetture orientali anche di piccole dimensioni.
       
      Il connubio "DCT+Convertitore" in ambito automobilistico invece è del tutto nuovo. Questa soluzione permette di sfruttare i vantaggi di entrambe le tecnologie, minimizzando i rispettivi punti deboli.
      La selezione dei rapporti tramite doppia frizione ad esempio, consente brillanti prestazioni grazie a tempi di commutazione teoricamente impercettibili. E giova pure dissipazioni meccaniche ridotte, con beneficio immediatamente riscontrabile nella riduzione dei consumi.
       
      Tuttavia i DCT, in certe fasi della guida manifestano delle carenze: in modo più o meno percettibile, possono presentare dei comportamenti poco gradevoli nelle partenze da fermi (e nei cambi di velocità tipici degli incolonnamenti) o nelle manovre di parcheggio. In queste circostanze infatti le frizioni devono essere modulate con precisione dal sistema di controllo, con scorrimenti che a lungo andare non giovano alla durata delle frizioni stesse.
       
      Ecco che il convertitore di coppia diventa un componente integrante, poiché viene fatto lavorare proprio nelle situazioni in cui un DCT si trova in difficoltà. Il convertitore rende più fluide e facili le manovre a bassa velocità (così le frizioni non hanno bisogno di scorrere) e viene poi escluso da un apposita frizione di blocco quando la sua azione diventerebbe deleteria per l'efficienza e le prestazioni, parliamo cioè di marcia a velocità costante o cambiate a velocità medio alte.
       
      Concludendo, si tratta di un cambio in grado di adeguarsi in modo dinamico alle condizioni di utilizzo e che mette assieme le caratteristiche delle 2 tipologie di trasmissione automatica attualmente più apprezzate. Il tutto a beneficio del confort, della facilità di guida, dei consumi, delle prestazioni e del feeling auto-guidatore.
       



       
       
      Autopareri J-G
       
       
      Riproduzione consentita previa citazione fonte con link a questo articolo e presente dicitura.
       
       
       
       
    • By Rani
      Buonasera a tutti.
      Possiedo Peugeot 5008 con Cambio Automatico (EAT6) e mi domandavo se e quando è previsto un controllo/manutenzione del cambio.
       
      Alcuni mi hanno detto "meno lo tocchi meglio sta".
       
      Altri mi hanno detto "l'olio al suo interno cambia la sua struttura nel tempo e grippa il cambio fino a romperlo".
       
      Una concessionaria Peugeot mi ha detto che non lo fanno loro ma lo fanno fare ad aziende specializzate, un'altra Peugeot mi ha detto che lo fanno, un'altra che non ho bisogno di fare nulla.
       
      Alcuni mi dicono di cambiare l'olio a 100mila km, altri a 50mila, altri mai.
       
      C'è qualcuno tra di voi che ha notizie un po' "scientifiche"?
       
      Grazie mille.
       
      ☏ Moto G (5S) Plus ☏
       
       
    • By J-Gian
      Sono numerose le proposte di modifica del CdS, raccolte in un testo unificato, ora al vaglio della Commissione trasporti della Camera.
       
      Nei mesi scorsi ci sono già state alcune novità trasformate in legge, vedi l'innalzamento delle sanzioni per chi circola senza assicurazione (con fermo amministrativo e punti sulla patente, in alcuni casi), l'obbligatorietà di dotare i seggiolini di un sistema anti-abbandono (dal 1° luglio 2019) ed anche la stretta sulle auto con targa estera.
       
       
      Tra le nuove proposte spiccano:
       
      - stretta sugli smartphone e dispositivi analoghi, dov'è prevista la sospensione immediata della patente
       
      - il divieto di fumo in auto, pena una sanzione di i 83 euro;
       
      - il "giallo" del semaforo deve durare almeno 5 secondi. Prevista l'accensione di rosso+giallo in concomitanza, prima del verde;
       
      - le biciclette (previa ordinanza comunale e cartelli appositi) potranno circolare contromano nei sensi unici dei tratti urbani con limite di 30 km/h e su corsie riservate a certi mezzi.
      Servirà un casco omologato ed in caso di rifacimento di un incrocio, se il proprietario della strada lo consentirà, sarà possibile ricorrere ad una nuova segnaletica, che dovrebbe garantirne la precedenza su certe intersezioni;
       
      - Segway, hoverboard e monopattini elettrici verranno disciplinati dal CdS (pare saranno utilizzabili sono in zone urbane con limite di 30 km/h);
       
      - per la verifica copertura RCA, diventa valido qualsiasi dispositivo di rilevamento infrazioni, o di videosorveglianza;
       
      -  tra autovelox e segnale di preavviso, dovranno esserci almeno 300 m;
       
      - autocarri per trasporto di merci pericolose e massa  superiore a 3,5 t pieno carico,  dovranno avere sistemi di frenata automatica, ESP, sistema anti colpi di sonno e mantenimento di corsia;
       
      - 150 km/h in autostrada, ma solo se c'è un sistema simil-tutor e se le condizioni di traffico lo consentono (pannelli a messaggio variabile?);

      - nelle ambulanze, se il trasportato lo richiede, potrà salire anche un accompagnatore;
       
       
      Ci sarebbero anche molte altre novità riguardanti l'età massima della patente, aree di sosta riservate, disposizioni alla circolazione di moto elettriche, categorie protette, pubblicità, ecc.
      Vi rimando a questo articolo di Quattroruote, che è molto esaustivo: https://www.quattroruote.it/news/sicurezza/2019/02/11/codice_della_strada_dalle_bici_contromano_ai_segway_su_strada_tutte_le_modifiche_allo_studio.html
       
       
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.