Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!
  • 0

Cambio Automatico Manutenzione: cambio olio (con lavaggio?)


Rani
 Share

Question

Buonasera a tutti.

Possiedo Peugeot 5008 con Cambio Automatico (EAT6) e mi domandavo se e quando è previsto un controllo/manutenzione del cambio.

 

Alcuni mi hanno detto "meno lo tocchi meglio sta".

 

Altri mi hanno detto "l'olio al suo interno cambia la sua struttura nel tempo e grippa il cambio fino a romperlo".

 

Una concessionaria Peugeot mi ha detto che non lo fanno loro ma lo fanno fare ad aziende specializzate, un'altra Peugeot mi ha detto che lo fanno, un'altra che non ho bisogno di fare nulla.

 

Alcuni mi dicono di cambiare l'olio a 100mila km, altri a 50mila, altri mai.

 

C'è qualcuno tra di voi che ha notizie un po' "scientifiche"?

 

Grazie mille.

 

☏ Moto G (5S) Plus ☏

 

 

Link to comment
Share on other sites

10 answers to this question

Recommended Posts

  • 0

oltre a quanto scritto giustamente da Beckervdo, faccio presente che un cambio olio ogni tanto (e parliamo di decine di migliaia di km) a un meccanismo che lavora in olio male non fa per ovvi motivi ...questo al di là delle leggende metropolitane di vario genere che girano sui cambi automatici 

BMW E63 630i SMG & Kawasaki Z1000SX

Link to comment
Share on other sites

  • 0
5 ore fa, Rani scrive:

Alcuni mi dicono di cambiare l'olio a 100mila km, altri a 50mila, altri mai.

 

C'è qualcuno tra di voi che ha notizie un po' "scientifiche"?

 

Posso dirti che l'operazione di "lavaggio cambio" (vedi sotto), viene fatta già da un bel po', da parte di officine generiche che si stanno specializzando sul tema.

 

La sostituzione del fluido cambio è molto importante su trasmissioni che fanno uso di convertitore, treni epicicloidali, pulegge CVT o frizioni in bagno d'olio.

 

Oltre a lubrificare, raffreddare, detergere e tenere in sospensioni le particelle distaccatesi dalle componenti sottoposte ad attrito, il fluido ha un'importantissima azione meccanica, poiché in tutti i cambi con convertitore, il fluido viene usato proprio per trasmettere il moto. Gli stress a cui è sottoposto quindi, sono continui e dovuti alle forti variazioni di pressione: si pensi che in alcuni cambi ci sono zone che raggiungono tranquillamente i 60 bar.

 

L'intervallo di sostituzione varia a seconda del dimensionamento cambio-motore-mezzo.

Sulla tua auto, che è piuttosto pesante, e monta un Aisin molto soggetto al rilascio di polveri, si consiglia solitamente di non superare i 50-60.000 km: vedrai che uscirà olio molto scuro!

 

Nota bene, che curiosamente molti costruttori di auto non prevede la sostituzione del fluido trasmissione, se non per casi particolari, come veicoli uso taxi, soggetti a traino, o pure molto chilometrati. Invece i produttori di trasmissioni, a ragion veduta lo prevedono eccome, solitamente tra i 50 ed i 100.000 km.

 

Ho esordito parlando di "lavaggio cambio", perché l'operazione da fare non prevede solo svuotamento della coppa ed il successivo riempimento: va collegato un macchinario apposito, che drena il fluido esausto rimasto e lo integra man mano con del fluido nuovo, il tutto mentre il motore è acceso: in questa maniera si lava completamente il convertitore di coppia ed il fluido presente in eventuali altre intercapedini, comprese quelle separate da un eventuale termostato. Solo così il fluido esce quasi incontaminato dai rimasugli del fluido usato in precedenza.

 

Quindi fare bene questa operazione si usano almeno 4 litri di fluido in più, quindi sulla tua auto anziché 7, se ne usano almeno 11-12.

 

In alcune auto inoltre, si apre la coppa e si sostituiste o si lava (se a rete) il filtro olio. Su alcune è comodo all'esterno, su altre si tribola di più... Sulla tua non lo si fa, perché per farlo occorre smontare troppi particolari :)  Per questo è ancora più importante farlo bene e senza eccedere con il chilometraggio.

 

Preparati comunque, che non è proprio un'operazione economica. Ma se intendi farla perché terrai il mezzo a lungo, cerca assolutamente qualcuno che usi l'apposita attrezzatura per fare un cambio olio con lavaggio.

Link to comment
Share on other sites

  • 0
 
Posso dirti che l'operazione di "lavaggio cambio" (vedi sotto), viene fatta già da un bel po', da parte di officine generiche che si stanno specializzando sul tema.
 
La sostituzione del fluido cambio è molto importante su trasmissioni che fanno uso di convertitore, treni epicicloidali, pulegge CVT o frizioni in bagno d'olio.
 
Oltre a lubrificare, raffreddare, detergere e tenere in sospensioni le particelle distaccatesi dalle componenti sottoposte ad attrito, il fluido ha un'importantissima azione meccanica, poiché in tutti i cambi con convertitore, il fluido viene usato proprio per trasmettere il moto. Gli stress a cui è sottoposto quindi, sono continui e dovuti alle forti variazioni di pressione: si pensi che in alcuni cambi ci sono zone che raggiungono tranquillamente i 60 bar.
 
L'intervallo di sostituzione varia a seconda del dimensionamento cambio-motore-mezzo.
Sulla tua auto, che è piuttosto pesante, e monta un Aisin molto soggetto al rilascio di polveri, si consiglia solitamente di non superare i 50-60.000 km: vedrai che uscirà olio molto scuro!
 
Nota bene, che curiosamente molti costruttori di auto non prevede la sostituzione del fluido trasmissione, se non per casi particolari, come veicoli uso taxi, soggetti a traino, o pure molto chilometrati. Invece i produttori di trasmissioni, a ragion veduta lo prevedono eccome, solitamente tra i 50 ed i 100.000 km.
 
Ho esordito parlando di "lavaggio cambio", perché l'operazione da fare non prevede solo svuotamento della coppa ed il successivo riempimento: va collegato un macchinario apposito, che drena il fluido esausto rimasto e lo integra man mano con del fluido nuovo, il tutto mentre il motore è acceso: in questa maniera si lava completamente il convertitore di coppia ed il fluido presente in eventuali altre intercapedini, comprese quelle separate da un eventuale termostato. Solo così il fluido esce quasi incontaminato dai rimasugli del fluido usato in precedenza.
 
Quindi fare bene questa operazione si usano almeno 4 litri di fluido in più, quindi sulla tua auto anziché 7, se ne usano almeno 11-12.
 
In alcune auto inoltre, si apre la coppa e si sostituiste o si lava (se a rete) il filtro olio. Su alcune è comodo all'esterno, su altre si tribola di più... Sulla tua non lo si fa, perché per farlo occorre smontare troppi particolari   Per questo è ancora più importante farlo bene e senza eccedere con il chilometraggio.
 
Preparati comunque, che non è proprio un'operazione economica. Ma se intendi farla perché terrai il mezzo a lungo, cerca assolutamente qualcuno che usi l'apposita attrezzatura per fare un cambio olio con lavaggio.
Che dire, grazie mille.
Ora non mi resta che trovare qualcuno specializzato in Piemonte.
Grazie!!!

☏ Moto G (5S) Plus ☏

Link to comment
Share on other sites

  • 0

Io per dormire sonni tranquilli mi rivolgerei alla concessionaria Peugeot che fa questo lavoro. In caso di problemi, ne risponde la casa madre direttamente.

Il libretto uso e manutenzione ogni quanto prevede questo intervento?

Sulla mia classe A, ho fatto sostituire in rete Mercedes l'olio del cambio a 100000km, come indicato sul libretto uso e manutenzione. È stato un intervento da 250€.

☏ SM-G975F ☏

BMW 118d Msport 01/2020 (25.000km) 6.3l/100km

Audi Q2 1.5 TFSI 150cv S-Line 07/2020 (35.000km) 7.2l/100km

Toyota Yaris 1.3 Style 5p 04/2012 (105.000km) 6.0l/100km

Link to comment
Share on other sites

  • 0
34 minuti fa, Fabione90 scrive:

Io per dormire sonni tranquilli mi rivolgerei alla concessionaria Peugeot che fa questo lavoro. In caso di problemi, ne risponde la casa madre direttamente.

Il libretto uso e manutenzione ogni quanto prevede questo intervento?

Sulla mia classe A, ho fatto sostituire in rete Mercedes l'olio del cambio a 100000km, come indicato sul libretto uso e manutenzione. È stato un intervento da 250€.

☏ SM-G975F ☏
 

Eheheheh

qui casca l'asino.

BMW non prevede manutenzione sugli ZF6HP. ZF produttrice del cambio sì (ogni 120'000 km) BMW ha l'appalto con Castrol come fornitore - anche - degli oli per cambi automatici. Morale. Castrol garantisce a BMW un "lifeline". I clienti rompono il cambio. BMW intasca 5000 Euro dal cliente, che gli vengono forniti da castrol.

BMW guadagna 10'000 Euro.

 

BMW con l'avanzare della tecnologia, passa allo ZF8HP. ZF prevede l'intervallo di sostituzione dell'olio a 120 mila km (che scendono ad 80 mila km per uso gravoso). C'è ancora Castrol nei cambi prima generazione di ZF8HP. Cambio garantito a vita per BMW. (stesso giochino di cui sopra).

ZF rompe le palle a BMW. BMW cambia fornitore di oli. Da Castrol a Shell.

Shell impone a BMW dagli ZF8HP di seconda generazione di cambiare l'olio ogni 120 mila km come prevede ZF.

Quindi, non leggere SOLO il libretto U&M del cambio, ma contattate anche chi realizza il cambio per sapere come realmente va fatta la manutenzione.

Il 7DCT di MB è un autoctono, ecco perché MB ha tutto l'interesse nel manutenersi i cambi.

 

Integro con l'articolo specifico di BMW

https://www.bmwnews.it/cambio-automatico-zf8hp-nuova-modalita-manutenzione-maggio-2016/

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

  • 0
8 ore fa, Fabione90 scrive:

Io per dormire sonni tranquilli mi rivolgerei alla concessionaria Peugeot che fa questo lavoro. In caso di problemi, ne risponde la casa madre direttamente.

 

Non lo sanno fare :)  (= casa madre non gli permette di farlo, almeno per ora)

 

O meglio, se la sostituzione è prevista, loro non fanno un cambio olio fatto come si deve: sostanzialmente si limitano a svuotare coppa, eventualmente ad aprirla se ci sono filtri da sostituire all'interno, cambiano guarnizione o comunque la sigillano, cambiano qualche vite, anelli di tenuta, talvolta alcuni spinotti elettrici (sul MB longitudinali di qualche anno fa) e fine. 

 

Ma l'olio che all'interno del convertitore, accumulatori, elettrovalvole, o nelle pulegge (caso CVT), chi lo svuota?  Resta lì, ed ovviamente va a contaminare il fluido nuovo.

 

Per questo suggerisco di cercare un'officina generica, che si sia specializzata nella sostituzione/lavaggio, mediante apposito macchinario ;) 

 

E comunque, in caso di problemi fuori garanzia, casa madre ti dice che il cambio va cambiato in toto, al più con un (comunque costo) revisionato.

  • I Like! 2
Link to comment
Share on other sites

  • 0
 
Non lo sanno fare  
 
O meglio, se la sostituzione è prevista, loro non fanno un cambio olio fatto come si deve: sostanzialmente si limitano a svuotare coppa, eventualmente ad aprirla se ci sono filtri da sostituire all'interno, cambiano guarnizione o comunque la sigillano, cambiano qualche vite, anelli di tenuta, talvolta alcuni spinotti elettrici (sul MB longitudinali di qualche anno fa) e fine. 
 
Ma l'olio che all'interno del convertitore, accumulatori, elettrovalvole, o nelle pulegge (caso CVT), chi lo svuota?  Resta lì, ed ovviamente va a contaminare il fluido nuovo.
 
Per questo suggerisco di cercare un'officina generica, che si sia specializzata nella sostituzione/lavaggio, mediante apposito macchinario  
Grazie mille.
Ammesso che il forum lo permetta, qualcuno del Piemonte che mi consiglia qualche buona officina dove fare fare questo lavorone?

☏ Moto G (5S) Plus ☏

Link to comment
Share on other sites

  • 0
34 minuti fa, Rani scrive:

Grazie mille.
Ammesso che il forum lo permetta, qualcuno del Piemonte che mi consiglia qualche buona officina dove fare fare questo lavorone?

☏ Moto G (5S) Plus ☏
 

Sembra - dalle recensioni - buona Autoofficina Cocco a Novara.

 Via Valsesia, 21, 28100 Novara NO

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Answer this question...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Similar Content

    • By J-Gian
      In Europa la notizia è passata un po' in sordina visto che la novità è stata presentata sul modello americano Acura TLX 2015, ma si tratta di un interessante innovazione nell'ambito delle trasmissioni automatiche. Parliamo di un cambio adatto a modelli con motore trasversale, dotato di ben 8 rapporti selettivamente selezionati da 2 frizioni (DCT) ed un "extra" particolare, almeno per questa configurazione: il convertitore di coppia.
       
      Il convertitore di coppia è un elemento tutt'altro che nuovo nel mondo degli automatici. Si tratta di un organo idraulico che ha un ruolo fondamentale durante le partenze ed i cambi di marcia, in quanto permette di modulare il flusso di coppia tra motore e trasmissione in modo più dolce e continuativo, oltre che efficace (effetto "moltiplicatore di coppia") rispetto a quanto può fare una frizione.
      Non è quindi un caso se lo ritroviamo pressoché nella totalità dei cambi automatici con rotismi epicicloidali (la tipologia più diffusa) ed in buona parte delle trasmissioni CVT, spesso utilizzate in vetture orientali anche di piccole dimensioni.
       
      Il connubio "DCT+Convertitore" in ambito automobilistico invece è del tutto nuovo. Questa soluzione permette di sfruttare i vantaggi di entrambe le tecnologie, minimizzando i rispettivi punti deboli.
      La selezione dei rapporti tramite doppia frizione ad esempio, consente brillanti prestazioni grazie a tempi di commutazione teoricamente impercettibili. E giova pure dissipazioni meccaniche ridotte, con beneficio immediatamente riscontrabile nella riduzione dei consumi.
       
      Tuttavia i DCT, in certe fasi della guida manifestano delle carenze: in modo più o meno percettibile, possono presentare dei comportamenti poco gradevoli nelle partenze da fermi (e nei cambi di velocità tipici degli incolonnamenti) o nelle manovre di parcheggio. In queste circostanze infatti le frizioni devono essere modulate con precisione dal sistema di controllo, con scorrimenti che a lungo andare non giovano alla durata delle frizioni stesse.
       
      Ecco che il convertitore di coppia diventa un componente integrante, poiché viene fatto lavorare proprio nelle situazioni in cui un DCT si trova in difficoltà. Il convertitore rende più fluide e facili le manovre a bassa velocità (così le frizioni non hanno bisogno di scorrere) e viene poi escluso da un apposita frizione di blocco quando la sua azione diventerebbe deleteria per l'efficienza e le prestazioni, parliamo cioè di marcia a velocità costante o cambiate a velocità medio alte.
       
      Concludendo, si tratta di un cambio in grado di adeguarsi in modo dinamico alle condizioni di utilizzo e che mette assieme le caratteristiche delle 2 tipologie di trasmissione automatica attualmente più apprezzate. Il tutto a beneficio del confort, della facilità di guida, dei consumi, delle prestazioni e del feeling auto-guidatore.
       



       
       
      Autopareri J-G
       
       
      Riproduzione consentita previa citazione fonte con link a questo articolo e presente dicitura.
       
       
       
       
    • By antamaga
      Buongiorno,
       
      avendo perso temporaneamente l'uso della gamba sx (ingessata) e avendo una auto automatica vorrei capire se posso guidarla. La Circolare Ministeriale - Ministero dei Trasporti Direzione Generale della Motorizzazione Civile e dei Trasporti in concessione - 30 ottobre 1991, n. 148, che riguarda le modifiche alle auto per infermità permanenti indica che nella mia situazione il cambio automatico sarebbe sufficiente. MA la mia domanda è: posso guidare o devo passare sotto una commisisone medica o comunque non posso guidare? Grazie
    • By ninja750
      utilissimi su qualunque auto con cambio automatico dalla panda alla laferrari
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.