Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
jeby

F1 2025: Motore a due tempi ibrido? Pat Symonds ci crede

Recommended Posts

diciamo che il sound c'é eccome, é solo piú "alto" le superbike invece avevano un rombo piú "belva"

 

comunque il sound due tempi mi andrebbe benissimo

 

 

  • Adoro! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
29 minuti fa, mikisnow scrive:

 

 Secondo me è patetico il modo con cui spingono sul tema antinquinamento con le corse. 

Secondo me no, l'F1 (e non solo) dovrebbero rappresentare il top del meglio della tecnica motoristica, il bleeding edge che poi pian piano passa (o no) alla serie. Perché non dovrebbe essere lo stesso sul tema inquinamento?

 

Il problema è semmai il difficile equilibrio tra massima espressione tecnologica e spettacolo. Questione atavica... 

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, shadow_line scrive:

diciamo che il sound c'é eccome, é solo piú "alto" le superbike invece avevano un rombo piú "belva"

 

comunque il sound due tempi mi andrebbe benissimo

 

 

 

 

Ma si come dicevo è questione di gusti. 

Io ad esempio lo associo anche  al tipo di mezzo e competizione, sulle Motocross mi appaga di più quello di una 250 2 tempi ad esempio. 

Poi il divario ovvio che non si limita fra i 2 tempi e 4 tempi, di sicuro quello che hanno ora le F1 fa proprio pena e secondo me pesa tanto sul coinvolgimento, dato che fa pena già da sola 😅. Probabile che dei nuovi propulsori anche se 2 tempi saranno meglio di questi come sound, ma abituati dei 12 cilindri sai com'è 🎉🎉

Si vedrà / Ascolterà. 

Ma a parte il discorso sound, non potranno mai essere il Top in campo motoristico. Non potranno mai avere carta bianca nel fare un propulsore come sarebbero in grado di fare. Certo, qualche limite lo devi mettere altrimenti si ammazzerebbero. Penso anche che sarebbe giusto dare la possibilità di poter scegliere, 2 tempi o 4 tempi.... cilindrata ..... Numero cilindri.... Turbo o aspirati, con limite massimo di 1000cv e limite "investimento" per esempio. E poi si vede chi vince più gare sfruttando meglio il rapporto peso/potenza/affidabilità. 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

qui entra in gioco una questione strana e poco conosciuta, il fatto che oggi si progetti tutto tramite computer porta paradossalmente ad una minore chiamiamola libertà progettuale

 

nel senso che una volta si faceva un motore magari assurdo come i 16 cilindri o le 6ruote e poi si vedeva diciamo a metà campionato come andava

 

oggi lo dai in pasto preventivamente al computer e al 90% ti dice già prima di iniziare come andrà

 

quindi alla fine la soluzione tecnica finisce per essere molto simile, o uguale per tutti, visto che tutti utilizzano all'incirca gli stessi software che danno all' incirca le stesse risposte a tutti quelli che li interrogano

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, jeby scrive:

Secondo me no, l'F1 (e non solo) dovrebbero rappresentare il top del meglio della tecnica motoristica, il bleeding edge che poi pian piano passa (o no) alla serie. Perché non dovrebbe essere lo stesso sul tema inquinamento?

 

Il problema è semmai il difficile equilibrio tra massima espressione tecnologica e spettacolo. Questione atavica... 

Perchè stanno cominciando a diventare troppo restrittive. E visto che si tratta di gare (per filosofia e definizione poco incline all'inquinare il meno possibile), lascerei più margine ecco. 

 

Per la seconda parte è un bel grattacapo, ma guardando un po' non solo nel passato ma anche a 360º, ci sono vari esempi in cui pur usando motori ed aerodinamica completamente diversa lo spettacolo era comunque garantito. Nelle Superbike ad esempio i 2 cilindri Vs 4 jappo, nel WRC il boxer subaru, senza contare le Alfa TA Vs BMW TP Vs Audi Quattro (anche se si usava la zavorra).

A me sembra che siano alcune regole e modo di organizzare le gare che influenzi lo spettacolo, più della diversificazione tecnica. 

Lo spettacolo poi in questo campo non potrà mai essere garantito se non con un appiattimento su tutto, ma le monomarca già esistono!  Ed anche qui, ti ritrovi un pilota che vince per 8 anni consecutivi e ci si lametetebbe sulla noia. 

 

Sbaglierò, sarà assurdo, ma è come vorrei vedere la F1 😉

15 minuti fa, shadow_line scrive:

qui entra in gioco una questione strana e poco conosciuta, il fatto che oggi si progetti tutto tramite computer porta paradossalmente ad una minore chiamiamola libertà progettuale

 

nel senso che una volta si faceva un motore magari assurdo come i 16 cilindri o le 6ruote e poi si vedeva diciamo a metà campionato come andava

 

oggi lo dai in pasto preventivamente al computer e al 90% ti dice già prima di iniziare come andrà

 

quindi alla fine la soluzione tecnica finisce per essere molto simile, o uguale per tutti, visto che tutti utilizzano all'incirca gli stessi software che danno all' incirca le stesse risposte a tutti quelli che li interrogano

Si, ma se ti mettono una regola sulla cilindrata massima, quello che dici è ancora più vero. 

 

Tieni conto che esistono le varie combinazioni in rapporto al peso/aerodinamica/potenza/coppia e che ogni circuito è diverso. E molte di esse raggiungono lo stesso risultato in modo è momenti diversi, creando secondo me i presupposti per avere spettacolo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, mikisnow scrive:

Tieni conto che esistono le varie combinazioni in rapporto al peso/aerodinamica/potenza/coppia e che ogni circuito è diverso. E molte di esse raggiungono lo stesso risultato in modo è momenti diversi, creando secondo me i presupposti per avere spettacolo. 

 

sí, quello che dici é tipo i regolamenti ORC o IRC per le barche a vela

 

se invece si fa una "box rule" le soluzioni principali sono tutte molto simili e la differenza la fanno i particolari, perché ci sarà sempre, sempre quel particolare progettuale a cui uno ha pensato e l'altro no

Share this post


Link to post
Share on other sites
43 minuti fa, mikisnow scrive:

Perchè stanno cominciando a diventare troppo restrittive. E visto che si tratta di gare (per filosofia e definizione poco incline all'inquinare il meno possibile), lascerei più margine ecco. 

 

Per la seconda parte è un bel grattacapo, ma guardando un po' non solo nel passato ma anche a 360º, ci sono vari esempi in cui pur usando motori ed aerodinamica completamente diversa lo spettacolo era comunque garantito. Nelle Superbike ad esempio i 2 cilindri Vs 4 jappo, nel WRC il boxer subaru, senza contare le Alfa TA Vs BMW TP Vs Audi Quattro (anche se si usava la zavorra).

A me sembra che siano alcune regole e modo di organizzare le gare che influenzi lo spettacolo, più della diversificazione tecnica. 

Lo spettacolo poi in questo campo non potrà mai essere garantito se non con un appiattimento su tutto, ma le monomarca già esistono!  Ed anche qui, ti ritrovi un pilota che vince per 8 anni consecutivi e ci si lametetebbe sulla noia. 

 

Sbaglierò, sarà assurdo, ma è come vorrei vedere la F1 😉

Si, ma se ti mettono una regola sulla cilindrata massima, quello che dici è ancora più vero. 

 

Tieni conto che esistono le varie combinazioni in rapporto al peso/aerodinamica/potenza/coppia e che ogni circuito è diverso. E molte di esse raggiungono lo stesso risultato in modo è momenti diversi, creando secondo me i presupposti per avere spettacolo. 

beh in motogp a un certo punto c'erano:

3 cilindri

4 cilindri in linea

4 cilindri a v

5 cilindri

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, LucioFire scrive:

beh in motogp a un certo punto c'erano:

3 cilindri

4 cilindri in linea

4 cilindri a v

5 cilindri

Si si ma infatti. Avevo preso solo la SBK come esempio. Non sono aggiornato, ma non erano ammessi motori dai 2 ai 6 cilindri compresi nella Moto Gp? 

Va bene così ecco. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualcuno potrebbe spiegare perché passare a un motore del genere? Quali sarebbero i vantaggi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

non saprei dire sulle questioni tecniche, perchè non osno un ingegnere, ma se le enormi risosrse investite dai motoristi in F1 debbano in qualche modo avere una ricaduta sui modelli di serie, si deve continuare con i motori 4 tempi come oggi, che hanno raggiunto e supreato rendimenti del 50%.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.