Jump to content

Lancia: storia e filosofia di progetto


AndreaB
 Share

Recommended Posts

7 ore fa, VuOtto scrive:

 

Invece quello stile è proprio quello che l'ha affossata. Nulla contro il tuo gusto ovviamente, anzi lo rispetto, però la Thesis è probabilmente la vettura peggio riuscita di Lancia degli ultimi trent'anni. La considero ancor peggio di Lybra...che tutto era fuorché esteticamente emozionante.....ma al confronto della Thesis, Lybra è pure carina.

 

In antitesi con già che dici (spero tu capisca che non sto criticando il tuo gusto, ma parlo in generale), spero invece che per Lancia adottino un linguaggio stilistico diametralmente opposto alla vetture per pensionati e politici che hanno fatto dalla Kappa inclusa in poi.

 

Certo, capisco perfettamente!

 

Io possedendo da 10 anni una Thesis, personalmente sono abbastanza di parte sui giudizi 😁 So che la mia è un'opinione impopolare, ma secondo me si tratta di una delle auto più riuscite di Lancia, ma nel contempo sono consapevole che il pubblico a cui si rivolgeva oggi non esiste più (e ce n'era poco anche 15 anni fa). Però a distanza di più di 10 anni dalla dismissione se ne continua a parlare...

 

Di Y, Musa e Delta '08, modelli i cui stilemi derivano direttamente da quello sfortunato progetto, tutto si può dire tranne che siano stati flop commerciali, per questo dicevo che il mio auspicio è di non stravolgere tutto quanto. Ma è solo un'utopia... basta vedere la Chrysler Airflow quanto si discosta dal recente passato del marchio...

  • I Like! 3
Link to comment
Share on other sites

Dire che Thesis è stato il peggior modello di Lancia è un po' troppo. Se si intendono i gusti personali, è un conto, ma il prodotto era comunque molto, molto valido.

 

L'ultimo filone stilistico di Lancia è stato ispirato dalla concept Stilnovo del 2003 (concept presentato a Barcellona nel 2003), dal quale si è ispirata la Delta III presentata come concept nel 2006 e poi lanciata nel 2008.

Da essa, anche l'attuale Ypsilon si ispirò come design.

E non sto considerando le americane rimarchiate, che non centravano nulla con Lancia.

 

Nomn esageriamo su escludere qualsiasi modello dopo il 1989: Y (1995) e Ypsilon (2003) sono state molto apprezzate stilisticamente, così come Musa restyling (ora le MPV non vengono più considerate dal mercato) e anche Fulvia coupè concept. Delta III era troppo sproporzionata (troppo lunga), ma certe caratteristiche erano ben fatte (tipo il frontale).

 

Si ha già idea di quando i primi muletti camuffati di Nuova Ypsilon gireranno su strada?

  • I Like! 2

- Volkswagen Polo 3 porte 1.0 50 cv "X", del 1998 (tenuta dal 2003 al 2007)

- Fiat Grande Punto 5 porte 1.3 Multijet 90 cv "Emotion", nuova (dal 2007 al 2019)

- Fiat 500X 1.6 Multijet 120 cv "Citycross", nuova (in possesso dal 2019)

Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, LorenzX scrive:

 

Certo, capisco perfettamente!

 

Io possedendo da 10 anni una Thesis, personalmente sono abbastanza di parte sui giudizi 😁 So che la mia è un'opinione impopolare, ma secondo me si tratta di una delle auto più riuscite di Lancia, ma nel contempo sono consapevole che il pubblico a cui si rivolgeva oggi non esiste più (e ce n'era poco anche 15 anni fa). Però a distanza di più di 10 anni dalla dismissione se ne continua a parlare...

 

Di Y, Musa e Delta '08, modelli i cui stilemi derivano direttamente da quello sfortunato progetto, tutto si può dire tranne che siano stati flop commerciali, per questo dicevo che il mio auspicio è di non stravolgere tutto quanto. Ma è solo un'utopia... basta vedere la Chrysler Airflow quanto si discosta dal recente passato del marchio...

 

Ma figurati, ribadisco, il gusto è personale ed è giusto che sia così. Sono felice che tu sia soddisfatto della Thesis......ma se il 99% delle persone ricordano più volentieri Thema I, Dedra, Fulvia, Stratos, Delta I ecc....credo che un motivo ci sia.

 

Dal punto di vista puramente mentale....trovo ci sia un conflitto con l'immagine che avevano dato a Lancia solo trent'anni fa: La macchina dei Rally, della Fulvia, della S4, della 037, della delta. La macchina con i muscoli, per quelli che vogliono guidare. Poi cos'hanno fatto? hanno stravolto tutto con macchine da famigliola felice, scialbe e prive di carattere. 

 

Avessero seguito il filone Audi, che è stata sempre abbastanza coerente con la filosofia "quattro".....per modo di dire......probabilmente non avrebbero avuto i problemi da metà anni '90 in poi. Diciamo che voler traslare una vettura macina rally in vettura elegante da pensionati non è stata una mossa furba. Poi ancora cos'hanno combinato? Ecochic, eco qua eco là.....e si sono rivolti solo ad un pubblico femminile (vi prego non parlo in senso maschilistico).

 

Capirete anche voi che nella mente di uno come me, che non sono anziano, si accostano Miki Biasion, la S4, la Delta, la =37 alla ypsilon eco chic...alla Thesis, alla Phedra......e ne esce un palese casino.

 

Ma...non ho dubbi....non ci riusciranno nel rilancio. Non ci riusciranno poiché stanno fallendo anche con Alfa Romeo....lasciando morire fine a sè stessi progetti come Giulia e Stelvio in favore, in futuro di condivisioni ex-psa che proprio non riesco a capire. Hanno poco da fare una 33 stradale 2.0 se poi offriranno una caricatura di C5 come si vocifera.

 

Per cui, felice che Lancia rimanga....ma non sono così ottimista, avendo uno storico delle capacità di come Stellantis gestisce marchi che avrebbero capacità immense.....

 

 

  • I Like! 1
  • Thanks! 2

in garage: MY17 BMW M140i F20 + MY22 BMW M3 Competition Xdrive G80 
in arrivo: 03/23 Ferrari 296 GTB Assetto Fiorano 

 

Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, LorenzX scrive:

 

Certo, capisco perfettamente!

 

Io possedendo da 10 anni una Thesis, personalmente sono abbastanza di parte sui giudizi 😁 So che la mia è un'opinione impopolare, ma secondo me si tratta di una delle auto più riuscite di Lancia, ma nel contempo sono consapevole che il pubblico a cui si rivolgeva oggi non esiste più (e ce n'era poco anche 15 anni fa). Però a distanza di più di 10 anni dalla dismissione se ne continua a parlare...

 

Di Y, Musa e Delta '08, modelli i cui stilemi derivano direttamente da quello sfortunato progetto, tutto si può dire tranne che siano stati flop commerciali, per questo dicevo che il mio auspicio è di non stravolgere tutto quanto. Ma è solo un'utopia... basta vedere la Chrysler Airflow quanto si discosta dal recente passato del marchio...

Lancia Y ( 1995 2003) ha fatto 802.890 pezzi. 

Lancia Musa ( 2004 2012) ha fatto 237.505 pezzi 

Lancia Delta 2008 ha fatto 115.003 pezzi. 

La prima è stata un successo, la seconda discreta, la terza no. 

Lancia Thesis ha fatto 15.941 pezzi. 

Ps oggi se vedi una Thesis ti giri ancora adesso, un MB, una Audi od una BMW contemporanee invece passano inosservate nel mare magno della produzione tedesca non recentissima. 

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, VuOtto scrive:

Diciamo che voler traslare una vettura macina rally in vettura elegante da pensionati non è stata una mossa furba.

 

se permetti mi pare una visione un po' distorta, probabilmente filtrata dalla tua passione per le auto sportive.

la Delta di Giugiaro (1979) era proprio quella cosa lì: una vettura elegante per gente del ceto medio di mezza età. l'immagine sportiva è arrivata (molto) dopo, un po' per caso a dirla tutta, ma in nuce quello era la Delta.

 

poi che Lancia abbia nella sua brand identity anche una vena sportiva - legata essenzialmente agli anni 70-80 - è vero, ma quella non è e mai è stata la sua cifra principale.

  • I Like! 4
  • Thanks! 1
Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, mikisnow scrive:

 Si, mi giro dall'altra parte. BMW sia del passato che recente passato mantengono il loro fascino, come l'ha mantenuto una Dedra, Thema, Calibra, Saab, 147, 156, Giulia......

È un paragone sbagliato. Cioè se al posto di Thesis ci metti una Serie 5 del 2000-2005 ecco che si può dire la stessa cosa rispetto alle attuali BMW ed Audi insipide anonime e senza carattere. 

Poi al di là dei gusti estetici, Thesis Lybra e Delta ha perfettamente ragione @VuOtto, non lo saprei spiegare meglio. 

 

 

Questione di gusti. 

L'unica serie 5 interessante è quella di Bangle, le altre fanno tanto campo nomadi ( cosa che Thesis non farà mai). 

Ovviamente parlo solo di estetica, non di prestazioni o meccanica. 

 

 

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, slego scrive:

 

se permetti mi pare una visione un po' distorta, probabilmente filtrata dalla tua passione per le auto sportive.

la Delta di Giugiaro (1979) era proprio quella cosa lì: una vettura elegante per gente del ceto medio di mezza età. l'immagine sportiva è arrivata (molto) dopo, un po' per caso a dirla tutta, ma in nuce quello era la Delta.

 

poi che Lancia abbia nella sua brand identity anche una vena sportiva - legata essenzialmente agli anni 70-80 - è vero, ma quella non è e mai è stata la sua cifra principale.

Mi permetto di correggerti, visto che bene o male c'ero. 

Delta 1979 si rivolgeva a quella borghesia media che voleva un po' di più dalle segmento C coeve come prestazioni, accessori e finiture, senza per forza finire nelle sportive tre porte. Non a caso la 1.5 84 cv poteva avere il condizionatore d'aria, in pratica l'unica del segmento. 

 

Non dimentichiamo che le concorrenti ( Fiat Ritmo, Opel Kadett D, Ford Escort mk 2, VW Golf 1, Renault 14, Simca Horizon) erano tutte un gradino od addirittura due gradini indietro da questo punto di vista. 

Solo Alfa Romeo Alfasud poteva offrire valori prestazionali simili, ma con una linea allira obosoleta. 

Col crescere della concorrenza, anche Delta crebbe, con l'adozione del motore 1.6 bialbero, guadagnandosi una clientela più sportiveggiante e giovane, ma sempre più mirata al Gran Turismo che allo Sport. 

Poi arrivò il 1.6 turbo, e solo nel 1986, a carriera quasi finita la 2.0 turbo 4wd madre di tutte le integrali. 

Auto che vendette non tantissimo, e che sarebbe rimasta solo un interessante esperimento se non fosse stato abolito il gruppo B nei rallyes. A quel punto cominciò l'epopea del gruppo N, ed il resto è storia.

 

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

33 minuti fa, slego scrive:

 

se permetti mi pare una visione un po' distorta, probabilmente filtrata dalla tua passione per le auto sportive.

la Delta di Giugiaro (1979) era proprio quella cosa lì: una vettura elegante per gente del ceto medio di mezza età. l'immagine sportiva è arrivata (molto) dopo, un po' per caso a dirla tutta, ma in nuce quello era la Delta.

 

poi che Lancia abbia nella sua brand identity anche una vena sportiva - legata essenzialmente agli anni 70-80 - è vero, ma quella non è e mai è stata la sua cifra principale.

 

E' molto probabile che la mia passione per le auto sportive, effettivamente, mi porti a giudicare quelle.......e dato che parliamo di Lancia......fino al 1991...mio padre era quello che faceva le scarpe da corsa a Biasion e Siviero...e mi vedevo arrivare a casa Miki con la sua Thema Ferrari rosso scuro spesso a cena.....capirete il perché io con Lancia ho una certa affezione che va al di là della Thema turbo che mio padre ha avuto prima della lunga parentesi in BMW...Thema che Miki stesso aveva consegnato a mio padre in mia presenza nel 90..... lo ricordo molto bene anche se avevo sei anni. Tutta la mia passione per le auto e gli aerei nasce anche da aver vissuto certi momenti che hanno segnato la mia infanzia.....con piloti di auto da corsa e piloti da caccia dell'Aeronautica Militare. 

 

Mi viene da sorridere e provo un po' di pena quando vedo le mie nipoti guardare i me contro te.....quando mio padre mi portava al rally di bassano a far provare le suole ignifughe a Miki.....e vedevo i meccanici armeggiare sulla Delta.....tanta roba....lo ricorderò per sempre. Ecco perché io con le auto sportive ho un serio "problema".

 

Tornando a quello che scrivi.......hai ragione...... ma, il mito Delta è nato proprio per la soppressione delle gruppo B per la morte di Toivonen...per cui la delta è stata letteralmente "baciata" dalla fortuna sportiva, grazie alla quale..... se parli di Delta alla gente.....a loro (e anche a te immagino) viene sempre in mente questa:

 

Rally-di-Sanremo-1988.jpg.54d67b65c3332a6a49e478cbdefbe775.jpg

 

non questa....

 

-_01_Lancia_Delta_1979.thumb.jpg.28107acce332b4840d42e97686f72888.jpg

 

P.S. La foto ritrae Biasion e Siviero che vinsero il San Remo 1988. Mio padre era li....e quelle che indossano sono le nostre scarpe. Mi scende una lacrima......

Edited by VuOtto
  • Wow! 1
  • Adoro! 1
  • Thanks! 4

in garage: MY17 BMW M140i F20 + MY22 BMW M3 Competition Xdrive G80 
in arrivo: 03/23 Ferrari 296 GTB Assetto Fiorano 

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.

Or register (free) and login, to remove this warning.