Jump to content
Message added by __P,

Recommended Posts

Di questi MY23 trovo orribile il fatto di poter avere i sedili rossi o tabacco con pannelli porta e plancia neri. Così appare come un post montaggio di bassa lega. 
 

Comunque per chi volesse aggiornare la propria Giulia ci sono aziende che pubblicizzano già il virtual cockpit in post montaggio, su parte da 1200 euro + iva per le post my20 fino ai 4000 euro per le più vecchie.

1983 Citroen 2CV6 Charleston bordeaux/nera

2024 Alfa Romeo Tonale 1,5 160cv Sprint

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, leon82 scrive:

Di questi MY23 trovo orribile il fatto di poter avere i sedili rossi o tabacco con pannelli porta e plancia neri. Così appare come un post montaggio di bassa lega. 

Sono d'accordo, ma è un taglio fatto già con il MY2022, non una novità del MY2023.

Link to comment
Share on other sites

Io trovo assurdo che anche per questa (ho avuto la conferma) possano rubartela in 30 secondi accedendo dal radar: non hanno pensato alle bestemmie di tutti quelli che ogni giorno se la vedono soffiare sotto il naso? Un piastra modificata no??

Grande regalo a JTD Performance e Mosquito, venderanno kit antifurto a pancali.

  • I Like! 1

AR Giulia Veloce 2.0T '19 - AR Stelvio 2.0T '19 - Jeep Wrangler 4.0 '96 - Fiat 500 L '72 - Dacia Jogger 1.0T '23  image.png.573d944fdcffa03fd780dac6bdcfc82e.png

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio, evolvere è un’arte

  • Arrivano negli showroom le nuove Giulia e Stelvio, i capolavori di Alfa Romeo che evolvono, in termini di stile e tecnologia.
  • Il lancio commerciale viene anticipato dalla presentazione alla stampa, nell’ambito dell’evento “Evolving is performance art”, che mette in risalto il lavoro e la passione del team Alfa Romeo al fine di migliorare qualcosa di già perfetto. Del resto, solo un approccio tipico dell’Arte può far evolvere due capolavori come Giulia e Stelvio sia a livello di design, tipicamente italiano, sia di dinamica di guida.
  • Nuovo “sguardo” con i sofisticati fari Full-LED Matrix adattivi e l’inedita griglia del “Trilobo”, che sancisce il forte “family feeling” con Tonale.
  • Nuovo quadro strumenti totalmente digitale e storico design “a cannocchiale”. Massimo comfort e sicurezza con gli “Alfa Connect Services” che offrono aggiornamenti “Over The Air”.
  • Anche su nuova Giulia e Stelvio sarà presto disponibile la tecnologia NFT (Non-Fungible-Token) che si basa sul concetto di “blockchain card”, un registro digitale secretato e non modificabile sul quale vengono riportate le principali informazioni sulla singola vettura.
  • La dinamica di guida è il punto di riferimento delle categorie SUV e berlina, grazie ad un perfetto bilanciamento dei pesi, agilità e leggerezza best in class e lo sterzo estremamente preciso.
  • Nuova logica di gamma, convergente con quella introdotta su Tonale: Super, Sprint, Ti e Veloce. Quattro allestimenti distintivi, quattro nomi radicati nella tradizione Alfa Romeo.
  • Con le nuove Giulia e Stelvio debutta la serie speciale “Competizione”, la versione top di gamma che porta al debutto il nuovo colore esclusivo grigio opaco Moon Light.
  • Nel weekend dell’11 e 12 febbraio, presso tutti gli showroom Alfa Romeo, i due nuovi modelli potranno essere ammirati in occasione del Porte Aperte dedicato alla nuova Tonale Plug-in Hybrid Q4.
  • Grazie alla proposta finanziaria di FCA Bank, a partire da soli 490 euro al mese* e un anno di garanzia estesa inclusa nella rata, sarà possibile salire a bordo delle nuove Giulia e Stelvio, in allestimento Veloce turbo diesel 210cv trazione integrale Q4.
  • A disposizione anche la formula Noleggio Chiaro di Leasys per vivere un’esperienza di guida con tutti i servizi inclusi nel canone, senza gli oneri e i pensieri legati alla gestione dell’auto.

 

Parte oggi il tour europeo delle nuove Giulia e Stelvio che precede il loro esordio negli esclusivi showroom Alfa Romeo. I due nuovi modelli segnano una tappa significativa nella loro storia evolvendo sia nelle proverbiali eccellenze del Marchio – perfetto bilanciamento dei pesi, dinamica di guida da prima della classe, soluzioni tecnologiche e motoristiche ai vertici del segmento – sia in quella “bellezza senza tempo”, tratto tipico del Design Alfa Romeo, che ne fa due autentiche “opere d’arte in movimento” concepite per durare negli anni. E oggi questa “bellezza” del Design italiano viene resa ancora più seducente e contemporanea, focalizzando l’intervento stilistico sul frontale in modo da creare un chiaro e forte family feeling con Tonale.

 

Il debutto negli showroom Alfa Romeo in Italia

In Italia il pubblico potrà ammirarle in occasione del Porte Aperte dedicato alla nuova Tonale Plug-in Hybrid Q4, in programma nel weekend dell’11 e 12 febbraio. Tutto è pronto, quindi, per accogliere gli appassionati che vorranno scoprire l’evoluzione di due modelli di successo che, solo lo scorso anno, hanno totalizzato circa 10.000 immatricolazioni in Italia, nonostante un mercato sempre più competitivo. Inoltre, Stelvio per il quarto anno consecutivo è leader del segmento D-SUV, con una quota di oltre il 16%, che sale a circa il 20% nel comparto Premium, mentre Giulia si conferma leader tra le berline non ibride del segmento D.
Il listino prezzi parte da 47.050€ per la nuova Giulia e 53.150€ per la nuova Stelvio.

 

“Evolving is performance art”

Il lancio dei due nuovi modelli è preceduto dall’evento di presentazione alla stampa “Evolving is performance art”, che racchiude tutto il lavoro e la passione dei designer e ingegneri Alfa Romeo al fine di migliorare due capolavori, entrambi frutto del perfetto equilibrio estetico e funzionale. Un obiettivo ambizioso che ha richiesto una particolare abilità e una ricerca dell’eccellenza davvero straordinari, gli stessi elementi che si celano dietro a un’opera artistica. Ecco perché l’evoluzione di Giulia e Stelvio può essere accostata alla “Performance Art”, la nuova forma d’arte in cui la performance dell’artista avviene dal vivo davanti agli spettatori. Allo stesso modo, infatti, le “creazioni meccaniche” Alfa Romeo si manifestano nella vita reale regalando emozioni forti e assicurando la migliore esperienza di guida nel mondo dell’auto. Ma per restare sempre contemporanee e al passo con i tempi, tutte le icone automobilistiche necessitano di evolvere, pur conservando l’essenza del progetto originale. Inoltre, la parola “performance” rinvia anche alle prestazioni insite nel DNA del marchio di nobile sportività italiana dal 1910. E non è certo un caso se, all’inizio del Novecento, il Futurismo sceglierà l’automobile come simbolo di bellezza, velocità e dinamismo – basti pensare alla famosa frase di Marinetti “Un’automobile da corsa è più bella della Vittoria di Samotracia” – così come le prime Alfa Romeo degli anni 20 e 30 diventeranno le più ritratte nei manifesti di quel periodo, tra cui la splendida locandina di Aldo Mazza per il Circuito di Milano del 1924. Insomma, il brand italiano è strettamente legato all’Arte, intesa come massima espressione di una cultura estetica senza tempo. E Giulia e Stelvio non fanno eccezione, anche perché rappresentano lo stato dell’arte, estetico e tecnologico, nelle rispettive categorie e continueranno ad essere un punto di riferimento per Alfa Romeo che vuole reinventare la sportività nel ventunesimo secolo.

 

Un nuovo “sguardo”

Sul frontale delle Nuove Giulia e Stelvio risalta un inedito trattamento delle griglie anteriore, dove è posizionato il logo, e quelle inferiori destinate alle due principali prese d’aria, dando vita a una rivisitazione contemporanea del famoso e distintivo “Trilobo”. Proprio i gruppi ottici anteriori rappresentano la principale novità del frontale: da oggi, infatti, su entrambi i modelli debutta la fanaleria “3+3”, con nuovi fari Full-LED Matrix adattivi, che crea un forte family feeling con Tonale e, al tempo stesso, ricorda un rinomato stilema del Brand introdotto dalle iconiche Alfa Romeo SZ Zagato e il concept Alfa Romeo Proteo. I tre moduli  compongono una frontline unica delle Nuove Giulia e Stelvio e forniscono al contempo luce diurna e indicatore di direzione dinamico garantendo le migliori condizioni di illuminazione grazie all’introduzione di due tecnologie sofisticate: l’“Adaptive Front Lighting System” , che fornisce una regolazione continua dei fari anabbaglianti in base alla velocità e alle specifiche condizioni di guida,  e la “Glare-Free High Beam Segmented Technology” che, in scarse condizioni di luminosità, rileva automaticamente il traffico frontale e/o nel senso opposto per evitare l'abbagliamento delle altre auto; e infine il dispositivo "Welcome and Goodbye" che si attiva ogni volta che il guidatore chiude o apre l'auto. Tutto ciò si traduce in più efficienza - in termini di durata e risparmio energetico – e maggiore sicurezza, grazie al minore affaticamento degli occhi e un migliore comfort di guida. Anche il layout dei gruppi proiettori posteriori a LED, perfetta combinazione tra stile e tecnologie sofisticate, si rinnova al fine di accentuare l’anima sportiva di entrambi i modelli. I In dettaglio, la Nuova Stelvio presenta nuovi gruppi ottici posteriori con vetro fumé e finitura nero lucido mentre quelli della Nuova Giulia adottano vetro e finitura trasparente.

 

Nuovo quadro strumenti totalmente digitale

Le Nuove Giulia e Stelvio sono dotate della tecnologia più avanzata per assicurare una esperienza connessa e confortevole, mantenendo al contempo il piacere di guida tipico di una Alfa Romeo. La novità più rilevante si osserva al centro del quadro strumenti, caratterizzato dallo storico design “a cannocchiale”, dove campeggia il nuovo schermo TFT da 12,3” - totalmente digitale - da cui accedere a tutte le informazioni sulla vettura e ai parametri relativi alle tecnologie di guida autonoma. Inoltre, il cluster può essere riconfigurato attraverso tre layout:Evolved”, che rappresenta la visione progettuale delle Alfa Romeo del futuro valorizzando l’area centrale dello schermo pur mantenendone i 2 quadranti laterali; “Relax”, con un focus specifico sul comfort, libero da dettagliate informazioni vettura e caratterizzato dall’ assenza dei 2 quadranti; e infine “Heritage”, che si ispira ai modelli iconici del marchio degli anni 60 e 70, con dettagli distintivi come i numeri invertiti sull'estremità finale del tachimetro.

 

Tecnologia NFT e “Alfa Connect Services”

Le nuove Giulia e Stelvio sono equipaggiate con un’interfaccia HMI (Human Machine Interface) fluida e intuitiva per avere a portata di mano tutte le funzionalità. Inoltre, il sistema infotainment garantisce contenuti, funzionalità e la piattaforma “Alfa Connect Services” che propone un’ampia serie di servizi utili per la sicurezza e il comfort ed è concepito per offrire aggiornamenti “Over The Air”. Ad esempio, la funzione “My Remote” include diversi servizi, tra cui la possibilità di controllare a distanza via smartphone/smartwatch alcune funzionalità della propria vettura (apertura/chiusura porte, lampeggio luci). Anche sulle nuove Giulia e Stelvio sarà presto disponibile la tecnologia NFT (Non-Fungible-Token), un’esclusiva mondiale nel panorama automotive che il Brand globale italiano ha lanciato prima su Tonale e che renderà disponibile sull’intera gamma. La tecnologia si basa sul concetto di “blockchain card”, un registro digitale secretato e non modificabile sul quale vengono riportate le principali informazioni sulla singola vettura. Una feature off-board distintiva, di immediato utilizzo e sostenibile, che sottolinea il carattere innovativo di Alfa Romeo. Basandosi sulla selezione del cliente, l’NFT genera una certificazione in cui vengono riportati i dati sulla vita della vettura. Certificazione che può essere utilizzata come garanzia del buon mantenimento del veicolo, supportandone di conseguenza il valore residuo. Dunque, la certificazione NFT rappresenta, sul mercato dell’usato, un’ulteriore fonte di credibilità, che aiuta il possessore/rivenditore, ma rassicura anche l’acquirente nella scelta del veicolo di seconda mano.


La dinamica di guida è la migliore del segmento

La dinamica di guida delle Nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio si conferma best in class nei rispettivi segmenti, regalando un’esperienza di guida viscerale e all’insegna del più autentico spirito Alfa Romeo, ovvero il giusto equilibrio tra design italiano, motori all’avanguardia, perfetta distribuzione dei pesi, soluzioni tecniche uniche ed eccellente rapporto peso/potenza. Da questa “formula magica” scaturisce l’essenza di pura sportività dei modelli Alfa Romeo, di ieri e di oggi, che a partire da Tonale – simbolo della Metamorfosi del brand - sta evolvendo per ridefinire la sportività del 21° secolo, in perfetta sintonia con una mobilità sempre più sostenibile. Per raggiungere questo nuovo livello della sportività, fatto di perfomance ed efficienza, il Marchio italiano può contare sulle sue rinomate eccellenze. E basta sedersi a bordo delle Nuove Giulia e Stelvio per capire che si sta per entrare in una dimensione proiettata verso il futuro.

Leggerezza ed agilità: il comportamento dinamico impeccabile e sportivo di Giulia e Stelvio è supportato dall’impiego diffuso di materiali ultraleggeri, come l’alluminio utilizzato ad esempio per la base dei motori e il carbonio, utilizzato per l’albero di trasmissione, soluzione derivata direttamente dal mondo delle competizioni.

Trazione integrale con tecnologia Q4: il sistema gestisce la trazione del veicolo in modo reattivo e predittivo, al fine di garantire il massimo livello in termini di prestazioni, efficienza e sicurezza in ogni condizione di guida. La tecnologia Q4 assicura tutti i vantaggi della trazione integrale e, allo stesso tempo, garantisce consumi ridotti, reattività e tutto il piacere di guida di un'auto a trazione posteriore. cuore pulsante è il sistema attivo di ripartizione della coppia (scatola di rinvio attiva o ATC) che monitora in tempo reale le condizioni di aderenza e le richieste del conducente per garantire sempre le migliori performance. La vettura è caratterizzata da una trazione 100% posteriore. All’approssimarsi del limite di aderenza o in funzione di una specifica richiesta del pilota, il sistema Q4 di Alfa Romeo chiude le frizioni presenti nel sistema di ripartizione e trasferisce in meno di 150ms fino al 50% della coppia motrice all'assale anteriore.

Differenziale autobloccante meccanico Q2: sull’allestimento Veloce è possibile integrare alla trazione integrale Q4, il differenziale posteriore autobloccante meccanico Q2, disponibile anche con la sola trazione posteriore. Il differenziale posteriore autobloccante enfatizza l’agilità e il carattere sportivo garantendo una trazione perfetta, una maggiore stabilità del veicolo in curva a velocità e accelerazione laterale elevate e la massima sicurezza in condizioni di fondo bagnato o scivoloso grazie a un controllo costante delle ruote e alla riduzione dello slittamento.

Alfa Link suspension: guidare una vettura Alfa Romeo è una sensazione inconfondibile e indimenticabile. Questo grazie anche all’esclusiva architettura delle sospensioni AlfaTM Link. Nell’avantreno è disponibile una sospensione a quadrilatero alto con doppia leva inferiore e asse di sterzo semi-virtuale, che ottimizza l'effetto filtrante e consente di sterzare in modo rapido e preciso per un handling senza compromessi. Al retrotreno si è optato per una soluzione multilink a quattro bracci e mezzo - brevetto Alfa Romeo - che garantisce un handling elevato combinato ad un comfort eccellente. In esclusiva della serie speciale Competizione, sono disponibili le sospensioni attive AlfaTM Active Suspension con smorzamento a controllo elettronico, che si adattano istante per istante alle condizioni di guida e permettono di scegliere tra un comportamento più orientato alle prestazioni oppure al comfort.

(IBS) Integrated brake system: il sistema elettromeccanico combina il controllo di stabilità con il l’impianto frenante garantendo una risposta istantanea del freno, limitando quindi la distanza di arresto, oltre a consentire un’importante ottimizzazione dei pesi. l’utilizzo del sistema brake by wire comporta infatti una notevole riduzione dei componenti all’interno del vano motore sostituendo con un solo hardware l’assieme composto da pompa, servofreno ed ESP, garantendo una riduzione delle masse a sbalzo a vantaggio dell’agilità della vettura.

Contribuisce all’eccellenza dinamica di Giulia e Stelvio lo sterzo estremamente diretto, abbinato al cambio automatico ZF a 8 rapporti con palette fisse in alluminio che garantisce una maneggevolezza in curva senza eguali. Non ultimo, in un perfetto equilibrio tra piacere di guida e sistemi di assistenza, le Nuove Giulia e Stelvio offrono un set completo di funzionalità ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) per una guida autonoma di livello 2 che per definizione si raggiunge quando il guidatore può lasciare alla sua vettura il controllo di acceleratore, freno e sterzo in determinate condizioni, attraverso sistemi elettronici che richiedono il continuo monitoraggio del guidatore ma lo supportano per offrirgli un maggiore comfort nei lunghi viaggi. Il guidatore deve in ogni caso esercitare un controllo continuo tenendo le mani sul volante.

 

Logica di gamma semplice e intuitiva

Le Nuove Giulia e Stelvio convergono sulla nuova logica di gamma introdotta con Tonale, che rende ancora più semplice la configurazione da parte del cliente.  Quattro gli allestimenti disponibili, una caratterizzazione ben definita che soddisfa le necessità dei clienti più esigenti. Il trim Super è la porta di ingresso all’esperienza unica Alfa Romeo, ancora più esclusiva con l’allestimento Sprint, che include numerosi optional dalla forte connotazione sportiva. Ai vertici della gamma troviamo l’allestimento Ti, che esalta le doti di eleganza ed il carattere distintivo delle due vetture, e il trim Veloce, per raggiungere il massimo in termini di performance e sportività. Senza dimenticare che le denominazioni Super, Sprint, Ti e Veloce affondano le loro radici nella tradizione Alfa Romeo. Dunque, quattro allestimenti distintivi ma tutti in grado di rispondere all’esigenza di un cliente alla ricerca di una vera e propria simbiosi con la propria vettura. Infine, le Nuove Giulia e Stelvio saranno disponibili nelle versioni diesel da 160 CV a trazione posteriore insieme alle potenti motorizzazioni benzina da 280 CV e diesel da 210 CV a trazione integrale.

 

La serie speciale Competizione, la massima espressione di performance e stile.    

Per celebrare il debutto delle Nuove Giulia e Stelvio, Alfa Romeo presenta la serie speciale Competizione, un autentico “concentrato” di stile e tecnologia che di certo soddisferà l’appassionata tribe Alfa Romeo. Nata sulla base della Veloce e disponibile con tutte le motorizzazioni, l’edizione di lancio è la versione top di gamma, che si caratterizza per l’esclusivo colore grigio opaco Moon Light, a contrasto con il rosso delle pinze dei freni. Una connotazione estetica fortemente sportiva che sulla Nuova Stelvio viene accentuata dagli cerchi in lega da 21”. All’interno, spiccano il raffinato impianto audio Harman /Kardon e la plancia e i sedili rivestiti in pelle pregiata nera con cuciture rosse. Completano le dotazioni i vetri privacy e il badge Competizione posto sulla fiancata e sul poggiatesta anteriore. Sulla Competizione è di serie il sistema esclusivo Alfa Active Suspension e la tecnologia NFT (Non-Fungible-Token), che certifica l'unicità di ogni vettura “Competizione”, e ne garantisce la configurazione originale. Dunque, la Competizione è la massima espressione, in termini di stile performance e tecnologia, dell’essenza Alfa Romeo.

 

https://www.media.stellantis.com/it-it/alfa-romeo/press/nuove-alfa-romeo-giulia-e-stelvio-evolvere-e-un-arte

 

image.thumb.png.63f2387642b2bf57cdfa9bb180d53567.png

  • I Like! 2
  • Thanks! 2
Link to comment
Share on other sites

Sicuramente il my 2023 va visto dal vivo ma devo dire che ogni volta che vedo la Giulia c’è l’effetto wow e mi dico “che macchina!”. Anche la Stelvio si distingue in positivo rispetto agli altri suv.  Tra l’altro ne vedo sempre di più sia di Giulia che Stelvio e soprattutto non in versione base come accadeva prima

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, jameson scrive:

"La gamma motori è stata semplificata con i propulsori più scelti dagli alfisti" dove essere "La gamma motori è stata semplificata eliminando i propulsori più scelti dagli alfisti".

Beh no dai, hanno eliminato i meno venduti su scala internazionale.

Che fosse opportuno o meno questo è un altro discorso.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.