Jump to content

Aprilia RS 457 2024


KimKardashian

Recommended Posts

Modello intermedio tra la 125 e la 660, motore da 35 kW guidabile con patente A2; da come ho capito la produzione avverrà esclusivamente in India nello stabilimento Piaggio di Baramati.  
 

https://press.piaggiogroup.com/it_IT/post/show/274835/aprilia-rs-457-il-nuovo-capito.html

 

Cita

APRILIA RS 457, IL NUOVO CAPITOLO DELLA SAGA APRILIA RS

APRILIA COMPLETA LA SUA FAMIGLIA PIÙ SPORTIVA ENTRANDO IN UN SEGMENTO NUOVO CHE GUARDA AL FUTURO, SIA DELLE NUOVE GENERAZIONI CHE DI NUOVI MERCATI

LA RS CHE NON C’ERA È UNA SPORTIVA VERA. POTENTE E DIVERTENTE, CON IL MIGLIOR RAPPORTO PESO POTENZA NELLA SUA CATEGORIA, MA ANCHE FACILE E LEGGERA, CON SOLUZIONI TECNICHE RAFFINATE DI DIRETTA DERIVAZIONE DALLE CLASSI SUPERIORI E UNA LINEA AGGRESSIVA, IN PURO STILE RS

UNA VERA RS NELLA CICLISTICA E NELLA TECNOLOGIA: MOTORE BICILINDRICO, RAFFREDDATO A LIQUIDO E DISTRIBUZIONE QUATTRO VALVOLE CON DOPPIO ALBERO A CAMME IN TESTA (DOHC), TELAIO IN LEGA DI ALLUMINIO E UN PACCHETTO COMPLETO DI GESTIONE ELETTRONICA CON RIDE BY WIRE, TRACTION CONTROL REGOLABILE E TRE RIDING MODE

Aprilia RS 457 vuole diventare il nuovo punto di riferimento sia tecnologico sia stilistico dei giovani motociclisti di tutto il mondo, la nuova chiave di accesso al mondo della sportività secondo Aprilia.

RS 457 è un passo storico per Aprilia e non soltanto da un punto di vista tecnico. Con la nuova sportiva bicilindrica, infatti, Aprilia si rivolge a target e mercati completamente nuovi, per andare a intercettare, in tutto il mondo, la domanda crescente di moto facili ma divertenti, tecnologicamente e stilisticamente di avanguardia, rivolte a grandi fasce di mercato.

Michele Colaninno - AD Gruppo Piaggio
“In questi anni il brand Aprilia sta vivendo un periodo magico di rinnovamento e crescita, sostenuto anche dai continui progressi nel mondo delle corse.
La recente introduzione della famiglia 660, con RS e Tuono prima e Tuareg poi, ha allargato il target, creando una gamma completa e competitiva. Ora siamo pronti a fare un ulteriore passo verso il futuro, con una moto sorprendente interamente sviluppata a Noale, in grado di esaltare ed emozionare i giovani e che ci apre grandi prospettive su nuovi mercati, anche lontani. È un passo in più verso la globalizzazione di un brand che da sempre porta nel suo DNA la perfetta combinazione di tecnologia, divertimento e sguardo al futuro”.

La sigla RS rappresenta la sportività secondo Aprilia. Moto pensate per stupire, grazie a innovazioni derivate da una lunga e vincente storia racing che ha formato, in Aprilia, una cultura motociclistica unica al mondo. Così Aprilia è diventata il sogno di intere generazioni, assecondando la passione dei piloti più giovani con moto straordinarie.

Nello stesso tempo Aprilia è stata protagonista del mondo racing, dominando nelle categorie 2T e, dopo aver ribadito il suo primato tecnologico, andando a vincere nelle competizioni SBK, è diventata protagonista anche in MotoGP.
Ora Aprilia torna alla missione con la quale nacque, con un progetto dedicato alle nuove generazioni di motociclisti, che raccoglie il sapere costruito sulle piste di tutto il mondo.

A partire dal 2020 il grande successo di Aprilia RS 660 (la sportiva più venduta in Europa) ha rivoluzionato il mondo delle sportive di media cilindrata creando un nuovo segmento.
La stessa formula vincente si ripete con Aprilia RS 457 che nasce come un progetto completamente nuovo, pensata e sviluppata dove nascono tutte le Aprilia, comprese quelle impegnate in MotoGP. La nuova Aprilia diventa l’ideale anello di congiunzione tra le prime motorizzazioni 125, e la RS 660, e va a completare la famiglia RS che arriva fino alle potenti superbike V4 e, nella sua massima espressione tecnologica, alla RS-GP, vincitrice di GP nel Motomondiale.

Aprilia RS 457 parla la lingua dei riders più giovani, di chi si vuole avvicinare alla moto carenata, sfruttando tutto il sapere Aprilia nella progettazione e costruzione di una vera sportiva.
Una moto che ha i suoi punti di forza nella leggerezza vantando il miglior rapporto peso potenza possibile per una moto guidabile con patente A2, nella facilità di guida, nella dotazione tecnologica. RS 457 è pensata per accompagnare il motociclista nella sua crescita, sia in strada sia tra i cordoli della pista. L’ergonomia è infatti caratterizzata dai semi manubri montati sopra la piastra di sterzo, una soluzione da sportiva stradale per avere il migliore compromesso tra sportività e comodità nella guida.

Lo stile della nuova RS 457 è quello della leggendaria gamma RS, le supersportive che hanno fatto la storia della moto, a partire dalla doppia carena anteriore, passando per il silenziatore sotto pancia, integrato con la linea del puntale, con scarico 2 in 1.

Il faro anteriore full LED integra la firma luminosa tipica delle Aprilia supersportive di cilindrata superiore, mentre gli indicatori di direzione anteriori sono integrati nella firma luminosa del faro anteriore. La strumentazione si avvale di un elegante ed efficace strumento TFT a colori da 5” mentre i comandi al manubrio sono retroilluminati.

Aprila RS 457 è spinta da un modernissimo e tecnologico bicilindrico fronte marcia raffreddato a liquido con distribuzione a doppio albero a camme e quattro valvole per cilindro, capace di 35 KW di potenza, il massimo possibile per una moto guidabile con patente A2. Al dato della pura potenza si associa quello del peso della moto: 159 kg a secco che diventano 175 col pieno di liquidi.
Il rapporto peso/potenza di Aprilia RS 457 risulta così semplicemente imbattibile, perché i progettisti di Noale si sono posti l’obiettivo del limite massimo possibile e lo hanno raggiunto. Un dato che si è tradotto in pura performance durante lo sviluppo su strada, condotto nel quartier generale di Aprilia a Noale.

Al nuovo propulsore si associa una ciclistica rigorosa, il telaio in alluminio rende RS 457 unica tra le moto del suo segmento e porta in dote tutta la competenza progettuale di Aprilia in questa soluzione, affinata in decenni di vittorie su tutte le piste del mondo. Il basamento motore è sfruttato come elemento portante, soluzione mutuata da RS 660, che garantisce il contenimento del peso, le qualità dinamiche e il piacere di guida che hanno reso celebri le Aprilia.

La forcella con steli da 41 mm e corsa da 120mm è regolabile nel precarico. Così come il mono posteriore, che lavora sul forcellone in acciaio, ed è regolabile nel precarico, per una corsa ruota di 130mm. L’impianto frenante prevede il disco anteriore da 320 mm, con pinza a 4 pistoncini ad attacco radiale di ByBre.
Al posteriore la pinza ByBre morde un disco in acciaio da 220 mm. Il tutto assistito da un impianto ABS a due canali con doppia mappa di utilizzo, su entrambe le ruote o solo sulla anteriore.

I cerchi sportivi da 17” montano coperture da 110/70 all’anteriore e 150/60 al posteriore, misure perfette per avere un ottimo appoggio ma senza rinunciare all’agilità, vero punto di forza della nuova Aprilia.

La dotazione elettronica di Aprilia RS 457 è da vera sportiva a conferma di un progetto giovane, pensato per fasce larghe di appassionati ma del tutto coerente con la tradizione Aprilia. Il sistema Ride by Wire - che Aprilia introdusse per prima sia in MotoGP con la avveniristica RS Cube, sia in produzione con la Shiver – gestisce il motore grazie anche a tre riding mode che intervengono sull’erogazione di potenza e coppia e sul controllo di trazione che è regolabile su tre livelli e anche escludibile. Il cambio Quickshift è offerto come accessorio.

 

IMG_4481.jpeg

IMG_4480.jpeg

IMG_4473.jpeg

IMG_4471.jpeg

IMG_4469.jpeg

IMG_4468.jpeg

IMG_4475.jpeg

IMG_4470.webp

  • I Like! 3
  • Confused... 1
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
  • 2 weeks later...
2 ore fa, Ouatime scrive:

Penso che con questa Aprilia ha momentaneamente annichilito la concorrenza in questa categoria. Molto molto bella.

diciamo che aprilia è al top nella categoria sbk....nelle 600\650 bicilindriche credo sia la più performante...e ora pure in questa "categoria"

 

 

  • Confused... 1
Link to comment
Share on other sites

15 ore fa, abracat scrive:

diciamo che aprilia è al top nella categoria sbk....nelle 600\650 bicilindriche credo sia la più performante...e ora pure in questa "categoria"

 

Ti lascio il punto di vista di un pilota professionista, nonchè CEO di un team SBK (BR corse, Edo Mazzuoli) che ha avuto modo di usare in maniera racing sia la RS 660 che la R7, entrambe bicilindriche fronte marcia, per quanto con un abisso di cavalli, tra l'una e l'altra.

 

 

Fiat 127 - 903 ab | Fiat Regata 100 S i.e. | Daewoo Nubira SW 1600 SX-Fiat Panda Young 750 ab ('89) | Fiat Punto Easy 1.2 Nero Tenore

Camper Adria Coral 655 Sp su Ducato Maxi 2.8 jtd 127cv

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, nubironaSW scrive:

 

Ti lascio il punto di vista di un pilota professionista, nonchè CEO di un team SBK (BR corse, Edo Mazzuoli) che ha avuto modo di usare in maniera racing sia la RS 660 che la R7, entrambe bicilindriche fronte marcia, per quanto con un abisso di cavalli, tra l'una e l'altra.

 

 

non mi parte il video ma da quello che ho visto la rs660 asfalta tranquillamente la r7

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...
  • 2 weeks later...

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.