Jump to content

Recommended Posts


 

On 4/6/2016 at 08:26, A80 dice:

Buongiorno a tutti,martedì 31 mi sono recato presso un concessionario AR di Genova per un test drive ,padella Giulia ,versione 2.2 150 CV manuale bianca con 18" scuri . In concessionario erano esposte diverse auto ma quella che ho guardato con attenzione è stata una versione 180 CV full optionals dal prezzo di 50.000€,grigia con 18" e pinze gialle ( optional in qualche pacchetto credo coi run flat) ..allora la linea è davvero riuscitissima perché sia con i 18 sia con i 17 l'auto sta bene e non perde grinta ,segno che l'aspetto basso e slanciato con una larghezza importante ha colto nel vivo...sia muso che cosa mi paiono aggressivi e danno idea di importanza ; unitamente alle cromature sui profili dei finestrini di Chiara ispirazione teutonica da proprio un bel l'insieme generale . All'interno il volante e ' davvero comodo da impugnare sia come spessore della corona che non è esagerata sia come posizione delle mani " invitate " dalle apposite sagomature in posizione 9 e 15 e la posizione di guida invoglia alla guida ,con gambe sdraiate e volante dritto davanti a se ( mi ha fortemente richiamato la serie 3) . Sedili comodi - erano di un bel colore tabacco - e curati nell'aspetto sia come design sia come cuciture e li ho trovati piuttosto duri per cui anche qui richiamo tedesco evidente ma anchei tessuti dei sedili standard - visti sulla versione emtry level da 35000€ - sono di buona fattura ma vi dirò non troppo dissimili dalla produzione Fiat odierna per cui nulla di trascendentale sotto questo punto di vista . Scandaloso non proporre le ottime bocchette regolabili sulla versione base e dico ottime perché la cura di quest'ultime è elevata ,si toccano bene e sono morbide e delicate quando le orienti ,molto piacevoli paiono galleggiare nel loro alloggiamento e qui vedo molto l'aspetto migliorativo che hanno voluto fare perché sulla splendida 159 questi particolari erano ai limiti dello scandalo con quelle plastiche orripilanti ! Idem i comandi vari in plancia ,tutti gommati e quindi piacevoli al tatto ..note negative : porta bibite / oggetti senza alcuna protezione lasciando la plastica di appoggio a vista ,battitacco poco curato da Alfa mito che costa la metà nonché pochissima se non nulla la cura nelle parti basse delle portiere perché le tasche sono strette e lasciate grezze ,ne gomma ne protezioni varie mentre invece il soft touch e' stato curato nella parte superiore ; insomma hanno diviso l'abitacolo in modo troppo evidente a mio gusto. Veniamo al famoso divano inclinato : è vero ,apri la portiera e immagini di sprofondare con le gambe al soffitto ma invece no ci si siede e ci si rialza senza bisogno di andare in palestra come ho letto da alcune fonti professionali e lo spazio per la testa e le gambe e' buono col sedile davanti regolato su di me ,181 X 80 kg quindi corporatura media ..il quinto passeggero come spesso succede e' inutile che salga perché non ci starebbe se non appollaiato sul tunnel centrale ! Bagagliaio curato nei particolari ,di forma regolare ,capacità media ( 480 l ho letto ma stamani mi han detto 460 comunque la serie 3 e' 480 quindi per 464 cm come la BMW ci siamo ) ...ma il doppiofondo mi sembra non all'altezza di qualche rivale probabilmente la meccanica ha il suo peso ma chi ha la serie 3 potrà meglio dirci su quest'aspetto...guarnizioni giro porta canoniche ma ho l'impressione che sulla a4 ci sia un giro più completo all'esterno ma quantomeno sono solide al tatto . Aprendo il cofano si nota subito il poco materiale fonoassorbente che copre giusto il motore e basta : questo secondo me è criticabile perché le rivali offrono coperture complete e con più spessore di materiale mentre qui mi sembra un po tirato per i capelli . La posizione del motore e ' classica per la meccanica ,longitudinale in parte arretrato ma forse non ai livelli di BMW ,turbina e FAP lato guidatore ,cablaggi ordinati e copri motore di plastica curato ,spesso e ben coprente . Accessibilità ai fari anteriori buona ,lo spazio davanti al propulsore e' abbastanza per cercare di armeggiare un po almeno per quello che ho notato lì per lì...insomma un insieme sicuramene curato perché si vede che hanno cambiato marcia ma c'è qualche stonatura che probabilmente sulle più mature BMW e Audi non ci sono da anni ma la strada intrapresa è buona ,difficile giudicare male al colpo d'occhio una macchina come la Giulia se allestita a dovere come questa che ho visto ..alla guida mi sono reso conto che a mio modestissimo parere ci sono alcuni punti oscuri che contrastano con la passione trasmessa vedendola parcheggiata ...il pulsante di avvio sulle razze e' fico ,poco da dire ..il motore parte subito senza alcun sussulto e pare anche piuttosto silenzioso al minimo nonostante avessi notato sotto al cofano quello che vi ho detto poc'anzi...sistemato al volante la posizione del guidatore mi piace ,molto votata alla guida con acceleratore incernierato al pavimento per gli estimatori del genere ...gambe belle distese ,sedile comodo e profilato ,volante ben saldo....partiamo e la frizione non è pesantissima ma la pensavo più leggera ,il cambio si prende bene perché naturale completamente del braccio destro ma qui la prima cosa ...pur avendo schiacciato con attenzione la frizione noto un'impuntamento tra prima e seconda come a suo tempo sulla 320 d ...andiamo avanti e nulla da dire sul seconda terza e terza quarta ,il motore e ' pronto e ha voglia di salire di giri ma accelerando un po il timbro del diesel in abitacolo si avverte per quello che posso dire ...frenata molto buona e secca ,ci si ferma subito con poca pressione sul pedale ...ovviamente stile di guida tranquillo ma l'impostazione di guida e della meccanica rende la macchina leggera da portare nonche' piacevole da guidare ,ferma e stabile ...ti fa piacere stare al volante e questo aspetto mi ha gratificato molto ma qui vi dico peccato per il cambio perché la manovrabilità e gli impuntamenti col passare del tempo sono piuttosto chiari e questo stona moltissimo con tutto il resto ( ho letto che i getrag col tempo e i km migliorano .)...una volta abituato al motore ,venendo comunque anche io da un 2.2 di pari potenza ,alla fine della fiera non mi ha entusiasmato ,ovvero rende molto meglio l'impostazione della meccanica e della guida che il motore / cambio in se : cose che sicuramente spariranno col 180 CV e l'automatico con paddle al volante ma nulla di trascendentale ecco nello specifico ...ho avvertito una bella sensazione di guida da una parte e un hardware che non ha nulla per la quale e pure mal supportato dal cambio ...ho simulato un parcheggio e lo sterzo leggero aiuta tantissimo al pari degli irrinunciabili sensori di parcheggio perché senza secondo me vedi nulla dietro specialmente con gente a bordo ...il navigatore ,dimenticavo ,l'ho trovato molto terra terra ,si a colori ma graficamente nulla di che ...altra cosuccia dimenticata : la leva del cambio in folle a motore acceso vibra in modo evidente ed è nuovamente criticabile imho....insomma mi è piaciuta perché mi ha fatto rivivere alcune emozioni che a suo tempo mi ha dato la serie 3 che rimane un mio obiettivo futuro ,forse oggi se si presentasse una bella occasione sul prezzo potrei avere un ragionevole dubbio su questa Giulia che da una parte da' molto e dall'altra fa trasparire qualche segno di poca maturità nel segmento D dove le rivali viaggiano forte da anni...comunque globalmente mi è' piaciuta ,da anni non guardavo una macchina con simili attenzioni proprio perché stimolato...insomma ,ci ha affatto aspettare ma hanno fatto un prodotto nuovo e un po a richiamo del passato..brava Alfa Romeo ! 



 

On 30/5/2016 at 14:19, J-Gian dice:

Nel tardo pomeriggio d'ieri si è concretizzata l'incursione in concessionaria da parte di una fetta di Staff AP, ovvero @Wilhem275 e @boygrunge, con special guest l'avv. @Yakamoz B) 


La concessionaria bi-marchio Jeep/Alfa Romeo, disponeva di ben 4 modelli: una nera con i cerchi da 17" e 3 esemplari che calzavano i 18 pollici, delle quali una grigia scuro (pinze freno gialle) e le canoniche blu scuro e bianca, quest'ultima oggetto di test drive.  

I cerchi da 18" ad "elica" a mio avviso sono esteticamente fenomenali, al punto da farmi apprezzare anche la Giulia bianca, colore che normalmente boccio a priori. 

Il blu invece, colore ben accolto dai più, a me non ha toccato le corde del cuore, forse a causa dell'assenza delle modanature cromate nel giro porta che lasciavano il posto a delle meno raffinate guarnizioni in gomma. 

Veramente belli gli interni bicolor tabacco-nero!

 

Ma è fatta bene?

Penso sia uno dei lavori meglio riusciti all'interno del gruppone. La plancia è veramente ben fatta, compatta e monolitica, con materiali ottimi. Cassettino porta oggetti piccolo, ma senza problemi di allineamento, bocchette dal movimento pulito e facili da regolare, comandi clima intuitivi ed azionabili pure alla cieca. Anche i devioluce - del tipo monostabili - sono totalmente nuovi, con finitura bicolor e trasmettono solidità nell'uso. Il tunnel centrale è imbottito nei punti in cui si può venirvi in contatto con il ginocchio, è molto largo ed ospita la leva cambio e comandi infotainment in una posizione ottimale. Bene le plafoniere a LED, ottime questa volta anche le maniglie porta. I pannelli sono morbidi nella parte alta, sia nelle porte anteriori che posteriori, vi è inoltre la protezione in plastica della cornice giroporta interna. Perfettibile a questo proposito l'accoppiamento con il pannello porta anteriore.

Le guide dei sedili si vedono e le plastiche battitacco sono pensate come su modelli molto più economici: non sono un bel "benvenuto", ma una volta che chiudi la porta non le vedi e fine del pensiero.

La pedaliera è bellissima se dotata di inserti in alluminio, nulla di speciale nella versione base in plastica. Anche in questa circostanza comunque, ha il gas incernierato sul pavimento. Finalmente aggiungo.

Il volante è stupendo e non serve vi spieghi il perché.

Il bagagliaio invece non è manco lontanamente conforme al dichiarato, direi sufficiente. Inoltre manca la ruota di scorta e non c’è assolutamente modo di metterla sotto al piano apribile.

 

E sotto al cofano?

L'architettura la conosciamo già e sappiamo quanto sulla carta si avvicini all'ideale. Ho notato alcune chicche riguardo la disposizione degli organi, tra questi posso confermare che scatola sterzo e servoassistenza elettrica sono effettivamente davanti al motore(@RiRino avevi ragione), anche sui 4 cilindri. L’airbox e relativo filtro sono ben accessibili, c’è spazio a sufficienza per cambiare la cinghia di distribuzione, il filtro olio è accessibile da sotto. Il motore sta in basso senza che sia necessario inclinarlo di lato, cosa che succede in BMW di solito. Interessante il gruppo ESP/servofreno privo di pompa a vuoto.

 

Come si guida?

Una presa di contatto non è sufficiente per giudicarla, ma per essere un’auto normale e non una supercar, si guida veramente bene! Le caratteristiche peculiari emergono subito. Sembra molto più compatta di quanto non lo sia davvero, soprattutto perché dei 150 CV nessuno manca all’appello. La sensazione del posteriore che affonda accelerando è appagante. In seconda ha una schiena notevole, in quinta reagisce piuttosto bene anche sotto i 1.500 giri, ma ovviamente dà il meglio qualche centinaio di giri sopra. All’avvio il motore scuote l’auto, come praticamente tutti i motori longitudinali, poi le vibrazioni spariscono, ma a basse velocità la voce di chi beve “combustibile poco nobile” permane, forse anche perché nel complesso l’auto è molto insonorizzata e quindi il propulsore emerge di più. In compenso nessuna ruvidità nell'erogazione e la risposta è davvero pronta per essere un turbocompresso Euro 6.

Ho un po’ lottato con la posizione di guida, che è ben studiata, bassa e distesa, ma nel caso dei sedili manuali manca il basculamento della seduta. Inoltre non tutti potrebbero trovarsi a proprio agio con la regolazione a scatti dello schienale.

La leva del cambio si fa apprezzare più per la misura e la corsa corta che non per la piacevolezza negli innesti, ma è un modello con pochi km quindi un po' da slegare, mentre la frizione l’ho trovata morbida e modulabile, specie contestualizzandola ad un propulsore con 380 Nm. Non ho ancora capito come si inserisce la retro, che si trova alla sinistra della prima e priva di sicura a siringa: ci deve essere una tecnica particolare…

Ma il punto forte è indubbiamente lo sterzo, con una direttività non comune per una berlina stradale, il rapporto 11,8:1 lo rende tagliente ed immediato. Inoltre a velocità medio basse è piuttosto leggero (anche in Dynamic) ma senza che questo ne intacchi le sue qualità, anche perché non c'è la trazione a disturbare con strane reazioni. Non ero abituato all'avviso acustico di cambio involontario di corsia, forse fin troppo prudenziale, pare un moscone all'interno della portiera... :)

Ultima nota sul comando freni: la servoassistenza elettroidraulica rende il pedale molto corposo, non so se potrà piacere a tutti, ma onestamente la trovo una bella soluzione. Non ho invece avuto modo ti testarne le potenzialità.

 

Perdonatemi se mi sono dilungato, per ora è tutto :) 



53 minuti fa, fuzz77 dice:

Provata finalmente, ovviamente 150cv manuale ma posto qui in quanto le considerazioni su questa Gran Turismo vanno oltre l'unità motrice, che anzi ne rappresenta in questo caso l'unica nota dolente (si fa per dire).

Si, Gran Turismo, perché di questo si tratta, ha quarti di nobiltà sia pratici che astratti sconosciuti alla pur ottime 156 e 159.

All'esterno è possente e muscolosa, nettamente meglio che in foto, da evitare il bianco, non perché sia brutta di quel colore ma perché castra totalmente il gioco di luci e superfici che si crea con le altre tinte, eccellente il blu ma sorprendentemente bella e seducente anche in grigio.

Da questo punto di vista concorrenza annichilita, solo la serie 3 può, a fatica, non subire eccessivamente il confronto a livello di fascino e personalità.

Dentro ha un sapore tutto suo, il design semplice e raffinato si sposa con le morbide pelli, che hanno pure un odore caratteristico, e la piacevolezza dei legni, macchina di livello, tranquillamente paragonabile a qualsiasi avversaria anche dentro, il calore dell'abitacolo e il suo essere così avvolgente ed ergonomico fanno subito capire che si è a bordo di una macchina di alto rango.

Ora, mettermi a sindacare sulla qualità delle plastiche credo sia pura accademia a questi livelli, e quasi un insulto all'intelligenza di chiunque ci sia salito e avesse minimamente contezza di quello che aveva avanti, nel senso che è veramente inutile in questo caso andare a cercare quale plastica sia migliore delle concorrenti e quale peggiore, non ha senso, in nessun modo, non può essere un parametro che può spostare più di uno zero virgola, livello alto come percezione e comunque inserito in un contesto pieno di personalità, fascino ed odori piacevoli.

L'infotainment non l'ho nemmeno guardato, per cui non so se è fatto bene o male, so solo che non da troppo fastidio quando è acceso e che quando ho parcheggiato l'auto si è accesa la telecamera posteriore, che effettivamente può aiutare in manovra.

Vettura premium sotto ogni punto di vista, quindi, e soprattutto piena di caratterizzazioni che la rendono unica anche nell'interno, semplice ed attraente.

Ma come giustamente deve essere, un'Alfa come questa si apprezza una volta in movimento, possibilmente nel posto guida.....

Come ho detto la posizione di guida e l'ergonomia sono eccellenti, subito si notano la breve corsa della frizione e gli innesti secchi e precisi del cambio Getrag, che si conferma unità di alto livello e perfettamente in grado di fare la sua porca figura anche su un mezzo dalle sontuose qualità stradali come la Giulia, speravo di trovare lo ZF8 in prova, ma il 6m si è dimostrato veramente piacevole da utilizzare, un burro sia spingendo sia andando piano, anche se con la Giulia rimane un po' difficile farlo.

Si, è difficile andar piano, perchè quando a te sembra di procedere ad andatura relax in realtà stai andando più forte del resto del parco circolante, che sembra solo un intralcio al tuo incedere.

Due parole, leggerezza ed equilibrio, la sensazione di governo è totale e l'auto, grazie al lavoro svolto sulla ciclistica e sulla distribuzione delle masse, sposa un concetto di perfetta neutralità dei carichi, tu curvi e lei gira tutta, non senti peso sull'anteriore o accenni benchè minimi di sottosterzo, assolutamente, ti sembra quasi di poterla inserire ovunque e che lei stia li pronta a farlo.

Le pur eccellenti 156 e 159 stanno almeno due gradini sotto, sia chiaro, troppa differenza a livello di nobiltà delle soluzioni di base.

Immaginate il lavoro svolto su quegli sterzi messo però nel contesto giusto ed affinato ulteriormente.

Qui ti sembra che la guidabilità di quest'auto non risenta in nessun modo della potenza installata, ieri ne avevo 150, se fossero stati 250, 350 o ancor di più la Giulia sarebbe stata solo ancor più veloce, ma l'equilibrio in inserimento e in percorrenza sarebbero rimasti gli stessi.

Lo sterzo e il bilanciamento, quindi, stanno li ad offrirti una sensazione di dominio totale sul mezzo.

Le sospensioni filtrano perfettamente le asperità pur offrendo un rollio limitato e movimenti limitatissimi del corpo vettura lungo l'asse verticale, in poche parole è piatta e confortevole allo stesso tempo, la qualità degli schemi sospensivi è evidente.

La silenziosità di marcia mi è apparsa elevata ma sinceramente mi sono concentrato più sulle senzazioni che lo sterzo e il telaio offrivano.

Credo sia pericolosissima in mano a un neopatentato che non sia stato in precedenza istruito sull'auto, vista la facilità con cui ti fa viaggiare a velocità da arresto senza darti la percezione del ritmo che stai tenendo.

Io stesso sono stato colto di sorpresa quando, su uno stradone, mi sono trovato di colpo ad arrivare in prossimità di una rotatoria e la mia velocità stimata e percepita era di gran lunga inferiore a quella reale, che non riporto per motivi di buon gusto :mrgreen: , con conseguente intenso test dei freni.

Il pedale asseconda in maniera perfetta la pressione, alle basse velocità se lo sfiori l'auto rallenta senza botte o contraccolpi, al contrario alle alte velocità premendo di più la potenza frenante diventa assolutamente impressionante e la sensazione di modulabilità è totale.

Ma in tutto ciò non poteva ovviamente mancare la la nota stonata.....il cagafumo.

Non che sia male intendiamoci, ad occhio il ritmo saliva abbastanza velocemente ed è molto elastico anche in sesta, solo che non centra niente, ma niente, con il resto dell'auto.

Sulla carta ha prestazioni prossime a quelle di una Giulietta 1.4 multiair, quindi brillanti, ma si sente chiaramente che gli mancano quarti di nobiltà rispetto all'eccellenza complessiva del resto dell'auto.

Con questo telaio è un ossimoro trovarsi piantati in uscita di curva con il motore che è già finito, forse con gli altri diesel più potenti andrà meglio ma la sensazione è che su quest'auto un bel benzina con cavalleria a piacere sia d'obbligo per poterne apprezzare in pieno le qualità. 

 



 

  • I Like! 2
Link to comment
Share on other sites

Eh eh eh...non è vero mi è piaciuta alla guida ma non mi è sembrato eccezionale il motore / cambio in se'nonostante quando pigi sia bello pronto e pieno ma non eccessivamente speciale rispetto al mio 2.2 Toyota ecco...invece l'impostazione fantastica ,davvero invitante e si porta proprio bene ,ha uno sterzo leggero che ti dà allo stesso tempo un bel feedback ...però luci ed ombre ecco ,in alcune cose migliorabile ...ma tanta roba sottopelle per cui più che promossa ;) ...di Genova anche tu ?

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

37 minuti fa, SevenOfNine dice:

Grazie per la testimonianza, speriamo faccia venire il dubbio anche ad altri potenziali clienti della Serie 3!

senza dubbio! La guida e' quella sono entrambe differenti da una classica tutt'avanti per cui si giocherà tutto su passione,preferenze del marchio ,dotazioni...sulla giulia qualche mancanza c'è ma finalmente si parla di una macchina dotata tecnicamente come non si vede da tempo e questo e' moltissimo per un 'appassionato ;)

48 minuti fa, infallibile_GF dice:

Probabilmente il motore in questa versione con cambio manuale non è entusiasmante per il fatto che gli hanno tagliato molto la coppia. Mi pare che abbia solo 380NM di coppia massima, contro i ben 450NM della versionme con cambio automatico.

sono d'accordo....non per niente la 320 d ha qualcosa in più...secondo me e' irrinunciabile l'automatico e il motore più performante tanto non sono i 30cv ad incidere sul bollo ma tutto il pacchetto può essere più gratificante su un macchina cosi :)

Link to comment
Share on other sites

sul discorso cambio, diamo tempo al tempo, un po' di km e migliora sicuramente, come per il motore è normale che nei primi 10mila km sia un poco legato. Hai provato la versione 150cv, insomma è la base e comunque i numeri sono migliori della 318d, ad ogni modo sull'auto vanno mesi i due pacchetti da 250 e 500€ che mettono l'accensione senza chiave e le bocchette posteriori... e tanto altro

Mi fa piacere che il motore sia silenzioso e che l'impostazione si noti anche con una guida tranquilla e che ti possa far venire dei dubbi rispetto alla serie3, spero che li faccia venire a tanti altri

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, alederme dice:

sul discorso cambio, diamo tempo al tempo, un po' di km e migliora sicuramente, come per il motore è normale che nei primi 10mila km sia un poco legato. Hai provato la versione 150cv, insomma è la base e comunque i numeri sono migliori della 318d, ad ogni modo sull'auto vanno mesi i due pacchetti da 250 e 500€ che mettono l'accensione senza chiave e le bocchette posteriori... e tanto altro

Mi fa piacere che il motore sia silenzioso e che l'impostazione si noti anche con una guida tranquilla e che ti possa far venire dei dubbi rispetto alla serie3, spero che li faccia venire a tanti altri

Il pacchetto da 500 permette di entrare senza dover usare il tasto per aprire la chiusura centralizzata altrimenti la vettura si accende comunque col tasto. 

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, Husqvarna dice:

Il pacchetto da 500 permette di entrare senza dover usare il tasto per aprire la chiusura centralizzata altrimenti la vettura si accende comunque col tasto. 

si hai ragione mi sono espresso male, ero concentrato sulle bocchette posteriori, che sono in uno dei due pacchetti e secondo me ci vogliono

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

25 minuti fa, alederme dice:

si hai ragione mi sono espresso male, ero concentrato sulle bocchette posteriori, che sono in uno dei due pacchetti e secondo me ci vogliono

A me non dispiace anche senza le bocchette, penso che abbiano esagerato a metterne addirittura due. Mi sono soffermato a guardarle perché anche a me piacevano all'inizio ma al momento dell'ordine ho rinunciato per tenere il prezzo basso. Adesso che le ho guardate bene sono contento di aver risparmiato, in futuro pensi di fare qualche modifica tipo mettere le luci sulle portiere e la cornice cromata

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.