Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori
  • EMERGENZA COVID-19
  • Rimanete al sicuro! Rispettate le distanze e le misure igieniche
  • Autopareri è sempre attivo e vi è virtualmente vicino per tenervi compagnia durante la fase di lockdown!

Recommended Posts

Guest

Ciao a tutti, avrei una domanda semplice semplice (per chi è nel settore). :D

 

In genere da quando terminano gli scavi e la centralina viene collegata materialmente alla fibra ottica, quanto tempo passa prima che si possa sottoscrivere un contratto?

 

Perché nel mio comune gli scavi (e i relativi cavi) sono ormai arrivati alla centrale che fornisce casa mia... mi chiedo ora quanto tempo potrà passare prima di avere la fibra.

 

Grazie in anticipo. :)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, CuoreSportivo86 dice:

Ciao a tutti, avrei una domanda semplice semplice (per chi è nel settore). :D

 

In genere da quando terminano gli scavi e la centralina viene collegata materialmente alla fibra ottica, quanto tempo passa prima che si possa sottoscrivere un contratto?

 

Perché nel mio comune gli scavi (e i relativi cavi) sono ormai arrivati alla centrale che fornisce casa mia... mi chiedo ora quanto tempo potrà passare prima di avere la fibra.

 

Grazie in anticipo. :)

 

 

intendi gli scavi di enel open fiber  ftth?

 

controlla qui: http://openfiber.it/ l' attivazione o meno della fibra ottica.

 

comunque entro un paio di settimane dovrebbe essere messa come vendibile, salvo inconvenienti

 

 


Renault "Musa della storia" RT Motore 1.200 cc trainato da 58 pony zoppi golosi di benzina 07/98    

Peugeot 206 1.4 HDi 68cv 3p XT 01/05 

Ex: Peugeot 206 1.4 73cv 5p XT 12/00

15081.jpe

Share this post


Link to post
Share on other sites

Impossibile un paio di settimane, se son Tim bisogna aspettare 30 giorni che agcom inoltri agli olo l'avvenuta posa più varie settimane per la consegna da parte impresa ed i collaudi.

☏ SM-N7505 ☏

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, milalor dice:

Impossibile un paio di settimane, se son Tim bisogna aspettare 30 giorni che agcom inoltri agli olo l'avvenuta posa più varie settimane per la consegna da parte impresa ed i collaudi.

☏ SM-N7505 ☏
 

 

io parlo di open fiber, a perugia sono stati abbastanza veloci a mettere la fibra vendibile


Renault "Musa della storia" RT Motore 1.200 cc trainato da 58 pony zoppi golosi di benzina 07/98    

Peugeot 206 1.4 HDi 68cv 3p XT 01/05 

Ex: Peugeot 206 1.4 73cv 5p XT 12/00

15081.jpe

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

@makluf95 Uhm.... no.

 

 

Ho chiesto direttamente al comune se fosse la fibra "classica" o quella che si appoggia all'Enel. 

 

Mi hanno detto che è la fibra classica e la rete elettrica (in altre parole il contatore non verrà toccato).

 

 

Dicono che una volta collegata la centralina del paese (4k abitanti) tutti avranno l'ADSL ultraveloce  (o come si chiama).

 

Per adesso hanno scavato e posato i tubi fino alla centralina, non so se dentro abbiano già fatto scorrere la fibra... dovrei chiedere...

 

 

Cumunque una tempistica massima quale potrebbe essere secondo voi? Un paio di mesi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' il caso di definire di cosa si parla.

 

La rete di accesso telefonica è suddivisa in primaria e secondaria: la rete primaria è quella che va dalla centrale telefonica agli armadi ripartilinea stradali, quella secondaria va dagli armadi ripartilinea agli utenti, passando dalle chiostrine dell'edificio. Fanno eccezione le utenze direttamente collegate alla centrale, senza la mediazione di un armadio stradale (c.d. rete rigida).

 

Semplificando, i livelli di adozione della fibra attualmente diffusi in Italia possono essere: FTTE, FTTCab, FTTH.

 

FTTE = Fiber To The Exchange. La fibra ottica arriva fino alla centrale telefonica. Tutta la rete di accesso rimane in rame. Si può erogare fino ad ADSL2+ (fino a 20/1 Mbit/s), con l'eccezione di eventuali utenze in rete rigida, a cui può essere - distanza permettendo - fornito accesso VDSL2.

 

FTTCab = Fiber To The Cabinet. La rete primaria viene aggiornata con la fibra ottica, che arriva quindi fino agli armadi ripartilinea. La rete secondaria rimane in rame. L'apparecchiatura di accesso è posta negli armadi ripartilinea. Può essere erogata VDSL2, tipicamente con profilo 17a (100/20), o in alcuni casi 35b (200/20). Ti puoi accorgere dell'aggiornamento dell'armadio perché viene installato un "sopralzo", che contiene appunto le apparecchiature di accesso.

 

FTTH = Fiber To The Home. L'intera rete di accesso è in fibra ottica, fino alla casa del cliente. In cantina o sulla facciata dell'edificio, vicino alla classica chiostrina della rete in rame, viene installato l'equivalente ottico, ovvero un Ripartitore Ottico d'Edificio. Viene poi realizzata (solo quando qualcuno si abbona effettivamente, non quindi in maniera preventiva) la tratta verticale, per portare il cavo in fibra ottica fin dentro casa. In casa si avranno poi due apparecchi: una Terminazione Ottica di Rete, collegata via Ethernet a un router. La velocità in questo caso è di 300/20 (1000/100 in alcune città).

 

Non è chiaro dai tuoi messaggi se stai parlando di FTTE o FTTCab.

 

Attenzione a un particolare: gli utenti in FTTCab e FTTH vengono staccati dalla Rete Telefonica Generale, e il servizio di fonia è traslato su VoIP (Voice over IP). Questo significa che, per poter fare o ricevere telefonate, il modem deve essere sempre connesso e acceso, e che in caso di blackout non sarà possibile utilizzare i servizi di fonia.

 

Edited by MacGeek
  • I Like! 5

FirmaBarcode.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
38 minuti fa, MacGeek dice:

Attenzione a un particolare: gli utenti in FTTCab e FTTH vengono staccati dalla Rete Telefonica Generale, e il servizio di fonia è traslato su VoIP (Voice over IP). Questo significa che, per poter fare o ricevere telefonate, il modem deve essere sempre connesso e acceso, e che in caso di blackout non sarà possibile utilizzare i servizi di fonia.

Un mio collega con la FTTC Fastweb sostiene che il suo telefono viaggi ancora in banda base sul doppino.

D'altro canto, la telefonia Vodafone viaggia in VoIP anche con l'ADSL.

Edited by jameson

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tecnicamente è possibile, le bande non si sovrappongono. Può darsi, quindi, che Fastweb faccia così. Generalmente le telco preferiscono passare in VoIP anche per ridurre i propri costi energetici.


FirmaBarcode.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Cerco di reperire qualche informazione nel frattempo...

 

Edit questi sono gli scavi, ormai arrivati alla centrale del paese.

 

dopo gli scavi inseriscono un tubo nero e ricoprono

19679381_1889968361258714_7287949423140566660_o.jpg

Edited by Guest

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche da me scavano di qua e di la...ma non mi pare di aver visto solchi del genere.

come faccio a sapere quando ill mio paese avrà la fibra telecom? mi sa che fastweb già c'è.

Ma devono fare i lavori anche sulla strada che porta a casa mia oppure dalla centralina a casa mia  viaggia coi cavi vecchi?


PETIZIONE 125 in Superstrada e Autostrada

La Desmosedici è una moto difficile, quando dai gas vibra e si muove, ma è una sua prerogativa perchè se non ti fai spaventare vedi che tutto funziona. [Casey Stoner]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By Maxwell61
      Tra fine 2018 e 2019 sono inziati ad apparire smartphones con il GPS Dual Frequency, ovvero che possono collegarsi a due frequenze lanciate dai satelliti invece che una sola.
      L'effetto è vedere una teorica precisione di 5 metri ridursi a 30 cm.
      Ma non solo, visto che le due frequenze penetrano in modo diverso gli ambienti cittadini, dove spesso vanno in crisi i GPS, migliorando notevolmente le capacità di navigazione in città.
       

       
      Il sempre più diffuso di Android auto e l'incapacità di molti navigatori auto di essere adeguati e aggiornati di frequente, sta delegando ai nostri smartphone la navigazione in auto, quindi il problema della scelta di uno smartphone che abbia queste nuove caratteristiche sembra estremamente importante. 
       
      Ma c'è un grosso problema, le case produttrici di smartphone su questo argomento stanno facendo un gran casino, si capisce che rispetto alle richieste insulse del mercato dei giovani nerd, le funzioni utili hanno un posto di interesse limitato e scommetto che come me, molti non avevano sentito parlare di questo deciso avanzamento nel settore della navigazione su smartphone.
       
      Questo è un dettagliato articolo sull'argomento:
       
      https://medium.com/@sjbarbeau/dual-frequency-gnss-on-android-devices-152b8826e1c
       
      Il problema maggiore è identificare se uno smartphone di interesse abbia o meno queste funzionalità.
      I risultati dei test dell'articolo di cui sopra evidenziano che:
       
      - non lo si può capire dalle specifiche. Alcuni smart risultano avere la feature in scheda ma non in pratica.
      - Altri non l'hanno in scheda ma ce l'hanno nella pratica.
      - Può dipendere dai mercati a parità di modello e caratteristiche
      - non basta che il processore abbia teoricamente la possibilità
      - non basta che tutto il telefono abbia la potenzialità, potrebbe mancare una riga di software che lo attiva. E se la feature non è nella scheda, la casa non ha pressione a scrivere la riga in più.
      - non basta che il processore o il telefono siano appena usciti.
      - non basta che il telefono sia un alto di gamma, nonostante generalmente sia più presente su un alto di gamma.
       
      E anche:
      - un processore di media gamma come lo Snapdragon 720G, come negli Xiaomi da 200-250 euro, può implementare la feature, quindi non è una questione di costi o di alto di gamma.
      - diverse case, e perfino Google finora, si sono totalmente disinteresse alla feature. 
      - Xiaomi sembra tenuamente interessata più degli altri, ma con la confusione delle sue sigle su mercati diversi si riescono ad avere poche sicurezze e nessuna sui nuovi prodotti, ma solo su alcuni vecchi testati appositamente.
       
      Praticamente per ora, per essere certi di avere il Dual frequency, non c'è che prendere il telefono e testarlo come hanno fatto gli autori dell'articolo. La App di test è questa:
      https://play.google.com/store/apps/details?id=com.android.gpstest
       
      I risultati sui pochi telefoni che sono passati per le mani degli autori:
      https://medium.com/@sjbarbeau/tl-dr-dual-frequency-gnss-on-android-table-of-devices-9be4bbb83a7b
       
      C'è anche uno spreadsheet piu semplificato di Google developper (attenzione, non specifica il mercato, meglio lo spreadsheet sopra):
      https://developer.android.com/guide/topics/sensors/gnss#supported-devices
       
      Conclusioni: è un casino, oggi si rischia di comprare un telefono appena uscito e non avere questa utilissima feature.
      Ma la cosa peggiore, è che finchè non lo hai in mano non lo sai.
      Ho provato a scrivere ovunque per scoprire se il telefono che vorrei comprare abbia questa feature, ma nessuno ne sa niente dell'argomento. 
       
      Chiunque abbia un insight su questo problema lo faccia sapere.
      Anche scaricare la App GPSTEST e provarla su telefoni recenti sarebbe interessante. Chi ha voglia di farlo ce lo comunichi che è una utile indicazione.
       
    • By J-Gian
      Novità del 31 luglio, di probabile approvazione
       
       
      Smartphone in auto: ritiro immediato della patente per una settimana
    • By Jack.Torrance
      Hola, ciurmaglia.
      Il mio S7, per celebrare degnamente il giorno di Pasqua, ha deciso di effettuare un doppio salto mortale carpiato rovesciato.
      Ottimo tuffo, eseguito egregiamente... peccato per l'atterraggio di panza sul selciato...
      Risultato: display crepato, capsula auricolare che va una volta si e una no, sensore di luminosità andato a donnine allegre.
      Dal riparatore ufficiale mi chiedono 200 lalleri per la riparazione (  ), dal negozietto del cinese 150.
       
      Ok, caro S7, sei stato un fedele compagno per gli ultimi tre anni e hai fatto il tuo dovere alla grande ma è giunto il momento di separarci. Au revoir et bon voyage!
       
      E ora?
      Con cosa lo sostituisco?
      Mi sto' facendo una testa così, con le video recensioni, e sono in confusione totale.
      Non vorrei un padellone, vorrei qualcosa di performante e longevo, il prezzo non eccessivo ma ne se ne vale la pena posso pensare di investire qualche centello.
      Non mi spiacerebbe avesse l'espansione di memoria, che su S7 ne ho una su da 128GB ma vedo che molti cinesi, ad esempio, non la supportano.
       
      Insomma... AIUTO!
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.