Jump to content
News Ticker
Benvenuti su Autopareri!

Recommended Posts

  • Replies 2.4k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

questa cosa è  abbastanza indecente. Con quella cabina ci alimenti un ospedale nemmeno piccolo, invece si gioca a caricare i macchinoni elettrici in un quarto d’ora.  Credevo che l’auto elettrica

A mio parere si sta perpetrando il più grande abbaglio tecnologico-sociale dalla rivoluzione industriale ad oggi. Credo che nessuno sia convinto che un gruppetto di burocrati moralisti sappia in modo

Pensiamo ad un'area di servizio con una dozzina di colonnine da 700 kW in uso in contemporanea...   mai, mai scorderai l'attimo, la terra che tremò l'aria s'incendiò e poi silenzio

Posted Images

1 ora fa, mikisnow scrive:

Qui subentra un discorso parallelo che riguarda la mobilità e che andrebbe cambiato. 

 

Ma proprio perché dal momento che la transizione verso l’elettrico costerà soldi e cambiamento di abitudini, tanto vale andare più in profondità e rivedere la mobilità individuale.

 

Non con intenti punitivi come ora, fatto di blocchi e spese obbligatorie tutte sulle spalle del cittadino (l’amministrazione comanda, ma la macchina te la devi pagare te). Dal mio punto di vista, stare bloccati nel traffico è già una punizione a prescindere dall’auto.

 

Io voglio andare oltre, e chiedere alle amministrazioni di mettere le persone in condizione di non avere necessità dell’auto.

Ma non perché vietata, ma proprio perché non ti serve. 

E implementare in maniera organizzata servizi di TPL, auto pubbliche (taxi.......uber....), telelavoro (se lavori da casa 1 giorno alla settimana hai 1 mezzo che non gira), rapporti a distanza con la pubblica amministrazione (nell’era di Skype è un nonsense doversi recare fisicamente negli uffici per i certificati).

 

Se punisci solo senza fornire alternative, crei solo negazionisti alla fine. Se fornisci invece davvero alternative reali, non devi neanche punire......

 

 

  • I Like! 3
  • Thanks! 2

[sIGPIC][/sIGPIC]

Some critics have complained that the 4C lacks luxury. To me, complaining about lack of luxury in a sports car is akin to complaining that a supermodel lacks a mustache.

Link to post
Share on other sites



beh dintorni di casa, quante volte al anno un automobilista medio si allontana di casa più di 150km? (ipotizzando 300km come autonomia media)
 
comunque si sono d' accordo, la ricarica lente dovrebbe essere lo standard, ricaricare velocemente dovrebbe essere l' eccezione, non solo per costi ma anche per stress a batteria e rete elettrica, ve lo immaginate alcuni milioni di punti di ricarica che contemporaneamente assorbono 100-200kw? non è mica uno scherzo, per tali picchi di richiesta inevitabilmente si fa uso di centrale termoelettriche a metano che appunto possono essere azionate al bisogno in breve tempo


Ma non si può ragionare sulla libertà di scelta delle persone come se stessi calcolando una soglia di esenzione.
Allora siccome son pochi quelli che campano fino a novant'anni mettiamo eutanasia per tutti a 80 così risparmiamo sulle spese mediche a beneficio bilanci pubblici.

Comunque un conto é perseguire l'obiettivo di dare la ricarica rapida ovunque a costi accettabili e scontrarsi con le enormi difficoltà di costruire le infrastrutture adeguate.
Un conto é scegliere volontariamente o accettare come standard la ricarica lenta. Il che significa accettare uno standard inferiore in paragone al servizio attuale con costi superiori se voglio colmare il gap.
Perchè gli unici a trarre beneficio sarebbero i provider di energia e i produttori di auto elettriche che possono giustificare i tempi di ricarica dei propri prodotti.
Link to post
Share on other sites

Correggetemi se sbaglio. 

Ho letto che utilizzando un impianto a casa da 3 kw esso potrà caricare ad un massimo di 2.3kw.

Per una Tesla Model 3, 1h di ricarica = 12 km. 

Se si utilizza il pacco batteria da 74 kwh ci vogliono circa 24h. 

 

In casa si può aumentare la potenza fino a 11 kw. 

Le stazioni Fast  caricano a 50kw. (con un solo veicolo collegato, altrimenti cala) 

I Supercharger con picco max di 120kw.

 

 

Qui leggo altro.. 

 

https://www.tesla.com/it_IT/support/home-charging-installation

 

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, mikisnow scrive:

Qui subentra un discorso parallelo che riguarda la mobilità e che andrebbe cambiato. 

Premetto che Nel mio caso, e non sono l'unico, vivo in una città che non ha grossi problemi di traffico. Certo con meno auto in circolazione sarebbe meglio ovvio. 

Ho degli orari lavorativi flessibili e che spaziano dalle 6:00 alle 21:30. A volte vado in bici altre in auto, però nonostante sia uno che va in giro con ogni condizione meteo, mi sono pure rotto dei furti subiti. In questo caso una Smart EV o iQ 4 posti sarebbe una soluzione intelligente. 

 

Poi sinceramente, e non lo dico a te sia chiaro, mi sono rotto da tempo di gente che cerca di far leva sulla Massa cercando di responsabilizzarla su problemi che non ha creato ma che sono stati indotti. Vedi Diesel. Come se tutti i problemi d'inquinamento si potessero risolvere con il blocco totale delle diesel o passaggio all'EV, e chi non lo fa pagherà pegno. 

Idem per gli ipocriti che pensavo "eh ma dobbiamo pensare alla comunità, non dobbiamo pensare a noi stessi". 

Perchè mai dovrei sentirmi in colpa per fare A-B-A o tutti i giri in città senza trovare traffico fra l'altro, con una scatoletta Euro 6 a benzina da 11000 euro?! 

 

 

 

Attenzione ai cinesi eh ?... E non solo, pare. 

Non so se convenga a qualcuno fare un All-in sull'EV contro probabili Aziende emergenti. 

https://www.hdmotori.it/2019/05/10/volkswagen-concept-elettrica-meno-20000-euro/

 

 

ID.1 (questo il probabile nome) dovrebbe incarnare appieno quello spirito di "auto del popolo" per il quale è nato il marchio di Wolfsburg: compatta ma spaziosa, accessibile ma completa. Potrebbe trattarsi di un'utilitaria in stile Polo, oppure di un crossover in stile T-Cross o T-Roc.

Il diesel ormai è il demonio, poi entri in un ufficio qualsiasi e ti devi spogliare perché ci sono 30 gradi...

 

 

comunque una vag elettrica sotto i 20k è fantascienza, già la id3 da 30k è ridotta all’osso con plastiche ovunque e interini della 2cv

 

 

Link to post
Share on other sites

Ho una domanda, una domanda seria (una volta tanto). :-) 

 

Non cito questo o quel messaggio perché noto che è un atteggiamento diffuso, pur con i dovuti distinguo.

 

E premetto che in realtà questa è la discussione meno adatta in cui fare questa domanda, perché qui si parla del "sistema" auto elettrica, mentre la mia domanda, provocatoria, è più da riferire a coloro che in qualche modo si scagliano con sarcasmo contro chi l'auto elettrica la sceglie e l'acquista, additandolo come uno "che si mette a posto la coscienza" o cose così.

 

Fatte queste premesse, la domanda è la seguente: perché quando si parla di auto elettrica, si va a ritroso fino ad Adamo ed Eva alla ricerca del dato più corretto sull'inquinamento globale/totale prodotto dal mezzo, non solo in fatto di inquinamento prodotto dal mezzo durante la marcia (ovviamente nullo), ma dalla produzione del veicolo e delle batterie, alla produzione di energia, allo smaltimento delle materie prime a fine ciclo vita del prodotto... mentre per le auto a combustione interna sembra essere rilevante solo il dato km/l e CO2 emessa?

 

Voglio dire: vi è mai venuto in mente che oltre a quell'inquinamento, ce n'è  altro da aggiungere anche per i motori tradizionali? dall'estrazione alla raffinazione della materia prima e dei combustibili finiti, per esempio? E soprattutto, che il carburante non cresce nei serbatoi delle stazioni di servizio, e quindi va trasportato? e soprattutto che quel trasporto è molto inquinante? non parlo solo delle autocisterne: parlo delle petroliere! Inquinano un mondo durante ciascun viaggio, per non parlare delle rare ma purtroppo reali catastrofi che di tanto in tanto accadono in caso di sversamenti...

 

Ora, come premesso, la domanda è perlopiù riferita a chi deride in qualche modo la scelta elettrica del singolo, poiché non mi pare proprio che sia il singolo a decidere come l'energia che utilizza debba essere prodotta.

 

E' chiaro che in una discussione più ampia su 'sistema energetico' e su 'mobilità' di ciascun Paese, le cose assumono una diversa prospettiva.

  • I Like! 2
  • Thanks! 3
Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, savio.79 scrive:

Fatte queste premesse, la domanda è la seguente: perché quando si parla di auto elettrica, si va a ritroso fino ad Adamo ed Eva alla ricerca del dato più corretto sull'inquinamento globale/totale prodotto dal mezzo, non solo in fatto di inquinamento prodotto dal mezzo durante la marcia (ovviamente nullo), ma dalla produzione del veicolo e delle batterie, alla produzione di energia, allo smaltimento delle materie prime a fine ciclo vita del prodotto... mentre per le auto a combustione interna sembra essere rilevante solo il dato km/l e CO2 emessa?

per un motivo molto semplice

 

le auto elettriche vengono pubblicizzate come zero emissioni, ma non è affatto così, nemmeno respirare è a zero emissioni

 

se acquisti un auto elettrica, già la sua produzione ha inquinato di più di una non elettrica, se la ricarichi con energia della rete elettrica, questa energia è stata ottenuta per almeno il 60% bruciando qualcosa (generalmente metano da noi, carbone in molti altri paesi del mondo) e prima di pareggiare le emissioni che avresti prodotto utilizzando un automobile endotermica ne devi percorrere parecchi di km, nel ordine di grandezza di un centinaio di migliaia

 

 

nessuno si è mai illuso o ha mai pubblicizzato le automobili a combustione interna come a zero emissioni, anzi è ben in mostra da diversi decenni l' emissione calcolata per km, che poi non sia tutto li è un altro discorso ma almeno non si prende in giro nessuno

 

19 minuti fa, savio.79 scrive:

Ora, come premesso, la domanda è perlopiù riferita a chi deride in qualche modo la scelta elettrica del singolo, poiché non mi pare proprio che sia il singolo a decidere come l'energia che utilizza debba essere prodotta.

beh se ricarichi le batteria in norvegia (o in islanda) o in cina, l' inquinamento prodotto per generare quel energia elettrica è ben diverso

nel primo caso puoi abbastanza ragionevolmente parlare di energia pulita, nel secondo è stato dimostrato che usare un auto elettrica non inquina affatto meno ma tutti sono contenti perché anziché inquinare sotto il proprio naso ci pensa la centrale termoelettrica a carbone a 50km di distanza ad inquinare

 

 

cioè mi irrita il fatto che vogliono importi automobili elettriche, con le limitazioni di autonomia (che non è neppure la cosa più grave), di costi (sono inevitabilmente più care e nemmeno poco), spacciandole come la salvezza del umanità (quando solo una piccola parte del inquinamento globale è prodotto dal autotrazione) e poi scopri che zero emissioni è solo una farsa...

 

alla fine la storia del ambiente è solo la giustificazione morale, in realtà, come qualsiasi altra cosa è una questione di businees, evidentemente non hai idea del giro finanziario che si crea e verrà a creare... mai sentito climate bonds?

 

 

insomma la morale della storia, altro che zero emissioni, il fatto che le emissioni potranno essere LEGGERMENTE ridotte sembra quasi un "effetto collaterale" 

  • I Like! 3
Link to post
Share on other sites

Dici che l'auto elettrica non è a zero emissioni? quindi (visto che molti dicono che le EV hanno lo stesso motore della lavatrice) quando faccio il bucato mi conviene aprire le finestre e indossare una maschera antigas?

 

Io sinceramente quando passeggio per la città col passeggino (sì, nel discorso ci metto la bimba così la cosa è più drammatica)  preferirei di gran lunga che i veicoli che ci sfrecciano accanto fossero elettrici; e ovviamente mi piacerebbe anche che l'energia fosse prodotta in modo non inquinante, ma intanto togli quella merda da sotto il naso e dentro i polmoni dei cittadini, che non mi sembra essere un male.

  • I Like! 1
Link to post
Share on other sites
Dici che l'auto elettrica non è a zero emissioni? quindi (visto che molti dicono che le EV hanno lo stesso motore della lavatrice) quando faccio il bucato mi conviene aprire le finestre e indossare una maschera antigas?
 
Io sinceramente quando passeggio per la città col passeggino (sì, nel discorso ci metto la bimba così la cosa è più drammatica)  preferirei di gran lunga che i veicoli che ci sfrecciano accanto fossero elettrici; e ovviamente mi piacerebbe anche che l'energia fosse prodotta in modo non inquinante, ma intanto togli quella merda da sotto il naso e dentro i polmoni dei cittadini, che non mi sembra essere un male.

La differenza grande è che l’inquinamento prodotto da un ev è delocalizzato.

  • I Like! 1
Link to post
Share on other sites
Dici che l'auto elettrica non è a zero emissioni? quindi (visto che molti dicono che le EV hanno lo stesso motore della lavatrice) quando faccio il bucato mi conviene aprire le finestre e indossare una maschera antigas?
 
Io sinceramente quando passeggio per la città col passeggino (sì, nel discorso ci metto la bimba così la cosa è più drammatica)  preferirei di gran lunga che i veicoli che ci sfrecciano accanto fossero elettrici; e ovviamente mi piacerebbe anche che l'energia fosse prodotta in modo non inquinante, ma intanto togli quella merda da sotto il naso e dentro i polmoni dei cittadini, che non mi sembra essere un male.
La togli da sotto il naso fintanto che vivi lontano dalle fabbriche/centrali menzionate.
Ma da qualche parte dovranno pur stare ed inquinare sotto al naso di qualcuno
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.