Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Recommended Posts

A 3 settimane di distanza dalla sorellona Golf, oggi son riuscito a provare la Polo TGI.

Stesso percorso dell'altra volta, quindi 25 minuti di test drive su strade miste: a scorrimento veloce, a scorrimento lento, quasi montagna.

Fuori, la Polo è quel che è: una Golf in scala. La sua linea può essere noiosamente piacevole, o noiosamente noiosa. IMHO, non è qualcosa (specie quella a metano) che quando passa può far girare le teste alla gente e gridare al capolavoro.

La vettura provata era in allestimento highline, quindi attualmente è quella in vendita più accessoriata ma che IMHO occorre comunque completare con la lista degli optionals: sensori di parcheggio antero-posteriori innanzi tutto e (perchè no?) anche una telecamera posteriore per aiutare nei parcheggi.

Le due bombole del metano (che il venditore mi ha assicurato essere in acciaio) sono collocate sotto il bagagliaio, in quello che doveva essere lo spazio della ruota di scorta, ma sono posizionate meno "a sbalzo" rispetto a Golf, cosa che ha notevolmente giovato alle qualità stradali dell'auto. Il serbatoio della benzina è rimasto invariato, così l'autonomia combinata può arrivare ai 1000 km.

Come la Golf, la Polo s'avvia direttamente a metano e non è possibile commutare manualmente a benzina.

Internamente lo spazio è da seg.C di qualche anno fa, si sta comodi in 4 e all'occorrenza anche una quinta persona può starci. Come da tradizione VW, lo spesso montante posteriore e il lunotto piccolo riducono drasticamente la visibilità posteriore, ma l'esemplare da me provato montava i sensori di parcheggio. Gl'interni neri con cielo grigio non aiutano a dare luminosità o ariosità all'interno, tutt'altro. La IMHO gravissima barbonata che si nota immediatamente è il cambio meccanico a sole 5 marce. Poi dirò perché, secondo me, è una pecca così grave.

Il sedile di guida accoglie senza essere troppo rigido né troppo contenitivo, suppongo fatto apposta per un uso non certo sportivo (e ci mancherebbe, data l'indole dell'auto); qua mancava la regolazione lombare, cosa che su viaggi medio-lunghi può farsi sentire.

Su strada il piccolo 1.0 tricilindrico turbo a metano/benzina (da 90 cavalli) tradisce l'assenza del quarto cilindro solo al minimo ed in piena accelerazione, quando le vibrazioni si fanno strada sulla leva del cambio e sul volante. La manovrabilità è buona e anche la tenuta di strada, complice la notevole larghezza per una seg.B e la generosa gommatura, anche di serie con cerchio da 16 pollici per la vettura da me provata. Il tricilindrico risulta vispo ed agile, sale rapidamente di giri (sono arrivato a 4000 giri, oltre non ne ho avuta la possibilità) e le marce, comandate da una leva abbastanza corta e non lontana dal volante, entrano con facilità, senza lunghe escursioni della leva né indurimenti o impuntamenti di sorta. La nota veramente dolente è data dal cambio stesso: l'accoppiata del 5 marce col motore è alquanto infelice. Se la prima è normale, la seconda è lunga e la terza lunghissima, mentre la quarta e la quinta sono risultate adeguate su strada extraurbana veloce. Sarebbe da valutare in autostrada, ma non l'ho presa durante la prova. Comunque: situazioni stradali che con la Panda III a metano affronterei tranquillamente in seconda per poi passare in terza, con la Polo sono state uno strazio. Tornantini da affrontarsi in prima, col motore che chiedeva pietà, perché incapace di affrontarle in seconda e zone di rallentamento che normalmente affronto in terza costretto a farle con una seconda che risulta invece troppo corta, perché la terza è troppo lunga. Insomma, secondo me occorrerebbe un 6 marce - o magari il DSG.

Nel misto medio-veloce, invece, mi son trovato presto a mio agio, giocando con terza-quarta-quinta tra le curve e pennellandole - ovviamente nei limiti del possibile. Non è una Giulia :mrgreen: 

 

Concludendo: sono rimasto generalmente soddisfatto dell'auto provata. L'unica nota veramente dolente è il cambio a 5 marce, che trovo veramente inadeguato ed anacronistico per una 4 metri con chiare ambizioni d'auto tuttofare, anche osservando la lista degli ausili alla guida presenti di serie o a pagamento.

VW tutto ciò se la fa pagare cara: una Polo TGI highline, configurata con ciò che ritengo necessario oggi per farsi 25.000 km l'anno, viene la bellezza di 22.000€ :shock: chiavi in mano da scontare. Per un'auto a 5 marce e senza regolazione lombare del sedile conducente. :pen: 

  • I Like! 5
  • Wow! 1
  • Thanks! 1

Statisticamente, il 98% dei ragazzi nel mondo ha provato a fumare qualsiasi cosa. Se sei fra il 2%, copia e incolla questa frase nella tua firma

Link to comment
Share on other sites

Per chi conosce la zona, ho fatto il Piccolo Stelvio.

Con la Panda III NP si fa tutto in seconda-terza (senza tirare da assassini).

Con questa Polo affrontare i tornanti è stata una discreta tragedia: non si riusciva a tenere la seconda oppure si rimaneva sottocoppia.

Almeno non s'è sentito l'effetto pendolo che affliggeva la Golf TGI della mia precedente prova.

IMHO, per il DSG è solo questione di tempo, dato che VW tende a spalmarlo su tutta la gamma.

  • I Like! 1

Statisticamente, il 98% dei ragazzi nel mondo ha provato a fumare qualsiasi cosa. Se sei fra il 2%, copia e incolla questa frase nella tua firma

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, marcolino1969 dice:

mi pare di rivedermi quando ho testato il 5 marce della ibiza nuova con il 1.0 aspirato....

Probabilmente (anzi, certamente) stesso cambio e motore ancora più asfittico... tragico, nevvero?

Statisticamente, il 98% dei ragazzi nel mondo ha provato a fumare qualsiasi cosa. Se sei fra il 2%, copia e incolla questa frase nella tua firma

Link to comment
Share on other sites

Secondo me il cambio 5 rapporti non è il male assoluto, specie su auto che, come nel caso di questa Polo, non sono predestinate all'uso autostradale. Il problema è una rapportatura del cambio completamente sconclusionata*, con 4 rapporti spaziati bene ed una quinta un po' più lunga questa Polo si muoverebbe agevolmente anche in montagna e, probabilmente @Sandro non si sarebbe lamentato.

 

* domanda per i tecnici: per quale motivo verrebbero scelte rapportature così strane? Emissioni?

  • I Like! 2

1983 Citroen 2CV6 Charleston bordeaux/nera

2019 Citroen C3 1,2 110cv EAT6 Shine

Link to comment
Share on other sites

Anche la Fiesta TDCI del 2003 aveva una rapportatura del cambio simile a questa Polo. Non so se sia dovuto a scelte progettuali del paese d'origine o cos'altro.

Statisticamente, il 98% dei ragazzi nel mondo ha provato a fumare qualsiasi cosa. Se sei fra il 2%, copia e incolla questa frase nella tua firma

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, leon82 dice:

Secondo me il cambio 5 rapporti non è il male assoluto, specie su auto che, come nel caso di questa Polo, non sono predestinate all'uso autostradale. Il problema è una rapportatura del cambio completamente sconclusionata*, con 4 rapporti spaziati bene ed una quinta un po' più lunga questa Polo si muoverebbe agevolmente anche in montagna e, probabilmente @Sandro non si sarebbe lamentato.

 

* domanda per i tecnici: per quale motivo verrebbero scelte rapportature così strane? Emissioni?

 

Idem per la mia grande punto 1.3jet 90cv, prima cortissima seconda normale poi c'è un salto di ben 1000 giri quando si mette la terza, roba che se eri in salita ti toccava tirare a quasi 4000giri la seconda sennò ti ritrovavi sotto coppia, oppure i 500giri di differenza tra quinta e sesta, cosa assai fastidiosa in autostrada perchè in caso di rallentamento ti ritrovavi in sesta ai 100km/h a 2000 giri scarsi, chi ha guidato questo motore sa cosa significa.

Invece l'attuale focus con 120cv ha una rapportatura completamente differente quasi motociclistica nel senso che più si sale di marcia minore è la caduta di giri. 

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Similar Content

    • By VuOtto
      PORSCHE 911 TURBO S 
       
      Innanzitutto ringrazio Porsche Treviso per avermi concesso questa ennesima prova di un prodotto Porsche. 
       
      FUORI:
      l'auto si presenta nella stupenda tinta Argento GT, per me uno dei migliori colori da mettere su una Porsche a prescindere. Spoiler alzato, accanto ad un altrettanto scenica Tycan 4s. 
      I cerchi non sono quelli che preferisco, ma va da sè....la 992 turbo s mi piacerebbe anche in marrone....per cui....
       
      DENTRO:
      pelle nera, cielo in alcantara nero, la "solita" perfetta Porsche, ineccepibile, come sempre.
       
       
      COME VA:
      Treviso è un po' trafficata ma ci sono agevolmente delle strade deserte messe davvero molto bene che non vengono utilizzate (le famose strade di collegamento non ancora finite, per cui, chiuse al traffico in pratica, ma accessibili dai residenti...per cui.... una volta scaldato a dovere il tutto con calma, e dopo aver saggiato la guida cittadina della macchina (auto davvero facilissima e con cui si ha un immediata confidenza anche nel fare le manovre più impegnativa, nonostante la larghezza) provo quello per cui sono andato: il Launch Control. Ho visto diversi video in merito e non so come abbia fatto Porsche, ma ha un sistema davvero micidiale, ha una trazione che mi ha fatto stare zitto laddove di norma, parlo con chi mi sta accanto. Ebbene ho staccato un 2.6 sullo 0-100 in due, con il pieno di benzina....non ho parole. Incredibile. Poi metto in manuale, faccio qualche curva, e lei è li granitica, sembra che il limite non sia superabile, invece se non si fa la dovuta attenzione si rischia di entrare in curva a velocità talmente elevate che poi sarebbe la fisica a prendere il sopravvento. Ad ogni modo Molto più "veloce" di una 488 nello scatto puro, e molto, molto più facile da guidare. La Ferrari è decisamente più impegnativa e da guidare, ma la Porsche è 4wd, per cui ci sta. Il cambio è il consueto perfetto PDK, ma devo ammettere, non è al livello del cambio Ferrari quando si va forte. Invece, trovo che il PDK sia decisamente più morbido e confortevole se si vuol andare a spasso in scioltezza. Il cambio Ferrari invece chiede sempre e comunque di "andare" senza tanti preamboli od incertezze, ma su una vettura sportiva non è un difetto. Ma su Porsche devo dire che si ha questo e quello, seppur non ai livelli di Ferrari come detto, e questo la rende più fruibile come auto da tutti i giorni.
      Come detto molto, molto facile da guidare forte. Porsche riesce sempre a fare il passo in più che ad ogni serie sembra impossibile riesca a fare. Purtroppo per esigenze di lavoro non ho avuto modo di tenerla per il tempo che avevo preventivato, ma tutto sommato, non ho fatto il solito giretto da 15 minuti, quindi sono comunque contento.
       
      SOUND:
      non malaccio, in downshift ogni tanto borbotta e fa piacere, ma sempre con grazia. dentro è artificale purtroppo, molto bello...ma artificiale. Ad ogni modo il sound a finestrino aperto c'è.....ma forse ci manca un po' di "drama".
      Una cosa che non mi va giù è il rev limiter in folle.....non posso accettare su una vettura così che a 4mila giri tagli la magia....spero lo eliminino prima o poi...poiché è una cavolata da perbenisti che con una turbo S non c'entra nulla.
       
      IN SOLDONI:
      vale 250 mila euro? E' cara, certo.....ma li vale? mmmmm, non saprei ad essere onesto. Ho percepito il termine "sterile" che ha menzionato ieri @poliziottesco....in effetti è tutto un po' artificiale. Perfetto.......ma artificiale. Non è "coinvolgente" a tutto tondo; se prendiamo la singola prestazione, lo 0-100 è da 10 e lode, la ripresa da 10, l'elasticità da 10, ma manca qualcosa, manca forse un po' di "sporco"....di "emozione" insomma, ma il tutto è comunque condito davvero molto, molto bene.
       
      COSA NE PENSO:
      Se potessi la prenderei al volo, gran bella auto, sfruttabile, godibile, veloce, gestibile.............ma farebbe sicuramente compagnia in garage a qualcosa di più fisico e autentico.
      Comunque, 992 Turbo S: Voto 10.
       

       
       
       
       
    • By marcolino1969
      Vettura provata con 1500 km all'attivo.
      Km totali del test 320 
      la mia pagella
       
      ESTERNO - 7.5
      Più grossa della berlina e la coda prosegue nel non convincermi troppo. Dal vivo rende meglio, ma pare troppo alta.
       
      POSTO GUIDA - 9
      Comoda, tutti i comandi a portata di mano, studiata bene, perfetta per guidare su lunghe distanze. ottimo effetto nel complesso. Migliorato rispetto al precedente che era comunque già buono. Mi piace
       
      FINITURA – 8.5
      Un passo avanti, per qualità dei materiali e per livello estetico generale, permangono scelte al risparmio tipo pannelli porta troppo simili alla più piccola ed economica Ibiza, ma fatto un bel lavoro , nuovo volante compreso. Brava Seat
       
      ABITABILITA’ – 9
      Comoda  per una famiglia , guadagnato spazio per le gambe sui sedili dietro. nel complesso molto valida. La versione ST davvero spaziosa 
       
      DOTAZIONE DI SERIE – 8.5
      Puoi avere di tutto e di più, sia di serie che in opzione, tutti gli adas e molte personalizzazione anche sfiziose. ovvio sempre sotto a Golf e audi A3. Nel complesso dotazione non male anzi.
       
       
      INFOTAINMENT – 7
      rivisto tutto, completamente nuovo, molto completo, ma complicato da usare, troppo. graficamente bellissimo e appagante , ma avuto davvero molti problemi per capirne funzionamento. serve impostarselo bene con calma e sistemarselo come si vuole con le mille personalizzazioni possibili. avrei voluto dare di più ma, nel complesso troppo complicato e distrae dalla  guida, dover fare tutto,clima compreso sul tablet. assurdi i pochi tasti veloci presenti sul tablet, per volume e clima che sono al buio di notte. Il Nuovo comando accensione fari, con tastini nascosti completamente da bocciare per me. Ho ribassato il voto di mezzo punto rispetto alla berlina, perchè anche ora riprovandola a fondo molti dei problemi ritrovati, e quindi credo sia davvro stato fatto un errore di progetto, secondo me. Peccato davvero la mancanza dei tasti fisici. distraggono troppo..
       
      MOTORE – 8.5
      L'aumento di coppia si sente tutto e la vettura pare allegra nel prendere giri e velocità. accoppiata al dsg nel complesso davvero piacevole e vivace. ben fatto e piacevole da usare il dsg.
       
      COMPORTAMENTO DINAMICO – 8.0
      Il telaio mqb, rivisitato, sempre perfetto. La leon rimane una vettura bella da guidare tra le curve , dove lo sterzo e tutto il resto sono molto ben accordati, dove il tiro e rilascio ti fa sentire la coda che si muove il giusto. Sulla versione St l'aumento di lunghezza e di peso dietro si sente e un poco penalizza, quindi ho abbassato la valutazione, che rimane nel complesso buono. I controlli intervengono un po troppo per i miei gusti.
       
      CONSUMO 8.5
      se usata con calma può fare i 20 al litro senza problemi..nell'uso reale.
      volendo pure meglio stando attenti,. se sfrutti il pedale per tutto quello che può regalare, il discorso cambia ma non troppo, difficile farla consumare troppo anche dandoci dentro di brutto. Nel corso della prova da CDB fatti i 18.8 su percorso misto di montagna e statali a tratti con pioggia.
       
      Impianto Frenante 8
       
      adeguato alla  vettura l peso ed alle prestazioni buone del gruppo propulsore, anche frenando bruscamente non si scompone. 
       
      CONFORT – 8,5
      Davvero comoda e ben insonorizzata, migliorato  in confort rispetto alla serie precedente. sedili anteriori migliori e che scaldano meno le chiappe. Il tdi mi pare meglio filtrato della serie precedente
       
      Principali pregi
      Spazio in abbondanza, e molto bella di notte con tutte le luci del cruscotto. macchina comoda per viaggiare o per divertirsi il giusto  le curve, un tdi molto pastoso e ricco di coppia che regala consumi buoni.
      Difetti.
      qualche errore dall'impianto multimediale, e troppo complicato da usare peccato. comando accensione fari, per me bocciato completamente. Linea dietro un poco pesante.
       
      IN CONCLUSIONE:
      Nel complesso buono come prodotto e ottimo , il prezzo reale al netto dello sconto, in rapporto alle dotazioni ed alle prestazioni.
      un primo video.
       
       
       
       
    • By Feder
      Dopo tante soluzioni intermedie, micro ibridi, start and stop evoluti è finalmente pronto al debutto su strada il vero primo diesel ibrido al mondo che sarà montato sulla 3008 Hybrid4. Sono stati infatti i francesi di Peugeot a tagliare per primi il traguardo e noi siamo venuti fino a Dinard in Bretagna per testarlo in anteprima.
      Per la prova completa e le Foto vai su: Autoappassionati.it - Test Peugeot 3008 HYbrid4

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.