Vai al contenuto
xtom

Veicolo a guida autonoma investe e uccide un pedone. Uber sospende i test

Messaggi Raccomandati

Cita

Uber, incidente mortale, bloccato il progetto dell'auto a guida autonoma

Uber, incidente mortale, bloccato il progetto dell'auto a guida autonoma
 

Una donna è stata investita in Arizona da una macchina senza pilota mentre stava attraversando la strada. A bordo un tester che non è riuscito a riprendere in tempo i comandi dell'auto Foto

di VINCENZO BORGOMEO

 

"Uber: incidente mortale, sospesi i test delle auto autonome": la notizia sta facendo il giro del mondo e lo stop alla sperimentazione arriva in tutte le città dove sono in corso le prove, ossia Tempe, Pittsburgh, San Francisco e Toronto. Uber da parte sua ha dichiarato che la compagnia "collabora pienamente" con le autorità locali e il Ceo Dara Khosrowshahi ha espresso le condoglianze alla famiglia della donna.

La sospensione come dicevamo è legata ad un terribile investimento a Tempe, in Arizona, dove una donna è morta travolta dall'auto di Uber, una Volvo XC90. La polizia ha già aperto un'indagine, per ora si sa solo che la macchina stava viaggiando in modalità autonoma, anche se con un pilota-tester a bordo per motivi di sicurezza.

Tutto sulla guida autonoma

La donna è stata colpita mentre attraversava. Evidentemente l'uomo non è riuscito a prendere in tempo i comandi per evitare il tragico incidente e questo ha fatto scattare l'allarme, con il blocco immediato di tutti i test.

Si realizza così l'incubo di tutte le case automobilistiche, di Google, Waymo, Uber e i grandi player dell'auto a guida autonoma: la macchina impazzita che uccide, senza che l'essere umano - stavolta a bordo - possa impedire l'incidente.

Anche in Italia al via i test dell'auto a guida autonoma

L'incidente è avvenuto nella notte e si è verificato nel momento peggiore per chi lavora al progetto delle macchine senza pilota: poche settimane fa il governatore dell'Arizona, Doug Ducey, aveva dato il via libera alla circolazione sulle strade pubbliche delle auto condotte dall'intelligenza artificiale, anche senza un tecnico a bordo pronto a prendere i comandi in caso di necessità.

Uber, incidente mortale, bloccato il progetto dell'auto a guida autonoma
Condividi  
 

Un via libera che aveva anche scatenato qualche polemica perché, a differenza di quanto avviene in California, le aziende che sperimentano questa tecnologia in Arizona possono oggi provare senza chiedere un permesso specifico. Unica condizione è che siano rispettati gli standard già fissati in termini di sicurezza sia a livello federale che locale.

Il mondo visto dall'auto a guida autonoma

Nel resto del mondo non funziona così: le auto a guida autonoma sono vietate, anche in via sperimentale, e possono circolare solo in circuiti o piste prova chiuse al traffico. Oppure in tratti di strada specifici e con alcuni regole (comunicazione inizio e fine test, tratti interessati, orari di guida, ecc.). Non è un caso che Google abbia realizzato una piccola città per provare queste vetture in liberta.

E in Italia? Da noi è stato appena approvato il regolamento per dare il via libera alle prove ma più che l'incidente in se è lo stop di Uber che rischia di bloccare tutta la sperimentazione dell'auto a guida autonoma: in questi tragici casi l'atteggiamento delle case automobilistiche o delle società che fanno test, è sempre quello di non fermarsi. Andare avanti. E prendere decisioni solo a chiusura di indagini. Stavolta invece è diverso perché il colosso Uber ha subito annullato il progetto, alimentando il sospetto di molti analisti - soprattutto in Usa - che nella tecnologia di auto a guida autonoma ci possa essere una falla.

Spaventa poi l'incredibile accelerazione che ha avuto questo tipo di tecnologia in pochissimo tempo. In un lampo nel mondo delle driveless car sono arrivate microvetture senza sedili (non potranno mai avere un pilota a bordo ma fanno solo commissioni), modelli senza volante o pedali, e poi ancora Taxi e perfino fruttivendoli che chiami con l'App e arrivano sotto casa.

E spaventano anche i risultati dei test condotti a Boston con mezzi robotizzati: senza la giusta regolamentazione si va incontro ad un aumento del traffico.

Certo, le statistiche ci dicono che le macchine condotte dall'intelligenza artificiale attualmente sono di gran lunga più sicure di qualsiasi altra macchina visto che in milioni di chilometri hanno causato pochissimi incidenti (per capirci solo in Italia muoiono 9 persone al giorno sulle strade), ma l'idea che un'auto fantasma diventi incontrollabile ovviamente terrorizza. E rischia di affossare una tecnologia che nasce invece proprio per ridurre a zero la mortalità da incidente stradale.

Fino ad oggi c'erano stati pochissimi incidenti, alcuni avevano anche suscitato ironia (dopo solo un'ora di lancio del servizio un Bus si è schiantato subito su un semirimorchio), ma ora la faccenda si fa terribilmente seria. E il futuro di questa enorme e costosissima sperimentazione appare già a rischio.

 

http://www.repubblica.it/motori/sezioni/attualita/2018/03/19/news/uner_blocca_l_auto_a_guida_autonoma-191701544/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S1.8-T1

 

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
2 ore fa, giacomob dice:

era questione di tempo...

ecco, proprio oggi abbiamo raggiunto il "peak of inflated expectations"

 

559px-Gartner_Hype_Cycle.svg.png

  • Like! 3

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
2 ore fa, kukro dice:

ecco, proprio oggi abbiamo raggiunto il "peak of inflated expectations"

Purtroppo temo che non ci siamo ancora. Stanno pompando troppo su questa roba, e a livello mediatico si è alzata talmente tanta polvere che anche un evento infausto come questo passerà come "normali notizie sullo sviluppo".

 

L'unica speranza è che questa storia generi un gran casino giudiziario e politico, e porti a ragionare di più sulle strategie di sviluppo.

  • Like! 7
  • Grazie! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

E la cosa più grave è che sia successa con una Volvo, che a parte la menata della guida autonoma, fa della sicurezza il suo punto cardine.

  • Like! 2

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Io penso che lo sviuluppo delle  auto a guida autonoma al massimo può essere rallentato da fatti tragici come questo. Non credo che lo sviuluppo si fermerà. Come nel caso delle auto elettriche, la strada è ormai tracciata

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
Inviato (modificato)

C'è chi le cose le fa bene e chi a coda di segugio. Google l'aveva scoperto mesi fa che il guidatore umano di riserva, per quanto possa essere pagato e formato, è inevitabilmente portato a distrarsi 

https://www.agi.it/innovazione/waymo_google_auto_guida_autonoma-2309645/news/2017-11-01/

Modificato da indeciso88

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

La smania di guida autonoma superiore al livello 2 (sono 5 i livelli, feet off, hands off, eyes off, mind off e brain off) mi ricorda molto la smania di IA che si è avuta recentemente nel mio settore.

 

Fino all'anno scorso sembrava che il Roboadvisor avrebbe spazzato via un sacco di persone in tempo zero, anzi, lo aveva già fatto.

 

Da quest'anno han cambiato registro....e si parla di "Robo FOR advisor"...ovvero qualcosa a supporto e non in sostituzione.

 

Perchè han capito che una IA minimamente affidabile ha dei costi mostruosi (non basta un pc preso alla liquidazione del trony) e soprattutto che a una IA manca sempre quella "sensibilità" umana di tenere conto dell'imprevedibile, di decidere di sforare alcune regole se necessario, di capire se i dati in ingresso quagliano o meno.....

 

Nel caso specifico, un umano vedendo una persona che cammina fuori dal marciapiede probabilmente

1- avrebbe rallentato al di sotto del limite

2- avrebbe deciso di superare la mezzeria per non passare troppo vicino al pedone.

 

Se si analizzano tutti gli incidenti finiti in cronaca con la guida autonoma, hanno tutti in comune che erano situazioni in cui la cosa migliore sarebbe stato....ignorare alcuni input di ingresso (in questo caso, dare per assioma che un pedone attraversi solo sulle strisce). Ma questo le IA sarà arduo che riusciranno a farlo. Almeno a costi inferiori a un omino stipendiato....

  • Like! 8

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Al momento l'intelligenza artificiale non può prevedere l'imprevisto ed è questo che per molto tempo ancora farà si che sia utopia avere veicoli totalmente autonomi, almeno fino a quando non vivremo in un mondo in cui sarà bandita la guida "umana" e le strade saranno esclusivamente dedicate ai veicoli.

A maggior ragione quando si parla di assicurazione in caso di incidenti, in questo caso chi paga? La compagnia? Chi fornisce le mappe? La casa costruttrice?

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Secondo me, in ogni caso, prima di fare speculazioni sarebbe il caso di comprendere la dinamica di ciò che è successo. Se non sbaglio è ancora piuttosto confusa la faccenda.

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Contenuti simili

    • Da itr83
      Ho aperto questo topic perchè rimango sempre più scioccato quando vedo gli spot televisivi che pubblicizzano frenata automatica e lane assist.
      Dal ragazzo impedito che guida la Polo al guidatore del suv Renault che si paralizza al volante a causa delle rivelazioni del passeggero.
       
      Per me sono degli irresponsabili perchè trasmettono un messaggio pericolosissimo cioè che non importa se sei impedito o non sei in grado di concentrarti sulla guida tanto ci pensa l'auto a rimediare.
      Proprio in un periodo in cui c'è un boom di incidenti dovuti alla distrazione 
       
      Cosa ne pensate?
    • Da mmaaxx
      Euro NCAP Frontal Impact takes place at 64 Km/h, 40% of the width of the car striking a deformable barrier. In the Full Width test, 100% of the width of the car impacts a rigid barrier at 50 Km/h. In the side impact, a mobile deformable barrier impacts the driver's door at 50 km/h. In the pole test, the car tested is propelled sideways at 32 km/h into a rigid pole.
       
      https://www.euroncap.com/en/results/fiat/punto/29849
       
       
      Scandaloso.
    • Da AngeloUPuglis
      Fonte e testo completo su: http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-//EP//TEXT+TA+P8-TA-2017-0423+0+DOC+XML+V0//IT&language=IT
       
      Link alla notizia: http://www.newslinet.com/radio-tv-4-0-parlamento-ue-approva-obbligo-guida-assistita-auto-supporto-ip-passo-avanti-connected-car-arriva-la-tv-sullauto/
       
       
      Pare che tutte le prossime auto avranno di serie tali dispositivi. Resta da capire in che percentuale impatteranno sui prezzi di listino.
       
       
×