Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
PaoloGTC

[Mai Nate] Le "altre" Italiane: De Tomaso, Isotta Fraschini, Iso Grifo, Cizeta...

Recommended Posts

Chiudo con due chicche un po' fuori dal seminato?

Ve la ricordate? (fonte Quattroruote)

isottafraschini1bf7.jpg

isottafraschini2il3.jpg

Isotta Fraschini. Una storia, per quel che ne so, fatta di promesse, finanziamenti, mistero, bilanci sballati, raggiri, truffe e denunce. Una storia tutta italiana, insomma.

Ricordo che da loro veniva dichiarata la collaborazione con Audi, che dal canto suo smentiva, e tutto ciò c'era in comune, era la A8 4.2 da cui era stata presa la meccanica, se non vado errato.

Edited by Regazzoni

Share this post


Link to post
Share on other sites

pantera_pm1.jpg

pantera_pm2.jpg

pantera_pm3.jpg

pantera_pm4.jpg

pantera_pm5.jpg

pantera_pm6.jpg

pantera_pm7.jpg

pantera_pm8.jpg

pantera_pm9.jpg

pantera_pm10.jpg

Auto mai nate: De Tomaso Pantera restyling 1972, di Paolo Martin

I progettisti e i disegnatori di automobili sanno benissimo che non tutto quello che viene realizzato si trasformerà automaticamente in una vettura di serie; questo è ancora più vero se le condizioni generali del mercato suggeriscono operazioni controllate, oppure se il team decisionale di un produttore non intende intraprendere scelte “coraggiose”. Tra le vetture mai nate c’è, ad esempio, questa proposta per una nuova versione della De Tomaso Pantera, commissionata dallo stesso Alejandro De Tomaso a Paolo Martin alla fine del 1972, in pieno clima di austerity - e a pochi mesi dall’interruzione dell’accordo Ford-De Tomaso per la produzione delle Pantera per il mercato statunitense.

Partendo dal telaio della Pantera in produzione, Paolo Martin cercò di cogliere “l’essenza” di una vettura sportiva, accentuandone le caratteristiche di compattezza, forza e muscolatura, tanto attuali nelle vetture di oggi, e non solo delle granturismo.

Della nuova Pantera, oltre ai disegni, furono realizzati sia il modellino in legno in scala 1:10 , sia il modello in scala 1:1 in polistirolo… che purtroppo fece una fine non felice, come racconta lo stesso Martin: «dopo un breve e agitato consulto fu “esposto” per i giorni a venire sopra le latrine dell’officina della Ghia Spa»…

Agli occhi di oggi, il modello risulta incredibilmente attuale: una concept car simile potrebbe tranqulillamente trovare posto in qualunque salone automobilistico internazionale, come proposta per il futuro - magari con motorizzazione ecologica.

- Paolo Martin per Virtual Car

1972 Studio De Tomaso Pantera

Rispolverando fra i ricordi , mi è capitato questo progetto del fine 1972 in cui Alessandro De Tomaso mi commissionò lo studio di una nuova vettura su telaio della Pantera in produzione.

Mi proposi di tradurre all’essenziale le caratteristiche di quest’auto, dando all’immagine finale estrema compattezza, forza e muscolatura.

Feci, come abitudine, il modellino in legno in scala 1:10 ed in seguito fu costruito il modello in scala 1:1 in polistirolo. Purtroppo, il modello, dopo un breve ed agitato consulto, non fu esposto nella sede appropriata, ma rimase per giorni in un angolo, adibito ad altri tipi di bisogni, dell’officina della Ghia Spa.

Rivisto oggi, questo progetto, che anticipa molte delle “compact” sportive attuali e non, lascia intuire la completa mancanza di intelligenza e di lungimiranza di certi personaggi.

Casi della vita!

da VirtualCar.it & ConceptCars.it

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa me la ricordo bene. Quando nell'86 uscì la 990 (dal passo più lungo rispetto al vecchio modello) 4R scrisse che questo prototipo, molto più vecchio, servì come base...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Già, ai tempi si era parlato tanto anche della Mini-Guzzi, ricordi?

(ovviamente non c'è molto da vedere, queste foto stavano a corredo di uno degli articoli sulla mini 2 cilindri)

innocentimini1kd4.jpg

Erano i tempi in cui DeTomaso ne inventava una ogni cinque minuti, se non vado errato...

innocentimini2yj9.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

De Tomaso voleve una mini 2 cil, ma soccome in casa non lo aveva automobilistico tentò di montarci quello motociclistico.

Poi decidette (per fortuna) di cercare un piccolo altrove, e ne venne fuori 660.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.