Vai al contenuto

Messaggi Raccomandati

Inviato (modificato)

Dal primo settembre 2017 tutte le omologazioni dei nuovi veicoli vengono eseguite secondo lo standard Euro 6d-TEMP che prevede misurazioni degli inquinanti basate sul ciclo RDE (Real Driving Emissions) al posto del precedente NDEC e rilevamento della CO2 attraverso le nuove metodologie WLTP 
La stessa omologazione Euro 6d-TEMP sarà obbligatoria per le auto nuove 
immatricolate da settembre 2019 e la dicitura "TEMP" sta ad indicare la prima fase dell'Euro 6d.

 

Ecco elenco automobili disponibili  che rispettano già le normative antinquinamento 6d. 

 

  • BMW 216i Active Tourer und BMW 218i Active Tourer 1.499 ccm 103 kW (tutte dal marzo 2018)
  • BMW 225xe iPerformance Active Tourer 165 kW 
  • BMW 216d Active Tourer (85, 110, 140 kW) 
  • BMW 216i Gran Tourer und BMW 218i Gran Tourer 1.499 ccm ( 80,110 kW)
  • BMW X1 SDrive 18d 110 kW , xDrive 18d kW , X1 xDrive 2.0d 140kW
  • BMW X2 sDrive18d (110 kW), X2 xDrive18d (110 kW), X2 xDrive20d (140 kW) 1.995 ccm 
  • BMW X3 xDrive20i (135 kW) und X3 xDrive30i (185 kW) e 1.998 ccm 

 

  • DS 7 Crossback PureTech 1.598 cc, 225 cv 
  • DS 7 Crossback BlueHDi 1.499 ccm 130cv, DS 7 Crossback BlueHDi 1.997 ccm 180 cv, 

 

  • Mercedes CLS 450 Coupé Hybrid 270 kW 2.999 ccm (dal 3/2018)
  • Mercedes CLS 350 d Coupé und CLS 400 d Coupé 2.925 ccm 210 , 250 kW (dal 3/2018)

 

 

  • Opel Karl 1.0 , Karl 1.0 Ecotec Start/Stop 54 kW und 999 ccm
  • Opel Karl Rocks 1.0 , Karl Rocks 1.0 Ecotec Start/Stop1.0 54 kW 999 ccm
  • Opel Grandland X 2.0 Diesel Start&Stop 1.997 ccm 130 kW

 

  • Peugeot 208 1.2 PureTech 82 cv , 110 cv , 
  • Peugeot 308 1.2 PureTech 110 cv , 130 cv
  • Peugeot 308 1.6 PureTech 225 (165 kW) 
  • Peugeot 308 1.5 BlueHDi 130 (96 kW) 
  • Peugeot 308 2.0 BlueHDi 180 (130 kW) 
  • Peugeot 3008 1.5 BlueHDi 130 (96 kW) 
  • Peugeot 3008 2.0 BlueHDi 180 (130 kW)
  • Peugeot 5008 1.5 BlueHDi 130 (96 kW) 
  • Peugeot 5008 2.0 BlueHDi 180 (130 kW)

 

 

  • Volvo XC40 T3 (114 kW) 1.498 ccm
  • Volvo XC40 T5 (182 kW) 1.969 ccm 
  • Volvo XC40 D4 140 kW 1.969 ccm 
  • Volvo XC60 D4 140 kW 1.969 ccm 
  • Volvo XC60 D4 173 kW 1.969 ccm 
  • Volvo XC90 D5 (173 kW) 1.969 ccm

 

  • VW Up GTI 85 kW 999 ccm

 

 

https://www.auto-motor-und-sport.de/news/euro-6-diesel-modelle-fahrverbot-umwelt-11824984.html

Modificato da Beckervdo

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

diciamo che Settembre 2019 daremo l'addio ai diesel piccoli .

 

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Peccato, spero che il rendimento dei motori a benzina salga vertiginosamente e si torni a cilindrate più giuste (basterebbe seguire l'esempio di Mazda).

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
4 ore fa, stev66 dice:

diciamo che Settembre 2019 daremo l'addio ai diesel piccoli .

 

è proprio la concezione auto che è finita... qui è assimilabile ad elettrodomestico turco: lo tieni tre o quattro anni e poi sei costretto a buttarlo via se vivi in una città con i blocchi del traffico...

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
15 minuti fa, Tempra Veloce dice:

è proprio la concezione auto che è finita... qui è assimilabile ad elettrodomestico turco: lo tieni tre o quattro anni e poi sei costretto a buttarlo via se vivi in una città con i blocchi del traffico...

 

peccato che non costi come un elettrodomestico turco :)

 

  • Like! 2

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Cose da "Turchi" .... insomma

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
21 ore fa, stev66 dice:

diciamo che Settembre 2019 daremo l'addio ai diesel piccoli .

 

Il 1.5 diesel PSA Ford e quello BMW son gia omologati

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Si ma sono tutti e due oltre i 100 cv , non propriamente piccoli. Ed entrambi su una c.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
2 ore fa, KimKardashian dice:

Il 1.5 diesel PSA Ford e quello BMW son gia omologati

 

1 ora fa, stev66 dice:

Si ma sono tutti e due oltre i 100 cv , non propriamente piccoli. Ed entrambi su una c.

Infatti a sparire non saranno (per ora) i 1.5/1,6, ma i vari 1.1/1.2/1.3 a 3 e 4 cilindri che erano normalmente montati sulle seg.B ed anche alcune A.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
Inviato (modificato)

Comunque se io oggi volessi acquistare un'automobile nuova year 2018....., innanzittuo vorrei verificare o confrontare:  listino prezzi , allestimenti , altre caratteristiche come potenza , dimensioni , omogolazione ecc.

Per esempio vado sulla home page QR, (listino) delle varie case automobilistiche , sono tutte Euro 6...=-O

Non voglio nemmeno immaginare la scena... se vado per esempio da un conce Vw e gli dico vorrei acquistare una Polo euro 6d...  o meglio ancora una macchina Vw o Audi ( all'avanguardia della tecnologia...)......., che sia omologata Euro 6d.... !?? 

Secondo voi che cosa mi risponderebbe........!? ;)

 

 

Modificato da Pawel72

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Contenuti simili

    • Da Davialfa
      Scusate la domanda un po' ingenua
       
      Mi chiedevo da cosa dipende la qualità costruttiva, specialmente negli assemblaggi di un automobile. Mi spiego meglio, è assodato che alcune marche, vedi ad esempio gruppo Vag (con Audi e Vw) ma più in generale marchi tedeschi o giapponesi sono riconosciuti ovunque per un ottima qualità costruttiva, sopratutto da un punto di vista degli assemblaggi, mentre ci sono altri brand come ad esempio Fiat o Alfa che sono da anni indietro rispetto ai primi della classe in questa specifica cosa. Mi chiedo come, in un mondo molto automatizzato come quello automotive, esistano ancora queste grandi differenze e da cosa dipendano. Cioè non credo che ad esempio in Fiat i progettisti o gli operai siano più "scarsi" che in vw o che se ne freghino se l'assemblaggio di un auto è fatto male.
       
      Dipende dalla qualità dei materiali? Dipende dalle risorse disponibili in fase di progettazione ( più progettisti che si occupano di verificare 100 volte che il progetto è ok)? differenze risorse per le fabbriche (robot più precisi, più operai, migliori macchinari etc)? 
      Perché se Vw dovesse fare una punto, con le stesse caratteristiche della punto e lo stesso design, questa verrebbe di qualità costruttiva di una punto made in fiat?
       
      Non so se mi sono spiegato, scusate per le domande un po' stupide
    • Da Beckervdo
      ZF introduce una trasmissione manuale con attuatori elettronici per le vetture micro e mini-ibride.
      eAMT (electrified Automated Manual Trasmission) per l'impiego su vetture con propulsori trasversali. 
      Il sistema combina l'asse elettrico motorizzato (eVD) con la trasmissione manuale (AMT) in un unico sistema, questo gli consente di non avere interruzione di continuità nel passaggio dalla trazione elettrica a quella "convenzionale".
      In aggiunta a tutte le funzioni peculiari dell'ibrido, quali il recupero dell'energia in frenata e boost, è in grado di rendere le piccole vetture convertibili all'ibrido ad un costo ridotto. Resta solo da definire lo spazio all'interno dello chassis.
       
      —Norman Schmidt-Winkel, functional developer of electric drives at ZF   ZF afferma che la nuova eAMT è al pari di funzionamento di un moderno automatico a convertitore di coppia o di un doppia frizione.  Essendo un manuale automatizzato, ci sarà un minimo distacco di potenza nel passaggio da una marcia all'altra, ma questo è ampiamente superato dall'unità elettrica, che limita la mancanza di continuità.  La centralina di gestione dell'unità elettrica sull'asse posteriore, capisce quando è stato richiesto un cambio marcia, o quando è richiesto un plus di potenza - magari in fase di sorpasso - e la trazione viene aggiunta anche dall'asse posteriore.  Valido anche per quando si percorrono sterrati leggeri e fondi a bassa aderenza, sfruttando un integrale on-demand in piena regola.   ZF l'ha dimensionato sulla SUV Duster, proponendo anche un funzionamento - per brevi km - in modalità esclusivamente elettrica, rendendo di fatto la vettura una micro-hybrid.   Utilissimo per gli start/stop cittadini e per il traffic Jam, mentre nelle fasi di gas costante in autostrade è possibile disaccoppiare la trasmissione manuale e veleggiare (Coasting) riducendo i consumi.   


       
      Via Green Car Congress
×