Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
  • 0
cla_poli

Aria condizionata non raffredda

Question

Posted (edited)

Ciao,

 

ho un problema con l'impianto di raffreddamento dell'auto. Mettendo al massimo la potenza e al minimo la temperatura l'auto non riesce minimamente a raffreddarsi, nemmeno dopo 10-15 minuti di viaggio.

L'aria comunque esce fresca ma non abbastanza, ecco perché non sono sicuro sia un problema meccanico, ho paura sia proprio così nelle Alfa Mito senza riciclo. Avete qualche consiglio per sopravvivere all'estate?

Edited by cla_poli

Share this post


Link to post
Share on other sites

Recommended Posts

  • 0
2 hours ago, stev66 said:

impianto semplicemente scarico ?

 

Scusa l'ignoranza ma c'è un modo per capire se è così? Se così fosse, l'impianto non dovrebbe buttare aria calda?

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
6 minuti fa, cla_poli scrive:

Scusa l'ignoranza ma c'è un modo per capire se è così? Se così fosse, l'impianto non dovrebbe buttare aria calda?

 

dipende da livello del liquido in circolo

Se fosse completamente vuoto , sì. se parzialmente , farebbe come tu dici .

Io una bella controllata e ricarica la farei .

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
40 minutes ago, stev66 said:

 

dipende da livello del liquido in circolo

Se fosse completamente vuoto , sì. se parzialmente , farebbe come tu dici .

Io una bella controllata e ricarica la farei .

 

Grazie mille.

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
2 ore fa, cla_poli scrive:

Scusa l'ignoranza ma c'è un modo per capire se è così?

 

La devi portare dal meccanico, attacca l'apparecchiatura che si usa per la ricarica e verifica le quantità di gas all'interno ed in parte, anche la tenuta dell'impianto in cui circola il gas frigogeno.

 

 

2 ore fa, cla_poli scrive:

Se così fosse, l'impianto non dovrebbe buttare aria calda?

 

 

Non per forza, se non è del tutto carico di gas, raffredda semplicemente poco. Se invece fosse totalmente scarico, uscirebbe aria a temperatura ambiente, o leggermente calda a causa del calore intrappolato nel cruscotto.

 

 

L'altra opzione è che non funzioni il comando della temperatura, ma è un'eventualità molto più rara.

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
14 minutes ago, J-Gian said:

 

La devi portare dal meccanico, attacca l'apparecchiatura che si usa per la ricarica e verifica le quantità di gas all'interno ed in parte, anche la tenuta dell'impianto in cui circola il gas frigogeno.

 

 

 

 

Non per forza, se non è del tutto carico di gas, raffredda semplicemente poco. Se invece fosse totalmente scarico, uscirebbe aria a temperatura ambiente, o leggermente calda a causa del calore intrappolato nel cruscotto.

 

 

L'altra opzione è che non funzioni il comando della temperatura, ma è un'eventualità molto più rara.

Andrò dal meccanico per verificare, grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
Posted (edited)

Fai attenzione che se l'impianto è scarico o quasi, o comunque se c'è stata una perdita, che venga fatta, e bene, una ricerca della perdita stessa. A volte sono perdite microscopiche e servono apparecchiature specifiche per identificarle.

Questo perché spesso ci si limita a caricare il gas, "tanto per l'estate sei a posto". Questo era più vero in passato, quando il refrigerante costava pochissimo, oggi che costa uno sproposito rischia di diventare un salasso continuo e si fa un po' di più attenzione, ma questa mentalità è dura a morire. E non entro nemmeno nel discorso dell'inquinamento dovuto a tutto il gas perso.

Un circuito refrigerante, se fatto bene, non ha bisogno di ricariche se non ci sono guasti, perché è un circuito chiuso

Edited by lucagiak
  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
1 hour ago, lucagiak said:

Fai attenzione che se l'impianto è scarico o quasi, o comunque se c'è stata una perdita, che venga fatta, e bene, una ricerca della perdita stessa. A volte sono perdite microscopiche e servono apparecchiature specifiche per identificarle.

Questo perché spesso ci si limita a caricare il gas, "tanto per l'estate sei a posto". Questo era più vero in passato, quando il refrigerante costava pochissimo, oggi che costa uno sproposito rischia di diventare un salasso continuo e si fa un po' di più attenzione, ma questa mentalità è dura a morire. E non entro nemmeno nel discorso dell'inquinamento dovuto a tutto il gas perso.

Un circuito refrigerante, se fatto bene, non ha bisogno di ricariche se non ci sono guasti, perché è un circuito chiuso

Grazie delle precisazioni. Ma se ci fosse effettivamente una perdita non dovrebbe essere calda l'aria, o quanto meno scaldarsi sempre più? A proposito del costo del refrigerante, indicativamente quanto verrei a pagare calcolando di doverlo riempire al massimo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Non è detto, potrebbe non essere uscito tutto. Come detto prima la perdita potrebbe essere talmente piccola che, una volta caricato il gas, potresti andare avanti tutta l'estate con l'aria condizionata che funziona correttamente, per poi ritrovarti nuovamente scarso l'estate prossima (in inverno è difficile accorgersi che l'aria condizionata non funziona tanto bene).

La carica dipende da quanto ne tiene la tua auto e da che tipo di gas è. Se è un po' vecchiotta userà L'R134 che costa relativamente poco (anche se è aumentato di 5-6 volte rispetto a qualche anno fa), io so il prezzo da rivenditore in bombole, non conosco il tariffario del prodotto "lavorato". Se invece è più nuova e usa l'R1234yf i costi aumentano perché solo il gas costa circa il triplo (siamo attorno ai 100€ + iva al Kg (prezzo rivenditore)

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
2 hours ago, lucagiak said:

Non è detto, potrebbe non essere uscito tutto. Come detto prima la perdita potrebbe essere talmente piccola che, una volta caricato il gas, potresti andare avanti tutta l'estate con l'aria condizionata che funziona correttamente, per poi ritrovarti nuovamente scarso l'estate prossima (in inverno è difficile accorgersi che l'aria condizionata non funziona tanto bene).

La carica dipende da quanto ne tiene la tua auto e da che tipo di gas è. Se è un po' vecchiotta userà L'R134 che costa relativamente poco (anche se è aumentato di 5-6 volte rispetto a qualche anno fa), io so il prezzo da rivenditore in bombole, non conosco il tariffario del prodotto "lavorato". Se invece è più nuova e usa l'R1234yf i costi aumentano perché solo il gas costa circa il triplo (siamo attorno ai 100€ + iva al Kg (prezzo rivenditore)

Ok, grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Answer this question...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.