Jump to content

Recommended Posts

53 minuti fa, doppiorene scrive:

 

E' il male dell'auto italiana, che non ha mai offerte in continuità di prodotto ovvero con uscite cadenzate e target sovrapponibili.

L'unico modello FIAT >> FCA >> Stellantis che si può dire abbia ben rispettato questa regola fondamentale è...la Panda! 

 

 

 

Però qui non siamo più in un contesto di "auto italiana", ma dentro una multinazionale di dimensioni mondiali che ha (o dovrebbe avere) Maserati come punta di diamante.

Dovrebbero investire anche se fosse in perdita, perchè questo brand traina l'immagine di tutti gli altri marchi della galassia, invece abbiamo gli stessi contafagioli che tagliano i colori sulla Panda.

E da italiano dispiace.

  • I Like! 7
  • Thanks! 2
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, doppiorene scrive:

 

E' il male dell'auto italiana, che non ha mai offerte in continuità di prodotto ovvero con uscite cadenzate e target sovrapponibili.

L'unico modello FIAT >> FCA >> Stellantis che si può dire abbia ben rispettato questa regola fondamentale è...la Panda! 

 

 

 

 

paradossalmente anche la Y / Ypsilon, mai mancata una generazione dalla prima di Fumia. 

25 minuti fa, AlexMi scrive:

Però qui non siamo più in un contesto di "auto italiana", ma dentro una multinazionale di dimensioni mondiali che ha (o dovrebbe avere) Maserati come punta di diamante.

Dovrebbero investire anche se fosse in perdita, perchè questo brand traina l'immagine di tutti gli altri marchi della galassia, invece abbiamo gli stessi contafagioli che tagliano i colori sulla Panda.

E da italiano dispiace.

 

si difatti vediamo quanto durerà il Ceo che arriva dalla Nike anche perchè per i prossimi anni che può fare? oltre le serie speciali di Grecale e le stories con Beckham intendo?

  • I Like! 4

"quello che della valle spende in 1 anno di ricerca io lo spendo per disegnare il paraurti della punto." Cit.

Link to comment
Share on other sites

In Maserati devono affrontare anche questo problema non da poco :

 

https://www.motor1.com/news/696046/cars-that-depreciate-most/

 

ovvero Quattroporte e Ghibli al 1° e 3° posto tra le auto che si deprezzano di più.

La sfida contro le berline top di gamma della triade è persa in partenza, figuriamoci adesso che  questi modelli hanno 10 anni di vita

Maserati per cercare di migliorare i suoi numeri di vendita ridicoli deve cercare secondo me di sparigliare le carte dell'offerta, non essere una alternativa pura a Classe S, serie 7 ecc..
per esempio con una linea futuristica da berlina coupè
oppure con una BEV ( siamo all'inizio di questa fase di mercato, i valori un po' si resettano, un po' come quando è partita l'era dei SUV e nuovi player, come le coreane, hanno conquistato quote di mercato )


oppure con tutte e due !

A quanto si legge, in Maserati non sono i soli ad avere grattacapi con le nuove architetture BEV , vedi problemi che sembrano avere anche Porsche e gruppo VAG

Da profano, penso che il dilemma in questo momento per l'alto di gamma sia se cercare di essere tra i primi ad adottare le batterie a stato solido e quindi forzatamente aspettare ancora un po'; ma non rischiare di avere una proposta obsoleta dopo magari solo un anno

"Bene non va, comunque non mi fermo".

( Tazio Nuvolari )

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, OverBoost scrive:

In Maserati devono affrontare anche questo problema non da poco :

 

https://www.motor1.com/news/696046/cars-that-depreciate-most/

 

ovvero Quattroporte e Ghibli al 1° e 3° posto tra le auto che si deprezzano di più.

La sfida contro le berline top di gamma della triade è persa in partenza, figuriamoci adesso che  questi modelli hanno 10 anni di vita

Maserati per cercare di migliorare i suoi numeri di vendita ridicoli deve cercare secondo me di sparigliare le carte dell'offerta, non essere una alternativa pura a Classe S, serie 7 ecc..
per esempio con una linea futuristica da berlina coupè
oppure con una BEV ( siamo all'inizio di questa fase di mercato, i valori un po' si resettano, un po' come quando è partita l'era dei SUV e nuovi player, come le coreane, hanno conquistato quote di mercato )


oppure con tutte e due !

A quanto si legge, in Maserati non sono i soli ad avere grattacapi con le nuove architetture BEV , vedi problemi che sembrano avere anche Porsche e gruppo VAG

Da profano, penso che il dilemma in questo momento per l'alto di gamma sia se cercare di essere tra i primi ad adottare le batterie a stato solido e quindi forzatamente aspettare ancora un po'; ma non rischiare di avere una proposta obsoleta dopo magari solo un anno

 

Si vabbeh, però viste le percentuali o meglio i divari fra le stesse, non penso che si parli di un fattore determinante nella decisione d'acquisto di certi modelli. Anche perchè se così fosse nessuno comprerebbe Ferrari V12 ad es. e men che meno auto analoghe di altri marchi.

Edited by pennellotref
  • I Like! 1

. “There are varying degrees of hugs. I can hug you nicely, I can hug you tightly, I can hug you like a bear, I can really hug you. Everything starts with physical contact. Then it can degrade, but it starts with physical contact." SM su Autonews :rotfl:

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
48 minutes ago, Gengis26 said:

Non esiste nessun traguardo. Di quattroporte BEV esistono solo muli e lontani dall'essere significativi, altro che traguardo. 

Beh questo e` anche peggio perche dimostra che anche per il loro marchio di punta non riescono a fare una pianificazione generazionale decente senza sempre lasciare gap di anni tra EOP di un modello ed SOP del successore. Non basta che rimpiazzano 2 modelli con uno solo?

Anche Levante nuova al 2027, ma perche? Va rimpiazzata ora, o forse nel 2025 max. O almeno restylizzata nel frattempo. 

Anche qui "colpa"  della fusione? O errore di prevedere i nuovi modelli BEV only, sottovalutando le sfide collegate ad una tecnologia nuova soggetta a cambiamenti velocissimi? 

Tutta la gestione del marchio, dal design al marketing al product management (eccetto MC 20 azzeccata) e` poco professionale, e i risultati si vedono. 

Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, schtrunz scrive:

Beh questo e` anche peggio perche dimostra che anche per il loro marchio di punta non riescono a fare una pianificazione generazionale decente senza sempre lasciare gap di anni tra EOP di un modello ed SOP del successore. Non basta che rimpiazzano 2 modelli con uno solo?

Anche Levante nuova al 2027, ma perche? Va rimpiazzata ora, o forse nel 2025 max. O almeno restylizzata nel frattempo. 

Anche qui "colpa"  della fusione? O errore di prevedere i nuovi modelli BEV only, sottovalutando le sfide collegate ad una tecnologia nuova soggetta a cambiamenti velocissimi? 

Tutta la gestione del marchio, dal design al marketing al product management (eccetto MC 20 azzeccata) e` poco professionale, e i risultati si vedono. 

Che la gestione non sia di livello pari al brand sono d'accordo, ma sicuramente essersi trovati alla fusione con progetti già sulla carta (e non solo) e dopo aver dovuto fare integrazione e razionalizzazione non ha aiutato. 

Link to comment
Share on other sites

Pur volendo capire tutto, se un'auto viene immaginata prima della fusione con delle considerazioni che la rendono profittevole, come può una fusione rendere necessario un ripensamento così profondo?

Per altro PSA non porta davvero niente in quel settore.

  • I Like! 1

Fiat Punto I 55 sx '97

Fiat Punto II restyling 1.2 60cv '04

Toyota Prius V2 '06

Link to comment
Share on other sites

42 minuti fa, Gengis26 scrive:

Che la gestione non sia di livello pari al brand sono d'accordo, ma sicuramente essersi trovati alla fusione con progetti già sulla carta (e non solo) e dopo aver dovuto fare integrazione e razionalizzazione non ha aiutato. 

Adesso è sopraggiunta la fusione come scusa? A me sembra di vedere la stessa, solita, distruttiva e poco lungimirante strategia (se di strategia si può parlare) che ormai da un decennio, se non più, contraddistingue il gruppo Fiat, lo abbiamo visto con Alfa Romeo, lo abbiamo visto con Maserati e lo vedremo finché non chiuderanno.

Purtroppo noto che si tratta di un modus operandi abbastanza comune in Italia, si fa il lavoro della vita, lo si butta fuori e poi....Poi lo si abbandona a se stesso campando di rendita finchè non vale più nulla e non si è pensato ad un futuro, che sia un prodotto, che sia un rifacimento di uno spazio pubblico, che sia un servizio, la storia è sempre la stessa, si crea l'eccellenza per poi lasciarla morire nell'oblio dell'indifferenza.

All'estero si mettono giù, pianificano e lavorano costantemente per migliorare, giorno dopo giorno si costruisce, ci si impegna e non ci si ferma mai, lo hanno fatto i Giapponesi, lo hanno fatto i Coreani, lo stan facendo i Cinesi (seppur con l'aiuto dello stato che droga il mercato) però in Asia sono così e lo sono in tutti gli ambiti.

 

Maserati poteva diventare un marchio profittevole, ha tutto quello che nel mondo vogliono, auto belle, potenti e, soprattutto, italiane ma guarda un po', a Dubai ti tirano dietro le granturismo al prezzo di una duster usata da tanto che ormai sono considerate una barzelletta.

  • I Like! 3
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.