Jump to content

Recommended Posts

Sarà che l'auto la uso prettamente per divertirmi, ma non deve essere tutto per forza perfetto.
Personalmente un bel passo di montagna con la coppia dell'elettrico e le sensazioni di una cambiata, sarebbero tanta roba.
Poi parliamone di simulare il sound oppure no.

Link to comment
Share on other sites

57 minuti fa, Gabri Magnussen scrive:

Sarà che l'auto la uso prettamente per divertirmi, ma non deve essere tutto per forza perfetto.
Personalmente un bel passo di montagna con la coppia dell'elettrico e le sensazioni di una cambiata, sarebbero tanta roba.
Poi parliamone di simulare il sound oppure no.

Ma in quel caso non parliamo più di ragioni tecniche. L'ha fatto Hyundai sull ioniq5 n.

Ma mi riservo di provarla per dare un giudizio.

Link to comment
Share on other sites

16 ore fa, Wilhem275 scrive:

Guarda, non serve farlo via software, lo puoi fare già con qualsiasi motore elettrico.

Prendi un po' di velocità, togli il piede, prendi un altro po' di velocità, togli il piede... acceleri un po' meno, togli il piede, ancora meno, togli il piede... acceleri così poco che sembra che non salga più... In più uno seduto di fianco che fa "brum, BRUM!" a seconda dei momenti. Ecco riprodotta la gioia del motore termico.

 

E poi sarebbe bello fare un endotermico che simuli il motore a vapore: guidare coperti di fuliggine, stare fermi ad aspettare che la caldaia vada in pressione, gli sbuffi di vapore ciuf ciuf... che cosa romantica sarebbe, chissà perché non lo fanno

Comunque al di la della battuta che può far sorridere o meno...copio e incollo da 4ruote:

 

La maggior parte delle auto elettriche non monta un cambio. E non nel senso che non abbiano una leva per scegliere se andare avanti o indietro: non c’è proprio, a livello tecnico, un tradizionale cambio. Il motore è collegato alle ruote tramite un rapporto fisso. Una scelta decisamente vantaggiosa quanto a semplicità costruttiva e manutenzione, ma forse non ideale. Tanto che alcuni costruttori stanno adottando scelte diverse e colossi delle trasmissioni come ZF e GKN hanno iniziato a produrre trasmissioni dedicate alle elettriche! Ma quindi il cambio, sulle elettriche, serve? Oppure no?

Per capire la logica sottesa a queste scelte partiamo dalle basi: un motore termico può mediamente funzionare in un range che va dai 1.000 ai 6.000 giri al minuto, con un’erogazione di coppia tutt’altro che costante all’interno di questa finestra. Così diventa necessario un cambio, che permetta di avere sempre il giusto rapporto di trasmissione (vale la pena ricordare che un rapporto corto, ad esempio 10:1, significa che serviranno 10 giri del motore per avere 1 giro di ruota e questo permetterà anche di moltiplicare per 10 la coppia scaricata a terra. Viceversa, un rapporto più lungo, di 1:1, permetterà di avere un giro ruota ogni giro motore, marciando così a velocità molto più elevate, ma con meno spunto.

Un motore elettrico per uso automobilistico, al contrario, può funzionare da 0 ad addirittura 20.000 giri al minuto. Un range molto più ampio, in cui anche la coppia ha una distribuzione più efficace: massima fin da zero giri, presenta un calo solo alle velocità più alte. Non c’è da sorprendersi, quindi, che un’auto elettrica possa partire da ferma e arrivare a velocità autostradali con la stessa marcia. 

Le cose iniziano a complicarsi, però, quando si vogliono raggiungere velocità massime particolarmente elevate, che richiederebbero un rapporto di trasmissione lungo che, a sua volta, limiterebbe lo spunto da fermi. Così la Porsche, per esempio, ha dotato la Taycan di una trasmissione a due rapporti, per far andare d’accordo uno 0-100 in 2,8 secondi con una velocità massima di 260 km/h; e la stessa cosa l’ha fatta la Lotus con la versione R della sua nuova Eletre.

Ma c’è di più. Come detto, la coppia di un motore elettrico cala alle alte velocità, accompagnata anche da un calo dell’efficienza. Così, avere un cambio che permetta al motore di ridurre i giri ad alte velocità può aiutare non solo le prestazioni, ma anche l’autonomia. Lo sa bene la Tesla, che sui modelli Dual Motor ha adottato una soluzione molto ingegnosa per ottenere il massimo pur non montando un vero cambio: dotare i due propulsori di due rapporti diversi. Quello posteriore più corto, pensato per favorire l’accelerazione, e quello anteriore più lungo, per massimizzare l’efficienza alle alte velocità. 

 

 

quindi nella mia ignoranza non mi pare di aver detto una cavolata così grossa no?

 

3 ore fa, Gengis26 scrive:

Le auto elettriche non hanno il cambio perché semplicemente il cambio serve a colmare uno dei difetti del motore ICE, cioè la coppia non costante al variare del numero dei giri.

I motori elettrici hanno coppia a zero giri, se non per esigenze specifiche io cambio non alcun senso ingegneristico.

leggi sopra però

 

comunque alla fine potrebbe essere un vezzo come le palette al volante...che usi poche volte all'anno

 

Comunque la maserati monomarcia come fa allora ad avere ottime prestazioni si a in acclerazione che soprattutto in vel max?(320 no?)

Edited by abracat
Link to comment
Share on other sites

25 minuti fa, abracat scrive:

Le cose iniziano a complicarsi, però, quando si vogliono raggiungere velocità massime particolarmente elevate, che richiederebbero un rapporto di trasmissione lungo che, a sua volta, limiterebbe lo spunto da fermi. Così la Porsche, per esempio, ha dotato la Taycan di una trasmissione a due rapporti, per far andare d’accordo uno 0-100 in 2,8 secondi con una velocità massima di 260 km/h; e la stessa cosa l’ha fatta la Lotus con la versione R della sua nuova Eletre.

Ma c’è di più. Come detto, la coppia di un motore elettrico cala alle alte velocità, accompagnata anche da un calo dell’efficienza. Così, avere un cambio che permetta al motore di ridurre i giri ad alte velocità può aiutare non solo le prestazioni, ma anche l’autonomia. Lo sa bene la Tesla, che sui modelli Dual Motor ha adottato una soluzione molto ingegnosa per ottenere il massimo pur non montando un vero cambio: dotare i due propulsori di due rapporti diversi. Quello posteriore più corto, pensato per favorire l’accelerazione, e quello anteriore più lungo, per massimizzare l’efficienza alle alte velocità. 

 

 

quindi nella mia ignoranza non mi pare di aver detto una cavolata così grossa no?

 

Sono applicazioni particolari, anche i trapani possono avere 2 rapporti... :) 

 

Nella maggior parte dei casi non ha molto senso mettere un cambio meccanico, piuttosto implementi un qualcosa di simile a quanto fatto da Hyundai sulle versioni N, se proprio c'è il desiderio di simulare la guida di un endotermico.

 

 

35 minuti fa, abracat scrive:

Comunque la maserati monomarcia come fa allora ad avere ottime prestazioni si a in acclerazione che soprattutto in vel max?(320 no?)

 

Da quel che ricordo ha una potenza complessiva mostruosa, bisogna vedere che range di funzionamento hanno i motori (magari la "coperta" è più ampia), e se il motore anteriore ha la stessa rapportatura dei posteriori, come fa Tesla ;-) 

Link to comment
Share on other sites

27 minuti fa, J-Gian scrive:

 

Sono applicazioni particolari, anche i trapani possono avere 2 rapporti... :) 

 

Nella maggior parte dei casi non ha molto senso mettere un cambio meccanico, piuttosto implementi un qualcosa di simile a quanto fatto da Hyundai sulle versioni N, se proprio c'è il desiderio di simulare la guida di un endotermico.

 

 

 

Da quel che ricordo ha una potenza complessiva mostruosa, bisogna vedere che range di funzionamento hanno i motori (magari la "coperta" è più ampia), e se il motore anteriore ha la stessa rapportatura dei posteriori, come fa Tesla ;-) 

ah ecco...

diciamo che hai l'equivalente del motore di una vecchia viper puoi tirare tutti i tipi di rapporti :D

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, abracat scrive:

Comunque al di la della battuta che può far sorridere o meno...copio e incollo da 4ruote:

 

La maggior parte delle auto elettriche non monta un cambio. E non nel senso che non abbiano una leva per scegliere se andare avanti o indietro: non c’è proprio, a livello tecnico, un tradizionale cambio. Il motore è collegato alle ruote tramite un rapporto fisso. Una scelta decisamente vantaggiosa quanto a semplicità costruttiva e manutenzione, ma forse non ideale. Tanto che alcuni costruttori stanno adottando scelte diverse e colossi delle trasmissioni come ZF e GKN hanno iniziato a produrre trasmissioni dedicate alle elettriche! Ma quindi il cambio, sulle elettriche, serve? Oppure no?

Per capire la logica sottesa a queste scelte partiamo dalle basi: un motore termico può mediamente funzionare in un range che va dai 1.000 ai 6.000 giri al minuto, con un’erogazione di coppia tutt’altro che costante all’interno di questa finestra. Così diventa necessario un cambio, che permetta di avere sempre il giusto rapporto di trasmissione (vale la pena ricordare che un rapporto corto, ad esempio 10:1, significa che serviranno 10 giri del motore per avere 1 giro di ruota e questo permetterà anche di moltiplicare per 10 la coppia scaricata a terra. Viceversa, un rapporto più lungo, di 1:1, permetterà di avere un giro ruota ogni giro motore, marciando così a velocità molto più elevate, ma con meno spunto.

Un motore elettrico per uso automobilistico, al contrario, può funzionare da 0 ad addirittura 20.000 giri al minuto. Un range molto più ampio, in cui anche la coppia ha una distribuzione più efficace: massima fin da zero giri, presenta un calo solo alle velocità più alte. Non c’è da sorprendersi, quindi, che un’auto elettrica possa partire da ferma e arrivare a velocità autostradali con la stessa marcia. 

Le cose iniziano a complicarsi, però, quando si vogliono raggiungere velocità massime particolarmente elevate, che richiederebbero un rapporto di trasmissione lungo che, a sua volta, limiterebbe lo spunto da fermi. Così la Porsche, per esempio, ha dotato la Taycan di una trasmissione a due rapporti, per far andare d’accordo uno 0-100 in 2,8 secondi con una velocità massima di 260 km/h; e la stessa cosa l’ha fatta la Lotus con la versione R della sua nuova Eletre.

Ma c’è di più. Come detto, la coppia di un motore elettrico cala alle alte velocità, accompagnata anche da un calo dell’efficienza. Così, avere un cambio che permetta al motore di ridurre i giri ad alte velocità può aiutare non solo le prestazioni, ma anche l’autonomia. Lo sa bene la Tesla, che sui modelli Dual Motor ha adottato una soluzione molto ingegnosa per ottenere il massimo pur non montando un vero cambio: dotare i due propulsori di due rapporti diversi. Quello posteriore più corto, pensato per favorire l’accelerazione, e quello anteriore più lungo, per massimizzare l’efficienza alle alte velocità. 

 

 

quindi nella mia ignoranza non mi pare di aver detto una cavolata così grossa no?

 

leggi sopra però

 

comunque alla fine potrebbe essere un vezzo come le palette al volante...che usi poche volte all'anno

 

Comunque la maserati monomarcia come fa allora ad avere ottime prestazioni si a in acclerazione che soprattutto in vel max?(320 no?)

Ne so abbastanza su queste cose, fidatevi.

Ogni costruttore sceglie i suoi target ingegneristici da raggiungere, ma in linea generale un cambio su un'elettrica non serve.

Come ho detto prima si tratta di esigenze specifiche.

 

L'abbiamo disintegrata GT Folgore su questo Forum, eppure fa oltre 320 all'ora senza avere il cambio, pur scattando da 0-100 in 2.7

  • I Like! 1
  • Thanks! 2
Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Gengis26 scrive:

Ne so abbastanza su queste cose, fidatevi.

Ogni costruttore sceglie i suoi target ingegneristici da raggiungere, ma in linea generale un cambio su un'elettrica non serve.

Come ho detto prima si tratta di esigenze specifiche.

 

L'abbiamo disintegrata GT Folgore su questo Forum, eppure fa oltre 320 all'ora senza avere il cambio, pur scattando da 0-100 in 2.7

Io non l'ho disintegrata. Una maserati elettrica non la vorrei manco regalata. Anzi si... Poi me la rivendo e prendo quella col v6 :D

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.