Jump to content

Scelte strategiche gruppo Stellantis NV


Message added by __P

stellantis.png.53472efbbb1e1fbe16e7849e14448f3c.png

 

⬇️⬇️⬇️ DISCUSSIONI SUI PROSSIMI MODELLI ⬇️⬇️⬇️

Alfa Romeo

Chrysler / Dodge / Ram

Citröen

• DS Automobiles

Fiat / Abarth 

Fiat Professional 

Jeep

• Lancia

Maserati 

Opel / Vauxhall

Peugeot

 

 ⬇️⬇️⬇️ DISCUSSIONI SULLE PIATTAFORME ⬇️⬇️⬇️

STLA Medium

STLA Large


Discussione sul titolo in borsa ➡️ CLICCA QUI!

Recommended Posts

10 ore fa, espresso scrive:

Permettimi, ma quello che scrivi é lontano dalla realtá.

In azienda le posizioni chiave sono tutte exPSA, con qualche eccezione per il mercato americano.

Il consiglio di amministrazione, é piú paritario.

senza contare che FCA sta andando incontro ad una OPELIZZAZIONE* decisa totalmente a Parigi.

 

*Impoverimento e distruzione di ingegneria autoctona per abbracciare i pianalini e motorini made in Roissy.

Il ROI maggiore lo si fa in US, dove non ci sono ex-PSA, e pochi ex-FGA. In EU, FCA aveva un ROI ridicolo rispetto a PSA, quindi PSA ha più posizioni, seppure la dirigenza massima tecnica sia più ex-FCA.

  • I Like! 1

Fai parte della comunità LGBT+ o vorresti supportarci? Iscriviti alla nostra pagina su Instagram: @motorpride_it

🏳️‍🌈

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Motron scrive:

La domanda è una a questo punto: i centri tecnici Italiani si stanno inpoverendo o no?

I centri dirigenziali in Italia?

La situazione è alla Alstom-Fiat ferroviaria?

questo non lo so...ma le gamme auto italiche fanno ridere i polli...e la creazione di stellantis ha messo nel congelatore diversi progetti e rivoluzionato tante cose

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

Non dimentichiamo che i vertici oggi ci sono, domNi chissà. 

I padroni ( filologicamente) restano. 

A me il padrone pare uno solo, parsnte di quello di cui ricorre il ventennale della morte. 

Questo basti per capire chi ha comprato chi. 

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, marconarni88 scrive:

questo non lo so...ma le gamme auto italiche fanno ridere i polli...e la creazione di stellantis ha messo nel congelatore diversi progetti e rivoluzionato tante cose

Sinceramente, fanno ridere i polli per merito della scarsità di prodotti di ex-FCA. Parliamo di almeno una decade di grasse risate nel pollaio.

Che poi ci fossero dei motivi è chiaro.

Ma sinceramente, tra il 2023 ed il 2024, i brand ex-FCA vedranno quattro/cinque debutti nel segmento B. Alfa Romeo avrà quattro modelli in gamma, più una speciality, Lancia vedrà il suo primo nuovo modello da 12 anni a questa parte, Jeep ha un prodotto realmente appetibile per il segmento B europeo. E questo senza contare gli altri progetti già approvati.

 

Quali progetti sono stati congelati? Perché a me sembra che anche quelli ibridi o che verranno abbandonati (e.g. Tonale) siano usciti comunque. MC20 e Granturismo, dopo i problemi di sourcing e motori, sono fuori; la MC20 è un successo per il brand. Grecale è la prima SUV D del marchio del tridente, e sembra essere nata senza le canoniche problematiche di qualità che affliggevano il marchio e con componentistica del giusto livello.

Insomma, io ci vedo solo lati positivi.

  • I Like! 6
  • Thanks! 2

Fai parte della comunità LGBT+ o vorresti supportarci? Iscriviti alla nostra pagina su Instagram: @motorpride_it

🏳️‍🌈

Link to comment
Share on other sites

Ancora con sta storia? La fusione è stata paritaria ed Exor è azionista di maggioranza di Stellantis così come lo era di FCA. Se avesse venduto sarebbe piuttosto strano ritrovarsi azionista di maggioranza o sbaglio?

Per le persone nei posti chiave immagino abbiamo messo in ciascuna posizione quello che gli sembrava più adatto.

Per le tecnologie dovremo vedere cosa combinano con le nuove piattaforme STLA (4 famiglie comunque nuove ma così naso le 2 di fascia medio bassa in qualche modo derivate da PSA e le due di fascia alta derivate da FCA).

Le auto che escono ora sulle piattaforme PSA sono fatte così perché avranno vita breve e si cerca il massimo profitto e la minima spesa.

Questo mi pare di aver capito, correggetemi se sbaglio.

  • I Like! 3
  • Thanks! 2
Link to comment
Share on other sites

Elkann non è mai stato uno sveglio, e questo lo si è sempre saputo, ma sa quali sono i suoi limiti e quindi lascia fare ad altri quello che lui non può…

 

 

detto questo il fatto che si propenda per Parigi dipende più dalle gamme e dallo sviluppo pre fusione. In futuro si andrà sempre più verso un omogenizzazione di prodotti e di brand ma il dove e come è presto per dirlo, anche se credo che l’Italia avrà un ruolo sempre più marginale 

Edited by SoUlSnAkE
  • Sad! 1
  • Confused... 1
  • Haha! 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.