Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

21 ore fa, skid32 scrive:

Forse vi sfugge una cosa: fino a eu3 quando schiacciavi l'acceleratore era un ordine, da eu4 in poi è un consiglio

Vero.

Io sul 1.5 TSI VW lo sto notando, a bassi giri se vuoi una bella accelerazione devi schiacciare, poi in allungo è ottimo ma a bassi giri credo che molti motori moderni soffrano.

Poi a livello di consumi hanno fatto passi da giganti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sarebbe interessante capire come vogliono articolare il 1,0 sul resto della gamma delle piccole: se affiancare in TA o sostituirlo, se fare dei "turbo soft" con meno potenza o aspirato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In questi anni il rendimento è aumento tantissimo ma, secondo me si è perso per strada il buon senso di mettere motori ragionevoli con il peso di un'auto tutto dovuto alla politica senza senso che abbiamo in Italia (tanti cavalli = bollo che si impenna).

Avevo una lancia delta del 1998 Euro 2 bene la media era di circa 10 km/l con anche 8 km/l come niente.. però quando pestavi nonostante i suoi 103 cv grandi soddisfazioni (cerchi da 14 pollici...) mentre la mia anche se ha 150 cv e va veloce non è ignorante.....

 

Ora vendo sul consumo vi posso dire che da mie esperienze faccio spesso faccio Torino Bussoleno con la mia (Opel corsa 1.4 Turbo e 150 cv) e una Citroen C3 (1.2 aspirato 82 cv)  rispettando il cds in statle, la mia da (da cdb) di solito ha un consumo di 5,6 l/100 km la C3 ha un consumo analogo se non qualche volta un 0,1 in meno (uscita dalla città e dopo tutta statale a 70 km/h)

 

Altro percorso Torino Cantarana percorso questa volta in tangenziale/autostrada/statale dove la mia spesso strappo un 5,8 l/100km contro la C3 che perde sempre ed ha un consumo di 6,2 l/100 km.

 

La vera differenza che se inizi a fare l'ignorante con la mia il consumo si impenna sulla C3 (tranne in città pura) non discosta dalla sua media che ha... anche se la C3 se devi superare una macchina di marce non ne scali 1 ma ben 2 e gli devi tirare il collo se no devi avere uno spazio lunghissimo....

 

Risultato?

 

il 1.0 su un renegade lo vedo malissimo anche per chi la userà.... poi ora vediamo come il mercato digerirà questi motori

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, TonyH scrive:

Esagerato? Non direi, se prendiamo i dati di consumo della Stilo 1.6

 

 

 

A destra la diesel.

Queste invece sono due piccole. Punto e Yaris

 

 

A confronto con la mia, non particolarmente economa. 240cv, gommazze, accessori  con un differenza prestazionale mostruosa.

 

La Yaris 1.0 16v. Tanta roba: ne abbiamo una con oltre 400.000km e fa 20km/l. Solo tagliandi.

Tornando alla Stilo, ha gli stessi identici consumi della mia SAAB 2.3t 250cv che però a 110 km/h fissi fa 14 km/l con clima acceso.

 

21 ore fa, GL91 scrive:

Io che faccio pochissima autostrada lo considererei un 1.0, ricordo una prova di una Octavia (!) col millino turbo, su Alvolante mi pare, e non ne parlavano affatto male. Ovvio che dipende anche dalle esigenze personali, che bisogna essere consci di cosa si sta acquistando e soprattutto, farsi un test drive prima, perchè non escludo che Euro 6D abbia smosciato parecchio anche motori prima brillanti.

In più tra il 1.0 benzina ed il 1.6tdi sembra di guidare un'altra auto. Questo perchè il 1.0 è più leggero, quindi hai meno sottosterzo, un auto molto più reattiva e divertente da guidare e consumi quasi simili. Ma a parità di cv ( 115 sia il 1.0tsi che il 1.6tdi ) il benzina va via al Diesel senza alcun problema.

 

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, GenLee scrive:

Sarebbe interessante capire come vogliono articolare il 1,0 sul resto della gamma delle piccole: se affiancare in TA o sostituirlo, se fare dei "turbo soft" con meno potenza o aspirato.

 

penso che faranno sicuramente un turbo-soft intorno ai 90cv come fa la concorrenza per sostituire il ta

 

poi magari un aspirato per sostituire il 1.2

poi potrebbe essere una buona idea una versione soft del 1.3 per alcuni casi particolari tipo il Doblò che 1.0 non ce lo vedo proprio...

 

vedremo.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
 
penso che faranno sicuramente un turbo-soft intorno ai 90cv come fa la concorrenza per sostituire il ta
 
poi magari un aspirato per sostituire il 1.2
poi potrebbe essere una buona idea una versione soft del 1.3 per alcuni casi particolari tipo il Doblò che 1.0 non ce lo vedo proprio...
 
vedremo.
 
 
Mi sembra la soluzione più plausibile :)

☏ SM-J510FN ☏

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, itr83 scrive:

penso che faranno sicuramente un turbo-soft intorno ai 90cv come fa la concorrenza per sostituire il ta

 

poi magari un aspirato per sostituire il 1.2

Una versione da 90 cv del 1.0 la do per scontata, la versione aspirata è già in vendita in Brasile, per cui immagino prima o poi arriverà anche da noi come motore entry level, magari con le nuove 500 e Panda.

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 7/12/2018 at 9:46 PM, Cosimo said:

io con il vecchio  da 170cv sulla giulietta ne ho fatti quasi 200k 

Dutch test of Alfa Romeo Giulietta 1.4 Multiair 

After 185k km it has 190HP ... 20 more than new.

 

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, pt020 scrive:

Dutch test of Alfa Romeo Giulietta 1.4 Multiair 

After 185k km it has 190HP ... 20 more than new.

 

anche la mia andava di più e consumava meno. Stavo sui 14 abbondanti senza starci attento

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si vedeva anche nei test di 4r di una volta tra nuovo e dopo 100kkm, potenza, consumi e prestazioni erano molto meglio do 100kkm. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By Bare
      All-new EcoDiesel Engine
       
      All-new EcoDiesel Engine
      The third generation of the turbocharged 3.0-liter EcoDiesel V-6 delivers increased torque and horsepower, along with superb fuel economy and minimal levels of noise, vibration and harshness (NVH) to meet the needs of Ram 1500 owners.
       
      In the 2020 Ram 1500, the 3.0-liter EcoDiesel V-6 is rated at a best-in-class 480 lb.-ft. of torque at 1,600 rpm, a 14 percent increase from the previous-generation EcoDiesel V-6 that peaks 400 rpm earlier. Horsepower increases 8 percent to 260 hp at 3,600 rpm.
       
      Several significant changes contribute to the new EcoDiesel’s improved dynamic and fuel economy performance.
      A new-generation water-cooled turbocharger with variable geometry turbine (VGT) increases efficiency and responsiveness during transient conditions Redesigned cylinder head intake ports improve swirl and flow, increasing performance and fuel economy The exhaust gas recirculation (EGR) system design has been updated to a dual loop (low and high pressure) system. The added low-pressure circulation system draws gases after the diesel particulate filter, thus minimizing turbocharger energy losses, which increases fuel economy The compression ratio has been optimized to 16.0:1 from 16.5:1 High-pressure (29,000 psi/2,000 bar) direct-injection fuel injector nozzles were redesigned to match the newly designed and optimized combustion chamber Lightweight aluminum alloy pistons were completely redesigned to include thinner rings and low-friction coating on the pin and side skirts to reduce losses NVH has been reduced by offsetting piston pin by 0.3 millimeters from the centerline; thus, minimizing mechanical noises The lower portion of the two-piece oil sump uses a lightweight sandwiched polymer/metal material that further reduces NVH The dual vacuum pump system uses electric and a new mechanical low-friction pump with new blades that improve overall system efficiency The upgrades build on the EcoDiesel V-6’s previous success, the attributes and performance of which made it a winner of "Wards 10 Best Engines" for three consecutive years (2014, 2015, 2016).
       
      The 3.0-liter EcoDiesel V-6 uses dual overhead camshafts (DOHC) with four valves per cylinder and a 60-degree angle between the cylinder banks. The block is cast with compacted graphite iron, which provides strength to dampen vibrations, but weighs less than grey cast iron. A compacted graphite iron bedplate adds rigidity to the block.
       
      The EcoDiesel V-6 uses a forged steel crankshaft and connecting rods for strength and durability. The aluminum alloy pistons are cooled on the underside via oil jets. Heat-treated aluminum cylinder heads use individual bearing caps to reduce friction and minimize NVH. The chain-driven overhead camshafts employ roller-finger followers.
       
      The 3.0-liter EcoDiesel V-6 is produced at the FCA Cento facility in Ferrara, Italy.
       
      https://media.fcanorthamerica.com/newsrelease.do?id=20851&mid=1
       

    • By Gengis26
      Salve a tutti.
      Ho letto recentemente che alcune vetture hanno una doppia iniezione, diretta e indiretta combinata.
       
      Vorrei capire i vantaggi e gli svantaggi ed eventualmente capire meglio se si tratta di una questione di contenimento delle emissioni o aumento delle prestazioni.
       
      Eventualmente conoscete qualche testo o articolo su cui approfondire?
       
      Vi ringrazio in anticipo!
    • By T a u r u s
      Nuovi motori: prestazioni ulteriormente migliorate e grande efficienza Con la nuova Renegade debutta l'innovativa gamma di motori a benzina turbo sviluppata per garantire massima efficienza nei consumi e prestazioni eccezionali sia su strada sia in fuoristrada. Disponibili motori a benzina da 1 litro e 120 CV; 1.3 da 150 CV e 1.3 da 180 CV e turbodiesel MultiJet con SCR (Selective Catalytic Reduction) da 1.6 120 CV e 2.0 da 140 e 170 CV.
      Stile autentico e senza compromessi Il nuovo stile del SUV Jeep di segmento B riassume i tratti iconici del brand Jeep in una veste moderna: la naturale attitudine off road di Renegade emerge anche dal punto di vista stilistico e convive con un'anima urbana e lifestyle. Nuovi fari a LED e nuovi cerchi da 19", e all'interno qualità e comfort.
      Per chi insegue l'avventura Le leggendarie performance off road tipiche del marchio Jeep sono garantite da due sistemi 4x4 avanzati, Jeep Active Drive e Jeep Active Drive Low, che assicurano prestazioni di riferimento in qualsiasi condizione di utilizzo.
      Per chi vive la città La nuova Renegade offre il sistema UconnectTM di quarta generazione di serie con schermi da 5, 7 e 8.4 pollici, display tattile capacitivo ad alta definizione, predisposizione Apple CarPlay e compatibilità Android AutoTM per soddisfare un pubblico giovane, metropolitano e sempre connesso.
      Una completa dotazione per la sicurezza Contenuti tecnologici all'avanguardia in termini di sicurezza, con Lane Sense Departue Warning-Plus e Intelligent Speed Assist con Traffic Sign Recognition di serie su tutta la gamma, Forward Collision Warning-Plus con Active Emergency Braking di serie su Limited.
      Disponibile in tutti gli showroom Jeep italiani a partire dalla seconda metà di luglio  
      Dal 2014 Jeep Renegade ha ampliato la gamma del brand americano a livello globale, segnandone l'ingresso nel segmento dei B-SUV e diventando il primo SUV Jeep prodotto in uno stabilimento in Italia. Sin dal suo esordio, Jeep Renegade ha saputo conquistare chiunque ricercasse, in un segmento piuttosto affollato, un SUV capace di sintetizzare al meglio le proverbiali caratteristiche off road del brand Jeep, un leggenda lunga oltre 75 anni, e un'anima più urbana per vivere senza compromessi gli aspetti lifestyle dell'utilizzo cittadino. Jeep Renegade racchiude tutte queste caratteristiche e le esprime attraverso il look intramontabile del brand Jeep, dall'iconica griglia a sette feritoie a uno stile che suggerisce al primo sguardo forza e solidità. Grazie a Renegade, la proposta di SUV del marchio Jeep è estesa a ogni segmento, in modo che chiunque possa trovare il modello Jeep che fa per sé, senza compromessi.
       
      Oggi Jeep Renegade si rinnova, sviluppando i punti di forza che le hanno consentito di cambiare le regole di un mercato popolato da crossover e di diventare il modello che più di ogni altro ha portato il marchio Jeep a stabilire record di vendite in Europa. La dotazione di sicurezza è ancora più completa, e i sistemi di infotainment sono all'avanguardia. Fedele alla filosofia Jeep, la nuova Renegade supera i limiti e offre una nuova gamma di motori sviluppati per garantire massima efficienza nei consumi e prestazioni eccezionali sia su strada sia in fuoristrada. Con la nuova Jeep Renegade infatti debutta la nuova famiglia di propulsori a benzina turbo a tre e a quattro cilindri, da 1 litro, 120 CV e 190 Nm e 1,3 litri da 150 e 180 CV e 270 Nm. Non mancano i diesel MultiJet II aggiornati con SCR (Selective Catalytic Reduction), tutti conformi alla più recente normativa Euro 6/D. La gamma motori è abbinabile a trasmissioni manuali a 6 marce, automatica DDCT (Dual Dry Clutch Transmission) a 6 marce e a automatica a 9 marce per garantire maggiore comfort e fluidità di guida.
       
      Il suo stile è ancor più distintivo, grazie a un design unico - ora con importanti aggiornamenti sul frontale, inconfondibile e strettamente legato all'inimitabile patrimonio estetico e tecnico Jeep: nella nuova Jeep Renegade ricorrono elementi iconici e stilemi riconoscibili, come i fari rotondi e i passaruota trapezoidali. Sono evidenti i richiami e le influenze reciproche con la nuova Wrangler, la quarta generazione dell'icona americana, in un dialogo stilistico che consente alla nuova Renegade di essere protagonista sia nei contesti metropolitani, sia sui percorsi meno battuti e di esprimere la sua doppia attitudine anche attraverso il design. Le capacità off road sono da best in class e restano il riferimento del segmento. La nuova Renegade è disponibile in configurazione a 2 e 4 ruote motrici ed è dotata di due sistemi di trazione, con dispositivo di disconnessione dell'asse posteriore, controllo della trazione Selec-Terrain, dispositivi Hill Start Assist e Hill Descent Control. Questa peculiarità si esprime ulteriormente nella versione Trailhawk, l'allestimento pensato per la guida off-road, con dotazioni specifiche stilistiche e tecniche.
       
      In Italia, la nuova Jeep Renegade sarà commercializzata dalla seconda metà di luglio e distribuita in una gamma completa composta da quattro allestimenti - Sport, Longitude, Limited e Trailhawk - una nuova gamma motori che prevede due nuove motorizzazioni benzina MultiAir III e due turbodiesel MultiJet II, configurazioni a trazione integrale o anteriore, e tre cambi (manuale a sei rapporti, automatico DDCT o a 9 rapporti).
      Nel resto dell'Europa, la Jeep Renegade MY19 sarà commercializzata a partire da settembre e distribuita in una gamma completa composta da quattro allestimenti - Sport, Longitude, Limited e Trailhawk - una nuova gamma motori che prevede due nuove motorizzazioni benzina MultiAir III e due turbodiesel MultiJet II, configurazioni a trazione integrale o anteriore, e tre cambi (manuale a sei rapporti, automatico DDCT o a 9 rapporti). Nei paesi extraeuropei (Russia, Medio Oriente e Africa), la Renegade MY19 sarà disponibile a partire da fine anno.
       
      Lo scenario del mercato e l'evoluzione della Renegade
      Jeep Renegade è stato il primo veicolo di Fiat Chrysler Automobiles sviluppato in collaborazione da progettisti e ingegneri italiani e americani e il primo modello nella storia del marchio ad essere costruito in Italia, presso lo stabilimento SATA di Melfi in Basilicata. La prima Jeep, quindi, che nasce dalla combinazione tra design, funzionalità e l'esperienza off-road appartenenti al marchio statunitense - da oltre 75 anni sinonimo di libertà, avventura e guida 4x4 - e lo stile e la dinamicità che da sempre contraddistinguono le automobili italiane in tutto il mondo. La Renegade è stata anche il primo modello globale del marchio: viene prodotta in tre continenti - oltre all'Europa viene assemblata in Cina nello stabilimento GAC FCA di Guangzhou e in Brasile a Pernambuco.
      Nel 2017, con oltre 73.200 immatricolazioni, la Renegade si è affermata nuovamente come SUV più venduto del marchio Jeep sia nel panorama europeo sia nei principali mercati a livello continentale - Italia, Francia, Spagna, Germania e UK.
      In Italia - il primo mercato in Europa per vendite della Renegade - il modello di punta del marchio ha totalizzato 37.600 immatricolazioni nel 2017, raggiungendo nel suo segmento una quota del 15,4 per cento. A maggio di quest'anno, la Renegade si conferma best seller del marchio e con 5.100 immatricolazioni ha raggiunto la quota record del 18,4 per cento nel suo segmento, risultando la più venduta della sua categoria oltre che seconda assoluta nella top ten delle vetture più vendute del mese.
       
      È sempre difficile migliorare un modello di tale successo e caratterizzato da peculiarità uniche, tuttavia oggi la nuova Jeep Renegade MY 19 introduce uno stile aggiornato con nuovi fari full LED e una nuova gamma motori specifica per il mercato europeo, offre dotazione di sicurezza ancora più complete e adotta sistemi di infotainment all'avanguardia.
      SUV unico e autenticamente Jeep in un panorama di crossover, il nuovo modello accentua, attraverso l'affinamento dei suoi tratti distintivi, la forte personalità stilistica e la sua doppia vocazione: Renegade è la soluzione perfetta sia per brevi spostamenti in città, grazie alla sua agilità e maneggevolezza, sia per esplorare nuovi percorsi grazie alle sue eccellenti capacità off-road.
       
      Nuova gamma di motori turbo a benzina 
      Sulla nuova Renegade esordiscono le inedite motorizzazioni a benzina turbo, sviluppate da una struttura modulare. Sono disponibili nella configurazione da 1 litro a 3 cilindri da 120 CV di potenza massima e 190 Nm di coppia massima con trasmissione manuale a sei marce e trazione anteriore, e 1,3 litri a 4 cilindri da 150 CV in abbinamento al cambio a doppia frizione DDCT e alla trazione anteriore. In abbinamento alla trasmissione automatica a 9 marce con convertitore di coppia e alla trazione 4x4, è disponibile il brillante propulsore turbo da 1,3 litri e 180 CV. La coppia massima, per entrambi i motori da 1,3 litri, è pari a 270 Nm.
      I nuovi propulsori a benzina rispondono alla normativa anti inquinamento Euro 6/D e sono dotati di filtro antiparticolato GPF (Gasoline Particulate Filter).
      La nuova famiglia bo è stata sviluppata dal gruppo FCA con lo scopo di offrire una gamma di motorizzazioni a benzina modulari di cilindrata ridotta con consumi moderati e prestazioni di riferimento per un'ampia gamma di applicazioni. La struttura di base dei nuovi motori garantisce efficienza, modularità, un notevole livello di standardizzazione dei componenti e del processo produttivo, flessibilità e predisposizione a future evoluzioni.
      Le nuove motorizzazioni sono interamente realizzate in lega d'alluminio, che assicura la massima leggerezza: il propulsore a tre cilindri pesa 93 kg. Il basamento cilindri, sviluppato in collaborazione con Teksid, è realizzato in lega d'alluminio pressofuso ad alta pressione. Per migliorarne la robustezza strutturale, è stata adottata una camicia in ghisa da 1,8 mm, rivestita esternamente in alluminio, per creare un "legame metallurgico" tra camicia e blocco. Dopo lo studio di diverse soluzioni di basamento motore, è stata selezionata un'architettura con sottobasamento per la miglior sintesi tra rumorosità, vibrazioni, peso e prestazioni strutturali.
      Per massimizzare l'efficienza dei nuovi motori, che garantiscono migliori prestazioni e consumi inferiori rispetto alle unità che sostituiscono, sono stati individuati un alesaggio di 70 mm con un rapporto alesaggio/corsa pari a 1,24 e un dispositivo biella-manovella con offset di 10 mm che si traducono in una camera di combustione molto compatta che incrementa l'efficienza termica e in un'architettura biella-manovella con un'efficienza meccanica superiore grazie agli attriti minimizzati. Tutte le unità dei nuovi motori a 3 e 4 cilindri sono costruite combinando questo modulo di combustione di nuova generazione con cilindrata unitaria di 0,33 litri.
      La testata presenta 4 valvole per cilindro e un singolo albero a camme; la struttura con camera di combustione compatta e i condotti di aspirazione "high-tumble" garantiscono la turbolenza dell'aria e una durata di combustione ridotta con una propagazione regolare della fiamma che si traducono in un'efficienza termica elevata e nel controllo della detonazione. L'elevato calibro progettuale dei nuovi propulsori è testimoniato dalla presenza di numerosi contenuti tecnici innovativi come l'iniezione diretta di benzina per massimizzare l'efficienza volumetrica e il turbocompressore a inerzia ridotta gestito da un attuatore wastegate a comando elettrico combinato con un modulo di sovralimentazione raffreddato ad acqua direttamente nel collettore di aspirazione, che assicurano una risposta più rapida nei transitori.
       
      Senza contare l'esclusiva tecnologia MultiAir per migliorare l'efficienza di combustione mediante la regolazione continua dell'alzata e della fasatura delle valvole, che sui nuovi motori debutta nella sua terza generazione. Il nuovo stadio di evoluzione MultiAir III ottimizza ulteriormente il controllo indipendente dell'apertura e della chiusura delle valvole di aspirazione: grazie agli specifici profili di camma di aspirazione e scarico, permette di migliorare l'efficienza a carico ridotto tramite il ricircolo del gas di scarico aprendo anticipatamente le valvole di aspirazione e enfatizzando, allo stesso tempo, l'erogazione ai carichi elevati tramite la chiusura ritardata delle valvole di aspirazione. In pratica, la tecnologia MultiAir III consente di ridurre il rapporto di compressione reale, controllando il fenomeno della detonazione e migliorando sostanzialmente i consumi di carburante anche quando il motore eroga una potenza elevata.
      I nuovi motori sono stati messi a punto con oltre 75.000 ore di analisi virtuali, 60.000 ore di test sul banco prova e 5 milioni di chilometri percorsi in tutto il mondo su strada e in off-road per testarne le doti di robustezza e affidabilità.
      La nuova Jeep Renegade è il primo modello del Gruppo ad adottare l'innovativa famiglia di motori a benzina turbo, progettati per offrire ai clienti il divertimento di guida che si aspettano da un SUV Jeep, risparmiando sino al 20% di carburante rispetto ai predecessori e con un eccellente comfort di marcia.
       
      Due potenti motori turbo diesel MultiJet II con tecnologia Stop&Start da 1,6 e 2,0 litri
      La nuova Jeep Renegade potrà inoltre essere equipaggiata con un motore turbo diesel da 1,6 o 2,0 litri. Entrambe le motorizzazioni sono dotate di tecnologia MultiJet di seconda generazione, sviluppata e brevettata dal Gruppo FCA. Sono disponibili a scelta due cilindrate e tre livelli di potenza: da 1,6 litri e 120 CV, in abbinamento alla trasmissione manuale o DDCT a doppia frizione, e da 2 litri a 140 o 170 CV con cambio manuale o automatico a 9 velocità.
      Queste motorizzazioni presentano il sistema "SCR on filter", una soluzione che integra la funzionalità del SCR su un substrato DPF per favorire:
      la riduzione delle emissioni NOx tramite l'iniezione di AdBlue (mentre un SCR in posizione underfloor oltre a ridurre ulteriormente i NOx evita il fenomeno di "ammonia slip"); l'intrappolamento e riduzione del PM (particolato).  Le curve di potenza e di coppia confermano l'eccellenza della famiglia MultiJet II anche in questa inedita configurazione che presenta una ottimizzazione dei valori di coppia ai bassi regimi.
       
      Stile senza compromessi
      La nuova Jeep Renegade presenta aggiornamenti stilistici sul frontale caratterizzato da un look ancora più moderno, grazie a interventi mirati sul paraurti anteriore che, nello specifico, sfoggia nuovi fari anteriori e fari fendinebbia oltre a un nuovo design dell'iconica griglia a sette feritoie. Inoltre le barre al tetto sono di colore nero su Longitude, Limited e Trailhawk.
      Tra le principali novità del nuovo modello spiccano i fari con luci diurne, abbaglianti, anabbaglianti e fendinebbia full LED, disponibili a richiesta sugli allestimenti Limited e Trailhawk per assicurare ai conducenti efficienza e sicurezza nella guida incrementando del 50 per cento la visibilità rispetto ai fari alogeni e del 20 per cento la luminosità rispetto allo Xeno migliorando in particolare la percezione della profondità e l'illuminazione laterale. Queste modifiche, nel complesso, conferiscono al frontale della nuova Renegade un aspetto personale, evoluto e moderno, nel rispetto dei tipici stilemi Jeep. Gli aggiornamenti coinvolgono anche la zona posteriore dove spiccano i nuovi gruppi ottici con illuminazione a LED, disponibili a richiesta su Limited e Trailhawk. I fanali sono un elemento chiave per il design della parte posteriore del veicolo grazie al caratteristico design a X.
      Completano le novità previste per gli esterni, il nuovo design dei cerchi che conferiscono alla Renegade un aspetto esclusivo e aumentano ulteriormente le infinite possibilità di personalizzazione offerte del modello. La nuova Jeep Renegade propone infatti sette diversi tipi di cerchi, con dimensioni da 16", 17", 18" e 19" - questi ultimi una novità del nuovo model year ed esclusivi dell'allestimento Limited - e finiture specifiche.
      Il risultato è un veicolo che affonda le sue radici del design della Jeep Wrangler attraverso richiami e influenze reciproche e si distingue per lo stile ancora più connotato e innovativo, ma fedele alla tradizione del marchio, capace di catturare l'attenzione dei tanti appassionati del brand Jeep e di tutti gli amanti dell'avventura e dello stile. Gli esterni della vettura conservano l'aspetto funzionale da sempre caratteristica inconfondibile della Renegade e una carrozzeria dalle forme robuste. Per consentire ai clienti di assaporare la libertà di guidare all'aria aperta - tratto comune e inconfondibile dell'heritage Wrangler sono disponibili due tetti apribili: un ampio tetto elettrico scorrevole a due pannelli in vetro e l'esclusivo "My Sky" caratterizzato da due pannelli leggeri che possono essere rimossi e riposti nel bagagliaio in modo semplice e pratico.
       
      All'interno: cura dei dettagli, abitabilità e funzionalità
      Gli interni presentano un look autentico e moderno, in linea con il DNA del marchio. L'abitacolo è caratterizzato dalla massima attenzione ai dettagli, combinazioni di colori innovativi, materiali di qualità, contenuti tecnologici avanzati e vani portaoggetti pratici e funzionali.
      Fin dal lancio Renegade si è distinta per la sua elevata funzionalità. Oggi questa dote è stata ulteriormente accentuata con importanti novità, a iniziare dalla nuova console centrale, che dispone ora di un nuovo spazio per riporre lo smartphone, nuovi porta bicchieri e ulteriori scomparti come la tasca per custodire device e altri piccoli accessori. Nuova anche la posizione della porta USB aggiuntiva (ora nella parte posteriore del bracciolo centrale e più facilmente accessibile anche ai passeggeri dei sedili posteriori) offerta di serie a partire dalla versione Longitude. Diverse soluzioni intelligenti, quindi, che hanno consentito di aumentare di oltre 1,2 litri lo spazio dei vani portaoggetti. Anche in termini di abitabilità, la Renegade è ai vertici nella categoria, distinguendosi per spaziosità per la testa e larghezza della seduta.
      La Renegade si contraddistingue anche in termini di personalizzazione degli interni con diverse configurazioni ognuna specifica per un allestimento della gamma che consentono ai clienti di scegliere il modello più vicino alle proprie esigenze - come la selleria Trespass Black e nuova Polar Plunge. Quest'ultima, ad esempio, può essere declinata nella combinazione pelle Ski Grey & Black con impunture Ski Grey sulla versione Limited. Non ultimo, l'aggiornamento stilistico ha toccato anche le finiture sulle cornici di radio, bocchette di areazione, tunnel centrale e altoparlanti. Anche all'interno riecheggiano alcuni dettagli comuni alla Wrangler, come il pannello strumenti ampio e orizzontale con un punto focale centrale e i dettagli trapezoidali.
       
      Espressione delle leggendarie doti off road Jeep
      La nuova Jeep Renegade è disponibile in due configurazioni, a due e a quattro ruote motrici. Le leggendarie performance fuoristrada tipiche del marchio sono garantite da due sistemi 4x4 avanzati, Jeep Active Drive e Jeep Active Drive Low che assicurano prestazioni di riferimento in qualsiasi condizione di utilizzo. Integrano il Jeep Selec-Terrain con quattro impostazioni (Auto, modalità predefinita con disconnessione dell'asse posteriore; Snow, modalità 4WD calibrata per ridurre il sovrasterzo; Sand e Mud, modalità 4WD che massimizzano la trazione a bassa velocità su terreni sabbiosi e fangosi favorendo un ulteriore slittamento della ruota) per la risposta più adeguata su qualsiasi tipo di fondo stradale.
       
      Jeep Active Drive
      Il sistema Jeep Active Drive è completamente automatico e assicura un passaggio fluido dalla trazione integrale alle due ruote motrici a qualsiasi velocità, riducendo le perdite di energia quando non è necessario utilizzare la modalità 4x4 e migliorando in generale l'efficienza nei consumi. Il sistema non richiede alcun intervento da parte del conducente e provvede alle azioni correttive necessarie a garantire la stabilità del veicolo, migliorando la risposta in condizioni di sovrasterzo e sottosterzo. Jeep Active Drive è in grado di trasferire fino a 2.000 Nm di coppia motrice alle ruote posteriori, garantendo un'ottima tenuta di strada anche in condizioni di scarsa aderenza. Una frizione a bagno d'olio variabile alloggiata nel modulo di trazione posteriore utilizza gli algoritmi brevettati del marchio Jeep per fornire la quantità di coppia adatta ad ogni singola situazione di guida, anche su superfici a bassa aderenza e in caso di partenze aggressive e guida sportiva.
       
      Jeep Active Drive Low
      Il sistema Jeep Active Drive Low integra il Jeep Active Drive, portando il rapporto finale di riduzione a 20:1 per prestazioni da vera 4x4. Questo sistema, abbinato al motore turbo diesel da 2,0 litri con cambio a nove velocità, garantisce le migliori capacità off-road della categoria in condizioni estreme di guida fuoristrada. Il sistema Jeep Active Drive Low aggiunge al Selec-Terrain il controllo della velocità in discesa (Hill-Descent Control).
      L'Hill-Descent Control (HDC) consente una discesa progressiva e controllata su terreni dissestati o scivolosi senza che il conducente debba agire sul pedale del freno. Quando è attivo, il veicolo è in grado di affrontare discese ripide sfruttando il sistema di freni ABS per controllare la velocità di ciascuna ruota e garantire slancio e ritmo ottimali.
       
      Trailhawk
      Con le sue sospensioni a ruote indipendenti in grado di offrire un'articolazione massima delle ruote pari a 205 mm e un'altezza da terra di 210 mm, la Jeep Renegade Trailhawk definisce il riferimento nel segmento e garantisce le migliori caratteristiche da fuoristrada della categoria. Su questa versione, inoltre, il Selec-Terrain integra la modalità "Rock" per massimizzare la trazione sulla ruota in grado di garantire la maggiore presa.
       
      Connettività e infotainment 
      A seconda delle versioni, la nuova Jeep Renegade può essere equipaggiata con UconnectTM 5", UconnectTM 7" e UconnectTM 8,4" NAV che includono touchscreen e caratteristiche di facile utilizzo, processore più potente e performante con migliorata capacità di risposta. Senza contare che con il nuovo sistema UconnectTM il conducente ha la possibilità di comandare, nella più completa sicurezza, il climatizzatore, l'impianto audio e molto altro direttamente dal display.
      In particolare, i nuovi sistemi UconnectTM 7" o 8,4" NAV si avvalgono di uno schermo full-color tattile capacitivo ad alta definizione che migliora significativamente l'interfaccia utente, offrendo anche lo zoom regolabile con un movimento delle dita e la barra dei menu personalizzabile con la funzione Drag and Drop. Inoltre, tra le funzioni del nuovo sistema UconnectTM ci sono anche la chiamata e la navigazione in vivavoce e il riconoscimento vocale dei messaggi per un'esperienza di guida sicura, rilassante e sempre connessa. Le opzioni integrate nella radio consentono a guidatori e passeggeri di ascoltare web-radio in streaming attraverso Bluetooth e di inserire i propri dispositivi compatibili nelle prese USB o AUX. La navigazione UconnectTM con istruzioni dettagliate è standard su UconnectTM 8,4" NAV e consiste in un intuitivo sistema di comandi vocali che consente ai clienti Jeep di enunciare semplicemente l'indirizzo e avviare la navigazione.
       
       Integrazione per Apple CarPlay e compatibilità con Android AutoTM
      I sistemi UconnectTM 7" e 8,4" NAV della nuova Jeep Renegade propongono l'integrazione con Apple CarPlay, il modo più smart e sicuro per utilizzare l'iPhone durante la guida.
      Anche Android AutoTM è compatibile con il nuovo sistema di infotainment, per portare il meglio di Google direttamente sul nuovo model year della Jeep Renegade. In dettaglio, Apple CarPlay consente all'utente di visualizzare indicazioni stradali ottimizzate in base alle condizioni del traffico, di effettuare e ricevere telefonate, accedere ai messaggi di testo e ascoltare musica, restando sempre concentrato sulla guida. Android AutoTM trasferisce l'esperienza Android in auto "proiettando" App e servizi sullo schermo del display centrale ed è progettato per rendere più facile e sicuro il reperimento delle informazioni durante la guida. Il conducente può utilizzare Google MapsTM per ottenere indicazioni stradali e accedere con semplicità ai brani musicali, ai contenuti multimediali e alle applicazioni di messaggistica preferiti. Infine, Waze per Android Auto consente di usufruire di tutte le funzionalità della community di Waze direttamente sullo display centrale.
      Poter interagire in modo semplice e immediato con i propri dispositivi garantisce la semplicità di utilizzare sempre il sistema abituale, una guida sempre connessa, sicura e semplificata, e di conseguenza una grande qualità della vita a bordo e una migliore ergonomia.
      Android AutoTM e Google Maps sono marchi registrati di Google LLC.
       
      I servizi Jeep UconnectTM LIVE disponibili su tutti i sistemi UconnectTM
      I tre sistemi UconnectTM 5", UconnectTM 7" e UconnectTM 8.4" NAV offrono i servizi UconnectTM LIVE per visualizzare e controllare numerose applicazioni tramite il display UconnectTM semplicemente collegando il proprio smartphone al veicolo attraverso una connessione Bluetooth. L'app UconnectTM LIVE può essere scaricata dall'App Store o da Google Play e installata sul proprio smartphone.
      Con UconnectTM LIVE l'utente può accedere tramite lo schermo touch a "Tune In Internet", una web-radio con più di 100.000 stazioni da tutto il mondo; a "Deezer Internet music", piattaforma con oltre 35 milioni di tracce musicali; a Reuters, per essere sempre aggiornato su cosa succede nel mondo; e naturalmente a Facebook, Facebook CheckIn e Twitter per restare in contatto con i propri amici e follower. UconnectTM LIVE permette inoltre di accedere a my: Car, che offre avvisi in tempo reale, promemoria di manutenzione e un manuale elettronico per tenere traccia degli interventi di manutenzione.
       
      Jeep Skills, l'app esclusiva di Jeep per misurare le prestazioni in fuoristrada in tempo reale 
      Per i clienti desiderosi di migliorare la propria prestazione di guida in fuoristrada e di vivere avventure off-road in puro stile Jeep, il sistema UconnectTM 8.4" NAV offre l'esclusiva applicazione Jeep Skills. Quest'applicazione estremamente intuitiva fornisce indici specifici per l'off-road, che consentono pertanto ai guidatori di monitorare le prestazioni sui percorsi in fuoristrada.
      Con Jeep Skills i clienti potranno conoscere le potenzialità della nuova Jeep Renegade in fuoristrada e ottenere il massimo dalle sue capacità. In dettaglio, Jeep Skills informa costantemente il guidatore sui sistemi di guida off-road e fornisce feedback di guida sullo schermo da 8,4" attraverso una serie di parametri specifici come trazione, rollio, beccheggio, pressione e altitudine.
      Le ulteriori informazioni utili sul veicolo disponibili comprendono la pressione dell'olio, l'angolo di sterzata, l'accelerazione laterale, la pressione su acceleratore e freni, l'accelerazione 0-50 km/h e 0-100 km/h nonché la distanza e la velocità di frenata.
      Il conducente può selezionare una serie di percorsi preferiti tra una lista precaricata e conoscere le informazioni più importanti sulla loro conformazione, oppure condividere i propri itinerari preferiti con tutta la Community Jeep e gli utenti di Jeep Skills. In base alla performance di guida e agli obiettivi raggiunti durante i percorsi selezionati, i guidatori possono aggiudicarsi dei premi, denominati "Badge", che si diversificano a seconda della difficoltà dell'impresa affrontata. Tutti i premi vinti sono salvati in una pagina specifica, una vera e propria bacheca virtuale.
       
      Sicurezza ai massimi livelli
      La nuova Jeep Renegade nasce per garantire il massimo livello di protezione con numerosi e avanzati sistemi di sicurezza, offerti di serie o a richiesta, compresi 6 airbag di serie e ESC (controllo elettronico di stabilità) con ERM (sistema elettronico antiribaltamento).
      Il modello è stato aggiornato in termini di sicurezza con nuovi contenuti che completano l'offerta per garantire la massima protezione e confort nella guida.
      Sono ora di serie su tuta la gamma i sistemi Lane Sense Departure Warning-Plus (sistema di avviso di uscita dalla corsia) e l'Intelligent Speed Assist dotato di Traffic sign recognition.
      Il sistema Lane Sense Departure Warning-Plus utilizza il sensore ottico della telecamera per stabilire la posizione su strada della vettura. In caso di cambio di corsia non intenzionale, il sistema rileva il cambiamento di traiettoria senza attivazione degli indicatori di direzione, e con il Lane Keeping Assist fornisce un'azione correttiva riportando il veicolo per nuovamente nella corsia attuale.
      Il nuovo dispositivo Traffic Sign Recognition (TSR) è in grado di riconoscere i segnali stradali, tra cui i limiti di velocità con e senza restrizioni, e darne notifica al conducente tramite messaggi di alert visualizzabili sul quadro strumenti. In combinazione con il sistema Intelligent Speed Assist (azionabile comodamente tramite comandi al volante), è possibile adattare la velocità ai limiti che il TSR stesso ha previamente identificato. Il conducente è comunque libero di ignorare le notifiche del sistema e non di accettare quindi l'adeguamento della velocità di marcia al limite indicato dalla segnaletica stradale.
      Tra le principali novità, l'aggiornamento dell'Automatic park assist - park sense® (disponibile successivamente al lancio), il sistema che semplifica la vita del conducente durante le manovre di parcheggio assistendolo ora anche nelle manovre di uscita dallo spazio di parcheggio. Il sistema si basa sulle stesse funzionalità della versione precedente del sistema, lo sterzo automatico attuato tramite sensori e telecamera, e integra il rilevamento degli ostacoli laterali.
      Per assicurare ulteriore comfort agli occupanti in linea con le caratteristiche di funzionalità che da sempre contraddistinguono la Renegade, il nuovo modello offre l'aggiornamento del Function Pack che ora comprende nuovi contenuti tra cui gli specchietti retrovisori ripiegabili alla chiusura del veicolo e alzacristalli elettrici controllabili dal telecomando della chiave. Tutti gli alzacristalli elettrici sono one touch sia in apertura sia in chiusura.
      Per garantire la massima protezione, l'offerta completa di sistemi per la sicurezza opzionali sulla nuova Jeep Renegade comprende anche il Forward Collision Warning-Plus con Active Emergency Braking (sistema di frenata assistita, di serie su Limited), l'Adaptive Cruise Control, il Blind-Spot Monitoring e il Rear Cross Path detection.
       
       
      Jeep press
       
       




















       
      ————————————————————————————————
      https://www.autopareri.com/forums/topic/65258-jeep-renegade-facelift-spy
      ————————————————————————————————
       
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.