Jump to content

GP Austin 2013


1happydream
 Share

Recommended Posts

Comincia malissimo il GP di Austin per Vale.

Rossi, un arrivo in Texas pieno di disagi E il box Yamaha Tech3 va a fuoco - Corriere.it

info.gifrossi_BIG.jpg

Dal nostro inviato ALESSANDRO PASINI

Il primo giorno del Gp texano è stato molto movimentato. Valentino Rossi ha dovuto saltare la conferenza stampa di mezzogiorno (ore 19 italiane) perché, sbarcato a Chicago mercoledì, è rimasto due ore e mezzo all’immigration, ha perso la coincidenza per Austin e ha dovuto prendere un volo per Houston dove è atterrato solo all’alba di oggi. Da lì ha proseguito in auto per Austin, per altre tre ore di viaggio. Esausto e fuso dal jet-lag, Vale ha preferito rimanere in albergo a riposare. Una disavventura che ha colpito molti nel paddock del Motomondiale. Al posto di Rossi in conferenza stampa ha parlato Lin Jarvis, managing director Yamaha.

PAURA – Come non bastasse questo e il disastro di Waco, 120 miglia a nord di Austin («Nessun problema per noi, siamo a una certa distanza», ha cercato di tranquillizzare tutti Steve Sexton, presidente del Circuit of the Americas), un incendio nella notte di mercoledì si è propagato nel box del team Yamaha Tech3: forse per via di un cortocircuito, uno degli starter elettrici impiegati per accendere le moto ha preso fuoco. Il sistema anti-incendio ha prontamente spento le fiamme ma ha allagato i box vicini di Honda Lcr, AB Cardion e Yamaha ufficiale, quello di Rossi e Lorenzo. Il team manager Yamaha, Massimo Meregalli, ha spiegato: «La prima impressione è stata abbastanza brutta, ma per fortuna la situazione non è così tragica come pensavamo. Dobbiamo smontare le moto ed asciugarle, pulirle, e rimetterle insieme. Potrebbe essere andata peggio. La cosa più importante è che nessuno sia rimasto ferito». Tutti i dati elettronici necessari per preparare la gara sono comunque stati salvati e al momento, ha spiegato Lin Jarvis, «la maggior preoccupazione è per le prossime gare: le parti meccaniche si possono asciugare, ma su quelle elettriche non possiamo scongiurare il rischio di corrosione. Potremmo perdere pezzi importanti

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 69
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Azz... e che hanno bastonato la civetta??:shock:

Sai che cosa diceva quel tale? In Italia sotto i Borgia, per trent'anni, hanno avuto assassinii, guerre, terrore e massacri, ma hanno prodotto Michelangelo, Leonardo da Vinci e il Rinascimento. In Svizzera hanno avuto amore fraterno, cinquecento anni di pace e democrazia, e che cos' hanno prodotto? Gli orologi a cucù.( O.Welles)

Link to comment
Share on other sites

FP 1 : Marquez (e sono due...) e Lorenzo fanno il vuoto.

Vale , che in prova è SEMPRE un disastro, becca 2 secondi

PS Dovizioso si conferma pilota di una SERIETA' assoluta (sarebbe bello se , quando appendera' il casco al chiodo, scrivesse un bel libro verita')

Edited by 1happydream
Link to comment
Share on other sites

Gran volo di Marquez nel free practice.

Lui , come il Lorenzo dei bei tempi, è sempre sfrontato, vicinissimo e oltre il limite.

Così prova quanto male fa cadere con le MotoGp.

Vale, in questo senso, è sempre stato piu' prudente.

PS Marc ,a vederlo in pista a Austin, è davvero un fenomeno!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.