Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Recommended Posts

jb1zl3.jpg

 

Alfine, dico la mia sulla vecchietta (2010) da poco acquistata dopo tanti tragicomici siparietti. Come andrà la tanto vituperata, criticata, bistrattata Alfa Romeo seg. B? E merita tale sfigata fama? Cercherò di dire la mia, dopo circa un mese e 2000 km percorsi.

 

ESTERNI:
La conosciamo tutti e perciò dirò poco: il frontale è palesemente cannato, mentre credo che dal montante anteriore in poi sia un piccolo capolavoro stilistico. Del resto, direste che è un auto lanciata praticamente 10 anni fa?

 

INTERNI:
Gradevoli, ma la consolle centrale sente inevitabilmente il peso degli anni, a partire dai 4 fori a vista. I materiali non sono nobili, ma neanche poverissimi, la strumentazione a fondo chiaro con lancette rosse è gradevolmente sportiva. Piacevole l'effetto spazzolato sulla plancia. Qualche scricchiolìo, complici i cerchi da 18" e un assetto bello rigido, è inevitabilmente presente, ma non fastidioso se non sui peggiori pavè.

 

POSTO GUIDA:
Sorprendentemente mi ci sono trovato subito a mio agio; non è il posto guida di una sportiva, non è basso come lo si aspetterebbe, ma in compenso il sedile è comodo e ben contenitivo, sembra quasi cucitomi addosso e sembra più quello di una seg. C che non una B.

 

PLANCIA E COMANDI:
Evidente, in positivo, l'impronta Fiat: tutto a portata di mano, senza sorprese. Unica pecca sono i comandi del clima automatico, posizionati molto in basso; per le regolazioni, almeno le prime volte è necessario distogliere, e non di poco, lo sguardo dalla strada. Altro neo, la cintura di sicurezza, situata almeno 10 cm dietro le spalle per via degli sportelli di dimensioni generose. Sarebbe stato gradito il porgi cinta come su alcuni coupè Mercedes.

 

ABITABILITA':
Ottima per i passeggeri anteriori: molto buona in rapporto al segmento anche per quelli posteriori, purchè non superino i 175 cm di altezza. Dietro è, per intenderci, più spaziosa anche del Maggiolino. Inevitabilmente per accomodarsi dietro è necessaria una discreta dose di agilità: buono il sistema di scorrimento del sedile e abbattimento schienale (che ritorna nella sua posizione), pessima la qualità delle leve, fatte in plastica povera, e leggermente scoloritesi. Danno la sgradevole sensazione che possano rompersi ad ogni utilizzo.

 

BAGAGLIAIO:
270 litri sono una buona volumetria (147 faceva di poco meglio), ma la soglia è alta e il fondo è ad almeno 20 cm dalla soglia. Di buono ci sono gli schienali dei sedili posteriori abbattibili, ma non ho avuto ancora esigenza di abbassarli.

 

ACCESSORI:
E' un allestimento Distinctive dotato di Premium Pack, quindi ha cruise control, clima aut., fendinebbia, comandi al volante, cerchi da 18", sensori di parcheggio posteriori, start&stop. Mancano solo navigatore, blue&me e fari allo xeno: per questi ultimi me ne farò una ragione, per i primi sto ancora valutando se installare un Parrot o direttamente un'autoradio due DIN. Per ora tampono con un auricolare bluetooth da 10 € e con l'ottimo G. Maps dallo smartphone.

 

COMFORT:
Due anime. In autostrada/statali e strade con curve si può definire senza esagerazioni una piccola granturismo, sullo sconnesso e sul pavè sono noie. I cerchi da 215/40/18" sono decisamente oversize su quest'auto, e sono sempre un po' rumorosi (ma cacchio, quanto son belli?). Detto questo, in un paio di viaggetti di 300 km ho capito che può essere anche un'ottima macinatrice di km.

 

MOTORE:
Esuberante il giusto. Ci ho messo un po' a capire questo 1.4 Turbo, abituato agli aspiratoni, ma ora sto iniziando ad apprezzarlo non poco; con il manettino in posizione "N" abbiamo un motore sornione e con una buona ripresa fin dai 1800 giri, mortificato però da un feeling all'acceleratore decisamente pessimo, con un lag addirittura abbastanza fastidioso in alcune circostanze (ad esempio in alcuni spunti/ripartenze da fermo): in D, invece, la situazione si ribalta, il feeling al pedale migliora tantissimo e, complice una coppia leggermente aumentata, diventerebbe quasi brutale se ci fossero un po' di cavalli in più. Allunga bene fino a 5500 giri (zona rossa inizia a 6500). Peccato solo che guidare in D vuol dire essere troppo esposti al raggiungimento di velocità da ritiro patente, quindi sto andando per lo più in N.

 

ACCELERAZIONE:
Buono sprint, intorno ai 9 sec.

 

RIPRESA:
Ottima, al netto del lag al pedale di cui sopra con il manettino in N. Si riprende bene dai 1500 giri, benissimo dai 1800. Solo in quinta, a quei regimi, a volte è preferibile scalare.

 

CAMBIO:
Nota dolente di quest'auto: 5 marce, innesti un po' gommosi e lunghi, escursione della leva elevata, qualche impuntatura nell'inserire la retromarcia. Insomma un cambio molto turistico, poco adatto alla verve generale di quest'auto, e ancor meno inadatto per lo stemma che porta.

 

STERZO:
Sulla falsariga del cambio. Primo servosterzo elettrico per Alfa Romeo, che va ad affiancarsi a quelle 147/GT e 159/Brera i cui sterzi sono stati il riferimento di una generazione di auto. Inevitabilmente ne risultò massacrato, ben oltre i suoi demeriti. Ma da un’Alfa ti aspetti quello sterzo iper comunicativo e iper preciso, che qui, purtroppo, non c’è. Non da Alfa.

 

FRENI:
Potenti, ben modulabili.

 

TENUTA DI STRADA/STABILITA’
L’auto è molto agile nello stretto e fulminea nei cambi di direzione. Anche in autostrada nei curvoni sui giunti dà un’elevata sensazione di sicurezza. Purtroppo non ho ancora avuto modo di tirarle un po’ il collo su alcune strade che conosco bene per capirne meglio i limiti.

 

CONSUMO:
Buono, direi. Nei primi 1000 km, cambiando un po’ più alto del solito e usandola un po’ più spesso in D (principalmente in autostrada, dove lo sterzo almeno si indurisce un po’) ho avuto una media di 12.9 km/l pieno-pieno, con il dato 13,4 km/l da cruise. Ora da cruise la media è migliorata, toccando i 14 km/l.  In ogni caso, a giorni installerò un impianto GPL, considerando che aumenterò le percorrenze lo ripagherei in 6-7 mesi.

 

IN CONCLUSIONE:
In conclusione. Prendi un’auto seg. B, donale una bella linea da coupè che la distingua da tutte le altre, una buona abilità e una buona tenuta di strada: metti invece tra le pecche sterzo e cambio e un feeling rivedibile ai pedali. Può nonostante questo convincere? La risposta, per assurdo è si.
Il problema è tutto in quello stemma lì. E quest’auto, seppur un’ottima auto, che poco o nulla ha da invidiare sostanzialmente alla coeva Mini (e lo dico da ex possessore), ha un solo grande, forse imperdonabile difetto. E’ stata in assoluto l’Alfa meno Alfa degli anni 2000. Si è tornati indietro di 15 anni, alle 145/146 e 155. Ottime auto, ma Alfa Romeo da molto molto lontano.
Non a caso l’ho ribattezzata sin da subito “PuntoVeloce”, sulla scia della TempraVeloce di cui tanto si è scritto quassù. Non che sia offensivo PuntoVeloce, del resto sono soddisfatto dell’acquisto, quest’auto mi sta piacendo non poco. Basti non avere false aspettative. Che le Alfa vere sono altre, e da un annetto, per fortuna, il gap è ancor più evidente, sperando possa aumentare sempre più.

 

  • I Like! 9

- '95 Fiat Cinquecento 900 cc MOTORE NUOVO(dal 1995 in garage, spero mia finchè campo)

- '10 Alfa Romeo MiTo 1.4 TB MultiAir 135 cv Distinctive Premium Pack (dal 2017)

 

Link to comment
Share on other sites

Nel complesso ho sempre trovato la mito molto riuscita. Quando uscì, ero possessore di punto t-jet e me ne innamorai alla follia, tanto da desiderare di dare dentro la mia con poco più di 1 anno e prenderla. Ha una personalità tutta sua, come 5oo e Mini. Complimenti per la recensione, semplice e completa! 

  • I Like! 3
Link to comment
Share on other sites

Sono d'accordo: la Mito ha avuto il difetto di essere un'Alfa. Per il resto, se la poteva vedere con poche altre auto del segmento per piacere di guida e vantava uno stile secondo ad ancora meno.

 

Tutto sommato, come la 500 partiva da due basi molto buone, rispettivamente Panda e Punto, con lo stesso obiettivo: creare due utilitarie chic/piacevoli da guidare. solo che mentre 500 si è saputa conquistare un consenso in grado di far passare in ombra le sue poche pecche, Mito no.

 

In ogni caso, viva le 3 porte!!!

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, led zeppelin dice:

Sono d'accordo: la Mito ha avuto il difetto di essere un'Alfa. Per il resto, se la poteva vedere con poche altre auto del segmento per piacere di guida e vantava uno stile secondo ad ancora meno.

 

Tutto sommato, come la 500 partiva da due basi molto buone, rispettivamente Panda e Punto, con lo stesso obiettivo: creare due utilitarie chic/piacevoli da guidare. solo che mentre 500 si è saputa conquistare un consenso in grado di far passare in ombra le sue poche pecche, Mito no.

 

In ogni caso, viva le 3 porte!!!

 

Come tutte le Alfa pre-4C.. sarebbe stata perfetta con il marchio Lancia... la storia è sempre quella.

  • Confused... 1

'17 Alfa Giulietta 1.6 120cv JTDm Super

'17 Alfa Giulia 2.2 150cv JTDm AT8

Link to comment
Share on other sites

Sostanzialmente mi ritrovo, pur avendo tutt’altro motore (purtroppo).

Lo sterzo concordo che non sia migliore rispetto a uno a caso preso su qualsiasi altra vettura, però mi sembra piuttosto diretto.

Cambio assolutamente da cestinare, di gran lunga la parte peggiore dell’auto. Dalla descrizione sembra sia uguale al mio. Ma più che inadatto per la verve dell’auto, è inadatto in ogni caso. Gommoso, impreciso, non si capisce quasi che marcia si stia per innestare...

Su tenuta e stabilità mi ritrovo solo in parte. Ormai son sei anni che la guido e concordo sull’agilità, meno sulla stabilità. Senza provocarla, quando si deve fare una manovra di emergenza come una frenata in curva, il culo parte senza troppi complimenti e bisogna agire di volante. Poi entra l esp che mi sembra tarato abbastanza alla leggera. Probabilmente sarà anche causa delle gomme, ma più che elevata sensazione di sicurezza direi più elevato divertimento.

Secondo me qualcuno che non ama la guida “sportiveggiante” potrebbe rimanere spiazzato e non sentirsi troppo sicuro. Se fosse anche un po’ più ferma di culo andrebbe benone lo stesso imho.

Linea invece ancora giovane! Potrà non piacere, ma non è invecchiata per nulla e conserva alcune caratteristiche (fari particolari davanti, tondi dietro, finestrini a giorno) che la rendono sempre attuale è diversa dalle altre. Se devo cambiare auto per prenderne una che sembra più vecchia, mi tengo la mito

 

 

☏ iPhone ☏

 

  • I Like! 4
Link to comment
Share on other sites

Sostanzialmente mi ritrovo, pur avendo tutt’altro motore (purtroppo).
Lo sterzo concordo che non sia migliore rispetto a uno a caso preso su qualsiasi altra vettura, però mi sembra piuttosto diretto.
Cambio assolutamente da cestinare, di gran lunga la parte peggiore dell’auto. Dalla descrizione sembra sia uguale al mio. Ma più che inadatto per la verve dell’auto, è inadatto in ogni caso. Gommoso, impreciso, non si capisce quasi che marcia si stia per innestare...
Su tenuta e stabilità mi ritrovo solo in parte. Ormai son sei anni che la guido e concordo sull’agilità, meno sulla stabilità. Senza provocarla, quando si deve fare una manovra di emergenza come una frenata in curva, il culo parte senza troppi complimenti e bisogna agire di volante. Poi entra l esp che mi sembra tarato abbastanza alla leggera. Probabilmente sarà anche causa delle gomme, ma più che elevata sensazione di sicurezza direi più elevato divertimento.
Secondo me qualcuno che non ama la guida “sportiveggiante” potrebbe rimanere spiazzato e non sentirsi troppo sicuro. Se fosse anche un po’ più ferma di culo andrebbe benone lo stesso imho.
Linea invece ancora giovane! Potrà non piacere, ma non è invecchiata per nulla e conserva alcune caratteristiche (fari particolari davanti, tondi dietro, finestrini a giorno) che la rendono sempre attuale è diversa dalle altre. Se devo cambiare auto per prenderne una che sembra più vecchia, mi tengo la mito
 
 
☏ iPhone ☏
 
Da possessore straquoto...soprattutto l'ultima parte del post

☏ SM-J510FN ☏

Link to comment
Share on other sites

Da possessore di Mito (tra l'altro stesso motore) mi trovo parecchio con la tua recensione.

Quanti km ha la macchina? Perché lato cambio l'ho trovato leggermente migliorato negli innesti rispetto a quando era nuovo. E comunque appena si scaldata notavo che un po' di gommosità spariva. Solo la retro ogni tanto rompe le scatole.

Per lo sterzo... Trovo sia veloce e progressivo..ma odio tantissimo il momento vuoto che ha appena cominci la sterzata (per me su una macchina di indole sportiva lo sterzo dev'essere sempre concreto) e un po' più di feeling l'avrei gradito.

Nel complesso trovo che sia una buona macchina è un'ottima idea di Alfa piccola... Ma si sono persi in alcuni particolari che probabilmente avrebbero aiutato molto a renderla un'Alfa al 100%

 

@Uomo dell'Ovest che motore hai sulla Mito?

In realtà la macchina è parecchio stabile e il retro leggermente ballerino non lo trovo fastidioso...anzi, sono dell'idea che se avessero sfruttato molto di più questa caratteristica insieme all'eQ2 avrebbero fatto una macchina parecchi agile in D andando a limitare parecchio il controllo di trazione (che era il suo tallone d'Achille nella guida in pista quando venne provata dai giornalisti).

comunque parlando in giro mi rendo conto che il retro ballerino va molto ai gusti soggettivi delle persone :)

Link to comment
Share on other sites

Io ho una turbo-gpl da 4 anni e mezzo. L'auto ha quasi 8 anni e 170k km...

 

Mi ritrovo abbastanza, tranne sullo sterzo, che lo trovo molto diretto, e sul cambio, che sinceramente mi piace (a parte la retro, qui concordo sul fatto che a volte non entra subito...ma ho imparato a metterla, mollare poco poco la frizione ed entra subito). C'è da dire che però non ho molta esperienza (prima della MiTo ho guidato una punto prima serie per 3 anni).

La nota davvero dolente secondo me è invece la qualità costruttiva. Anche io monto i cerchi da 18, e di rumorini/scricchiolii ce n'è a volontà. Sono molto rumorosi anche i finestrini senza montante, che nella parte superiore, si vede a causa delle guarnizioni un po' vecchiotte, fanno rumore.

 

Mi inchino invece di fronte al motore che secondo me è davvero intelligente... buona verve e comportamento e l'impianto a GPL che per ora va un gran bene (unico problema avuto è stato il riduttore di pressione andato a 150k km) e che consente di risparmiare davvero tanto. L'unica è in autostrada, dove il motore, a causa della mancanza della sesta marcia, si fa sentire.

 

Sommando il bene ed il male, attualmente non saprei trovare un'auto più adatta a me di questa, mi piace ancora un sacco.

Edited by smukamuka
  • I Like! 3

Alfa Romeo MiTo 1.4 Turbo GPL 120cv

588764_31.png

Le mie app per Android nel Play Store

Link to comment
Share on other sites

Concordo che Mito sia invecchiata benissimo.

Anzi, imho, non è invecchiata affatto.

E di 3/4 posteriore è ancora una delle più belle auto in commercio.

quattro/cinque anni fa, se non avessi avuto le esingenze da nonnina che ho, Mito sarebbe stata sicuramente la sostituta della mia Leon. ;)

  • I Like! 3

I'M IN LOVE!:pippa:

"La 6° marcia, K@zzo!"

Link to comment
Share on other sites

@Uomo dell'Ovest e @smukamuka, la mia critica allo sterzo nasce dal fatto che ho guidato una 147 per 200k km. Lo sterzo di Mito lo trovo diretto si, ma il problema è che è poco comunicativo, cosa che ho notato su tutte le auto che ho guidato munite di servosterzi elettrici (solo Giulia si salva).

 

Per il resto mi fa piacere leggere che chi ce l'ha si trova bene e difficilmente la cambierebbe, prima dell'acquisto mi sono fidato anche di questa sensazione generale da parte dei possessori.

Riguardo, invece, agli scricchiolì ce n'è uno un po' fastidioso proveniente dallo stereo, ci sarà un foglietto di plastica che vibra all'interno, si attutisce solo facendo una leggera pressione col dito appena sopra il lettore cd: inoltre per una manciata di secondi, dopo un'accensione a freddo si fa sentire un po' il cassetto portaoggetti, ma presto si zittisce.

Un po' di rumorini invece si hanno sulle buche, ma è fisiologico su un'auto di 7 anni; su altre auto anche più blasonate ho appurato che la situazione è più o meno la stessa.

1 ora fa, Andrew_87 dice:

Quanti km ha la macchina? Perché lato cambio l'ho trovato leggermente migliorato negli innesti rispetto a quando era nuovo. E comunque appena si scaldata notavo che un po' di gommosità spariva.

Presa a 91k km, ora ne ha 93k. 

Ho avuto anche la possibilità, lo stesso giorno in cui provai questa, di guidarne una identica con il TCT, ma alla fine ho preferito comunque optare per questa manuale. Complice anche la differenza di trattamento ricevuta dai due venditori (quello della TCT è pure ufficiale Fiat...): il primo m'ha dato chiavi e targa prova dicendomi "vai pure, ci vediamo dopo", e meravigliandosi vedendomi tornare dopo 7 o 8 min, dopo che già avevo provato una Delta 1.9 twinturbo che poco mi convinse), il secondo mi fece provare la TCT solo per un km scarso e dopo aver insistito, perchè "sta pure a riserva".

Edited by gianmy86
  • I Like! 1

- '95 Fiat Cinquecento 900 cc MOTORE NUOVO(dal 1995 in garage, spero mia finchè campo)

- '10 Alfa Romeo MiTo 1.4 TB MultiAir 135 cv Distinctive Premium Pack (dal 2017)

 

Link to comment
Share on other sites

  • J-Gian changed the title to Impressioni Alfa Romeo Mito 1.4 Multiair 135 CV 2010

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Similar Content

    • By VuOtto
      PORSCHE 911 TURBO S 
       
      Innanzitutto ringrazio Porsche Treviso per avermi concesso questa ennesima prova di un prodotto Porsche. 
       
      FUORI:
      l'auto si presenta nella stupenda tinta Argento GT, per me uno dei migliori colori da mettere su una Porsche a prescindere. Spoiler alzato, accanto ad un altrettanto scenica Tycan 4s. 
      I cerchi non sono quelli che preferisco, ma va da sè....la 992 turbo s mi piacerebbe anche in marrone....per cui....
       
      DENTRO:
      pelle nera, cielo in alcantara nero, la "solita" perfetta Porsche, ineccepibile, come sempre.
       
       
      COME VA:
      Treviso è un po' trafficata ma ci sono agevolmente delle strade deserte messe davvero molto bene che non vengono utilizzate (le famose strade di collegamento non ancora finite, per cui, chiuse al traffico in pratica, ma accessibili dai residenti...per cui.... una volta scaldato a dovere il tutto con calma, e dopo aver saggiato la guida cittadina della macchina (auto davvero facilissima e con cui si ha un immediata confidenza anche nel fare le manovre più impegnativa, nonostante la larghezza) provo quello per cui sono andato: il Launch Control. Ho visto diversi video in merito e non so come abbia fatto Porsche, ma ha un sistema davvero micidiale, ha una trazione che mi ha fatto stare zitto laddove di norma, parlo con chi mi sta accanto. Ebbene ho staccato un 2.6 sullo 0-100 in due, con il pieno di benzina....non ho parole. Incredibile. Poi metto in manuale, faccio qualche curva, e lei è li granitica, sembra che il limite non sia superabile, invece se non si fa la dovuta attenzione si rischia di entrare in curva a velocità talmente elevate che poi sarebbe la fisica a prendere il sopravvento. Ad ogni modo Molto più "veloce" di una 488 nello scatto puro, e molto, molto più facile da guidare. La Ferrari è decisamente più impegnativa e da guidare, ma la Porsche è 4wd, per cui ci sta. Il cambio è il consueto perfetto PDK, ma devo ammettere, non è al livello del cambio Ferrari quando si va forte. Invece, trovo che il PDK sia decisamente più morbido e confortevole se si vuol andare a spasso in scioltezza. Il cambio Ferrari invece chiede sempre e comunque di "andare" senza tanti preamboli od incertezze, ma su una vettura sportiva non è un difetto. Ma su Porsche devo dire che si ha questo e quello, seppur non ai livelli di Ferrari come detto, e questo la rende più fruibile come auto da tutti i giorni.
      Come detto molto, molto facile da guidare forte. Porsche riesce sempre a fare il passo in più che ad ogni serie sembra impossibile riesca a fare. Purtroppo per esigenze di lavoro non ho avuto modo di tenerla per il tempo che avevo preventivato, ma tutto sommato, non ho fatto il solito giretto da 15 minuti, quindi sono comunque contento.
       
      SOUND:
      non malaccio, in downshift ogni tanto borbotta e fa piacere, ma sempre con grazia. dentro è artificale purtroppo, molto bello...ma artificiale. Ad ogni modo il sound a finestrino aperto c'è.....ma forse ci manca un po' di "drama".
      Una cosa che non mi va giù è il rev limiter in folle.....non posso accettare su una vettura così che a 4mila giri tagli la magia....spero lo eliminino prima o poi...poiché è una cavolata da perbenisti che con una turbo S non c'entra nulla.
       
      IN SOLDONI:
      vale 250 mila euro? E' cara, certo.....ma li vale? mmmmm, non saprei ad essere onesto. Ho percepito il termine "sterile" che ha menzionato ieri @poliziottesco....in effetti è tutto un po' artificiale. Perfetto.......ma artificiale. Non è "coinvolgente" a tutto tondo; se prendiamo la singola prestazione, lo 0-100 è da 10 e lode, la ripresa da 10, l'elasticità da 10, ma manca qualcosa, manca forse un po' di "sporco"....di "emozione" insomma, ma il tutto è comunque condito davvero molto, molto bene.
       
      COSA NE PENSO:
      Se potessi la prenderei al volo, gran bella auto, sfruttabile, godibile, veloce, gestibile.............ma farebbe sicuramente compagnia in garage a qualcosa di più fisico e autentico.
      Comunque, 992 Turbo S: Voto 10.
       

       
       
       
       
    • By marcolino1969
      Vettura provata con 1500 km all'attivo.
      Km totali del test 320 
      la mia pagella
       
      ESTERNO - 7.5
      Più grossa della berlina e la coda prosegue nel non convincermi troppo. Dal vivo rende meglio, ma pare troppo alta.
       
      POSTO GUIDA - 9
      Comoda, tutti i comandi a portata di mano, studiata bene, perfetta per guidare su lunghe distanze. ottimo effetto nel complesso. Migliorato rispetto al precedente che era comunque già buono. Mi piace
       
      FINITURA – 8.5
      Un passo avanti, per qualità dei materiali e per livello estetico generale, permangono scelte al risparmio tipo pannelli porta troppo simili alla più piccola ed economica Ibiza, ma fatto un bel lavoro , nuovo volante compreso. Brava Seat
       
      ABITABILITA’ – 9
      Comoda  per una famiglia , guadagnato spazio per le gambe sui sedili dietro. nel complesso molto valida. La versione ST davvero spaziosa 
       
      DOTAZIONE DI SERIE – 8.5
      Puoi avere di tutto e di più, sia di serie che in opzione, tutti gli adas e molte personalizzazione anche sfiziose. ovvio sempre sotto a Golf e audi A3. Nel complesso dotazione non male anzi.
       
       
      INFOTAINMENT – 7
      rivisto tutto, completamente nuovo, molto completo, ma complicato da usare, troppo. graficamente bellissimo e appagante , ma avuto davvero molti problemi per capirne funzionamento. serve impostarselo bene con calma e sistemarselo come si vuole con le mille personalizzazioni possibili. avrei voluto dare di più ma, nel complesso troppo complicato e distrae dalla  guida, dover fare tutto,clima compreso sul tablet. assurdi i pochi tasti veloci presenti sul tablet, per volume e clima che sono al buio di notte. Il Nuovo comando accensione fari, con tastini nascosti completamente da bocciare per me. Ho ribassato il voto di mezzo punto rispetto alla berlina, perchè anche ora riprovandola a fondo molti dei problemi ritrovati, e quindi credo sia davvro stato fatto un errore di progetto, secondo me. Peccato davvero la mancanza dei tasti fisici. distraggono troppo..
       
      MOTORE – 8.5
      L'aumento di coppia si sente tutto e la vettura pare allegra nel prendere giri e velocità. accoppiata al dsg nel complesso davvero piacevole e vivace. ben fatto e piacevole da usare il dsg.
       
      COMPORTAMENTO DINAMICO – 8.0
      Il telaio mqb, rivisitato, sempre perfetto. La leon rimane una vettura bella da guidare tra le curve , dove lo sterzo e tutto il resto sono molto ben accordati, dove il tiro e rilascio ti fa sentire la coda che si muove il giusto. Sulla versione St l'aumento di lunghezza e di peso dietro si sente e un poco penalizza, quindi ho abbassato la valutazione, che rimane nel complesso buono. I controlli intervengono un po troppo per i miei gusti.
       
      CONSUMO 8.5
      se usata con calma può fare i 20 al litro senza problemi..nell'uso reale.
      volendo pure meglio stando attenti,. se sfrutti il pedale per tutto quello che può regalare, il discorso cambia ma non troppo, difficile farla consumare troppo anche dandoci dentro di brutto. Nel corso della prova da CDB fatti i 18.8 su percorso misto di montagna e statali a tratti con pioggia.
       
      Impianto Frenante 8
       
      adeguato alla  vettura l peso ed alle prestazioni buone del gruppo propulsore, anche frenando bruscamente non si scompone. 
       
      CONFORT – 8,5
      Davvero comoda e ben insonorizzata, migliorato  in confort rispetto alla serie precedente. sedili anteriori migliori e che scaldano meno le chiappe. Il tdi mi pare meglio filtrato della serie precedente
       
      Principali pregi
      Spazio in abbondanza, e molto bella di notte con tutte le luci del cruscotto. macchina comoda per viaggiare o per divertirsi il giusto  le curve, un tdi molto pastoso e ricco di coppia che regala consumi buoni.
      Difetti.
      qualche errore dall'impianto multimediale, e troppo complicato da usare peccato. comando accensione fari, per me bocciato completamente. Linea dietro un poco pesante.
       
      IN CONCLUSIONE:
      Nel complesso buono come prodotto e ottimo , il prezzo reale al netto dello sconto, in rapporto alle dotazioni ed alle prestazioni.
      un primo video.
       
       
       
       
    • By Feder
      Dopo tante soluzioni intermedie, micro ibridi, start and stop evoluti è finalmente pronto al debutto su strada il vero primo diesel ibrido al mondo che sarà montato sulla 3008 Hybrid4. Sono stati infatti i francesi di Peugeot a tagliare per primi il traguardo e noi siamo venuti fino a Dinard in Bretagna per testarlo in anteprima.
      Per la prova completa e le Foto vai su: Autoappassionati.it - Test Peugeot 3008 HYbrid4

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.