Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

 

 

787-10_marquee.jpg

 

78710_JUN_smaller_1-1.jpg

 

boeing-787-10-rollout.jpg

 

5894e0a76e09a87b008b517f-1200.png

 

1743848.jpg

 

maxresdefault.jpg

 

dreamliner112way_wide-bf994f5324bd7d924db5104ddcc7225caa6992fa (1).jpg

 

On 11/10/2008 at 19:19, Dodicicilindri dice:

Nuova tegola sul progetto 787: sembra che non ci saranno consegne fino al 2010:

Peccato.

Comunque noto che in questo thread non ci sono foto reali dell'aereo completo, solo rendering, nonostante un mock-up semicompleto sia stato presentato l'8 luglio 2007 (in notazione anglosassone 7/8/07 :lol:).

Rimediamo:

1240280.jpg

Qui al lavoro sull'aereo:

1356307.jpg

1356305.jpg

1356303.jpg

1356304.jpg

1356306.jpg

E infine un rendering del cockpit:

1320408.jpg

 

 

Boeing.com dice:
Responding to the overwhelming preference of airlines around the world, Boeing Commercial Airplanes' new airplane is the Boeing 787 Dreamliner, a super-efficient airplane. An international team of top aerospace companies is developing the airplane, led by Boeing at its Everett facility near Seattle, Wash.

Unparalleled Performance

The 787-8 Dreamliner will carry 210 - 250 passengers on routes of 8,000 to 8,500 nautical miles (14,800 to 15,700 kilometers), while the 787-9 Dreamliner will carry 250 - 290 passengers on routes of 8,600 to 8,800 nautical miles (15,900 to 16,300 km). A third 787 family member, the 787-3 Dreamliner, will accommodate 290 - 330 passengers and be optimized for routes of 3,000 to 3,500 nautical miles (5,550 to 6,500 km).

In addition to bringing big-jet ranges to mid-size airplanes, the 787 will provide airlines with unmatched fuel efficiency, resulting in exceptional environmental performance. The airplane will use 20 percent less fuel for comparable missions than today's similarly sized airplane. It will also travel at speeds similar to today's fastest wide bodies, Mach 0.85. Airlines will enjoy more cargo revenue capacity.

Passengers will also see improvements with the new airplane, from an interior environment with higher humidity to increased comfort and convenience.

Advanced Technology

The key to this exceptional performance is a suite of new technologies being developed by Boeing and its international technology development team.

Boeing has announced that as much as 50 percent of the primary structure -- including the fuselage and wing -- on the 787 will be made of composite materials.

An open architecture will be at the heart of the 787's systems, which will be more simplified than today's airplanes and offer increased functionality. For example, the team is looking at incorporating health-monitoring systems that will allow the airplane to self-monitor and report maintenance requirements to ground-based computer systems.

Boeing has selected General Electric and Rolls-Royce to develop engines for the new airplane. It is expected that advances in engine technology will contribute as much as 8 percent of the increased efficiency of the new airplane, representing a nearly two-generation jump in technology for the middle of the market.

Another improvement in efficiency will come in the way the airplane is designed and built. New technologies and processes are in development to help Boeing and its supplier partners achieve unprecedented levels of performance at every phase of the program. For example, by manufacturing a one-piece fuselage section, we are eliminating 1,500 aluminum sheets and 40,000 - 50,000 fasteners.

Continuing Progress

The Boeing board of directors granted authority to offer the airplane for sale in late 2003. Program launch occurred in April 2004 with a record order from All-Nippon Airways. Since that time, 32 customers have placed orders and commitments for 420 airplanes from five continents of the world, making this the most successful launch of a new commercial airplane in Boeing's history.

The program has signed on 43 of the world's most capable top-tier supplier partners and together finalized the airplane's configuration in September 2005. These partners have started detailed design and, with Boeing, are connected virtually at 135 sites around the world to work toward major assembly in 2006. Eleven partners from around the world started facility construction for a total of 3 million additional square feet to create their major structures and bring the next new airplane to market.

The 787 program will open its final assembly plant in Everett in 2007. First flight is expected in 2007 with certification, delivery and entry into service occurring in 2008.

The 787 Program covers many areas of interest, from the market, customers, and airplane technology to manufacturing enhancements and an extensive partner team, among others. Here are some interesting facts and figures on a number of these topic areas:

Market size

3,500 units over 20 years (2004-2023) $400 billion

Expectation of sales out of 3,500 units

More than half

Major program milestones

Firm configuration completed - September 2005

Major assembly begins - 2006

First flight - 2007

First delivery - 2008

787-3 Mid-2010

787-9 Late 2010

Proposal activity

With 30 customers

More than 500 airplanes

Firm orders and by which airlines

377 -- ANA at 50; Air New Zealand at 4; First Choice at 6; Icelandair at 4; Northwest Airlines at 18; JAL at 30; Korean Air at 10; Ethiopian Airlines at 10; Continental Airlines at 20; Air China at 15; Shanghai Airlines at 9; LOT Polish Airlines at 7; Royal Air Maroc at 4; Air Canada at 14; China Eastern Airlines at 15; Vietnam Airlines at 4; International Lease Finance Corp. (ILFC) at 20; LCAL (Low-Cost Aircraft Leasing) at 14; Hainan Airlines at 8; China Southern Airlines at 10; Air India at 27; Kenya Airways at 6; unidentified customer at 1; Qantas at 45; Air Pacific at 5; Pegasus at 6; 787 VIPs at 3; unidentified customer at 2; unidentified customer at 2; Monarch Airlines at 6

Announced orders and by which airlines

420 -- ANA at 50; Air New Zealand at 4; First Choice at 6; JAL at 30; Continental Airlines at 20; Vietnam Airlines at 4; Air China, China Eastern Airlines, China Southern Airlines, Hainan Airlines, and Shanghai Airlines at 60; Ethiopian Airlines at 10; Icelandair at 4; Korean Air at 10; Air India at 27; Northwest Airlines at 18; Royal Air Maroc at 4; LOT Polish Airlines at 7; Garuda Indonesia Airlines at 10; Air Canada at 14; International Lease Finance Corp. (ILFC) at 20; LCAL (Low-Cost Aircraft Leasing) at 14; Qantas at 45; CR Airways at 10; Kenya Airways at 6; unidentified customer at 1; Air Pacific at 5; Singapore Airlines at 20; Pegasus at 6; 787 VIPs at 3; unidentified customer at 2; unidentified customer at 2; Monarch Airlines at 6

Seat range of airplane

200 -- 300

Seats by model

787-8, 210 to 250

787-9, 250 to 290

787-3, 290 to 330

Speed at which it will fly

Mach 0.85 (about the same as a 777 and 747)

787 vs. 777 on composites and aluminum (by weight)

787

* 50 percent composites

* 20 percent aluminum

777

* 12 percent composites

* 50 percent aluminum

Material breakout on 787

Composites -- 50%

Aluminum -- 20%

Titanium -- 15%

Steel -- 10%

Other -- 5%

Example of part count reductions (on first barrel section)

* 1,500 aluminum sheets

* 40,000 - 50,000 fasteners

* 80 percent reduction in fasteners compared to 1 part for composite

How much lighter is 787 from A330-200

30,000 - 40,000 lbs.

More fuel efficient

20 percent more fuel efficient than similarly sized airplanes

Produces fewer emissions

20 percent fewer than similarly sized airplanes

Better cash seat mile costs than peer airplanes

10 percent

Generators

Four at 250 kVA (two per engine)

Two at 225 kVA (on auxiliary power unit)

Hydraulic power

Distributed at:

5,000 pounds per square inch on the 787

3,000 pounds per square inch standard

Advantage of the new electric architecture

Extracts as much as 35 percent less power from the engines than traditional pneumatic systems on today's airplanes

Amount of copper wiring eliminated

60 miles

Design time on computers

800,000h of computing time on Cray supercomputers

Hours of wind tunnel tests

15,000 hours of wind tunnel tests

Days the 787 will be in final assembly

The goal is three days

Anticipated maintenance savings

30 percent

Maintenance action on 777 empennage

None

Spare part ordered on 777 composite floor beams

1 spare part ordered

US and non-US content on the 787

Roughly 75 percent US

Roughly 25 percent non-US

Systems partners announced -- 95 percent complete

Goodrich, Honeywell, Rockwell Collins, Hamilton Sundstrand, Smiths, FR-HiTemp, Moog Inc., Thales, Kidde Technologies, Parker Hannifin, Labinal, Kaiser Electroprecision, Messier-Bugatti, Monogram Systems, Panasonic, Ultra Electronics Holdings, Donaldson Company, Inc., Astronautics Corp. of America

Number of Large Cargo Freighter airplanes Boeing will purchase

3

The number of new city pairs the 787 will connect

At least 450

Size of 787 Windows

65 percent larger than the competition

Boeing is 10 for 10; the 787 will be 11 for 11. The 10 are:

707, DC-8, DC-9 727, 737, 747, DC-10, 757, 767, and 777

Brief Description:

The Boeing 787-3 Dreamliner is a super-efficient airplane with new passenger-pleasing features. It features a wing and structure optimized for shorter-range flights. It will bring the economics of large jet transports to the middle of the market, using 20 percent less fuel than any other airplane of its size.

Seating:

290 to 330 passengers

Range:

3,000 to 3,500 nautical miles (5,550 to 6,500 km)

Configuration:

Twin aisle

Cross Section:

226 inches (574 centimeters)

Wing Span:

170 feet (52 meters)

Length:

186 feet (57 meters)

Height:

56 feet (17 meters)

Cruise Speed:

Mach 0.85

Maximum Takeoff Weight:

360,000 lbs

Program milestones:

* Authority to offer Late 2003

* Certification/Entry into service 2010

Share this post


Link to post
Share on other sites

Azz che interni... :shock:

Non seguo molto il settore aerei, ma mi pare di capire che ultimamente Boeing sta inseguendo affannosamente il consorzio Airbus, o non è così?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah...questione di punti di vista...con l'A380 airbus ha costruito il + grande aereo civile del mondo...maa che prezzo?

Boeing finanziariamente sta meglio...e secondo me ha ragione a rinunciare a qualche posto a sedere a favore del risparmio energetico e di una amggiore efficenza.

Ho una cugina che lavora all'airbus,reparto progetto flap e timoni,non mi nasconde una certa proccupazione per la situazione globale del consorzio europeo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da quel che avevo potuto appurare airbus ha investito moltissimo nel progetto A380 con anche ritardi ... boeing con questo 787 va avanti tecnologicamente da quanto ho potuto capire...

ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissima la livrea del 787 che hai postato Autodelta, saranno tuti così :?:

Comunque qui una notizia del 24 luglio da "la Repubblica" sull'annuncio dell'A350 Xwb:

Un colpo d’ala, l’annuncio a sorpresa avvenuto all’apertura dell’Air Show di Farnborough, fuori Londra, la vetrina mondiale dell’aeronautica che si tiene ad anni alterni con l’Air Show di Le Bourget, vicino Parigi. Cristian Streiff, da poco più di una decina di giorni al timone di Airbus, il gigante dei cieli europeo, ha presentato la nuova versione dell’A350 Xwb, extra wide body. Lanciato nel 2005 per contrastare il 787, aereo di nuova generazione della rivale americana Boeing, il bireattore da 250300 posti non era mai riuscito a decollare commercialmente. Al contrario, il B787, reputato più interessante perché fa risparmiare carburante, ha riscosso un grande successo presso le compagnie aeree che in questo periodo di petrolio alle stelle hanno subito forti contraccolpi sui loro bilanci. Il risultato non si è fatto attendere: dopo cinque anni la Boeing è di nuovo rimbalzata alla testa degli ordini mondiali di aeromobili, che dall’inizio dell’anno sono stati quattro volte quelli di Airbus. Un sorpasso sopraggiunto in fase alquanto turbolenta per il concorrente europeo, che ha dovuto più volte rinviare la data di consegna del primo esemplare del 380, il superjumbo a due piani, e che poi è stata travolta da un recente scandalo che ha interessato i vertici di Airbus, ora sospettati di insider trading. La notizia ha fatto bruciare in Borsa alla casamadre Eads, European aerounautic defense and space company, il 29% del valore delle quotazioni in un solo giorno. Dal 13 giugno, giorno della prima diffusione delle consegne rinviate, a venerdì scorso, dicono i grafici di Bloomberg, Eads ha perso il 16,4%. La curva ha iniziato a risalire proprio il giorno dell’annuncio del nuovo A350 Xwb, il cui progetto costerà 8 miliardi invece dei 4 inizialmente stimati. Segno che gli analisti guardano con fiducia alla nuova rotta imboccata dal management.

James McNarney, presidente e amministratore delegato di Boeing ha dichiarato, sempre a Farnborough, che i ritardi di Airbus favoriscono ancor più il suo gruppo. Si tratta però ora di capire l’impatto dell’A350Xwb sugli andamenti futuri. Proprio a fine settimana scorsa Singapore Airlines, una delle compagnie aeree più vitali che opera in una delle aeree a maggiore potenziale di sviluppo come quella asiatica, ha ordinato dieci esemplari. Oltre a otto A380. Un primo bilancio degli ordini ottenuti al Salone parla di una decina di ordini in più per la Boeing. Ma è tutto da vedere. Il salone non è più da tempo la piazza dove si fanno affari. E’ il palcoscenico degli annunci e anche delle dispute tra i big del settore. Due anni fa, sempre a Farnoborough, i vertici di Airbus e Boeing si erano lanciati davanti ai saloni zeppi di giornalisti di tutto il mondo reciproche accuse di avvantaggiarsi di aiuti di Stato impropri. La disputa, poi finita sui tavoli della Wto, World Trade Organization, è rimbalzata a Les Bourget lo scorso anno. Quest’anno, per la prima volta, è stato lanciato un segnale di pace: McNerney arrivato da un anno al vertice del gruppo dopo il ricambio di timone seguito agli scandali per spionaggio industriale e poi per violazione etica nei rapporti con il Pentagono ha annunciato alla stampa di voler trovare un accordo privato.

E’ guerra grossa quella che si sta giocando tra i due big del cielo. Combattuta a colpi di investimenti e tecnologie sempre più nuove e sofisticate. Con una rincorsa continua a produrre i modelli giusti al momento giusto. E non si parla di magliette e jeans, che durano una stagione. Per cambiare modelli di aeroplano ci vogliono anni di ricerche e lavorazione. Basta citare qualche particolare tecnico. Ogni A380 è composto da circa quattro milioni di pezzi, con 2,5 milioni di componenti provenienti da 1.500 aziende situate in 30 nazioni sparse in tutto il mondo. Il sistema di cablaggio della struttura è pari a 500 km. Durante la fase di decollo, le ali si flettono verso l’alto di oltre quattro metri e la velocità delle ruote del carrello raggiunge le 235 miglia orarie, una velocità paragonabile ad una vettura di Formula 1. Il peso massimo che il carrello può sostenere grazie alla struttura a sei ruote è di 260 tonnellate, l’equivalente di 200 VW Golf o Peugeot 206.

Sbagliare rotta può costare caro. Certe volte, paradossalmente, i ritardi si possono rivelare un’arma vincente. Al contrario il gioco d’anticipo si può pagare per un’improvvisa virata dei flussi di traffico. Airbus, per esempio, capito quanto fosse redditizia la nicchia dei grandi aerei ha messo a punto l’A380 che praticamente ha scalzato il jumbo 747 della Boeing. La Boeing dopo una serie di progetti poi tramontati, era in ritardo ma alla fine ha puntato su un aereo di medie dimensioni ma lungo raggio che dovrebbe entrare in produzione il prossimo anno con consegna dei primi esemplari nel 2008. Un aereo che si presta meglio ai voli pointtopoint, diretti da una destinazione, anche minore, all’altra e che ora grazie alle compagnie lowcost sembra stia prendendo il sopravvento sul più tradizionale hub&spoke, che prevede invece l’afflusso di rotte secondarie verso i grandi scali internazionali. Modello al quale sembra più adatto l’A380. Ora, a sorpresa, l’annuncio del definitivo varo di un nuovo Airbus, più piccolo, che spariglia tutte le carte. Dal punto di vista tecnologico la vera novità, dicono gli esperti, per il momento è il superjumbo, che consente di abbattere i costi per passeggero e di sfruttare al meglio le strutture aeroportuali, perché movimentare un solo aereo che trasporta 500 o più persone fa ridurre i costi complessivi. Tra le compagnie che hanno ordinato l’A380 ci sono i grandi spedizionieri che con la versione cargo puntano a grandi risparmi. Da tenere a mente anche il progetto della Virgin Express di mettere a bordo i casino, che portano notevoli incassi. Insomma, si comincia a profilare il weekend al mare a Singapore o in Australia. Una cosa è certa, il traffico aereo crescerà, dicono le previsioni sia di Boeing che di Airbus. E in pista scendono anche i nuovi materiali, i motori di ultima generazione e tutte le innovazioni hitech come i sistemi di controllo dei corridoi aerei e di atterraggio e decollo a decretare il successo di nuovi modelli che oltretutto garantiscono più comfort e tutela della salute in termini di aria, luce e spazi a disposizione. Il 787, per esempio, viene ormai chiamato aereo di plastica. In realtà verrà prodotto con una fibra di carbonio che secondo i test effettuati dovrebbe far ridurre del 30% i costi di manutenzione rispetto all’alluminio che si usa finora. Inoltre i materiali compositi sono più leggeri e si riduce il peso del carburante. Non solo. L’alluminio è soggetto a corrosione e ogni sei anni richiede ispezioni accurate e costose. Il 787 può volare il doppio, dicono alla Boeing, prima di dover effettuare questo test. Ora anche Airbus si è convertita ai nuovi materiali: il 62% dell’A350 Xwb sarà in fibre composite. E peserà meno del 787 della rivale Boeing.

Ciao :wink:

Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites
aerei... anche loro mezzi stupendi!

già... stupendi davvero!! poi quando ti trovi di fronte a spettacoli simili, non puoi far altro che restare a bocca aperta! cavolo che interni!!! ( :lol: proprio come quelli della suzuki samurai :lol::lol: ) ok la smetto di dire minchiate

Share this post


Link to post
Share on other sites

mossa azzeccata di Boeing che risulterà vincente alla lunga, anche se effettivamente complementare ad Airbus.

Infatti la richiesta di mid-size Jet, molto efficienti è molto + alta di quelli enormi, i quali hanno altri vantaggi ma che cmq costano enormemente di +.

Il mercato intero USA è l'ideale x questo Dreamliner, mentre i transoceanici a lungo raggio (EU-AUS/Asia) invece vedranno protagonista l'A380.

Infatti le prime compagnie e prenotarlo sono quelle Far East.

Certo l'A380 è affascinante, io che ho volato in lungo ed in largo non sono mai riuscito a volare su roba + grande del 777, ergo no jumbo... azz mi manca vorrei colmare prima che vada in pensione! ;) una città volante il 380 in confronto agli altri...

Però penso che il Deramliner sia una scelta + intelligente...

Share this post


Link to post
Share on other sites

guarda....ho volato parecchio sul 747,ovviamente sempre in economica visto che sono piacentino e ho il braccetto corto :D,e ti assicuro che stare incasttrato in file da 3/4 posto non è il massimo :D

goditi pure i 767 e i 777

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By xyzteam
      Venduto l'esemplare numero 8.000 del Boeing 737.
       
      Qui l'articolo: La Stampa - La Boeing fissa il nuovo record 8 mila vendite per il suo 737
       
      Qua un riassunto delle caratteristiche delle diverse versioni che si sono succedute dal 1967 ad oggi:
       
      Misure 737-100/200 737-400 737-500 737-600 737-700 737-800 737-900ER Numero Piloti 2 Capacità passeggeri 118
      (1-classe) 168
      (1-classe) 132
      (1-classe) 149
      (1-classe) 189
      (1-classe) 215
      (1-classe) Configurazione posti Classe turistica:3-3, Prima classe: 2-2 Lunghezza 28,6 m 36,5 m 31,1 m 31,2 m 33,6 m 39,5 m 42,1 m Apertura alare 28,3 m 28,9 m 35,7 m Angolazione ala 25° 25.02° Larghezza fusoliera 3,76 m Larghezza cabina 3,54 m Peso a vuoto 28 120 kg 33 200 kg 31 300 kg 36 378 kg 38 147 kg 41 413 kg 44 676 kg Peso al decollo 49 190 kg 68 050 kg 60 550 kg 66 000 kg Basic: 70 080 kg
      ER: 77 565 kg 79 010 kg 85 130 kg Capacità cargo 18,4 m³ 38,9 m³ 23,3 m³ 21,4 m³ 27,3 m³ 45,1 m³ 52.5 m³ Quota di volo max. 10 668 m 11 228 m 12 496 m Velocità di servizio Mach 0.74 Mach 0.785 Velocità massima Mach 0.82 Raggio d'azione con peso max 3 440 km 4 005 km 4 444 km 5 648 km Basic: 6 230 km
      WL:6 276 km
      ER: 8 650 km 5 665 km 4 996 km config. 1 classe
      5 925 km in 2 classi con 2 serbatoi ausiliari Motori Pratt & Whitney CFM International Boeing 737 - Wikipedia
    • By J-Gian
      E' successo ormai quasi 2 anni fa, perciò molti di voi conosceranno già la storia, ma l'episodio è mio avviso curioso e merita di essere riportato
       
      Il 20 luglio 2012, un Boeing C-17 Globemaster III confuse l'aeroporto Peter O'Knight con la poco distante MacDill Air Force Base. L'errore costò la responsabilità di un atterraggio su una pista che è lunga meno di 1/3 rispetto a quella dell'aeroporto predestinato, per la precisione 1.038 m VS. 3.481 m.
       
      Come potrete apprezzare da questa panoramica su Maps, le due piste sono praticamente allineate e poco distanti (ad occhio non più di 10 km) il che deve aver tratto in inganno il distratto equipaggio del C-17...
       
      L'atterraggio è stato ripreso in diretta da un amatore che alle 13:30 si trovava all'interno del Peter O'Knight Airport. Come sentirete nel video, il cameraman era assai preoccupato dall'episodio in cui era incappato, timoroso che il grosso quadrimotore non potesse riuscire ad arrestarsi in tempo:
       
      Il velivolo è poi ripartito alle ore 20 della stessa giornata, dopo le dovute verifiche tecniche ed essere stato debitamente alleggerito del carico.
      Curiosa la retromarcia autonoma grazie all'inversione dei turboventola, caratteristica che contraddistingue questa interessante aeromobile:
    • By Cibus
      Non pensavo lo sviluppassero ancora, non era morto e sepolto?
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.