Jump to content
News Ticker
Benvenuti su Autopareri!

Curiosità: "How to be" designer?


Recommended Posts

Ciao a tutti, mi sono sempre chiesto... qual'è il percorso di studi che deve intraprendere qualcuno che vuole diventare un designer automotive?

Ho letto che Cressoni era architetto, mentre altri sono addirittura ingegneri... :shock:

Link to post
Share on other sites
  • Replies 31
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Ho letto che Cressoni era architetto, mentre altri sono addirittura ingegneri... :shock:

Oggi come oggi c'è la via di mezzo tra le due cose, ovvero "Disegno Industriale", detto anche in modo più figo "Industrial Design". :mrgreen:

Corso di Studi in Design - Politecnico di Torino

Scuola del design | Politecnico di Milano

Non è l'unica strada, ma sicurmente tra i corsi di laurea è quello più logico per puntare sul design.

Link to post
Share on other sites
Ciao a tutti, mi sono sempre chiesto... qual'è il percorso di studi che deve intraprendere qualcuno che vuole diventare un designer automotive?

Ho letto che Cressoni era architetto, mentre altri sono addirittura ingegneri... :shock:

una volta, (soprattutto ingegneri...:afraid:)

non esistevano veri e propri percorsi di studi (Giugiaro ha fatto l'accademia delle belle arti ad esempio) ora se vuoi il designer hai un percorso di studio ben definito con scuole o master specializzati nel Car & transportation design

io ad esempio ho fatto una di queste (lo IED a Torino) alcuni miei colleghi industrial design o architettura e poi master, molti fanno scuole all'estero e master in Italia o il percorso contrario,anche perchè il lavoro si è molto evoluto nel tempo ed i 3d è diventato fondamentale

- - - - - - - - - - AGGIUNTA al messaggio già esistente - - - - - - - - - -

Oggi come oggi c'è la via di mezzo tra le due cose, ovvero "Disegno Industriale", detto anche in modo più figo "Industrial Design". :mrgreen:

Corso di Studi in Design - Politecnico di Torino

Scuola del design | Politecnico di Milano

Non è l'unica strada, ma sicurmente tra i corsi di laurea è quello più logico per puntare sul design.

industrial design è comunque da integrare con dei master o dei corsi specifici

Edited by Aymaro
Link to post
Share on other sites

Cressoni architetto, Ramacciotti ingegnere... ma ve ne sono altri.

Il percorso più diretto dopo le superiori penso sia rappresentato dallo IED e dall'ISSAM di Modena:

Corso Post Diploma Transportation Design Torino Design - IED Istituto Europeo di Design

CORSI | ISSAM Modena

Poi vi sono master post lauream anche al poliMi.

Dipende dalle proprie intenzioni: per esperienza personale direi MAI iscriversi a ing pensando di fare una specialistica nel veicolo e poi diventare designer; il design è un'altra cosa, fatta anche di comunicazione visiva, che non viene spiegata ad ing.

Architettura è già più simile e attinente all'attività di designer, sia per il lato più umanistico che per il fatto di scontrarsi con problemi non solo progettuali, ma anche di comunicazione (ossia: qual è il modo più efficace ed immediato per comunicare la mia idea progettuale?).

Molti qui dentro sapranno darti informazioni molto più precise ;)

Nota personale: ERA il mio sogno.

La passione è rimasta, ma il sogno, da qualche anno, è stato messo in standby; forse per sempre, forse no.

Auto e architettura erano le mie grandi e storiche passioni: al liceo aveva assunto una certa rilevanza quella per il design automobilistico. Tuttavia feci l'errore più grosso di sempre: ascoltare alcuni consigli (grossolani, direi ora) ed iscrivermi ad ing. Mai confondere la passione per il lato estetico di un'auto con quella per gli aspetti più tecnici, difficilmente si va avanti. Non ero uno di quegli smanettoni che smontavano la vespa o altre cose, perchè delle parti meccaniche non me ne era mai fregata "una beata minchia", in quanto mi interessava il "vestito"; anche perchè quella è la prima cosa che vedi, c'è poco da fare. Sotto può esserci la migliore tecnologia del mondo, ma se fuori non ci sono armonia e proporzione, oppure funzionalità e simpatia, difficilmente si potrà avere successo.

Insomma, dopo 3 anni di ing e 20 sofferti esami, ho deciso di premere il pulsante di RESET e ripartire da capo. Ho frequentato dei corsi singoli di design industriale a TV (IUAV), poi il test d'ingresso ha decretato che non entrassi a design ma ad architettura, ripartendo da zero, senza nessun esame convalidato da ing per via della rinuncia agli studi che dovetti fare per frequentare i suddetti corsi singoli.

Poco male direi... fra 2 settimane dovrei laurearmi alla triennale di arch, e mi ritengo abbastanza soddisfatto: mi sono accorto che la forma mentis fornita è molto valida anche per un eventuale design automobilistico. L'atto di imparare la lezione del passato, prendere spunti, e applicarli in base alle esigenze del tuo progetto vale anche per un'auto. Non si disegna nulla a caso: la riproposizione statica di qualcosa del passato in un contesto completamente diverso non ha senso, perchè se un'architettura ha una certa forma o distribuzione, molto probabilmente è dovuto alle circostanze temporali ma anche al contesto territoriale.

Banalmente... riprendo un esempio che mi è molto vicino: la Delta III :D :D :D

L'architetto o designer è quello che potenzialmente la apprezza perchè deriva dal concept Stilnovo, che a sua volta riprende il montante dalla Beta HPE, Fulvia Zagato, Flavia Supersport Zagato e un po' anche dall'Aurelia B20, e nel concept complessivo si rifà molto alla High Performance Estate (giardinetta ad alte prestazioni), perchè bene o male lo è, e al contempo prosegue il filone delle varie LX 1300 :D

L'ingegnere... molto probabilmente ti dirà che la vera delta è l'integrale, punto. :D

Edited by Nick for Speed

"Ci sono persone che amano circondarsi di cose il cui valore concreto si esprime anche nel valore formale. Molto probabilmente una Lancia fa parte del loro mondo."

dsarygf.jpg

"Il successo non si improvvisa, ma al contrario è sempre frutto di fantasia, applicazione, dedizione e tenacia." (Vittorio Ghidella)

Link to post
Share on other sites
Cressoni architetto, Ramacciotti ingegnere... ma ve ne sono altri.

Il percorso più diretto dopo le superiori penso sia rappresentato dallo IED e dall'ISSAM di Modena:

Corso Post Diploma Transportation Design Torino Design - IED Istituto Europeo di Design

CORSI | ISSAM Modena

Poi vi sono master post lauream anche al poliMi.

Dipende dalle proprie intenzioni: per esperienza personale direi MAI iscriversi a ing pensando di fare una specialistica nel veicolo e poi diventare designer; il design è un'altra cosa, fatta anche di comunicazione visiva, che non viene spiegata ad ing.

Architettura è già più simile e attinente all'attività di designer, sia per il lato più umanistico che per il fatto di scontrarsi con problemi non solo progettuali, ma anche di comunicazione (ossia: qual è il modo più efficace ed immediato per comunicare la mia idea progettuale?).

Molti qui dentro sapranno darti informazioni molto più precise ;)

Nota personale: ERA il mio sogno.

La passione è rimasta, ma il sogno, da qualche anno, è stato messo in standby; forse per sempre, forse no.

Auto e architettura erano le mie grandi e storiche passioni: al liceo aveva assunto una certa rilevanza quella per il design automobilistico. Tuttavia feci l'errore più grosso di sempre: ascoltare alcuni consigli (grossolani, direi ora) ed iscrivermi ad ing. Mai confondere la passione per il lato estetico di un'auto con quella per gli aspetti più tecnici, difficilmente si va avanti. Non ero uno di quegli smanettoni che smontavano la vespa o altre cose, perchè delle parti meccaniche non me ne era mai fregata "una beata minchia", in quanto mi interessava il "vestito"; anche perchè quella è la prima cosa che vedi, c'è poco da fare. Sotto può esserci la migliore tecnologia del mondo, ma se fuori non ci sono armonia e proporzione, oppure funzionalità e simpatia, difficilmente si potrà avere successo.

Insomma, dopo 3 anni di ing e 20 sofferti esami, ho deciso di premere il pulsante di RESET e ripartire da capo. Ho frequentato dei corsi singoli di design industriale a TV (IUAV), poi il test d'ingresso ha decretato che non entrassi a design ma ad architettura, ripartendo da zero, senza nessun esame convalidato da ing per via della rinuncia agli studi che dovetti fare per frequentare i suddetti corsi singoli.

Poco male direi... fra 2 settimane dovrei laurearmi alla triennale di arch, e mi ritengo abbastanza soddisfatto: mi sono accorto che la forma mentis fornita è molto valida anche per un eventuale design automobilistico. L'atto di imparare la lezione del passato, prendere spunti, e applicarli in base alle esigenze del tuo progetto vale anche per un'auto. Non si disegna nulla a caso: la riproposizione statica di qualcosa del passato in un contesto completamente diverso non ha senso, perchè se un'architettura ha una certa forma o distribuzione, molto probabilmente è dovuto alle circostanze temporali ma anche al contesto territoriale.

Banalmente... riprendo un esempio che mi è molto vicino: la Delta III :D :D :D

L'architetto o designer è quello che potenzialmente la apprezza perchè deriva dal concept Stilnovo, che a sua volta riprende il montante dalla Beta HPE, Fulvia Zagato, Flavia Supersport Zagato e un po' anche dall'Aurelia B20, e nel concept complessivo si rifà molto alla High Performance Estate (giardinetta ad alte prestazioni), perchè bene o male lo è :D

L'ingegnere... molto probabilmente ti dirà che la vera delta è l'integrale, punto. :D

Allora devo raccontarvi un aneddotto, praticamente da bimbetto (alle elementari), eravamo io ed il mio compagno di banco. Lui appassionatissimo di BMW, io di Alfa. :mrgreen: Passavamo le giornate a disegnare macchinine ed a sfidarci su chi le faceva più belle. :mrgreen:

Poi i percorsi si sono divisi (ma la passione è rimasta), lui durante gli anni si è laureato e oggi lavora ai piani alti della Fiat di Torino...

...a me invece è piaciuto andare a donne e discoteche. :lol:

OT/

Link to post
Share on other sites

Diventare un designer automotive è il mio sogno da una vita e mai nessuno potrà distrarmi o deviarmi dal realizzarlo... d'altronde, come mi diceva qualcuno, la cosa più bella del lavoro è quando lo si fa con passione, quando ti coinvolge, ti pone delle sfide.... il lavoro dà dignità, oltre che soddisfazione....

Per cui non avrebbe senso intraprendere un percorso diverso da quello che è la mia attitudine; oggi dicono tutti: "fatti medico che ti pagano bene", e i ragazzi vanno a fare i medici e le Università devo fare i concorsi per non esplodere... ma così non c'è passione, magari poi ti viene stando là, ma io credo (ho 15 anni e devo imparare tanto ancora, per cui "se sbaglio mi corrigerete") che debba essere innanzitutto la passione e l'amore per qualcosa a guidarti verso il futuro, ovviamente accompagnati dal caro vecchio cervello....

Vabbè, chiuso OT

Si, sicuramente farò lo IED a Torino, mi han detto che lì ci sono diverse possibilità interessanti per me...

P.S.

A fine mese vi faccio veder qualcosa che sto realizzando...;)

UN FOGLIO BIANCO, L'ISPIRAZIONE PER CREARE QUALCOSA DI COMPLETAMENTE NUOVO.

"Gli uomini amano sì le donne, ma più d'ogni altra cosa, gli uomini amano le auto" (Rush, 2013)

Facebook page: https://www.facebook.com/indavdesign

Link to post
Share on other sites

Una cosa che mi ha frenato dalle triennali IED & company è stato il costo, non alla portata di tutti...

"Ci sono persone che amano circondarsi di cose il cui valore concreto si esprime anche nel valore formale. Molto probabilmente una Lancia fa parte del loro mondo."

dsarygf.jpg

"Il successo non si improvvisa, ma al contrario è sempre frutto di fantasia, applicazione, dedizione e tenacia." (Vittorio Ghidella)

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.