Jump to content
News Ticker
Benvenuti su Autopareri!

Il trattamento del cliente delle concessionarie Fiat anni '80


Recommended Posts

3 hours ago, nucarote said:

Ti posso dire che anche negli anni '80 i listini Fiat non erano propriamente scolpiti nella pietra, tranne forse solo per la Uno che aveva una bella lista di attesa nel 1985.

 

Anche sulla plebea Panda di sconti non ce n'erano.

Da quel poco che ricordo mi pare che di solito era come diceva @Renault: al massimo si arrotondava o si regalava qualche accessorio secondario. Anche perché c'era parecchia domanda e lo sconto semmai lo si otteneva se avevi qualche amico "dentro" che aveva interesse a sbolognare qualche esemplare specifico.

  • I Like! 1
Link to post
Share on other sites
  • Replies 25
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Esatto, si regalava qualche accessorio. Inoltre, a differenza di adesso, dove è tutto legato al finanziamento, un pochino di sconto in più lo avevi se entravi col libretto degli assegni pronto (o

su Torino c'era il fenomeno delle vetture dipendenti Fiat , in base al grado aziendale potevano prendere 1 o 2 vetture anno oltre a quella data per alcuni in dotazione dall'azienda  Per cui c'era

I classici omaggi erano, per il basso di gamma, i tappetini FIAT e il triangolo

Posted Images

Panda e Uno erano best seller per cui zero sconti e liste di attesa lunghette (cosa che per Panda* è durata fino agli anni '90), però su Ritmo qualche sconto c'era sulle pronta consegna. Comunque le Fiat 127 Brazil erano le Fiat da sbolognare, quindi qualche extra sconto lo si riusciva a strappare.

 

*Ed è anche per questo che da noi si sono vendute non poche Marbella. 

 

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, v13 scrive:

 

Anche sulla plebea Panda di sconti non ce n'erano.

Da quel poco che ricordo mi pare che di solito era come diceva @Renault: al massimo si arrotondava o si regalava qualche accessorio secondario. Anche perché c'era parecchia domanda e lo sconto semmai lo si otteneva se avevi qualche amico "dentro" che aveva interesse a sbolognare qualche esemplare specifico.

 

Esatto, si regalava qualche accessorio.

Inoltre, a differenza di adesso, dove è tutto legato al finanziamento, un pochino di sconto in più lo avevi se entravi col libretto degli assegni pronto (o pacco di soldi...  :mrgreen: ).

  • I Like! 4

I'M IN LOVE!:pippa:

"La 6° marcia, K@zzo!"

Link to post
Share on other sites

io ho avuto una 127 903 super restyling , la terza serie quella "pandorosa" diciamo che di peggio c'è stato solo il MY successivo a livello di estetica

il muso della diesel non era brutto anzi certo che visto cosa iniziava ad esserci in giro in quegli anni perdeva il confronto miseramente la onesta 127 , la seconda serie quella delle sport da 70 Hp , delle varie versioni Top secondo me erano delle belle macchine per dire 127 Sport o A112 Abarth potevi scegliere qualcosa di interessante , la sport 3 serie ( 75 Cv ? ) ricordo che non se la erano calcolata in molkti un po' come la Ritmo 105 restilyng , non le vedevi molto in giro al contrario delle 130

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Jack.Torrance scrive:

 

Esatto, si regalava qualche accessorio.

Inoltre, a differenza di adesso, dove è tutto legato al finanziamento, un pochino di sconto in più lo avevi se entravi col libretto degli assegni pronto (o pacco di soldi...  :mrgreen: ).

adesso lo sconto ce l'hai solo se prendi un'auto a fine carriera, pronta consegna, oramai diesel perché non lo vuole più nessuno e la immatricoli entro il 31/12... allora lo sconto te lo fanno a prescindere dal finanziamento perché hanno i premi di produzione e i magazzini pieni di auto che gli arrivano e che devono sbolognare...

  • I Like! 2

 

"Le masse non hanno mai avuto sete di verità. Chi può fornire loro illusioni diviene facilmente il loro comandante; chi tenta di distruggere le loro illusioni diventa il loro più acerrimo nemico."

 

Gustav Le Bon.

Link to post
Share on other sites
43 minuti fa, Tempra Veloce scrive:

adesso lo sconto ce l'hai solo se prendi un'auto a fine carriera, pronta consegna, oramai diesel perché non lo vuole più nessuno e la immatricoli entro il 31/12... allora lo sconto te lo fanno a prescindere dal finanziamento perché hanno i premi di produzione e i magazzini pieni di auto che gli arrivano e che devono sbolognare...

Nemmeno, se guardi il topic che ho aperto della Giulietta mi hanno sparato un prezzo senza ulteriore scontistica oltre quella km0, e soprattutto sto ancora aspettando una stima sulla permuta.

Edited by nucarote
Link to post
Share on other sites
3 ore fa, nucarote scrive:

Nemmeno, se guardi il topic che ho aperto della Giulietta mi hanno sparato un prezzo senza ulteriore scontistica oltre quella km0, e soprattutto sto ancora aspettando una stima sulla permuta.

 

per le macchine gasabili o col gpl montato ancora chiedono i soldoni ma per auto diesel euro 6d temp sul piazzale da smammare è come avere un morto in casa...

Edited by Tempra Veloce

 

"Le masse non hanno mai avuto sete di verità. Chi può fornire loro illusioni diviene facilmente il loro comandante; chi tenta di distruggere le loro illusioni diventa il loro più acerrimo nemico."

 

Gustav Le Bon.

Link to post
Share on other sites
10 ore fa, nucarote scrive:

però su Ritmo qualche sconto c'era sulle pronta consegna.

 

Ritmo? :D

Escludendo la fase finale della terza serie, è stata l'auto della casa torinese con i tempi d'attesa più lunghi della storia. Addirittura nell'81 pare ci volessero dagli 8 ai 10 mesi per avere un esemplare, tempi da ''Golf''. :mrgreen:

 

10 ore fa, nucarote scrive:

*Ed è anche per questo che da noi si sono vendute non poche Marbella. 

 

Marbella costava anche meno di Panda dobbiamo dirlo, e aveva qualche accessorio extra spesso (in primis la radio montata su parecchie versioni).

 

4 ore fa, ferro33 scrive:

Fino agli anni '80  c'era un discreto mercato di "auto semestrali ex-dipendenti", proprio perché lo sconto dipendenti era significativo (mi sembra intorno al 15%), mentre il concessionario scontava poco o niente.

 

Attenzioni, non ''FINO'', ma fu proprio DAGLI anni '80 che ebbe inizio la diffusione di questo fenomeno. Tutt'oggi lo ritroviamo in larghissima parte, come mezzi che variano dai 6 mesi ai 4 anni di vita (dipende dall'azienda che li acquista per prima). 

Difatti ricordiamo che il mercato del nuovo è al 60% aziendale da noi, e penso che con il periodo covid la percentuale sia salita ancora di più.

Inoltre è stato proprio questo fenomeno delle aziendali che ha portato alla piaga delle auto schilometrate. 

anti-c12.jpg

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.