Vai al contenuto
Autopareri news
  • Benvenuti sul nuovo tema grafico! Scegli il tuo tema preferito in fondo alla pagina: chiaro (light) o scuro (dark).
Autodelta85

Nuova ferrovia Torino - Lione

Messaggi Raccomandati

tgcom.it scrive:
Tav, raggiunto accordo con sindaci

Firmato il documento conclusivo

E' stato siglato con un applauso e con la firma del documento l'accordo per la realizzazione del collegamento ferroviario ad alta velocità tra Torino e Lione. Il testo dell'intesa, seguita dal presidente dell'Osservatorio sulla Torino-Lione, Mario Virano, potrebbe arrivare già lunedì sul tavolo del governo. L'accordo con i sindaci dei comuni interessati alla tratta ferroviaria arriva dopo quasi due anni dalla nascita dell'Osservatorio.

L'accordo non riguarda solo la tratta internazionale ma anche quella italiana, da Sant'Antonino di Susa a Chivasso passando per il nodo di Torino.

Soddisfatto il ministro per le Infrastrutture, Altero Matteoli: "Si tratta di un passo in avanti verso la realizzazione di un'infrastruttura prioritaria e indispensabile per il Paese e per la sua economia. Ora il governo esaminerà il documento approvato dall'Osservatorio, che contiene anche proposte tecniche sul tracciato dell'opera, per passare poi rapidamente alla fase operativa e progettuale, così come - conclude - ci richiede l'Unione Europea per non perdere i finanziamenti comunitari".

"E' un buon pareggio". Così il presidente della Comunità montana Bassa Valle di Susa, Antonio Ferrentino, commenta l'intesa raggiunta. "Oggi non si esce con un tracciato, ma con un accordo su un impianto che deve mettere tutti in condizione di attuare la progettazione. Ci auguriamo - conclude - che con la regia di Palazzo Chigi questo percorso possa continuare".

Non c'è ancora il progetto ma dopo 2 anni di lotte forse si sblocca qualcosa :) cmq una bellissima notizia dopo l'inizio del tunnel per la Galleria del Brennero,finalmente (ma lentamente) riguadagnamo terreno

Modificato da Wilhem275

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Peccato che in Italia ci vogliano anni di lotte per realizzare qualsiasi infrastruttura. Comunque una buona notizia, anche se la costruzione della linea richiederà anni e chissà quanti miliardi di euro (e quante mangiate da parte di politici e imprese appaltatrici).

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

presto a cantar vittoria.. molti no tav hanno ripreso a comprare piccoli lotti di terreno.

Prevedo casini con gli espropri

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
presto a cantar vittoria.. molti no tav hanno ripreso a comprare piccoli lotti di terreno.

Prevedo casini con gli espropri

Questo era già iniziato a succedere a Febbraio dopo la caduta del governo, molti si "accontenteranno" di un mega-risarcimento, l'importante è non perdere i finanziamenti europei

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

In realtà pare che l'accordo raggiunto sia sul modo di operare, cioè sul fatto che "non si devono fare forzature, accelerazioni, che debba essere coinvolto il territorio, che devono viaggiare insieme progettazione e politica dei trasporti" (cito testualmente il presidente della comunità montana). Pare che non ci sia ancora una vera ipotesi di tracciato:!:

Una cosa comunque non l'ho capita: perché fare una linea da 300 km/h quando questa dovrà servire prevalentemente al trasporto merci:?: Non era meno dispendioso farne una da 220 km/h sullo stile del tunnel del Brennero:?:

Tra l'altro una linea più veloce diminuisce la capacità della linea se il traffico è eterotachico, voglio proprio vedere il tgv a 300 all'ora che si trova davanti un merci pesante a 120 km/h.

Ciao;)

Marco

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

La mia perplessità è sul perché quelli della Val di Susa non vogliano la TAV?Forse vogliono avere soldi dallo stato, perché un simile progetto potrebbe togliere dalla strada/autostada una quantità di merci incredibile, quindi minor inquinamento e minor traffico!!

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Mah...come al solito in Italia tutto finì in un comunisti vs fascisti con tanto di guerriglia urbana, fu l gestione il vero problema.

Anche in Alto Adige hanno avuto problemi col traforo del brennero in val di vizze,è bastato spostare di 10km un punto di accesso e la cosa è finita lì, perchè il vero problema non è mai la popolazione locale ma sempre la politicizzazione della cosa.Speriamo ora che non essendoci più Mr. No si riesca a fare qualcosa di veramente utile all'ambiente.

Ad ogni modo anche i valsusini ci hanno messo del loro ;) appena rieletto berlusconi hanno comprato appezzamenti di terra,sapendo che il governo pagherà oro per espropriarli

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
La mia perplessità è sul perché quelli della Val di Susa non vogliano la TAV?Forse vogliono avere soldi dallo stato, perché un simile progetto potrebbe togliere dalla strada/autostada una quantità di merci incredibile, quindi minor inquinamento e minor traffico!!

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Uranio e amianto, prego. Che si libereranno nell'aria in grande quantità. Quanto all'utilità dell'opera, una volta che sarà finita, voglio vedere chi andrà fino all'interporto a consegnare le merci per farle ritirare all'interporto più vicino alla destinazione, abituati come "siamo/ci hanno" ad avere tutto a portata di mano. Altrimenti, le ferrovie per le merci si sarebbero sempre usate di più, no? Prima di venire qui ero nel vicentino, di industrie ce n'erano a bizzeffe, ma nessuno che usasse il treno per il trasporto, nemmeno quelli che avevano pure le rotaie che entravano in piazzale (un colosso che produce acciai....). E invece, tutti su gomma, con i problemi che conosciamo di traffico e di inquinamento! Quanto cambierà con la TAV/TAC? Credo pochissimo... Sempre dalle mie parti avevano fatto un tunnel stradale per unire 2 vallate... dopo anni di lotte. Alla fine dell'opera è stato fatto un primo periodo di transito gratuito promozionale, poi sono stati messi dei pedaggi di tutto rispetto. Risultato: tunnel vuoto, società di gestione fallita, ora il tunnel è in gestione ai comuni. In cosa questo mi ricorda la TAV? Guardate le tariffe degli aerei.... prendereste un treno che costa di più? Il risparmio di tempo non sarebbe giustificato dai costi. E poi diciamocelo, se fossimo in germania o austria dove stan rompendo ai TIR con regole e contro-regole per ridurre l'inquinamento ci potrei credere, ma in Italia no...

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Appunto ti sei risposto da solo...non diamo la colpa a sta povera via ferrata, ma piuttosto alle potenti lobby del trasporto su gomma.

Certo che è un bel fatto...siamo indietro rispetto agli altri paesi e non va bene,ci adeguiamo e non va bene lo stesso.ma che palle :evil:

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

INFORMAZIONE IMPORTANTE

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Termini e condizioni di utilizzo.