Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

000.jpg

000.jpg

000.jpg

WCF

Press Release:

Cita
The new PEUGEOT TRAVELLER is being unveiled today. It is the result of a collaborative effort between PSA Peugeot Citroën and Toyota Motor Europe (TME). It will be available in MPV version for private use and in shuttle version suited to professional use. It will be launched on the market during the first half of 2016 and will be exhibited at the PEUGEOT stand at the next Geneva International Motor Show in March 2016.

PSA Peugeot Citroën and Toyota Motor Europe (TME) reveal today the new Citroën SPACETOURER, Peugeot TRAVELLER, and Toyota PROACE. They will be available in MPV versions for private uses and in shuttle versions for business uses. Both companies therefore confirm the continuation of their cooperation agreement signed in 2012.

The three vehicles are to be launched in the first half of 2016 and will be present on the respective stands of the three brands at the upcoming Geneva Motor Show in March 2016.

“We are delighted to present today these three new vehicles, the result of the cooperation with Toyota Motor Europe. This agreement has enabled us to develop a new and efficient vehicle platform, offering our customers around the world modern products which are particularly competitive in their segment” said Patrice Lucas, PSA Peugeot Citroën Head of Programme and Strategy.

We’re very pleased that the collaboration we started in 2012 with PSA Peugeot Citroën is now delivering a brand-new generation Toyota PROACE,” said TME President and CEO Johan van Zyl. “Both teams worked very hard together and at individual brand level, and I am confident that our distinctive new van with all its variants will strengthen the Toyota light commercial vehicle offer in Europe. The new PROACE will complement the range of solid and durable vehicles customers are expecting from Toyota.”

The first Toyota Proace vehicles were based since 2013 on the current generation Peugeot Expert and Citroën Jumpy vehicles. It was agreed at the start of the collaboration in 2012 that the companies would work together on next generation vehicles, and that the collaboration would last beyond 2020.

The aim of the collaboration is for both companies to be able to offer a competitive product in the mid-size light commercial vehicle, shuttle and Combi segments and benefit from development and production cost optimisation. The vehicles are produced at PSA Peugeot Citroen’s plant of Sevelnord, in Valenciennes, France.

Toyota Motor Europe participated in the development and industrial investment costs for the new vehicles.

The vehicles share all technical features, powertrains, and equipment and propose a distinctive styling rooted in each of the brand’s design language.

Peugeot

Cita

Richiami al concept Foodtruck per il nuovo Traveller, che prende il posto dell'Expert.

Non male ma stranamente preferisco il Citroen.

Share this post


Link to post
Share on other sites

IMHO ricorda un pò il Nissan MV200, ma ovviamente questo è molto più grosso. Si Fiat a questo giro si è alleato con Renò per fare il rebadge del Trafic.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Vivaro? Vabbè non è male....ma trovo più bello il PSA/Toyota. Inoltre, pure il Ford Transit ha un design davvero molto bello!

Share this post


Link to post
Share on other sites

La vedrei bene con dei bei fascioni paracolpi laterali neri al posto delle fasce in tinta di quella mostrata in foto, visto che c'è molta lamiera dritta sulla fiancata e soprattutto con porte scorrevoli su entrambe i lati (quest'ultime saranno tra gli optional).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By Beckervdo
      Beccato in Cina 
       
    • By Pawel72
      Ho raccolto diverse informazioni per quanto riguarda questo argomento.
       
      Auto Premium chi guadagna di più ?
      2018
      È la Ferrari il costruttore con la migliore redditività: 68.987 euro per ogni unità venduta, il 24,6% se si considera che per portare a casa un’auto del cavallino bisogna mettere in conto circa 279.978 euro.
      Se ci pensa Ferrari a tenere alto il tricolore italiano, di tutta risposta i tedeschi di Porsche e Bmw non rimangono a guardare. La casa di Stoccarda seconda classificata con una marginalità media unitaria del 18,4%, un risultato che frutta al marchio del gruppo Volkswagen 16.780 euro su ogni vettura venduta ad un prezzo medio di 91.309 euro.
      Seguono i connazionali di Monaco, nonostante lo scarto abbondante: vendere un’auto per Bmw vale a dire registrare un guadagno di 3.057 euro, il 9,2% dei 41.518 euro mediamente spesi da un cliente. Quarto e quinto posto per Audi e Mercedes-Benz, con profitti unitari pressoché identici (poco superiori ai 3.340 euro), così come è molto vicina la marginalità rispettivamente dell’8,8% e 8,7%. Volvo segna 7,9%: 2.425 euro su ogni unità immatricolata.
      Risultati meno entusiasmanti per Maserati. Il tridente segna una redditività del 6,7%, un profitto di 4.889 euro rispetto ai 73.444 euro medi per una vettura della casa modenese. Un valore mediocre rispetto ai concorrenti (Porsche fra tutti) destinato nei piani a migliorare: entro il 2022 l’obiettivo è di 100mila immatricolazioni a livello globale e una marginalità che dovrebbe salire al 15%.
      Deludono le premium di Jaguar Land Rover: complessivamente i marchi inglesi registrano un profitto medio unitario dell’1,7%, vale a dire solo 779 euro dei 45.652 incassati nei concessionari. Meglio di niente.
      Bocciate Tesla e Bentley: i due marchi più vendono più perdono soldi. La “B” alata registra profitti negativi per ogni auto immatricolata pari a 17.425 euro, il 10,6% rispetto al prezzo di vendita. Un risultato inaspettato per un brand della famiglia Volkswagen, che probabilmente non ha ancora raggiunto dei livelli di vendita tali da sopportare gli elevati costi produttivi. Al contrario, non stupiscono i risultati del costruttore californiano: record negativo per Tesla che brucia 10.931 per ogni unità venduta: si tratta del 16,4% dei 66.510 euro medi necessari per portarsi a casa un’elettrica di Musk.
       
       
      https://www.lautomobile.aci.it/articoli/2018/08/21/auto-premium-chi-guadagna-di-piu.html
       
       
      2018
      Suzuki sorpassa il BMW è il marchio più redditizio del mondo .
      La differenza è davvero risicata, ma i conti non mentono: 11,8% è il margine di profitto per Suzuki, contro 11,4% per BMW, che fino ad ora era in testa nella classifica mondiale dei marchi automobilistici più redditizi. Lo comunica con un tweet l’Handelsblatt Global.
      2019
      Peugeot e Skoda sono diventati più redditizi rispetto al BMW e Mercedes..!?
      https://www.fitnessfinanziario.it/2019/09/05/bmw-e-mercedes-sono-meno-redditizi-rispetto-a-psa/
       
      Industria automotive: profitti in calo.
      Purtroppo ( o per fortuna ? ) l ' elettrico non sfonda,  e soprattutto non porta proffitti.! 
      Dicono che i profitti di molte Case Auto hanno già evidenziato segni di deterioramento e da qui al 2023 potrebbero ridursi ulteriormente in maniera significativa..
       
    • By MikeMito
      Comunicato ufficiale PSA e FCA
       
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.