Jump to content

Fiat 130


Abarth03
 Share

Recommended Posts

Lo so, sono noioso. Avrò parlato della Fiat 130 in altre, diverse, occasioni. Ma non mi stanco mai, ho troppo un'insana passione per questa ammiraglia Italiana, vera auto di rappresentanza prodotta tra il 1969 e il '77 o giù di lì.

Come ho scritto nell'apposito topic, ieri ho fatto una visitina all'automotoretrò, e lì non poteva mancare uno stand del club Italiano dedicato a questa vettura. Esposte, una berlina 2a serie metallizzata (quindi 3200) ed una coupè.

E' stato già detto quanto è bella la coupè di Pininfarina, probabilmente (IMHO) una delle sue più belle creazioni. Ma avendola vista bene da vicino, posso dire che pure la berlina, sebbene non altrettanto ben riuscita esteticamente, era una vettura valida.

Diciamo pure che analizzata bene e confrontata con vetture di segmento inferiore, sembra un altro pianeta: voglio dire, non mi sembra di cogliere così tanta differenza tra una media ed un'ammiraglia di oggi.

Sedili ben profilati rivestiti in velluto, poggiatesta, moquette a profusione, vetri elettrici e autoradio dell'epoca: la 130 esposta dava veramente l'impressione di un'auto da rappresentanza. Scambio quattro chiacchiere con uno dei rappresentanti del club, mi ha raccontato che aveva incontrato lì un signore, che all'epoca della presentazione della 130 era venditore Mercedes.

Ebbene, a quanto pare temevano molto la 130 perchè fatta bene e più bella delle "loro" auto. Non so se si riferisse alla berlina o alla coupè: sicuramente anche la berlina non era più brutta delle Mercedes dell'epoca. Poi, "per fortuna", gli Italiani coi soldi già all'epoca dimostrarono di preferire le auto straniere...la crisi petrolifera poi ha demolito del tutto questo modello.

In conclusione, una mia considerazione personale: probabilmente l'Ing. Giacosa aveva ragione a non vedere di buon occhio il progetto 130, i fatti poi hanno dimostrato che se il marchio non ha molto a che fare con quel segmento, insomma il rischio di buttare via soldi in progettazione e produzione è concreto. Ma lasciatemi dire che, sebbene il settore ammiraglie non fosse più di competenza Fiat almeno dalla vigilia della seconda guerra mondiale, beh la 130 è stato un lavoro fatto veramente bene: ok siamo d'accorso la berlina non era bellissima, ma ripeto non era nemmeno più brutta delle Mercedes di quei tempi, ed il V6 2800 montato inizialmente forse pativa i soli 140CV di potenza, per il resto pero' è stata una dignitosissima ammiraglia.

--------------------------

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 210
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Il club delle 130 è molto attivo nelle esposizioni fieristiche ed anche ad Automotoretrò aveva portado degli esemplari notevoli.

2 o 3 anni fa a Padova portarono un pezzo da 90, l'esemplare di S.W. appartenuto a Gianni Agnelli con il quale raggiungeva St Moritz il venerdi sera ed il sabato ci andava a sciare con la ormai mitica cesta di vimini sul tetto ad uso portasci.

ST_G_02_04_000_1.jpgduetto14yg.jpg
Link to comment
Share on other sites

130 era fatta meglio di MB ( all'epoca BMW non era neanche considerata nel segmento )

Il vero problema era che, a parte la potenza del motore ( A pro po' : fiat faceva v6 quando alfa faceva solo 4 cilindri ....:) ) in Italia per tali auto non c'era mercato, ed all'estero ( i.e. Germania Francia Inghilterra ) ognuno comprava le sue.

inoltre soffriva di "gammite" cioe' coupe' bellissima, berlina cosi' cosi'.

Personalmente nel mio garage virtuale una 130 coupe' non mancherebbe.

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

Il fatto è che negli anni 60-70 (ma non solo) un prodotto lo dovevi vendere innanzitutto a casa tua e poi potevi anche esportarne qualcuno.

130 in Italia aveva un mercato ridotto per vari motivi, nel periodo della cosidetta austerity il prezzo della benza era alle stelle, le auto di cilindrata oltre i 2000 cc venivano penalizzate, i cummenda Italici nelle berline sono sempre stati esterofili.

Il coupè con il cavallino o il tridente era OK, ma il berlinone doveva avere la stella o al max il giaguaro (gli anelli ed i polmoni non erano ai tempi nemmeno presi in considerazione dai cummenda -ma spesso nemmeno dall'alta borghesia).

Così il mercato italiano già risicato lo divenne ancora di più e all'estero ne vendettero una manciata (ma era normale così).

Comunque a mio avviso 130 insieme all'inaffidabile jag era il top del segmento, meglio delle MB sicuro (anche perchè negli anni 70 veniva prodotta la S class più brutta di tutti i tempi, pacchiana e americaneggiante all'inverosimile, solo nel 80 con 126 torno l'eccellenza, ma questa è altra storia.)

ST_G_02_04_000_1.jpgduetto14yg.jpg
Link to comment
Share on other sites

E comunque in quell'epoca se non sbaglio aveva la 600 sopra la S-klasse.

comunque l'errore fu anche rinunciare al brio del v6 2.0/2.4 Fiat/Ferrari, senza per questo consumare meno.

Una chicca: credo sia tuttora l'unica Fiat con di serie solo il Cambio Automatico ( il manuale era in opzione gratuita )

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

E comunque in quell'epoca se non sbaglio aveva la 600 sopra la S-klasse.

comunque l'errore fu anche rinunciare al brio del v6 2.0/2.4 Fiat/Ferrari, senza per questo consumare meno.

Una chicca: credo sia tuttora l'unica Fiat con di serie solo il Cambio Automatico ( il manuale era in opzione gratuita )

Si fino ad inizio anni 80 MB mantenne sopra S Klasse la 600/600 pulman che però derivava dalla S precendente e non dalla 116.

Il segmento fu poi abbandonato per oltre 20 anni fino all'arrivo di Maybach.

Il motore Dino avrebbe ben figurato.

ST_G_02_04_000_1.jpgduetto14yg.jpg
Link to comment
Share on other sites

Il 3.2 Fiat era un derivato del Dino, ma troppo "addomesticato"

per esempio rinunciava al doppio albero in testa, per una soluzione "Simil Busso".

Meglio sarebbe stato un semplice riscalamento.

Ma si sa, in fiat a volte hanno paura di osare: della serie se la fai la 130, falla ben efino in fondo, senno' non farla.

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

ok siamo d'accorso la berlina non era bellissima, ma ripeto non era nemmeno più brutta delle Mercedes di quei tempi, ed il V6 2800 montato inizialmente forse pativa i soli 140CV di potenza, per il resto pero' è stata una dignitosissima ammiraglia.

Bah, io di berline molto più belle non ne vedevo in giro anzi.....

..se togliamo jag (ma io sono di parte) che era veramente bella non vedo altre ammiraglie che la facessero sfigurare.

Poi siamo d'accordo che coupè era su un altro pianeta.

Ma fare grossi coupè belli è più facile che fare grandi ammiraglie (BMW 6-7 e MB tutte lo dimostrano)

ST_G_02_04_000_1.jpgduetto14yg.jpg
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.