Jump to content
News Ticker
🎇 Autopareri augura un Buon 2021! 🎇
  • 0

Ricarica batteria


Question

Ho un carica batteria DECA class16A. La macchina è 1.4HDI e la batteria è Energika 60450DX. Su un'altra targhetta c'è scritto:

BP60 (che non so cos'è), 60Ah-450AEN (450 dovrebbe essere lo spunto).

E' una batteria che, a luglio 2017, trovai al prezzo di 70€ da un meccanico "di fortuna" trovato in un posto sconosciuto perchè ero rimasto senza batteria. E' chiaro quindi che non si tratta di una batteria start/stop, nè AGM, nè GEL...però è di quelle sigillate, con un piccolo oblò a 3 colori che indica lo stato batteria. (In verità quell'indicatore l'ho sempre visto sul verde (carica ok) ma, quando misuro i 12,3v, il motorino di avviamento comincia a fare fatica).

Il carica batteria, invece, è di quelli senza interruzione automatica della ricarica, ma con regolazione velocità di carica (selettore amperaggio). Quindi, quando la batteria è carica, devo stare attento a staccarlo prima che si sovraccarichi.

Purtroppo quest'ultima cosa non la sapevo e, a marzo scorso ho già fatto 3 o 4 ricariche lasciando il caricatore attaccato tutta la notte, partendo da una tensione (misurata col tester) di 12,3v.

 

Con questo lockdown, volendo fare le cose con più ordine, ho misurato la tensione batteria durante la ricarica e mi sono accorto che, nonostante la ricarica lenta (scelta con l'apposito selettore), la tensione sale alla velocità di circa 0,1v al secondo!

Adesso vorrei evitare il sovraccarico. Con una tensione di 12,3v, quindi, non l'ho messa a caricare ma, adesso che è a circa 12v (la macchina è ferma dal 21 dicembre 2020, per i motivi che tutti sappiamo), dovrei ricaricarla, ma ho delle domande:

 

1. quando uso la macchina normalmente, la tensione della batteria è sempre intorno ai 12,7v (misurata la sera quando rientro e la mattina seguente). Questo vuol dire che la tensione di capacità massima della batteria è 12,7v, giusto? E allora perchè, sul manuale del carica batteria, dice che la tensione da non superare è 14,4v?

2. se effettivamente la tensione da non superare fosse 14,4v, questo sarebbe il valore a batteria nuova. E' chiaro che adesso, dopo 3 anni e mezzo di vita e qualche "overcarica", il valore massimo sarà inferiore. Dato che superare quel valore significherebbe ulteriore solfatazione, come faccio a sapere qual è il vero valore massimo di tensione attuale?

3. stamattina (05 gennaio), ricaricando la batteria, ho monitorato la tensione e, in pochissimo tempo, da 12,2v, ha raggiunto i 13,3. Possibile che stasera era già di nuovo a 12,3? E' attendibile misurare la tensione come faccio io?

4. qualcuno dice che, per ricaricare la batteria, bisogna scollegarla dai morsetti dell'auto. So, invece, di gente che, proprio col mio stesso ricaricatore collegato alla batteria, fa funzionare l'impianto stereo. Qual è la verità? Dato che anche io ho un impianto stereo, possibile che debba ogni volta scollegare i morsetti (e rifare tutte le impostazioni dell'impianto da capo)? E le macchine di adesso, che se stacchi i morsetti vanno in blocco e ci vuole il computer per riavviarle?

 

nota1: non è che all'improvviso m'è venuta la fissa o devo dare un esame di "ricarica batteria", sono informazioni che mi serviranno soprattutto per non fare danni con la prossima batteria, visto che, anche quella precedente, una start/stop, m'è durata 2 anni (facevo anche un'altra vita, ma sono stati comunque 130€ quasi buttati).

 

nota2: per favore, nelle risposte si astenga chi ha solo pareri o che ne sappia quanto o meno di me, i fanboy e chi ne fa questioni di principio...avrei bisogno di cose certe e obiettive.

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites

6 answers to this question

Recommended Posts

  • 0
10 ore fa, lespertoinesperto scrive:

Ho un carica batteria DECA class16A. La macchina è 1.4HDI e la batteria è Energika 60450DX. Su un'altra targhetta c'è scritto:

BP60 (che non so cos'è), 60Ah-450AEN (450 dovrebbe essere lo spunto).

E' una batteria che, a luglio 2017, trovai al prezzo di 70€ da un meccanico "di fortuna" trovato in un posto sconosciuto perchè ero rimasto senza batteria. E' chiaro quindi che non si tratta di una batteria start/stop, nè AGM, nè GEL...però è di quelle sigillate, con un piccolo oblò a 3 colori che indica lo stato batteria. (In verità quell'indicatore l'ho sempre visto sul verde (carica ok) ma, quando misuro i 12,3v, il motorino di avviamento comincia a fare fatica).

Il carica batteria, invece, è di quelli senza interruzione automatica della ricarica, ma con regolazione velocità di carica (selettore amperaggio). Quindi, quando la batteria è carica, devo stare attento a staccarlo prima che si sovraccarichi.

Purtroppo quest'ultima cosa non la sapevo e, a marzo scorso ho già fatto 3 o 4 ricariche lasciando il caricatore attaccato tutta la notte, partendo da una tensione (misurata col tester) di 12,3v.

 

Con questo lockdown, volendo fare le cose con più ordine, ho misurato la tensione batteria durante la ricarica e mi sono accorto che, nonostante la ricarica lenta (scelta con l'apposito selettore), la tensione sale alla velocità di circa 0,1v al secondo!

Adesso vorrei evitare il sovraccarico. Con una tensione di 12,3v, quindi, non l'ho messa a caricare ma, adesso che è a circa 12v (la macchina è ferma dal 21 dicembre 2020, per i motivi che tutti sappiamo), dovrei ricaricarla, ma ho delle domande:

 

1. quando uso la macchina normalmente, la tensione della batteria è sempre intorno ai 12,7v (misurata la sera quando rientro e la mattina seguente). Questo vuol dire che la tensione di capacità massima della batteria è 12,7v, giusto? E allora perchè, sul manuale del carica batteria, dice che la tensione da non superare è 14,4v?

2. se effettivamente la tensione da non superare fosse 14,4v, questo sarebbe il valore a batteria nuova. E' chiaro che adesso, dopo 3 anni e mezzo di vita e qualche "overcarica", il valore massimo sarà inferiore. Dato che superare quel valore significherebbe ulteriore solfatazione, come faccio a sapere qual è il vero valore massimo di tensione attuale?

3. stamattina (05 gennaio), ricaricando la batteria, ho monitorato la tensione e, in pochissimo tempo, da 12,2v, ha raggiunto i 13,3. Possibile che stasera era già di nuovo a 12,3? E' attendibile misurare la tensione come faccio io?

4. qualcuno dice che, per ricaricare la batteria, bisogna scollegarla dai morsetti dell'auto. So, invece, di gente che, proprio col mio stesso ricaricatore collegato alla batteria, fa funzionare l'impianto stereo. Qual è la verità? Dato che anche io ho un impianto stereo, possibile che debba ogni volta scollegare i morsetti (e rifare tutte le impostazioni dell'impianto da capo)? E le macchine di adesso, che se stacchi i morsetti vanno in blocco e ci vuole il computer per riavviarle?

 

nota1: non è che all'improvviso m'è venuta la fissa o devo dare un esame di "ricarica batteria", sono informazioni che mi serviranno soprattutto per non fare danni con la prossima batteria, visto che, anche quella precedente, una start/stop, m'è durata 2 anni (facevo anche un'altra vita, ma sono stati comunque 130€ quasi buttati).

 

nota2: per favore, nelle risposte si astenga chi ha solo pareri o che ne sappia quanto o meno di me, i fanboy e chi ne fa questioni di principio...avrei bisogno di cose certe e obiettive.

 

 

 

 


Partiamo da un presupposto. La ricarica della batteria deve per forza avvenire a circa 14v. Sia da parte dell'alternatore, sia da parte del caricabatteria.

E' come il principio dei vasi comunicanti. La corrente va da una tensione piu alta a una piu bassa.

1) Detto questo, si la tensione ottimale della batteria è 12,7-12,8volt da nuova e completamente carica.

2) Appena accendi l'auto, l'alternatore carica a circa 14 volt, ed è pienamente normale. Sarebbe guasto se non lo facesse. La quantita di energia caricata, viene modulata in corrente  (A). Piu la batteria è scarica, piu assorbirà dall'alternatore (e piu girerà "pesante" da trascinare per il motore, ma è una cosa impercettibile). Se completamente carica, assorbirà 0A, e l'alternatore girerà molto leggero solo per mantenere i carichi accesi dell'auto (pompa, centraline, bobina, fari, ecc....), ma la tensione sarà comunque 14v.

3) Il caricabatteria funziona esattamente nello stesso modo, pertanto stabilizzerà la carica a circa 14 volt (poi dipende dai caricabatteria, ma siamo li) e caricherà a corrente o costante o decrescente a seconda del caricabatteria. Chiaramente se lo tieni attaccato poco tempo, la batteria non si rcaricherà e appena lo stacchi, la tensione calerà al livello di carica della batteria.

4) Se il caricabatteria fornisce una tensione massima di 14 volt, puoi lasciare i morsetti attaccati. Per caricabatteria scadenti meglio di no, perchè la tensione potrebbe essere regolata male ed aumentarla (e li potresti friggere cose).

Se vuoi un consiglio, prendi un caricabatteria automatico tipo il CTEK o il BOSCH, cosi non rischi problemi e la carica si stacca automaticamente.
Quello che hai tu, è un modello da "personale esperto".

Link to post
Share on other sites
  • 0
Posted (edited)
12 ore fa, Nico87 scrive:


Partiamo da un presupposto. La ricarica della batteria deve per forza avvenire a circa 14v. Sia da parte dell'alternatore, sia da parte del caricabatteria.

E' come il principio dei vasi comunicanti. La corrente va da una tensione piu alta a una piu bassa.

1) Detto questo, si la tensione ottimale della batteria è 12,7-12,8volt da nuova e completamente carica.

2) Appena accendi l'auto, l'alternatore carica a circa 14 volt, ed è pienamente normale. Sarebbe guasto se non lo facesse. La quantita di energia caricata, viene modulata in corrente  (A). Piu la batteria è scarica, piu assorbirà dall'alternatore (e piu girerà "pesante" da trascinare per il motore, ma è una cosa impercettibile). Se completamente carica, assorbirà 0A, e l'alternatore girerà molto leggero solo per mantenere i carichi accesi dell'auto (pompa, centraline, bobina, fari, ecc....), ma la tensione sarà comunque 14v.

3) Il caricabatteria funziona esattamente nello stesso modo, pertanto stabilizzerà la carica a circa 14 volt (poi dipende dai caricabatteria, ma siamo li) e caricherà a corrente o costante o decrescente a seconda del caricabatteria. Chiaramente se lo tieni attaccato poco tempo, la batteria non si rcaricherà e appena lo stacchi, la tensione calerà al livello di carica della batteria.

4) Se il caricabatteria fornisce una tensione massima di 14 volt, puoi lasciare i morsetti attaccati. Per caricabatteria scadenti meglio di no, perchè la tensione potrebbe essere regolata male ed aumentarla (e li potresti friggere cose).

Se vuoi un consiglio, prendi un caricabatteria automatico tipo il CTEK o il BOSCH, cosi non rischi problemi e la carica si stacca automaticamente.
Quello che hai tu, è un modello da "personale esperto".

Ok, tutto il discorso dell'alternatore si sapeva. Non sapevo che il carica batteria caricasse a 14v (che poi sarebbero 14,4), perchè mi sono fatto ingannare dal selettore che è 12v/24v.

Però, ciò che non mi è mai stato chiaro è: 

Il manuale del Deca dice di fermare la ricarica quando raggiunge i 14,4v.

 

Oggi, però (ad esempio), come sempre vado in garage e trovo la batteria a 12,3 (circa). Stavolta ho messo i puntali del tester tra poli batteria e coccodrilli del Deca.

Attacco a caricare e, in 5 minuti la tensione arriva a 13,20v.

La velocità di risalita, però, diminuisce progressivamente, infatti, nei successivi 5 minuti, va da 13,20 a 13,24. 

 

Dopo i 13,24 non è più salita (ho aspettato 15min, ma sempre rimasta 13,24).

Quello che chiedevo all'inizio è: qui dovrei interrompere la ricarica, giusto? Cioè i 14,4v che dice il manuale del Deca (ai quali dovrei interropere la ricarica), in realtà sono i miei 13,24, tenendo conto una leggera usura batteria, o sbaglio?

 

In realtà, stando a ciò che dice il manuale (come anche tu), la corrente erogata dal caricatore diminuisce con l'aumentare del livello carica batteria. Però, quando il tester si ferma a 13,24v, l'amperometro del Deca non segna zero assoluto. Visto che l'amperometro non è digitale, non riesco a vedere se comunque continua a scendere di pochissimo, o è fermo...

 

In ogni caso: quando stacco il carica batteria, la tensione scende...ma non come mi aspettavo (cioè di botto, fino a stabilizzarsi a 12,7), ma molto più lentamente. Cioè, in 5 minuti arriva da 13,24 a 12,90. Da qui, mooolto più lentamente. Quindi qui inizia la discesa che, fino al giorno dopo, arriva a 12,3/12,4.

Quindi, le domanda sono: qual è la vera carica della batteria? Quanto tempo, dopo aver staccato il caricatore, la misurazione è attendibile? E' normale che, dopo 24 ore, trovo già la batteria a 12,4, invece che ai normali 12,7?

 

Per i caricatori automatici, da ieri avevo adocchiato il CTEK, però anche li, ho molti dubbi: perchè il CTEK è comunque cinese come quelli da 8A e 22€, ma costa il triplo? Perchè sui 3 modelli del caricatore Bosch non viene riportato l'amperaggio (che è comunque il motivo principale per cui vengono fatti 3 diversi modelli)?

Alla fine, visto che il Deca (consigliato dal meccanico) m'è costato quanto il CTEK, ho deciso di imparare ad usarlo (facendo le domande che ho fatto qua, che comunque non sono mai riuscito a spiegarmi), senza spendere altri soldi.

 

Comunque, ho sempre avuto il dubbio che i troppi Ampere del Deca mi portino ad una veloce solfatazione batteria. Quindi, se dovessi prendere uno di quelli automatici, da quanti Ampere dovrebbe essere?

Cioè, visto che non ho nessun interesse a ricaricare la batteria in 2 ore, da quanti A massimi dovrebbe essere un caricatore automatico, per ricaricare una batteria da 60Ah, da 11,5 a 12,7v, in 12 ore?

 

Edited by lespertoinesperto
Link to post
Share on other sites
  • 0
18 ore fa, lespertoinesperto scrive:

Ok, tutto il discorso dell'alternatore si sapeva. Non sapevo che il carica batteria caricasse a 14v (che poi sarebbero 14,4), perchè mi sono fatto ingannare dal selettore che è 12v/24v.

Però, ciò che non mi è mai stato chiaro è: 

Il manuale del Deca dice di fermare la ricarica quando raggiunge i 14,4v.

 

Oggi, però (ad esempio), come sempre vado in garage e trovo la batteria a 12,3 (circa). Stavolta ho messo i puntali del tester tra poli batteria e coccodrilli del Deca.

Attacco a caricare e, in 5 minuti la tensione arriva a 13,20v.

La velocità di risalita, però, diminuisce progressivamente, infatti, nei successivi 5 minuti, va da 13,20 a 13,24. 

 

Dopo i 13,24 non è più salita (ho aspettato 15min, ma sempre rimasta 13,24).

Quello che chiedevo all'inizio è: qui dovrei interrompere la ricarica, giusto? Cioè i 14,4v che dice il manuale del Deca (ai quali dovrei interropere la ricarica), in realtà sono i miei 13,24, tenendo conto una leggera usura batteria, o sbaglio?

 

In realtà, stando a ciò che dice il manuale (come anche tu), la corrente erogata dal caricatore diminuisce con l'aumentare del livello carica batteria. Però, quando il tester si ferma a 13,24v, l'amperometro del Deca non segna zero assoluto. Visto che l'amperometro non è digitale, non riesco a vedere se comunque continua a scendere di pochissimo, o è fermo...

 

In ogni caso: quando stacco il carica batteria, la tensione scende...ma non come mi aspettavo (cioè di botto, fino a stabilizzarsi a 12,7), ma molto più lentamente. Cioè, in 5 minuti arriva da 13,24 a 12,90. Da qui, mooolto più lentamente. Quindi qui inizia la discesa che, fino al giorno dopo, arriva a 12,3/12,4.

Quindi, le domanda sono: qual è la vera carica della batteria? Quanto tempo, dopo aver staccato il caricatore, la misurazione è attendibile? E' normale che, dopo 24 ore, trovo già la batteria a 12,4, invece che ai normali 12,7?

 

Per i caricatori automatici, da ieri avevo adocchiato il CTEK, però anche li, ho molti dubbi: perchè il CTEK è comunque cinese come quelli da 8A e 22€, ma costa il triplo? Perchè sui 3 modelli del caricatore Bosch non viene riportato l'amperaggio (che è comunque il motivo principale per cui vengono fatti 3 diversi modelli)?

Alla fine, visto che il Deca (consigliato dal meccanico) m'è costato quanto il CTEK, ho deciso di imparare ad usarlo (facendo le domande che ho fatto qua, che comunque non sono mai riuscito a spiegarmi), senza spendere altri soldi.

 

Comunque, ho sempre avuto il dubbio che i troppi Ampere del Deca mi portino ad una veloce solfatazione batteria. Quindi, se dovessi prendere uno di quelli automatici, da quanti Ampere dovrebbe essere?

Cioè, visto che non ho nessun interesse a ricaricare la batteria in 2 ore, da quanti A massimi dovrebbe essere un caricatore automatico, per ricaricare una batteria da 60Ah, da 11,5 a 12,7v, in 12 ore?

 


La ricarica è un processo lento, non puoi stare li a guardare i 5 o 10 minuti. Lascialo a caricare 10/15 ore e poi vedi se continuare. Una batteria a 12,3 è a metà carica circa.
Deve arrivare a 14,4v o giu di li prima di staccarlo, e dopo 24 ore staccata essere sui 12,7 anche se vecchia. Poi magari appena attacchi il carico crolla, ma a vuoto deve essere cosi.

Occhio anche al fatto che il multimetro segni bene, quelli da 10€ non è che siano affidabilissimi.

Per il discorso caricabatteria, anche quello della LIDL da 20€ è estremamente migliore del tuo deca. Non perchè sia cattivo il deca, ma perchè è proprio il concetto di quei caricabatteria a trasformatore che è antiquato e ad oggi superato. Con quei caricabatteria li, non si conta quante officine sono andate in flambè quando si dimenticavano le batterie in carica (o c'era qualche problema agli elementi, che un caricabatteria elettronico riconoscerebbe subito e staccherebbe, mentre quello continua a sparare...).

Invece tra il CTEK e quelli del lidl e simili, cambiano le logiche di carica che in quelli economici lavorano solo in tensione, nel ctek (non so nel bosch) variano anche in corrente.
Va bene anche quello LIDL comunque.

Caricare da 11,5volt è già un assunto sbagliato in partenza. Una batteria al piombo non deve mai arrivare li, altrimenti solfata.

Io personalmente uso il CTEK 5 perchè è estremamente versatile, carica dalle batterie dei ciclomotori a quelle da auto da 100Ah anche AGM.

Se non ti interessano batterie piccole puoi prendere anche il 7 o 10 (budget permettendo).

 

Edited by Nico87
Link to post
Share on other sites
  • 0
Posted (edited)

Scusami ma ti contraddici (e forse c'è qualcosa che non è molto chiara).

Proprio perchè già sappiamo che il Deca non è automatico e continua a "sparare", sto cercando di capire entro quali valori deve stare collegato in carica. 

Il fatto dei 5 10 minuti è giustificato proprio dal fatto che, in pochi minuti, stando a ciò che dice il tester (pagato intorno ai 100€, 3 anni fa), la batteria è già completamente carica!!! Come fai a dire di lasciarlo collegato 10 ore???

Come ho già detto, una volta arrivato a 13,24, non è più salito (anzi, dopo altri 10 minuti era a 12,23)!

 

Quelli automatici lo so che mi risolvono tutti i problemi ma, se ho scritto qua, è proprio per evitare l'ulteriore spesa (dato che il Deca, ancora nuovo, m'è costato intorno ai 70€, appena 10 mesi fa)!

 

Poi sul CTEK ce ne sono 3 modelli a seconda dell'amperaggio. A quale di quelli fai riferimento? Il modello più economico ce la farebbe a caricare una batteria da 60Ah in una notte? O può ricaricare solo le batterie delle moto?

Edited by lespertoinesperto
Link to post
Share on other sites
  • 0
On 8/1/2021 at 07:28, lespertoinesperto scrive:

Scusami ma ti contraddici (e forse c'è qualcosa che non è molto chiara).

Proprio perchè già sappiamo che il Deca non è automatico e continua a "sparare", sto cercando di capire entro quali valori deve stare collegato in carica. 

Il fatto dei 5 10 minuti è giustificato proprio dal fatto che, in pochi minuti, stando a ciò che dice il tester (pagato intorno ai 100€, 3 anni fa), la batteria è già completamente carica!!! Come fai a dire di lasciarlo collegato 10 ore???

Come ho già detto, una volta arrivato a 13,24, non è più salito (anzi, dopo altri 10 minuti era a 12,23)!

 

Quelli automatici lo so che mi risolvono tutti i problemi ma, se ho scritto qua, è proprio per evitare l'ulteriore spesa (dato che il Deca, ancora nuovo, m'è costato intorno ai 70€, appena 10 mesi fa)!

 

Poi sul CTEK ce ne sono 3 modelli a seconda dell'amperaggio. A quale di quelli fai riferimento? Il modello più economico ce la farebbe a caricare una batteria da 60Ah in una notte? O può ricaricare solo le batterie delle moto?


Il voltaggio rimane quello perchè la batteria sta assorbendo tutta la corrente che il caricabatteria fornisce. Mano a mano che si carica, ne assorbe meno e la tensione salirà.

Ti ripeto, fa caricare 10 ore poi vedi la tensione.

P.S. Il tester non ti dice se la batteria è carica o no. Per quello bisogna guardare la densità dell elettrolita con un densimetro.

Il CTEK da 5ah ricarica tutto. Puoi prendere quello base con solo il controllo di temperatura. Gli altri hanno funzioni aggiuntive, ma la ricarica di base è la stessa.
In una notte, non saprei. Forse qualche ora in piu. Non sono mai stato li a guardare il tempo.
Se hai fretta, puoi prendere il 7 o 10.

Link to post
Share on other sites
  • 0

Non è questione di fretta, devo poter mantenere la carica batteria (non dico ricaricarla), mentre uso l'impianto stereo da 900W RMS.

 

Lasciare il Deca tutta la notte in carica l'ho già fatto 4 o 5 volte a marzo... proprio da allora ho notato che, in qualche ora, la batteria (non in carica) va da 12,7 a 12,3.

Il Deca, se lasciato collegato oltre la carica massima, fa solfatazione.

Come ho gia detto, mentre è in carica, una volta arrivato a 13,24, semmai scende (e torna a 12,23), non sale.

 

Ho mandato una mail a CTEK per chiedere l'amperaggio minimo per l'uso con impianto stereo

Edited by lespertoinesperto
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Answer this question...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.