Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

F1 2021 - GP Francia - Paul Ricard (Le Castellet)


 Share

Recommended Posts

Palinsesto Sky (Dirette)

Venerdì 18 giugno

Prove Libere 1: ore 11:30 - 12:30
Prove Libere 2: ore 15:00 - 16:00

Sabato 19 giugno

Prove Libere 3: ore 12:00 - 13:00
Qualifiche: ore 15:00 - 16:00

Domenica 20 giugno

Gara: ore 15:00

Palinsesto TV8 (Differite)

Sabato 19 giugno

Qualifiche: ore 21:30

Domenica 20 giugno

Gara: ore 21:30

 

immagine.png.ea25fa74d9f8755e2b11fd6ee480770c.png

 

----

F1: da domani scattano le nuove verifiche sulle ali posteriori

Ci siamo: da domani 15 giugno scatteranno le nuove regole che la FIA imporrà per le verifiche statiche delle ali posteriori: ecco che cosa cambierà dal GP di Francia al Paul Ricard.

immagine.png.7d805152c5780ff7f915a2a4ecad6dbe.png

Il GP di Francia sarà la prima gara nella quale i commissari tecnici della Federazione Internazionale inaspriranno i controlli per cercare di evitare la flessione delle ali del retrotreno.

Le squadre hanno avuto circa un mese per adeguare le proprie soluzioni ai nuovi valori di verifica: 1000 N applicati verticalmente sul profilo principale con 1 grado massimo di flessione e 750 N di trazione longitudinale sempre con un 1 grado di flessione.

A questi due provvedimenti si aggiungono anche due chiarificazioni nella Direttiva Tecnica emanata da Nikolas Tombazis, responsabile tecnico monoposto della FIA: primo, non sono ammesse cedevolezze fra la scatola del cambio e i piloni che sostengono l’ala posteriore, con molle o sistemi pre-caricati; secondo, non sono ammessi movimenti relativi fra i profili.

In sostanza la Federazione Internazionale non tollera più che le ali posteriori possano essere fissate alle paratie laterali con un punto di attacco su cui far ruotare il profilo o il flap, generando una deformazione programmata.

Come si può ben capire, in questi casi non si trattava della flessibilità dei materiali, ma di veri sistemi utili a far muovere l’ala posteriore secondo canoni ben studiati a tavolino. Già nel GP di Azerbaijan abbiamo notato che il fenomeno è rientrato, tant’è che le minacce di presentare un reclamo avanzate da Toto Wolff (Mercedes) e Andreas Siedl (McLaren) sono rientrate, sebbene Baku dovesse rappresentare la pista dove si potevano trarre i maggiori vantaggi da queste soluzioni.

La Red Bull, infatti, si è presentata sul circuito azero con un profilo posteriore a cucchiaio molto scarico perfettamente conforme al regolamento, visto che le immagini televisive hanno certificato che l’ala era praticamente fissa, senza il “gioco” di qualche centimetro che si era notato sul lungo rettilineo del GP di Spagna, scatenando le dichiarazioni di Lewis Hamilton che aveva seguito a lungo la RB16B dell’olandese, aprendo il caso.

In Azerbaijan la FIA aveva provveduto a sistemare dei bollini gialli o verdi sulle ali posteriori, una sorta di mirini utili ai commissari tecnici per verificare dalle immagini TV della FOM se ci fossero ancora deformazioni programmate dei profili.

Il deterrente pare abbia funzionato, perché le furbate sono scomparse, almeno a Baku. Questo non significa che le ali smetteranno di flettere: i tecnici delle squadre, infatti, cercheranno altri modi per ridurre la resistenza all’avanzamento delle monoposto quando sono in rettilineo.

E si spiega come mai, almeno finora, non ci sia stato un intervento dei commissari FIA sui flap anteriori dopo che la Red Bull, per ripicca alle accuse Mercedes, aveva messo in mostra come l’ultimo profilo quasi si coricasse sul dritto, tornando alla posizione originale a bassa velocità.

In questo caso le ali sono regolari se sopportano i test statici che vengono puntualmente fatti in verifica. La Federazione Internazionale per ridurre questo fenomeno attuato nel tempo e con modalità diverse da tantissimi anni, dovrebbe aumentare i valori di controllo. E non è detto che non lo faccia, anche se la sensazione è che nel weekend l’attenzione verrà posta alla pressione di gonfiaggio delle gomme, visto che gli incidenti di Baku potrebbero essere stati causati dal mancato rispetto delle prescrizioni di sicurezza previste da Pirelli e FIA.

Questi due casi macroscopici stanno portando alla luce come le aree grigie del regolamento tocchino praticamente ogni aspetto delle monoposto di F1 e le squadre, per migliorare le loro prestazioni, non esitano un attimo a spingersi in soluzioni limite (o anche oltre) nella consapevolezza di farla franca a causa di controlli che per forza di cose sono limitati.

 

https://it.motorsport.com/f1/news/f1-da-domani-scattano-le-nuove-verifiche-sulle-ali-posteriori/6567491/

 

----

GP Francia, Pirelli sceglie C2, C3 e C4

Il fornitore ufficiale della Formula 1 conferma le scelte del 2019 dopo le polemiche sorte per gli incidenti di Stroll e Verstappen a Baku

immagine.png.fc54dfa95fe48c538d9d9572fe9faaa2.png

Perché abbiamo nominato queste mescole
Il Gran Premio di Francia al Paul Ricard, che ritorna in calendario dopo un anno di pausa a causa della pandemia di COVID-19, utilizzerà le tre mescole centrali della gamma Formula 1: C2 come P Zero White hard, C3 come P Zero Yellow medium, e C4 come P Zero Red soft. La stessa scelta fatta nel 2019, quando la gara si è corsa l’ultima volta.
Queste mescole si adattano bene alle diverse caratteristiche del tracciato. E la riasfaltatura di quasi tutte le curve poco prima della gara del 2019 offre una superficie liscia.
Il degrado dei pneumatici al Paul Ricard è generalmente basso: tuttavia, la curva 13 è particolarmente impegnativa in termini di stress continuo sui pneumatici, e lo è anche la curva Signes dopo il rettilineo del Mistral.

 

Caratteristiche del tracciato

Il terzo settore del circuito al Paul Ricard risulta impegnativo più da un punto di vista di forze laterali che per trazione e frenata mentre il resto del giro è abbastanza equilibrato (e questo è uno dei motivi per cui questa pista è un noto proving ground). Prima che la pista rientrasse nel calendario di F1 nel 2018 dopo un’assenza prolungata, al famoso rettilineo di Mistral è stata aggiunta una chicane per rallentare le alte velocità di punta, facendone di fatto due rettilinei separati con una chicane nel mezzo. La strategia vincente nel 2019 è stata quella ad una sosta, da medium a hard. Questa è stata adottata da tutti i piloti che sono saliti sul podio, e tutti i piloti tranne sette hanno iniziato la gara con pneumatici medium. Al Paul Ricard può fare molto caldo in questo periodo dell’anno: l’ultima volta, le temperature della pista hanno superato i 50 gradi centigradi.

...

 

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-gp-francia-pirelli-sceglie-c2-c3-c4-le-castellet-paul-ricard-baku-scoppio-verstappen-570701.html

 

----

immagine.png.15d2cdd008dfcb9ec45eb540f2738247.png

immagine.png.876b36c4677bb2b4cce341adf6a02c66.png

 

 

Edited by AleMcGir
  • I Like! 2
  • Haha! 2
Link to comment
Share on other sites

Sono contento che dopo un anno sabbatico il Circus della F1 torni al Paul Ricard, una pista che ci ha sempre regalato grandi spettacoli cromatici con le sue caratteristiche e variegate vie di fuga. 

 

Finalmente l'intervento della Federazione sulle ali flessibili potrà aiutare la Mercedes a riacquistare il posto che le spetta di diritto da quando è iniziata l'era turboibrida, cioè la prima posizione in griglia e in gara. Inoltre potrebbe essere un toccasana per Bottas che potrebbe così tornare ad essere il solito scudiero tappos per Hamilton. 

 

Infine sono felice che Binotto questo weekend venga in Francia, la sua presenza può fare solo del bene a questa Ferrari in crisi con i piloti. 

  • I Like! 1
  • Haha! 6

"In questo marchio non c'era da cambiare nulla, dovevamo cambiare noi." Harald Wester, 24 Giugno 2015.

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Lagarith scrive:

Infine sono felice che Binotto questo weekend venga in Francia, la sua presenza può fare solo del bene a questa Ferrari in crisi con i piloti. 

 

20210614-02.jpg.11b1b9327baefc0fbde61a5aaad36088.jpg

 

  • Haha! 6
  • Adoro! 1
Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, GL91 scrive:

Dovrei rinnovare Now TV, mi sa che aspetto il prossimo GP. Magari domenica mi perderò la gara più bella della storia eh, però visti i precedenti . . .

Da luglio costa la metà, ma se lo fai scadere e lo attivi paghi la metà da subito.

Edited by AlexMi
Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, GL91 scrive:

Dovrei rinnovare Now TV, mi sa che aspetto il prossimo GP. Magari domenica mi perderò la gara più bella della storia eh, però visti i precedenti . . .

ottimo servizio...da quando ce l'ho e quindi potrei vedermi le gare quando e dove mi pare a differenza delpassato,la ferrari non cammina una sega

forse è colpa mia :D

 

dai che c'è anche la motogp e sbk da vedere

PETIZIONE 125 in Superstrada e Autostrada

La Desmosedici è una moto difficile, quando dai gas vibra e si muove, ma è una sua prerogativa perchè se non ti fai spaventare vedi che tutto funziona. [Casey Stoner]

Link to comment
Share on other sites

23 minuti fa, LucioFire scrive:

ottimo servizio...da quando ce l'ho e quindi potrei vedermi le gare quando e dove mi pare a differenza delpassato,la ferrari non cammina una sega

forse è colpa mia :D

 

dai che c'è anche la motogp e sbk da vedere

 

Ma che tu sappia esistono offerte differenziate? Tipo un pacchetto motori se uno non è interessato al calcio?

Schermata 2021-05-22 alle 10.10.43.png

Link to comment
Share on other sites

23 minuti fa, Unperdedor scrive:

 

Ma che tu sappia esistono offerte differenziate? Tipo un pacchetto motori se uno non è interessato al calcio?

Da luglio Sky ha perso gran parte del calcio, quindi il pacchetto Sport mensile avrà costo dimezzato a 14,99€.

  • Thanks! 1
Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, Unperdedor scrive:

 

Ma che tu sappia esistono offerte differenziate? Tipo un pacchetto motori se uno non è interessato al calcio?

una volta lo facevano

ora no

comunque se fai l'offerta 15€ al emse non è malaccio. e puoi trovare anche l'offerta tutto sky a poco più

  • Thanks! 1

PETIZIONE 125 in Superstrada e Autostrada

La Desmosedici è una moto difficile, quando dai gas vibra e si muove, ma è una sua prerogativa perchè se non ti fai spaventare vedi che tutto funziona. [Casey Stoner]

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.