Jump to content
  • 0

Modulare frizione nelle svolte a destra


Donke
 Share

Question

Salve a tutti, ho da poco preso la patente e volevo chiedere una cosa che a molti sembrerà stupida, ma ci provo ugualmente. Praticamente, quando svolto a destra in una strada stretta, passo dalla terza alla seconda in prossimità dell'imbocco, ma spesso i giri sono minimi anche per la seconda e quindi il freno motore non entra in azione, a quel punto alzo la frizione molto lentamente per poter completare la svolta a destra e mentre la alzo faccio la manovra, senza dare gas. Ora vorrei sapere se è giusto come procedimento, o consuma troppo la frizione dato che teoricamente sta slittando in seconda fino a svolta completata? Questo avviene soprattutto nelle svolte ad angolo vivo, in quelle più large, la velocità essendo maggiore favorisce l'entrata del freno motore e non ho problemi. 

Grazie mille per le eventuali risposte 

Link to comment
Share on other sites

6 answers to this question

Recommended Posts

  • 0

La manovra non mi è del tutto chiara dalla tua spiegazione, ma svolta o non svolta la frizione normalmente o si schiaccia del tutto o non si schiaccia per nulla. Non la si tiene mai in una posizione intermedia salvo in partenza perché, appunto, slitta e si consuma inutilmente il meccanismo. In alcuni casi si può fare in seconda per riprendere velocità evitando di scalare in prima, non perché la prima sia brutta ma perché ci si troverebbe a cambiare immediatamente di nuovo, quindi a quel punto si tiene la seconda. Ma si fa ogni tanto e solo in seconda, e soprattutto su auto con trasmissioni non proprio freschissime o addirittura con la prima non sincronizzata.

 

Se devi fare una curva per cui la seconda porterebbe il motore a regimi troppo bassi, quindi molto vicino al minimo o addirittura sotto, allora hai due opzioni: fai la curva a frizione premuta oppure inserisci la prima, che a velocità così basse è possibile (ma dipende dalla trasmissione). Se la curva ti permette di tenere la seconda anche a regimi bassi, diciamo intorno ai 1000 giri, non è certo un problema. Il freno motore non c'entra nulla.

Edited by v13
  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

  • 0
14 ore fa, v13 scrive:

La manovra non mi è del tutto chiara dalla tua spiegazione, ma svolta o non svolta la frizione normalmente o si schiaccia del tutto o non si schiaccia per nulla. Non la si tiene mai in una posizione intermedia salvo in partenza perché, appunto, slitta e si consuma inutilmente il meccanismo. In alcuni casi si può fare in seconda per riprendere velocità evitando di scalare in prima, non perché la prima sia brutta ma perché ci si troverebbe a cambiare immediatamente di nuovo, quindi a quel punto si tiene la seconda. Ma si fa ogni tanto e solo in seconda, e soprattutto su auto con trasmissioni non proprio freschissime o addirittura con la prima non sincronizzata.

 

Se devi fare una curva per cui la seconda porterebbe il motore a regimi troppo bassi, quindi molto vicino al minimo o addirittura sotto, allora hai due opzioni: fai la curva a frizione premuta oppure inserisci la prima, che a velocità così basse è possibile (ma dipende dalla trasmissione). Se la curva ti permette di tenere la seconda anche a regimi bassi, diciamo intorno ai 1000 giri, non è certo un problema. Il freno motore non c'entra nulla.

Innanzitutto grazie ad entrambi per le risposte, provo a spiegarmi meglio. In poche parole, sono solito scalare proprio sul punto di svolta, e non molti metri prima come insegnano alla scuola guida (per una mia mancanza di abitudine, so che è sbagliato). Molte di queste svolte a seconda già innestata potrebbero anche essere fatte senza frizione. Quando però scalo sul punto di svolta, come dicevo, freno e frizione fanno si che i giri e la velocità siano minimi anche per una seconda, e, quindi, più che tenere il piede sul punto d'innesto, in seconda marcia, alzo la frizione lentamente mentre svolto per far si che il motore riprenda i giri giusti per la seconda. Se pure io tenessi la frizione del tutto premuta nella svolta, come suggerito da entrambi , all'uscita teoricamente mi troverei con giri ancora più bassi rispetto all'entrata, quindi lo slittamento per riprendere i giri sarebbe comunque lungo se non maggiore . Sbaglio? 

Ah, inoltre, visto che vorrei togliermi sto vizio, voi scalate molti metri prima della svolta, o quasi in prossimità? 

 

Edited by Donke
Link to comment
Share on other sites

  • 0

scalare non è sempre necessario, dipende da tanti fattori. Sicuramente se lo fai, NON farlo in mezzo alla curva.
Si scala quando si prevede di aver bisogno di quella marcia perchè la marcia attuale non reggerà la velocità necessaria a fare la curva; in discesa per non affaticare i freni; quando la marcia attuale non consente il cut off della benzina e quindi comincia a "spingere"; quando frenare può essere pericoloso (per esempio su certi fondi molto scivolosi); quando frenare può scomporre l'assetto.
Per quel che mi riguarda, in tutti gli altri casi preferisco frenare e lasciare sempre una marcia lunga (quindi mai in folle), scalando solo per tagliare la benzina ma non per il freno motore. Alcune automatiche moderne fanno il veleggio, ossia staccano il cambio in alcune occasioni. Su certe auto, mi viene in mente il 1.0 Fiat 3 cilindri, conviene non scalare ma mettere in folle arrivati a 30 km/h perchè spegne il motore (sembra di no ma funziona molto bene).

Link to comment
Share on other sites

  • 0
On 2/12/2021 at 14:17, v13 scrive:

scalare non è sempre necessario, dipende da tanti fattori. Sicuramente se lo fai, NON farlo in mezzo alla curva.
Si scala quando si prevede di aver bisogno di quella marcia perchè la marcia attuale non reggerà la velocità necessaria a fare la curva; in discesa per non affaticare i freni; quando la marcia attuale non consente il cut off della benzina e quindi comincia a "spingere"; quando frenare può essere pericoloso (per esempio su certi fondi molto scivolosi); quando frenare può scomporre l'assetto.
Per quel che mi riguarda, in tutti gli altri casi preferisco frenare e lasciare sempre una marcia lunga (quindi mai in folle), scalando solo per tagliare la benzina ma non per il freno motore. Alcune automatiche moderne fanno il veleggio, ossia staccano il cambio in alcune occasioni. Su certe auto, mi viene in mente il 1.0 Fiat 3 cilindri, conviene non scalare ma mettere in folle arrivati a 30 km/h perchè spegne il motore (sembra di no ma funziona molto bene).

Nel caso in cui tu capisca che la marcia che hai è troppo lunga per quella svolta , freni e poi in prossimità della svolta scali? Oppure  scali (mentre freni)  tanti metri prima come insegnano di solito? 

Siccome io non so usare freno e scalare contemporaneamente arrivo in prossimità della svolta, freno, abbasso la frizione, passo dalla terza alla seconda, alzo la frizione. 

Seguendo questo metodo però, nelle svolte più strette spesso mi trovo a 800/900 giri quando metto la seconda e quindi mentre eseguo la svolta alzo piano la frizione senza accelerare. 

Quanto prima bisogna scalare nel caso in cui ce ne dovesse essere necessità? 

Edited by Donke
Link to comment
Share on other sites

  • 0
11 hours ago, Donke said:

Nel caso in cui tu capisca che la marcia che hai è troppo lunga per quella svolta , freni e poi in prossimità della svolta scali? Oppure  scali (mentre freni)  tanti metri prima come insegnano di solito? 

 

scalare molto prima può tornare utile in discesa e su fondi molto scivolosi per aiutare i freni, ma sulle auto moderne - fra motori con poco freno motore e freni con buona resistenza e ABS - la differenza è veramente poca. Nella guida normale di tutti i giorni io credo sia meglio far scorrere la macchina con la marcia alta, poi quando il motore scende a un regime basso (grosso modo la soglia del cut off della benzina), allora scali. In questo modo si stressa il meno possibile la meccanica, a frenare ci pensano i freni.

 

11 hours ago, Donke said:

Siccome io non so usare freno e scalare contemporaneamente arrivo in prossimità della svolta,

 

allora fai pratica perché è indispensabile frenare e scalare contemporaneamente.

 

11 hours ago, Donke said:

 

freno, abbasso la frizione, passo dalla terza alla seconda, alzo la frizione. 

Seguendo questo metodo però, nelle svolte più strette spesso mi trovo a 800/900 giri quando metto la seconda e quindi mentre eseguo la svolta alzo piano la frizione senza accelerare. 

 

in seconda a quei regimi vuol dire che stai andando molto piano, dipende dalla trasmissione, ma sarai attorno ai 10-15 km/h. A quella velocità puoi permetterti di fare la svolta con la frizione premuta e poi ridare gentilmente gas (tipo 1500-2000 giri massimo) e alzare dolcemente la frizione, che slitterà per mezzo secondo per poi innestare il cambio a un regime decente (dai 1000 in su vai tranquillo a meno che non sia in salita). Altrimenti puoi anche mettere la prima facendo attenzione ad alzare dolcemente la frizione, visto che a quella velocità è possibile che il motore debba girare a 2000 e più giri.

 

11 hours ago, Donke said:

Quanto prima bisogna scalare nel caso in cui ce ne dovesse essere necessità? 

 

impossibile darti un'indicazione generale, dipende da mille fattori, la strada, il cambio, l'auto, la fretta ;-)

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Answer this question...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.