Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

Fuori Produzione.

Sedan

Honda-Accord-Sedan-1.jpg

Honda-Accord-Sedan-2.jpg

Honda-Accord-Sedan-3.jpg

Honda-Accord-Sedan-4.jpg

Honda-Accord-Sedan-6.jpg

Tourer

Honda-Accord-Tourer-1.jpg

Honda-Accord-Tourer-2.jpg

Honda-Accord-Tourer-3.jpg

Honda-Accord-Tourer-6.jpg

WCF

La rinnovata Honda Accord, sia in versione berlina che Tourer (station wagon), verrà presentata al pubblico in occasione del prossimo Salone di Ginevra (3-13 marzo), ma la Casa giapponese diffonde fin da ora le sue caratteristiche. Lo stile esterno ha subìto una rinfrescata rispetto alla Accord del 2008 ed è stata colta l'occasione per proporre nuove finiture interne. L'aggiornamento ha avuto anche motivazioni tecniche, per ridurre i consumi e le emissioni dei propulsori - il turbodiesel 2.2 i-DTEC produce ora 138 g/km di CO2 - e per aggiornare le dotazioni di accessori introducendo i fari adattativi e il sistema "Auto High-Beam Support System", che regola automaticamente i fari abbaglianti.

DESIGN PIU' PULITO PER I FARI, ANCHE BI-XENO

Per la carrozzeria, Honda propone sulla sua segmento D tre nuove colorazioni: Alabaster Silver, Graphite Lustre e Celestial Blue Pearl. Il restyiling delle Accord Berlina e Tourer si concretizza però nei nuovi fari - rimodellati e dotati di indicatori di direzione chiari - e nel paraurti modificato nelle linee e nella definizione dei volumi. Per gli allestimenti più ricchi sono ora previsti i proiettori a scarica di gas bi-xeno, dotati di funzione adattativa per agevolare la guida notturna e di regolazione automatica degli abbaglianti, attuata grazie ad una telecamera CMOS montata sul parabrezza. La calandra è caratterizzata da una griglia ridisegnata e dotata di nuove cromature, mentre il design delle prese d'aria e delle sedi dei fendinebbia diventa più aggressivo per adeguarsi alla nuova impostazione generale del frontale. La coda della 3 volumi si distingue per le modifiche nella colorazione dei fari, resi più omogenei dalla nuova colorazione rosso chiaro, e dall'aggiunta della cromatura posta sopra l'alloggiamento della targa.

L'ABITACOLO RIALLESTITO E' ORA ANCHE PIU' SILENZIOSO

Gli interventi relativi all'abitacolo si concentrano sull'adozione di nuovi materiali per i rivestimenti di sedili e pannelli porta, mentre è inedita la scelta di posizionare sopra la pedaliera un "punto luce" aggiuntivo, che illumina i pedali con una tonalità blu all'atto dell'accensione delle luci della vettura. Per migliorare gli aspetti legati al NVH (Noise Vibration and Harshness) Honda introduce con il restyling della Accord una schiuma ad alta densità, posizionata nel vano motore e attorno alla traversa di fissaggio del cruscotto. La ricerca di un miglior confort acustico è data anche da una più curata insonorizzazione del sottoscocca e dall'isolamento del filtro DPF e del collettore di scarico, sorgente di vibrazioni e rumore specie nella motorizzazione diesel. Completa il quadro l'ispessimento del vetro del lunotto posteriore pari a 0.9 mm.

MENO CO2 PER IL DIESEL, PIU' MANEGGEVOLEZZA PER L'HANDLING

Il 2.2 i-DTEC continua a sviluppare 150 CV anche in questo restyling della Accord, emettendo però meno gas serra (riduzione di 9 g/km nelle emissioni di CO2 nella berlina con cambio manuale a 6 marce e di 11g/km nella versione automatica). I miglioramenti aerodinamici fanno poi da cornice a questa ricerca di migliorare l'efficienza energetica ad alta velocità, adottando un nuovo deviatore di flusso anteriore e di carenature maggiorate per isolare il sottoscocca. Alle andature più tranquille, invece, prevalgono le perdite meccaniche, che gli ingegneri hanno cercato di limitare introducendo cuscinetto ruote a basso attrito e pneumatici a bassa resistenza al rotolamento. La dinamica del veicolo è stata riprogettata soprattutto affinando le tarature degli ammortizzatori, in modo da definire meglio il moto della "cassa" (gergo tecnico per definire il corpo vettura) durante i trasferimenti di carico in rollio e beccheggio.

Settimana scorsa pensavo bene, il facelift non avrebbe tardato molto.

Edited by Touareg 2.5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ne una brutta SW... secondo me una delle più belle tra le D... il frontale mi è sempre moooolto piaciuto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

quoto. tra le D, la mia preferita. se poi hanno rivisto pure l'handling...

però clamorosamente invenduta. sarà che non attira le flotte, che non è premium (ma se salite sopra su questa e poi su A4, ne riparliamo...;) )....

Share this post


Link to post
Share on other sites

però clamorosamente invenduta.

mah. qui in Italia, tra Europa e USA con Acura i loro numeri li fanno, è un'auto profittevole per Honda IMHO....

mi fratello ne ha una ed è un'orologio, ha fatto 50k km in 2 anni

Share this post


Link to post
Share on other sites
mah. qui in Italia, tra Europa e USA con Acura i loro numeri li fanno, è un'auto profittevole per Honda IMHO....

mi fratello ne ha una ed è un'orologio, ha fatto 50k km in 2 anni

Beh tecnicamente, nessuno si sogna di rimettere in dubbio la qualità delle Honda.

I problemi sono i soliti : qualche plastica scadente o non proprio gradevole alla vista e al tatto (cosa che conta per tanta gente su quel segmento), design esterno discutibile (non brutta, secondo me, solo che è ha una linea un po' pesantuccia), e prezzo non propriamente popolare.

Io, la prenderei comunque, con il 2.4 Benzina che è una goduria immensa, a livello "cambio+motore".

Share this post


Link to post
Share on other sites
mah. qui in Italia, tra Europa e USA con Acura i loro numeri li fanno, è un'auto profittevole per Honda IMHO....

mi fratello ne ha una ed è un'orologio, ha fatto 50k km in 2 anni

sì bè chiaro, parlo per l'Italia (però nemmeno nel resto d'Europa mi sembra ne vendano chissà quante). negli Usa e Canada fa numeri da capogiro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Beh tecnicamente, nessuno si sogna di rimettere in dubbio la qualità delle Honda.

I problemi sono i soliti : qualche plastica scadente o non proprio gradevole alla vista e al tatto (cosa che conta per tanta gente su quel segmento), design esterno discutibile (non brutta, secondo me, solo che è ha una linea un po' pesantuccia), e prezzo non propriamente popolare.

Io, la prenderei comunque, con il 2.4 Benzina che è una goduria immensa, a livello "cambio+motore".

ma guarda. il paragone con A4 per me ci sta tutto, come quello tra Civic e A3...e parlo anche di interni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
sì bè chiaro, parlo per l'Italia (però nemmeno nel resto d'Europa mi sembra ne vendano chissà quante). negli Usa e Canada fa numeri da capogiro.

in UK ne ho viste abbastanza, diciamo che le D giapponesi più si va a sud di latitudine in Europa meno vendono (in genere)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Similar Content

    • By Beckervdo
      A seguito del M.Y. 2020 in Nord America, anche la versione Europea della Civic viene aggiornata.
      Debutta il nuovo frontale, con una diversa mascherina e nuovi fendinebbia. 
      Ulteriori modifiche nella parte anteriore includono fari full-LED standard e DRL LED ridisegnati che seguono le linee dello styling.
      La Honda Civic M.Y. 2020 ottiene anche nuovi cerchi in lega leggera da 16 pollici per il modello entry-level e da 17 pollici “Shark Grey” per i modelli di fascia media e alta. Completano gli aggiornamenti esterni una nuova vernice chiamata Obsidian Blue.
      All'interno nuovi pannelli porta con diversa texture, sedile del conducente elettrico regolabile in otto direzioni per i modelli di fascia alta ed una fruibilità migliorata grazie all'aggiunta di pulsanti e quadranti fisici per l'infotainment e i controlli del clima.
       
      Invariata la gamma motori, costituita dal 3 cilindri 1.0 da 125 CV ed il 4 cilindri 1.5 Turbo da 182 CV, a cui sia aggiunge il parco Diesel 1.6 i-DTEC da 120 CV.
      I motori a benzina possono essere equipaggiati con cambio manuale a sei marce o con cambio automatico CVT, mentre il diesel è dotato di un manuale a sei marce o di un automatico a nove velocità.
      Tutti i modelli sono equipaggiati di serie con la suite di sicurezza Honda Sensing con sistema di frenata per ridurre gli effetti delle collisioni, sistema adattivo di controllo della velocità, avviso di superamento della corsia, sistema di assistenza al mantenimento della corsia e riconoscimento dei segnali stradali. 
      La Honda Civic aggiornata sarà disponibile per l'ordine in tutta Europa a partire da dicembre, con consegne a partire da gennaio 2020.

    • By gabcar82
      Mi tocca scrivere, a malincuore, per allertare chiunque sia affascinato ed allettato dalla nuova Honda Civic, che io ho acquistato quest'estate; preciso "a malincuore" perchè ho sperato fino all'ultimo che la casa preferisse tenersi caro un cliente piuttosto che buttarlo nel cesso e perchè per molto tempo ho meditato di cambiare auto, valutando tante opzioni ed arrivando alla conclusione che la nuova Civic fosse, per le mie tasche, il miglior compromesso.
       
      L'auto, nella versione Elegance Navi 1.6 D-Tec mi è stata consegnata il 1 Agosto 2019, niente da dire: bella, spaziosa, consuma poco (un po' più di quanto dichiarato, segue in calce il report di tutti i pieni e del chilometraggio effettuato), bel motore, sensazioni di guida ottime, piantata a terra.
       
      Il giorno 15/9/2019 percorrevo una strada di periferia a velocità moderata (non so dire quanto) e la sfiga vuole che mi attraversa un capriolo che urta contro l'avantreno, cade a terra, si rialza e se ne va illeso.
      Purtroppo non ho fatto in tempo a fargli foto (che mi avrebbero dato accesso a probabile rimborso da parte della Regione), sono sceso dall'auto ed ho constatato, a fronte dell'anteriore dell'auto completamente integro, neanche un graffio, il sollevamento del cofano in senso inverso alla normale apertura. 
       
      Inconsapevole della gravità del fatto sono tornato a casa (era domenica pomeriggio) programmando di recarmi in concessionaria il giorno dopo per far "rimettere a posto il cofano".
       
      Arrivato il giorno dopo in concessionaria, racconto ai meccanici quanto successo e loro mi chiedono di lasciare l'auto per poter fare un preventivo preciso per rimettere a posto il tutto, già stavo capendo che qualcosa non andava perchè il capo officina m'ha subito detto che la spesa sarebbe stata importante, in quanto era scattato il "Pop up hood system", che è un sistema di sicurezza che coinvolge la centralina airbag, due pistoncini a gas di sollevamento, una barra anteriore, tre sensori..insomma inizio a spaventarmi.
       
      Torno li verso le 18,30 ed il responso è tra il drammatico ed il ridicolo: più di 5.000,00 € per rimettere a posto l'auto.
       
      Sconvolto dalla notizia nei giorni successivi provo a contattare il servizio clienti prima parlando telefonicamente con due diversi operatori, poi mandando una lettera in cui racconto l’accaduto e chiedo se sia possibile non ripristinare il sistema pop-up hood, e nella quale faccio presenti le mie perplessità sul prezzo di ripristino.
       
      A tale lettera mi viene risposto:
       
      Gentile Sig. Cardarelli,
      riscontriamo con la presente la sua richiesta e siamo molto dispiaciuti dell'accaduto che fortunatamente oltre al danno del veicolo non ha causato danni a persone e ad animali.
      La informiamo che il sistema pop up hood system rientra tra le caratteristiche progettuali del veicolo che è stato omologato.
      Pertanto non è possibile accogliere la sua richiesta.
      Gradisca i nostri più cordiali saluti,
       
      Risposta alquanto grottesca (terza riga) e affatto comprensiva o tale da far intendere la minima cura del cliente.
       
      Insomma, sulla base di quanto mi è successo sconsiglio vivamente di acquistare questa auto o auto dotate di questo sistema a meno della stipula di una polizza Kasko che copra vostre eventuali distrazioni (o, come nel mio caso, eventi sfortunati che non dipendono da voi), perchè altrimenti vi troverete a pagare circa 5000€ per rimettere a posto il pop up hood, oltre agli eventuali danni a paraurti, carrozzeria, etc etc.
       
      Dal libretto dell'auto, pagg. 64-65-66 potrete leggere la casistica di attivazione del sistema, che non è limitata al solo investimento del pedone.
       
      ESTRATTO DEL MANUALE pagg.64-65-66
      ■ Il sistema si attiva quando:
      Il veicolo colpisce un pedone o altri oggetti a velocità moderata o elevata.
      ■ Funzionamento del sistema
      Quando i sensori d'urto pedone rilevano una certa  entità di impatto, il sistema di sollevamento del cofano viene attivato e la parte posteriore del  cofano si solleva.
      Il cofano sollevato può contribuire a ridurre le lesioni alla testa dei pedoni.
       
      Il sistema potrebbe attivarsi anche nelle condizioni seguenti.
      • Un impatto grave sulla parte inferiore del veicolo.
      • La guida ad alta velocità su dossi artificiali o su una buca di grandi dimensioni.
      • In caso di impatto tra eventuali oggetti e i sensori d'urto pedone.
      Il sistema potrebbe non attivarsi se il veicolo:
      • Subisce un urto nella parte posteriore o laterale.
      • Si capovolge o si ribalta.
      • Un pedone viene colpito da un angolo.
      Altri fattori possono impedire l’attivazione del sistema di sollevamento del cofano; ad esempio 
      il punto in cui si è verificato l’urto, l’angolo o la velocità del veicolo.
       
       
      La valutazione del sottoscritto è che il ripristino di tale sistema, a fronte di una spesa complessiva per l'acquisto dell'auto di circa 20.000 € (dando indietro un'altra auto e compresi diversi sconti, listino 27.600) sia ASSOLUTAMENTE SPROPORZIONATO, ma la cosa che più mi dispiace è che la casa non mi sia venuta incontro in nessun modo, lasciandomi in rovina; per inciso, considero il 10% di sconto, da loro concessomi, un contentino ridicolo.
       
      Sacrosanto il sistema pop-up hood se salva delle vite ma..che dirvi, pensateci prima di acquistare, o se già avete acquistato FATE LA KASKO!
      clicca qui  e scorri in basso per visualizzare anche gli allegati: lettera mandata alla honda e fattura con tutti i prezzi dei componenti
       
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.