Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
Sign in to follow this  
Cosimo

Cosa Leggo stasera? (Consigli degli Utenti del foro)

Recommended Posts

Apro un nuovo topic perché non ne ho trovato uno analogo (ebbene sì, non sono capace ad usare la funzione "cerca", per cui ,se esiste già qualcosa di simile, accorpate pure.. denghù)

Purtroppo ho sempre poco tempo per leggere libri e soprattutto informarmi sulle nuove uscite per cui, immancabilmente, per pigrizia o per sbadataggine riesco sempre a mancare il libro appena uscito che “merita” .

Ho pensato quindi di postare un elenchino di libri/fumetti letti ultimamente con mini recensione per chi può interessare.

Con i commenti degli utenti si potrebbe tirare fuori un interessante topic di suggerimenti alla lettura.

Parto io con quello che ho letto questa estate:

me821_big.jpg

Titolo:

Il re dei giochi

Autore:

Marco Malvaldi

Genere:

Giallo (?) molto soft

Breve trama:

Ampelio il nonno, Aldo l’intellettuale, il Rimediotti pensionato di destra, e il Del Tacca del Comune; sono i quattro vecchietti detective del BarLume. Attorno al nuovo biliardo sezionano gli ultimi fatti di Pineta, tra cui il terribile incidente della statale: è morto un ragazzino e sua madre è in coma profondo. Abituati a indagini e delitti i quattro si autoconvincono che non si sia trattato affatto di un incidente.

Commentino:

Se volete un giallo avete sbagliato libro. In ogni caso veloce e divertente, i nonnini sono simpatici. Letto in due mattinate sotto l’ombrellone (vabbè, una sotto la pioggia)

Altro giro

ilmondodopolafinedelmondo.jpg

Titolo:

Il mondo dopo la fine del mondo

Autore:

Nick Harkaway, (Cornovaglia 1972) è il quarto figlio del grande John le Carré. Ha studiato filosofia, sociologia e politica al Clare College di Cambridge, per poi lavorare nell’industria cinematografica.

Ha scritto inoltre opere destinate all’immortalità: i testi di un sito web di una casa di lingerie estremamente glamour, diversi assegni postdatati, e un opuscolo per un’azienda svizzera produttrice di macchine tappatrici (quelle che mettono i tappi alle bottiglie). Ha praticato scherma, aikido, jujitsu e kickboxing con risultati modestissimi. Vive a Londra con la moglie. Direi che è tutto, per ora.

Genere:

Avventura Comico sentimental-Fantasy post III Guerra mondiale (?)

Breve trama:

La trama in soldoni: le Bombe Svuotanti hanno cancellato intere zone della realtà dalla faccia della terra. Un soldato senza nome e il suo eroico amicone Gonzo Lubitsch devono affrontare l’inimmaginabile minaccia che viene dall’esterno della Zona Abitabile: un assortimento da incubo di mutanti e mutazioni.

Non contenti di avere fra le mani il destino dell’umanità, i due finiscono per trovarsi coinvolti in un triangolo amoroso potenzialmente catastrofico. Accompagnati da una ciurma di guerrieri male assortita e rotta a ogni esperienza, i nostri eroi riusciranno a salvare questo caoticissimo mondo postapocalittico? E soprattutto: ne vale la pena???

Commentino:

Se volete un libro di facile lettura avete sbagliato bersaglio. Lo scrittore parla, sproloquia, si dilunga, cambia repentinamente piano temporale, rincorre flash back, ma ha ritmo talento fantasia e frasi brucianti

L’attenzione deve essere sempre alta, all’inizio ci si incarta, lsi ha la tentazione di lasciarlo sul comodino, alla fine lo si ama e ci si sente parte di quella famiglia di pazzi.

Come avrete capito mi è piaciuto…

Altro che imho merita:

75lon_72p.jpg

Titolo:

La vera storia del pirata John silver

Autore:

BJÖRN LARSSON

Genere:

Avventura

Breve trama:

Il grande pirata, ormai vecchio, decide di spiegarci la sua vita e cosa ha fatto dopo l’isola del tesoro scrivendo a jim…

Commentino:

Da un tipo che si chiama Larsson ti aspetti un trattato di ingegneria, invece il libro è bello, sincero, frizzante, ti fa tornare bambino e scusate se è poco..

Altro ancora:

il-tartufo-e-la-polvere8.png

Titolo:

Il tartufo e la polvere

Autore:

Stefano Quaglia

Genere:

Giallo (mah..)

Breve trama:

a prima e anche ultima volta che vedi*amo Bosko Sadik, è in giro per Milano a bordo di una vec*chia Mer*cedes e con una valigetta assi*cu*rata al polso da un paio di manette. Deve con*seg*nare il con*tenuto della valigetta, nat*u*ral*mente, ma ha tutto il tempo per con*ced*ersi una pausa; dici*amo un diver*sivo dalla rou*tine del lavoro. La prima volta, dunque, che Bosko Sadik incon*tra il com*mis*sario Arn*aboldi della polizia di Milano, è morto in piazza Duomo; la sec*onda volta che i due per*son*aggi si incon*trano è all’obitorio.

Da qui inizia l’inchiesta del commissario nelle langhe

Commentino:

Preso al salone del libro, spinto dai commenti entusiastici e dall’ambientazione.

Sinceramente non l’ho apprezzato. L’ho trovato scarsino di trama e un po’ macchietti stico. Lo stesso stile, osannato da tanti non mi ha convinto appieno, più che sobrio mi è parso un filo confusionario

Adesso tocca a voi! :mrgreen:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, visto che è stata aperta la strada dal buon Cosimo, ci provo anch'io:

?cdSoc=BL&ean=978882004788&cdSito=BL&tpPrd=01&tipoOggetto=ZOM

Autore:

Matt Rothschild

Titolo:

A Bocca Aperta - Memorie Semiserie di un povero bambino ricco

Genere:

Autobiografia (romanzata)

Trama:

Unica famiglia ebrea di New York a risiedere in un palazzo superchic della Quinta Avenue abitato solo da bianchi-anglosassoni-protestanti, i non più giovani Howard e Sophie Rothschild, il ramo francese della facoltosa dinastia di banchieri, si assumono la responsabilità di allevare il neonato nipote Matt dopo che la madre ha abdicato al proprio ruolo per raggiungere in Italia il quarto aristocratico futuro marito. Ma tirar su Matt non è un'impresa facile, neppure per la mordace nonna Sophie, una via di mezzo tra Lauren Bacali e uno scaricatore di porto, una donna che Matt amerà senza riserve, anche quando gli infligge punizioni strampalate regolarmente accompagnate da un "Niente di personale".

Impressioni:

Leggendone una trama può sembrare piuttosto banale, ma vi assicuro che è davvero una lettura piacevolissima.

Scritto benissimo (è stato definito dall'NYT uno dei libri migliori dell'anno), le pagine scivolano via veloci e lasciano sempre il sorriso sulle labbra.

Lo consiglio caldamente.

Estasi%20culinarie.jpg

Titolo:

Estasi Culinarie

Autore:

Muriel Barbery

Trama:

Monsieur Arthens, critico gastronomico di chiara fama è in punto di morte. Insopportabilmente cinico ed egocentrico, Arthens decide le sorti degli chef più prestigiosi con un semplcie suo giudizio. Prima di passare a miglior vita, Monsieur Arthens è tutto preso dalla ricerca affannosa di un sapore primordiale e sublime, il Sapore per eccellenza. Ha così inizio un viaggio gustoso e ironico che ripercorre la carriera di Arthens dall'infanzia ai fasti della maturità, attraverso la celebrazione di piatti poveri e sofisticate prelibatezze, con momentianche esilaranti: dalla indigesta cucina della nonna, all'eterea raffinatezza del sushi giapponese, dalla freschezza inebriante del pomodoro, alla suprema ricercatezza dell'ostrica.

Impressioni:

Particolare, se vi è piaciuto "L'eleganza del riccio" l'adorerete. La storia si sviluppa attorno alle memorie non solo del protagonista, ma anche di tutti i personaggi con cui monsieur Arthens è entrato in contatto, per cui tanti punti di vista che si incontrano per tracciare il ritratto di quest'uomo, che, seppur piuttosto odioso, finirete per amare.

terra.jpg?w=200&h=332

Autore:

Stefano Benni

Titolo:

Terra!

Trama:

Inutile cercare di riassumerlo, farei un completo casino e non direi nulla.

Impressioni:

E' Benni, vi basti sapere questo, quindi aspettatevi una scrittura che si potrebbe eufemisticamente definire contorta. Però io lo trovo geniale...

Edited by superkappa125

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al cinema è già uscito il film, non l'ho visto e il trailer non m'ispira più di tanto.

Il libro, invece, è scritto molto bene.

la_solitudine_dei_numeri_primi_320.jpg

Titolo: La solitudine dei numeri primi

Autore: Paolo Giordano

Genere: Romanzo sentimental-complessato

Trama: narra delle vite parallele di due Alice e Mattia, dall'infanzia all'età adulta, che a volte sembrano avvicinarsi fino a unirsi, ma destinate a rimanere separate. FIdatevi meno pallosa di quanto sembra.

Impressioni: I numeri primi c'entrano davvero, anche se non in senso matematico. I numeri primi gemelli sono quelli tra i quali c'è solo un numero pari. Parallelo con le vite dei protagonisti: sempre vicini e sempre lontani.

Non è precisamente il mio genere, ma la storia è originale e diversa dai soliti polpettoni, in più il libro è scritto davvero bene (ma davvero davvero) e non risulta mai noioso.

Per me è stato un modo per visitare un genere dal quale mi tengo lontano come i vampiri dall'aglio. Se non si è capito lo consiglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Libri seri :

Comincio dal livret de poche

1984_fronte.jpg

1984 George Orwell

Da leggere, posare, inquietarsi e rileggere...e trovarci tanta, troppa Italia ( e resto del mondo ) di oggi.

Meditare soprattutto i capitoli riguardanti la teoria e la prassi del collettivismo oligarchico:

http://it.wikipedia.org/wiki/Teoria_e_prassi_del_collettivismo_oligarchico

Ultimi letti seri:

9788845924026g.jpg

Leonard Susskind "La guerra dei buchi neri " Adelphi

Bello, affascinante per chi ama la fisica. Si capisce come troppo oggi sia dato per scontato sulle conoscenza che abbiamo.

Interessante inoltre la lotta a coltello umana troppo umana tra i fisici..:)

Ultimo letto meno serio :

elara-dumarest.jpg

la serie "Dumarest of Terra" di E. C. Tubb, space opera senza enormi pretese ma scritta con mestiere e molto godibile, ottima lettura conciliante il sonno.

Se vi paice lo stile "Quest in cui l'eroe gettato in una situazione problematica con la sola forza del suo ingegno e dei suoi muscoli ne esce vincitore" ;) fa per voi

Edited by stev66

Share this post


Link to post
Share on other sites

terra.jpg?w=200&h=332

Autore:

Stefano Benni

Titolo:

Terra!

Trama:

Inutile cercare di riassumerlo, farei un completo casino e non direi nulla.

Impressioni:

E' Benni, vi basti sapere questo, quindi aspettatevi una scrittura che si potrebbe eufemisticamente definire contorta. Però io lo trovo geniale...

Lo adoro, a dir poco. I libri da consigliare sono tantissimi, piuttosto consiglio un servizio gratuito: anobii.it

Iscrivendosi e inserendo i libri letti, vine fuori una lista di utenti dai gusti simili da cui trarre consigli per nuove letture, anche solo sbirciando le loro librerie!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Storia della guerra civile americana -Luraghi Raimondo.

copaspx.jpg

Prima edizione nel 1969, all'autore (Considerato uno dei massimi studiosi della guerra civile americana, è stato "Visiting Professor" in diverse Università degli Stati Uniti e del Canada, da Harvard alla University of Richmond-Virginia, a Notre Dame -Indiana, alla New York University, alla University of Georgia, a quella canadese di Toronto) sono stati necessari 9 anni negli USA per la ricerca delle fonti e quasi altrettanti per la stesura.

Molto interessante anche per i collegamenti con la realtà italiana del tempo. Vengono citati Garibaldi, chiaramente , Mazzini e altri patrioti minori. Ad esempio viene gettata luce sull'influenza delle idee del nostro Mazzini sull'abolizionsta Brown . Dal punto di vista militare è impressionante il parallelismo tra questa guerra civile e la prima guerra mondiale. Stranamente i quadri militari USA avevano rimosso tale esperienza come del resto i numerosi osservatori militari europei. Peccato , la particolare tecnica di sfondamento delle linee trincerate applicata a quei tempi avrebbe probabilmente evitato la sanguinosa guerra di posizione del primo conflitto mondiale e solo in seguito il singolare utilizzo della cavalleria da parte dei confederati verrà applicata da Guderian e Patton ai mezzi corazzati nel secondo conflitto. A quanto pare il libro viene considerato in USA come il miglior compendio globale ( economia , politica , tecnologia, società, tattica e strategia ) sulla guerra di secessione. Interessante il prezzo: oltre 1500 pagine a solo 11 euro circa, all'interno numerose cartine delle battaglie e decine di foto.

Edited by simonepietro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho appena finito ( con somma fatica) di leggere "L'Ipnotista".....

l-ipnotista1.jpg

..... posso solo caldamente "sconsigliarlo" per la estrema povertà dei dialoghi e di una trama che non incide ne appassiona.... I personaggi sono scadenti, senza background ne struttura..... e dire che ero stato già molto deluso da Stieg Larsson e dalla sua Psicoscema della trilogia Millenium!...... ma come capita a volte, il libro era li in casa....e la curiosità ha avuto il sopravvento..... :disp2:

Insomma gli Svedesi non mi piacciono e sono troppo lontani dalla mia idea di libro interessante.

Dall'altro ieri, complice l'esser stufo di conoscere solo versioni parziali e spesso edulcorate o del tutto campate per aria di una vicenda che per alcuni versi si protrae con i suoi strascichi fino ai giorni nostri .... ho appena cominciato questo:

runciman_crociate.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.